Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 08/06/2017 in Album Comments

  1. Il mio desiderio me lo fece esplodere una pubblicità (mai più ritrovata) dell' Amaretto di Saronno con tre surfisti di allora in fila, il terzo spalle dentro il boma a riposarsi: era il 1981... Quella estate nel punto più ostico del golfo di Mondello, dove tentavo di imparare, furono solo cadute, fino all'ultimo giorno della stagione balneare, quando finalmente, grazie a vento forte e teso ed ai bagnini che mi fischiavano esserci bandiera rossa, riuscì a fare un bordo verso il largo e l'altro....di ritorno: per sopravvivere. Da allora amai il vento che, fino a quel momento (giocavo a tennis) avevo sempre detestato. Nell'anno dei Mondiali italiani, il mio primo BIC...con la pubblicità sulla vela. E poi tentativi di regatare contro i surfisti più forti in Italia, che nel 1984 ed 88 ci rappresentarono alle Olimpiadi, in quel periodo tutti concentrati a Mondello... Nel 1987 mio padre mi regalò una Nikon, con la quale pochi mesi dopo vinsi un photocontest e tramutai il premio in un Sigma 400/5,6 E da allora che li fotografo...
    4 points
  2. Per riallacciare le fila de discorso qui sopra, giusto un paio di foto fatte a Venezia col 20/1.8. Magari ecco, non proprio originalissime, ma la soddisfazione che dà questo obiettivo è grande.
    3 points
  3. a sorvegliare i Bagni Arabi dell' Emiro di Cefala Diana, i resti del castello normanno sopre monte Chiarastella.... servono altre suggestioni ?
    3 points
  4. 2 points
  5. prima che sia finita, un'altra LunaRossa totalmente diversa, che avrei voluto fotografare ancora io.... ma non ho potuto ! Quella Louis Vuitton Cup del 2005 che vinse come la Prada di quest'anno non la portò a vincere contro Alinghi: speravamo però nella barca svizzerra che continuasse a tenere le regate nel Mediterraneo: non fu così ed il resto diventò appannaggio, come sappiamo, da allora di New Zealand. Ma c'è ancora un filo di speranza ...
    2 points
  6. Questo 14-24 ridefinisce le aspettative per lo zoom grandangolare nel 2020. Dai Max, dacci dentro!
    2 points
  7. L'obiettivo è del tutto privo di contatti elettrici e comunque, nel menù degli obiettivi privi di CPU manca la focale in questione, dato che Nikon non ha mai prodotto un 11mm Il titolo dell'album si riferisce appunto a questo. La location è la baia di Calarossa a Terrasini, (PA) e la panchina è una delle cinque panchine letterarie sulla costiera della località, ognuna dedicata ad un letterato, questa a Peppino Tornatore, decorata dall'artista Luigi Chirco. https://palermo.meridionews.it/articolo/78884/litorale-di-terrasini-inaugurate-le-panchine-letterarie-per-guardare-lorizzonte-con-fiducia-e-speranza/ Io ci metto la Luce....
    2 points
  8. Cito Dario perchè ne condivido pienamente il pensiero .
    2 points
  9. Io che mi soffermo sul fattore emotivo, apprezzo molto questa serie di ritratti. Li apprezzo in bw, è vero che i suoi colori sono splendidi, ma è diverso il messaggio. Quando sostengo che se fotografo e modella parlano la stessa lingua madre, aleggia un clima diverso che si manifesta nelle foto (salvo rare eccezioni) ..beh questa serie ne è la prova. Complimenti, usando una sola parola sono dense. E se preferisco il bw è perché queste emozioni arrivano più dirette senza avere troppe distrazioni dalla bellezza dei colori. Molto azzeccata anche la natura del bw. Chapeau!
    2 points
  10. Si vede la passione in queste giovani promesse: da come si rialzano dopo le cadute. Una metafora che vale per chiunque. Foto con D850 e AF-S 300 2.8. L’accoppiata non ha mancato un colpo.
    2 points
  11. Eh ma gli 1.8s per nikon sono "prime" nel senso di Amazon. Evidentemente lo skill da te ricercato finirà in obiettivi di fascia superiore, ma questi 1.8 s di cui si chiacchiera ora, per essere l'equivalente commerciale dei Plastiki prodotti per Nikon AF, sono dei mostri di qualità. Unico difetto...non mi ripeto
    2 points
  12. Un mio collega giovane di lavoro mi annunciò otto o nove anni fa che sarebbe andato a fare immersioni nel Mar Rosso e mi chiedeva come attrezzarsi (propendeva per scafandrare il cellulare) Gli proposi la mia compatta digitale subacquea in prestito, ma non volle accollarsi responsabilità. Finì per comprare una usaegetta a pellicola da 24 scatti: non riuscì a finire gli scatti. Non mi portò mai le foto da vedere. Avesse scafandrato il cellulare ...quelle si, le avrebbe messe in circolazione. Indipendentemente dalla qualità. Ciò che importa non è scattare, ma fotografare. E bisogna averne voglia: a quel punto, anche lo strumento peggiore diventa utile al proprio fine. Se il fine siamo noi stessi...
