Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 08/06/2017 in Article Comments

  1. La Redazione tutta di Nikonland vuole augurarvi una serena Pasqua con i vostri cari con questo test di lungo termine scritto a otto mani sulle Nikon Z. Spero che lo apprezzerete e che vorrete ricambiare con i vostri stimati commenti.
    8 points
  2. Buongiorno amici Nikonlanders. Seguo l' evolversi della situazione in Italia e sono triste e preoccupato. Avete tutta la mia solidarieta'. Ci sara' tempo per fotografare piu' avanti. Per il momento restate a casa, importante uscirne fuori sani da questa brutta situazione. Qui in Grecia la situazione e' un po' meglio, ma anche qui hanno cominciato le restrizioni. I miei migliori auguri a tutti voi. Forza Italia. Forza Nikonland.
    7 points
  3. Mi spiace riportare in evidenza questo avviso ma i numeri sono chiari. Abbiamo la stessa situazione di un anno fa, con la differenza che nel novembre del 2019 il virus circolava già da mesi ma non lo sapevamo per niente. Adesso sappiamo cosa sta succedendo ma c'è una quantità di virus incubato dentro ... di noi estremamente più elevata. Ancora non ci sono misure restrittive in atto come quelle che abbiamo vissuto tra marzo e maggio ma prepariamoci ad ogni cosa se il comportamento di ognuno non sarà quello più saggio. E' del tutto inutile evocare diritti privati o i principi di
    6 points
  4. Mauro, io ti porto la mia esperienza personale - Epson 3880 che stampa l’A2. Che ho scelto perché: - ha un costo per stampa, sugli inchiostri, che é circa la metà di quelli della corrispondente A3+ (legato alla maggior dimensione delle cartucce ed al minor costo per ml). - mentre la stampa A3+ è l’ideale per la condivisione (e per me il limite minimo per apprezzare una stampa, e, nella stampa, gli sforzi fatti per fotografare con alta qualità), la dimensione che appendo è A2 (o superiore). - Inchiostro a pigmenti, per le stampe da appendere dovrebbe garantire durate ben più lunghe.
    6 points
  5. Questa fantastica macchina a me suscita sensazioni diverse. Innanzi tutto enorme rispetto a Nikon, nel collettivo costituito da tutti quelli che hanno avuto un ruolo nel farla, per aver avuto la capacità e l'orgoglio di produrla: È veramente l'apice della tecnologia. E rispetto anche per avere avuto il coraggio di produrre il proprio meglio, anche se in qualche modo questo finisce per alzare ulteriormente l' asticella che la Z professionale dovrà superare per ricevere il testimone dalle D professionali. Commercialmente avrebbero avuto più vantaggi a non farla, semplificandosi il compito
    6 points
  6. Siete stati bravissimi a realizzare questo compendio, una sorta di riassunto delle vostre impressioni di utilizzo dopo che largamente, tutti, avete pubblicato separatamente i vostri test, le vostre prove sul campo, gli elogi, le critiche e i dubbi. E più vi leggo, più guardo le vostre foto e più mi convinco che il mio futuro sarà Z. Una svolta epocale per Nikon, non solo perchè traccia un confine netto fra ciò che era e ciò che da questo momento sarà, ma anche e soprattutto per il concept espresso nella progettazione di questa nuova genia di fotocamere. Un taglio netto con il passato, strume
    6 points
  7. A "soli" sei euro e 95cent, la prestigiosa (una delle ultime) rivista francese Reponsés Photo, pubblica il test del Noct sul numero Jan-Fev 2020: cinque pagine di servizio, nel quale si parte da Nicephore Niepce, per arrivare nelle ultime due colonne a descrivere questo obiettivo, attribuendogli tutti gli aggettivi più belli dell'Enciclopedìe di Diderot e D'Alembert, per poi classificarlo nel seguente modo: Tra i pro...ovviamente la massima apertura e i materiali. La qualità di immagine irreprocciabile a tutta apertura e...addirittura...il pulsante funzione sul barilotto e il d
    6 points
  8. Sto seriamente pensando che certe volte bisognerebbe far finta che certe opportunità non esistano. Perché il divario rispetto l ordinario fa poi precipitare nello scontato ogni altro fotogramma. E poi, da quando mi occupo di fotografia, credo sia la prima volta che, finalmente, il nome/sigla/concetto Noct(ilux) non venga tristemente associato alla soluzione dei problemi di aberrazione ottica; niente semafori in una noCte piovosa, niente orrende luminarie da festa (ah vero...Natale è vicino) come anche nei terribili depliant Nikon che in questo modo del predecessore illustravano i ...
