Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation on 12/02/2021 in Article Comments

  1. I concetti espressi nel pensiero di Brad Hill sulla Z9 riportati qua sopra e condivisi da Mauro sono un punto di arrivo di una continua evoluzione della tecnologia fotografica che e' stato compiuto dalla nostra Nikon (non per caso secondo me). Si intende che sono d' accordo con quanto sopra ma vorrei precisare e sottolineare il salto tecnologico che tutti noi viviamo in questo momento, non solo come Nikonisti ma anche come appassionati fotografi. Secondo me bisogna rendersi conto di questo fatto e molti di noi forse capiscono di che cosa sto parlando. Faro' un esempio per essere piu' preciso. Il passaggio dalle D5 e D6 o dalle varie D500, D850 e Z7 alla Z9 e' come se fosse stato effettuato un balzo unico dalla vecchia F5 direttamente alla staordinaria D5. Si dice che si tratti di un momento nella storia di Nikon come quello della nascita della D3 o della D850 ma secondo me il punto di arrivo contrassegnato dalla Z9 e il relativo salto tecnologico compiuto sono molto piu' grandi e importanti e mi ripeto sottolineandolo ancora una volta: e' stato compiuto dalla nostra Nikon. Questa nuova Z9 e’ veloce come un giovane ghepardo che da la caccia alla sua preda. Questa nuova Z9 ha l’acutezza dell’ occhio di un aquila. Questa nuova Z9 ci fara’ cambiare il modo di fotografare, anzi lo pretende. Questa nuova Z9 fara’ il lavoro per conto nostro perche’ semplicemente e’ piu’ veloce di noi. Questa nuova Z9 ci chiedera’ di dedicarci solo agli elementi base della nostra amata fotografia : la composizione, l’estetica e il momento decisivo per lo scatto. Quando Domenica scorsa al Nikon Day di Atene l’ho presa per la prima volta in mano e’ stato come se la Nikon stessa mi dicesse : io ho realizzato per te l’impossibile e ti prometto che continuero’ a farlo, adesso non hai piu’ scuse, fammi vedere tu cosa puoi fare.
    2 points
  2. La domanda non era, ovviamente, sul fronte prestazionale ma quello commerciale e di valore dell'attrezzatura: Sono convinto anche io che molti di quelli che lamentano prestazioni insufficienti dovessero studiare meglio la tecnica scoprirebbero che la Zfc è anche troppo per le loro abitudini. Detto questo io credo che l'arrivo della Z9 nel listino Nikon ha alzato l'asticella delle prestazioni, sicuramente in molti sperano nell'arrivo di una Z8 o di una Z6III che portino su livelli più popolari quanto abbiamo visto con la nuova ammiraglia senza specchio. Io sto sul trespolo, ad aspettare che gli acquirenti della Z9 inizino a svendere qualcosa del loro corredo, magari ci scappa l'affare, visto che a lenti Z sono abbastanza coperto. Certo, vuoi mettere scendere dalla Ferrari Purosangue con una Z9 al collo, invece che dalla Q3 con la Zfc?
    1 point
  3. Ti ho messo una coppa al post intero. La chiusa per me merita di più, ed è esattamente quello che penso io: lo strumento perfetto è la sfida più grande che ci può capitare: le nostre foto saranno l'espressione della nostra arte e non il compromesso tra questa e lo strumento che devono attraversare. E quindi nessun alibi. Noi e la nostra fotografia. HIP! HIP! HURRA'!!
    1 point
  4. Credo che una delle cose che più si presteranno a critiche sia l'articolazione del display posteriore. Che è robusto oltre misura (io ho un pò scandalizzato i presenti sollevando la Z9 per il display posteriore, con il 105/2.8 S montato su) ed a prova di abuso ma certo non è articolato completamente come altri display, ad esempio quello della Zfc. Questione di scelte progettuali, sinceramente io preferisco così perchè non è pensabile che ti si rompa mentre stai lavorando e da una Z9 ci si attende la robustezza di una ammiraglia Nikon ma tanti fighettoni troveranno questo difetto su cui dissertare (insieme al bordo dello stesso apparato che in certe situazioni ti si può impigliare nel maglioncino di cachemire fucsia che certamente avrai indossato per l'occasione). Io invece, come avrete già letto, continuo a trovare singolare il posto d'onore che ha il tastino BKT sulla torretta di sinistra mentre adesso nella Z9 manca il tastino per modificare la modalità esposimetrica (spot, semispot, matrix etc.). In termini di pura estetica, il falso pentaprisma è un filo troppo sottodimensionato rispetto a quello delle D1~D6 e secondo me rende un pò sbilanciata la forma della macchina. Ma qui è una questione di semplice gusto estetico. Sulle funzionalità invece, io considero la Z9 una piattaforma in evoluzione che nel tempo potrà essere sviluppata anche molto a fondo, fino a che non sarà il tempo per essere avvicendata dalla Z9 II credo tra un paio di anni. Molti aspetti possono essere raffinati e qui c'è tutta la potenza elaborativa necessaria per farlo.
    1 point
×
×
  • Create New...