    2 points
  13. Era questa la mia intenzione postando nel mio blog le foto fatte con lo smartphone. Proprio per far passare il messaggio che oggi si possono portare a casa scatti decenti anche senza l'ultimo ritrovato in fatto di camera e lenti. Senza nulla togliere a queste attrezzature, che sono di un pianeta diverso dallo smartphone, solo per dire "se non hai la fotocamera con te, scatta lo stesso se l'occasione vale la pena di essere colta".
    2 points
  14. mano libera per poco, poi spalla e schiena richiedono appoggio. Preferisco il monopiede al treppiede, ma la colpa è della testa : avendo ordinato da poco una gimbal, dopo utilizzata saprò dare una migliore valutazione dell'uso di entrambi su treppiede (il 60-600 me lo farò prestare nuovamente e conto di fare proprio un parallelo sul campo tra i due obiettivi) La resa del 200-500 è più esaltante di quella del Bigma in luce brillante, meno in luce omogenea: il Bigma mi è parso essere molto omogeneo e lineare di resa cromatica, il Nikon gioca a stupire quando lavora su colori ben contrastati, come credo si veda anche da queste foto. Ma rimando il giudizio al confronto diretto: è una bella lotta: le prestazioni a breve distanza del Bigma sono poi un valore aggiunto. Devo dire che il diaframma parifocale mi piace molto più dell'altro.
    2 points
  15. Diciamo poi che anche con un obiettivo così ultralargo poter mettere a fuoco dove si vuole nel frame, fosse anche all'angolo estremo in alto a sinistra, e al contempo poter contare su una stabilizzazione di immagine oncamera efficace anche su focali estreme, va tutto a vantaggio della libertà di impiego. Sette anni fa scrivendo il primo test della prima mirrorless Nikon (la Nikon 1 V1) intitolai l'articolo "50.000 sfumature di libertà". Con le Z siamo volati a 50 milioni
    2 points
  16. Assolutamente sì, con piacere... Tutte le foto che vi ho mostrate sono state realizzate sul campo, con i soggetti che si muovono nel loro ambiente. Dal mio punto di vista è un approccio irrinunciabile per mantenere il rispetto per l'ambiente e per le specie fotografate. Che senso avrebbe catturare una farfalla metterla nel congelatore (non sto scherzando) e poi disporla su un posatoio in ambiente controllato? Una foto che sicuramente può farti vincere qualche concorso fotografico ma che non ha alcuna poesia nè merito per il fotografo.
    2 points
  17. Complimenti Fabrizio ! Tu in che posizione ti trovavi ? Da alcuni scatti sembra a bordo pista, ma per forza sollevato...e comunque lode all'autore, alla D5 e alla lente ???
    2 points
  18. Conosco il 24-70/2,8S e questo 20/1,8 è il compagno ideale per aprire la visuale oltre i 90gradi. Non abbiamo nulla di comparabile in ambito F né Z Nel senso che puoi aspettare il 14-24/2,8 ma nel frattempo perderai le foto che con questo 20mm avresti potuto scattare, che il 24-70 non ti consenta fisicamente. Dipende da quanto tieni al livello della tua asticella. Il mio 14-30 cede in nitidezza su tutti i diaframmi, pur partendo da f/4 Ma possiede una gamma di focali che consentono di scegliere. Non lo venderò ora che ho il 20/1,8 : semplicemente lo destinerò ad altre esigenze di ripresa. Quelle che condensino un viaggio in due zoom Ma io fotografo a 20mm e del resto posso fare a meno. Scordati infine, il 20/1,8 F ...: -Per tutto ciò che afferisca a nitidezza e contrasto. -Per il peso: cui sommare un FTZ, il che lo riporta sugli stessi grammi dello Z f/1,8 - perché su Z vanno obiettivi Z per la miglior interazione con i sw di sviluppo! Grazie
    1 point
  19. Alla faccia del nuovo giocattolo ! Complimenti, anche per la versatilita' ( moto, surf, luna, traghetti, rapaci...). Alcuni scatti delle moto hanno una nitidezza "insospettabile" per un 800 eq a 5600 iso , pur che la base ( 500 f 4 ) sia ottima.
    1 point
  20. Fabio, belle foto. Ma per l'accidente, facci un blog! Vogliamo leggere il racconto!!!!
    1 point
  21. È un hydrofoil (la tavola) con un nuovo tipo di vela, non steccata, leggerissima, con un tunnel centrale pneumatico, dotato di una serie di maniglie per variare l'angolo al vento. Non un prototipo ma una novità... Con vento estremo e l'onda giusta (che mancava l' altroieri a Mondello) si dovrebbero realizzare figure interessanti. Molto leonardesco come strumento= essenziale+efficiente!