    6 points
  9. Secondo me siete matti anche solo a pensare di usare questi aggeggi ...
    6 points
  10. Grazie Max, questa credo sia una prima mondiale, al solito. In estrema sintesi e in via generale. Nikon con questi obiettivi vuole offrire qualità elevata a tutti, facendo una distinzione che più che mercantile è di destinazione. Gli obiettivi di fascia alta come gli f/2.8, caratterizzati da costruzione di più alto livello, ghiere supplementari e pannello Oled non sono necessariamente da considerare superiori in assoluto ai più economici ma non meno prestazionali zoom f/4, più compatti e leggeri ma di buone qualità generali, come il 14-30/4 e il 24-70/4 cui aggiungere anche il
    5 points
  11. Sottolineerei questa osservazione, saggia e da rimarcare sempre, anche se ripetuta alla noia ma altrettanto spesso trascurata dalla brama di avere un 14, un 12, un 10, un 9mm. Un superwide già da 20mm, a maggior ragione sotto, oggi focali assolutamente comuni e alla portata di tutte le tasche (provate a chiedere quanto costava un 13mm Nikkor ai tempi del lancio ... o adesso su Ebay. Penserete di acquistare una nuova Alfa Romeo Giulia con quei soldi !) non è un obiettivo per tutti e per tutto. Bisogna sapere che farsene ed avere l'esperienza per servirsene al meglio. Altrimenti s
    5 points
  12. @89mm, su Z6, 1/250'', f/2.8, ISO 250. Modalità M, spot. Variazione manuale della sensibilità con la ghiera interna dell'obiettivo e previsualizzazione a mirino, già impostato in B&N. Sviluppo con PC Nikon e applicazione di una sfumatura nera di contrasto.
    5 points
  13. Oggi è una giornata fantastica, difficile da vedere anche da queste parti: temperatura elevata (20° alle 7,50), sole, visibilià oltre i 40 km. Che dire... dal Golfo riuscirei a vedere chiara la Corsica. E io sono autoconfinato, a casa. Non è un obbligo, piuttosto un sacrificio e per niente piccolo. E' un segmento della mia vita che sto ibernando volontariamente e definitivamente. E il termine volontariamente evidenzia la forzatura alla quale ci stiamo sottoponendo tutti. Restare a casa è un dovere. Non un obbligo, non un suggerimento. Solo ed esclusivamente un dovere. Ne usciremo tutti da qu
    5 points
  14. Mah, io non so come testano i loro obiettivi e neppure da dove li prendono. Ma qualche dubbio, considerate le loro conclusioni me lo porrei. Io sono un tipo pratico e questo obiettivo lo sto provando. Non fotografo mire ottiche, anche se forse farò qualcosa di simile per confrontare tra loro alcune lenti. Perché le lenti servono a fare le fotografie. Non mi interessa se un obiettivo è molto risolvente se poi non ci posso fare le fotografie che voglio. E di fatto, le prove che farò saranno rivolte a verificare se questo può essere il mio miglior compagno di viaggio. Quindi, io questa
    5 points
  15. Sì però cerchiamo di essere razionali, se volete usare ottiche Sony, compratevi una Sony e vi sorbite il corpo nel bene e nel male, senza stare a creare accrocchi imbarazzanti.
