Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 04/18/2020 in Album Comments

  1. Il mio desiderio me lo fece esplodere una pubblicità (mai più ritrovata) dell' Amaretto di Saronno con tre surfisti di allora in fila, il terzo spalle dentro il boma a riposarsi: era il 1981... Quella estate nel punto più ostico del golfo di Mondello, dove tentavo di imparare, furono solo cadute, fino all'ultimo giorno della stagione balneare, quando finalmente, grazie a vento forte e teso ed ai bagnini che mi fischiavano esserci bandiera rossa, riuscì a fare un bordo verso il largo e l'altro....di ritorno: per sopravvivere. Da allora amai il vento che, fino a quel momento (giocavo a ten
    4 points
  2. 2 points
  3. prima che sia finita, un'altra LunaRossa totalmente diversa, che avrei voluto fotografare ancora io.... ma non ho potuto ! Quella Louis Vuitton Cup del 2005 che vinse come la Prada di quest'anno non la portò a vincere contro Alinghi: speravamo però nella barca svizzerra che continuasse a tenere le regate nel Mediterraneo: non fu così ed il resto diventò appannaggio, come sappiamo, da allora di New Zealand. Ma c'è ancora un filo di speranza ...
    2 points
  4. Questo 14-24 ridefinisce le aspettative per lo zoom grandangolare nel 2020. Dai Max, dacci dentro!
    2 points
  5. L'obiettivo è del tutto privo di contatti elettrici e comunque, nel menù degli obiettivi privi di CPU manca la focale in questione, dato che Nikon non ha mai prodotto un 11mm Il titolo dell'album si riferisce appunto a questo. La location è la baia di Calarossa a Terrasini, (PA) e la panchina è una delle cinque panchine letterarie sulla costiera della località, ognuna dedicata ad un letterato, questa a Peppino Tornatore, decorata dall'artista Luigi Chirco. https://palermo.meridionews.it/articolo/78884/litorale-di-terrasini-inaugurate-le-panchine-letterarie-per-guardare-lorizzo
    2 points
  6. belle incise ! io penso di averne fotografati almeno 5.000 di orologi, prima in pellicola poi molto più facilmente in digitale. Fammi dire però che hai scelto dei soggetti facili, prova con un vetro bombato, o lancette cromate liscie e in asse con l'obiettivo*, o un fondo madreperla e cassa oro rosa... per fortuna nei cataloghi ora non fanno più foto ma solo rendering da 3D... c'era da impazzire. *ho un vetro semiriflettente al 50% per illuminare in asse
    1 point
  7. anch'io ho il 14-30 e il 20 che ho preso usato da Massimo Vignoli. Non avessi comperato prima il 14-30 magari avrei preso solo 14-24? Alla fine la somma dei due costi raggiunge quasi quello del 14-24. Ma alla fine non ho venduto come avrei potuto il 14-30 perchè ho deciso che, ad esempio, per architettura ed interni, o magari la sera in città, un 20/1.8 con la sua luminosità mi sarebbe servito per continuare ad operare il più possibile a bassi ISO e sfruttare al meglio le caratteristiche dei 43MP della mia Z7, che come è noto regge meno bene della sorella lo stretch ad alti ISO. Dovesse s
    1 point
  8. leggi il mio articolo al riguardo, magari ti decidi... io ho provato entrambi e poi ho preferito tenere il 14-30 al quale ho affiancato il 20/1,8 che nelle mani di persone che sappiano utilizzare un superwide fisso è un obiettivo irrinunciabile nel corredo Z Uno zoom serve ad altro...
    1 point
  9. Si e no. Nel senso che per te sono solo parzialmente sovrapposti, in termini di uso. Il 24-200 Non ce lo vedo molto a fare libellula, fauna etc. E so che tu sei tipo da zoom.
    1 point
  10. il salto con una tavola da surf cui sia in qualche maniera vincolata una vela, un'ala, un'aquilone, è l'apoteosi di questo sport e il tratto distintivo dal surfing propriamente detto, che del windsurf, wing, kite, foil è pure componente, ma certamente meno raffinata e particolareggiata come di chi deve muoversi su onde di varia altezza e potenza, facendo unicamente affidamento sul proprio senso di equilibrio universale. Ed allora, dopo avere surfato un'ondina che faccia da trampolino, portando la tavola oltre la velocità critica di lancio, la vela dà l'ulteriore sensazione di abbandonarsi
    1 point
  11. Ennio, se ti serve un grandangolo molto luminoso - per le notturne od il controllo sulla PDC - che sia di qualità spaziale e ti vanno bene i 20mm, il 20 1.8S ti darà soddisfazioni pazzesche. Ma se ti serve la flessibilità dello zoom.... il 20mm non zooomma, e neppure va a 14. Il consiglio che ti do è scegliere in base all'uso e non in base agli accessori - anche se fondamentali come i filtri, per chi li usa. Vedrai che, tra pochi mesi, ci sarà una quantità di scelte possibili enorme per i filtri del 14-24, a vite ed a lastra, di ogni prezzo. Allo stato, per esempio, NiSi sta già produce
    1 point
  12. Molto buone Max. Questo 70-200 ha una gran resa, sul primo piano e sullo sfocato: veramente plastico!
    1 point
  13. Che bella serie! Al di là del discorso sull'obiettivo, sono preso dalla bellezza scenica di alcune delle figure di danza e dalla presenza "hermosa" e la grinta che ci mette la danzatrice. Con uno sfondo e luci più in tono sarebbero proprio magiche.
    1 point
  14. Fino a domani non posso dire niente
    1 point
  15. Perchè se no, servirebbero 1200 W/s, non i soli 200 W/s dell'AD200
    1 point
  16. Stavo per prenderne uno (di 24-200 , non di cavalletta) da NOC, usato come nuovo, ma è sparito prima che potessi anche solo muovere il mouse.
    1 point
  17. 15 anni e la segreta speranza di riuscire a bissare quella esperienza remota, dove le difficoltà di ripresa e i limiti delle attrezzature in uso, non mi impedirono di portare a terra il mio risultato.
    1 point
  18. Hoc erat in votis Nel senso che ...era questo il senso che volevo rendere. Immedesimandomi nel possibile utente di uno zoom simile
    1 point
  19. Conosco il 24-70/2,8S e questo 20/1,8 è il compagno ideale per aprire la visuale oltre i 90gradi. Non abbiamo nulla di comparabile in ambito F né Z Nel senso che puoi aspettare il 14-24/2,8 ma nel frattempo perderai le foto che con questo 20mm avresti potuto scattare, che il 24-70 non ti consenta fisicamente. Dipende da quanto tieni al livello della tua asticella. Il mio 14-30 cede in nitidezza su tutti i diaframmi, pur partendo da f/4 Ma possiede una gamma di focali che consentono di scegliere. Non lo venderò ora che ho il 20/1,8 : semplicemente lo destinerò ad a
    1 point
×
×
  • Create New...