    1 point
  22. Pur aprezzando le foto a colori, anch’io preferisco queste in b/n: lo sviluppo mi piace molto e le trovo intense.
    1 point
  23. Obiettivo interessante. Bella la correzione del colore ma soprattutto mi piace il contrasto. Nella mia visione un 24mm deve essere tagliente. E poi, per essere un grandangolo, non è male neanche lo sfocato. Mi piace.
    1 point
  24. Che luogo affascinante! Grazie per aver condiviso, con per altro delle ottime foto!
    1 point
  25. Che splendore. Prima o poi riuscirò a fare un bel viaggio in Sicilia.... c'è così tanta storia. E sai bene quanto mi incuriosiscono certi argomenti. Se poi c'è anche da fotografare (e tanto). Una vera chicca.
    1 point
  26. 1 point
  27. Grazie, ma sono foto di due/quattro anni fa, il sospetto è che stia peggiorando 😂 Comunque i controluce in high key sono un pallino che ho sempre avuto. Sono relativamente semplici da fare e hanno un buon impatto.
    1 point
  28. 1 point
  29. Sinceri complimenti, una serie davvero molto bella. Una piccola curiosità, vedendo i dati di scatto l'apertura è f/16, come mai? Scusami per la banalità della domanda che eventualmente denota le mie carenze tecniche...😬 Simone
    1 point
  30. Bravo Gabriele. Lei é bellissima ma tu l'hai saputa davvero valorizzare!
    1 point
  31. Approvo in toto. Tra l'altro valgono sempre i seguenti assunti, forse derivanti dalla legge di Murphy : - la foto che non scatti in attesa di tornare sul luogo con l'attrezzatura giusta o con l'intenzione giusta non la farai più; - i migliori scatti sono spesso quelli che puoi fare quando non hai l'attrezzatura fotografica con te: ma lo smartphone ha per fortuna cambiato un po' le cose.
    1 point
  32. Mi piace molto questa serie di bw per il modo di ritarre il soggetto e per lo svilippo in bw. In paticolare la 5636, la 2825 e la 3941.
    1 point
  33. E' un' incanto stare a guardarti.... o meglio, i tuoi bellissimi scatti... certo è un bel problema dare dei voti...
    1 point
  34. Caro Luigi, bentrovato, come già annunciato. Trovo il tuo portfolio ineccepibile e curato Le tue foto denotano una conoscenza approfondita non solamente delle specie, ma dei luoghi e là dove mantieni il contesto circostante (le foto naturalistiche che io apprezzo maggiormente) riesci ad evitare il fastidio di oggetti e parti dell'immagine distraenti. Il senso documentativo della macrofoto di insetti non risiede solo nella realizzazione del massimo dettaglio, ma secondo me nella ricerca del massimo dettaglio nell'ambito più ampio possibile del soggetto: mi pare che queste tue foto vadano prevalentemente in questa direzione.
    1 point
  35. Piacere mio Bogliasco , una Domenica , ed una D3x .......... sembra il titolo di un film
    1 point
  36. Che bel set Alessandro, complimenti. Anche per le immagini che ho visto sul tuo sito web. Bravissimo, mostracene ancora!
    1 point
  37. Ciccio!!!!!! Il Gran Sasso è da URLO!!!!! Non ci provare proprio a lamentarti. Tra l'altro da quelle parti c'è poco casino poco traffico e tanta tanta natura E ci sono i grifoni.
    1 point
  38. Le mie Nikon sono sempre dietro l'immagine. E' quello il loro posto. Io le amo per quello che mi permettono di fare, non in se.
    1 point
  39. I Nikonlander hanno la facoltà di aprire 50 album tematici differenti (che diventano infiniti per i Nikonlander Veterani). Per un utente appena iscritto o occasionale, aprire l'album personale significa offrire a chi non lo conosce una panoramica sul suo essere fotografo. Quindi "la macedonia" (magari con la panna montata !) è d'uopo. Filosofeggiando invece ... il nulla.
    1 point
  40. dato che che sei fuori concorso ti ammollo lo stesso la classifica sulle tue proposte qui 1. 697 - 2. 805 - 3. 755
    1 point
  41. Io non so quale era e come era la tua via " didattica ", ma questa "emozionale" mi sembra che ti riesca molto bene complimenti. Non è facile secondo me riuscire a cambiare, in tutti i sensi, naturalmente se uno lo ritiene necessario, e solo il provarci è sempre un bellissima cosa se poi ci si riesce tanto di cappello.
    1 point
×
×
  • Create New...