    5 points
  16. Bell'idea Silvio, in effetti si possono trovare soggetti ovunque, senza scomodare viaggi appositi a grandi distanze. Io vivo in una zona di campagna e la quasi totalità delle mie foto macro sono state fatte in un area raggiungibile al massimo in 30 min di auto (molto spesso 15). Posto 3 foto fatte al Parco della Piana (FI) che è distante da casa mia un'oretta ma è praticamente alle porte di Firenze, poche centinaia di metri dalla pista dell'Aeroporto di Peretola e un chilometro dalla città di Sesto Fiorentino...insomma il raccordo autostradale FI nord - Peretola si vede dal parco a
    5 points
  17. Essendo ormai l'unico redattore di Sonyland e per giunta (soffertamente) interista fin da bambino, potrei forse restare Z ...itto rispetto a questa esternazione, ma non posso: Nikonland nasce contro ogni sterile polemica di bandiera, proprio per dare voce libera a chi in Italia 12 anni fa, ormai quasi 13, non sapeva a che santo votarsi per scrivere Sigma, Tamron, Ca(non-dimeno), Zeiss (Sony si era appena comprata Minolta) su di un forum, senza doversi sentire rimbrottato o sfottuto da chi di qualsiasi cosa, sport, divertimento, auto/moto, città, palio, campanile facesse questione di appar
    5 points
  18. Ma sì, basta con inutili e sterili polemiche! Tutti noi appassionati di fotografia abbiamo provato materiali di altre marche, apprezzandoli o meno, utilizzandoli con profitto o con difficoltà, trovandone i difetti così come i vantaggi. Perché la fotocamera perfetta non esiste, così come non esiste l'auto perfetta, la casa perfetta e tantomeno la donna perfetta... Ma abbiamo però scelto la fotocamera che fa meglio al caso nostro, l'abitazione dove... ci sentiamo a casa, e la donna con cui stare bene - leggi: quella che meglio ci sopporta . (Beh, alcuni la donna "perfetta" non l'h
    5 points
  19. A chi dedica tanto impegno e riesce ad offrire un sito carico di contenuti, ai quali si dedica volentieri più volte il nostro tempo per leggerli con passione, non si può altro che fargli tanti complimenti e ringraziarli per l'opportunità di conoscenza e crescita che viene offerta.
    5 points
  20. Intervista di oggi : Quanto dista una mirrorless equivalente alla D6? Una fotocamera mirrorless Nikon serie Z di punta è prevista entro l'anno, ed è in fase di sviluppo con l'obiettivo di superare la D6. Risponderà alle esigenze avanzate dei professionisti. Il modello in arrivo farà il suo debutto con un sensore CMOS a stacked ad alta risoluzione di nuova concezione. Sebbene questa fotocamera rappresenterà un importante balzo tecnologico per i fotografi di un'ampia varietà di generi, i nostri ingegneri stanno prendendo in considerazione potenti funzionalità video come l'8K che ri
    4 points
  21. 4 points
  22. Z7 II, Nikkor Z 50/1.2, luce naturale al Cross+Studio, f/1.2, messa a fuoco automatica con riconoscimento dell'occhio, raffica, NEF 12 bit, ISO 100-125 (FUORICERALANEBBIA), Profilo Ritratto, NO_PP_AT_ALL.
    4 points
  23. Quando ci fossero nella scatola. Oggi, come al solito, si ragiona in funzione di chi non sa cosa farsene di quella che invece è una risorsa in alcuni casi preziosa. Se non altro per i parametri di targa. Avessi avuto quello della Z5, anche solo scaricabile, mi sarei tolto dei dubbi che invece mi sono rimasti. Oltre a fotografare infatti io...leggo.
    4 points
  24. Luce del sole diretta, chiaroscuro ottenuto esponendo per le luci
    4 points
  25. Io ho attraversato fasi differenti in epoca digitale, dal possesso di una terrificante Epson A3 pagata carissima alla metà dei Novanta, con la quale la difficoltà di allineamento ai file dell'epoca, mi portava a buttare più della metà delle stampe prodotte e con uno spreco di inchiostro per la pulizia degli ugelli davvero micidiale. Poi mi sono affidato ai laboratori. Un calvario nelle prime fasi, scattando in Adobe RGB, per ottenere stampe senza la micidiale compressione in sRGB con cui stampavano il 99,99% dei professionisti scarpari dell'epoca. Su Nikonland abbiamo dopo la
    4 points
  26. Io sono stato obbligato a stampare in casa, perché tra una galleria e l'altra cominciava a diventare in spesa la produzione di stampe di qualità, certo perché esistono anche stampatori fine art industriali, che ho provato ma che non è capitato di radio di dover rimandare in stampa la foto, alla fine per un A2 di qualità su carta di pregio 50€ ci vogliono tutte. Se fai da te invece, c'è un risparmio, non iniziale perché bisogna informarsi, studiare e sperimentare, quindi all'inizio si buttano inchiostri e carte, solo con l'esperienza ed il tempo si capisce quale carta fa al caso di una spe
    4 points
  27. Il mio è arrivato ieri e per oggi aspetto i filtri Nisi. Se va tutto bene lo provo nel we, ma credo proprio che sarà la star dell'estate. La prima sensazione è estremamente positiva: ben costruito, leggero, AF brillante, luminoso, bello bello nitido e con uno sfocato cremoso ed una bella tridimensionalità (ovviamente per essere un 20mm). Sinceramente qualche cm in più in borsa per queste caratteristiche è una cosa che accetto senza nessuna difficoltà.
    4 points
  28. Per chi considerasse la Nikon Z50 una fotocamera da neofiti o da principianti (può esserlo, naturalmente), invito ad una riflessione. Ogni strumento si adatta alla mano di chi la utilizza. In questo caso ho impiegato la Z50 come se fosse una Z6, dopo aver montato il mio fantastico Nikkor Z 85mm f/1.8 S. Una modella ha improvvisato un catwolk in Piazza del Liberty a Milano. Ed ecco una sequenza di 24+1 scatti tutti perfettamente a fuoco, con autofocus in automatico su Face e EYE a seconda della distanza. nonostante ad un certo momento mi sia passato davanti un
    4 points
  29. Anche Nikonrumors ha riconosciuto la bravura di Mauro nel testare questa stupenda ottica, pubblicando alcune foto presenti in questo articolo. Ancora complimenti.
    4 points
  30. Ma non vorrei annoiarvi ... Ancora il Noct
    4 points
  31. Anche io ero titubante quando ho dovuto decidere, per sostituire la D810, tra la D850 e la Z6. Ho ascoltato i vostri consigli e devo ringraziarvi per avermi indirizzato verso la Z6 che con due ottiche Z (24-70/4 e 85/1.8) mi stanno dando veramente delle soddisfazioni. Certo mi ci vorrà ancora del tempo per adattarmi completamente visto che non scatto tantissimo, ma non rimpiango la decisione presa, anzi ... la superiorità degli obiettivi Z sui pari categoria F è sotto gli occhi di tutti, penso....
    4 points
  32. Sempre precisi e dettagliati i tuoi report, un piacere leggerli e guardare le tue foto. Detto ciò, via via che il tempo passa sembra che la Z6 comunque si confermi una macchina veramente eccellente per chi non ha esigenze particolari e vuole farci di tutto ed ovunque. Io ho avuto solo in questi giorni la possibilità di maneggiare con calma tutte le ML sul mercato (grande magazzino a Tokyo) e sono rimasto molto colpito dal l'ergonomia della Z rispetto alla concorrenza, nettamente a favore della Z, ed anche rispetto alle reflex Nikon, logicamente peggiore nella Z rispetto alla d850 ma non così t
    4 points
  33. Forse ti è sfuggito il punto. A Nikon che una volta faceva i sistemi di puntamento delle corazzate non gliene frega proprio niente dei leoni e dei loro cuccioli. Siamo noi che non spariamo che non vogliamo che il nostro fornitore di teleobiettivi si vanti di fornire a certi stronzi i mirini utilizzabili con magno profitto per ammazzare bestie nei safari per farne trofei impagliati da sfoggiare nelle pareti in legno dei loro cottage in Colorado e in Connecticut. Ecco perchè a suo tempo abbiamo fatto una petizione e adesso siamo contenti che Nikon si sganci da questo settore. Se t
    4 points
  34. Bravo Max. E' da quando è uscita la D3 che io fotografo al 90% in questa modalità (il 10% del resto in S, quando faccio sport sotto al sole estivo e il diaframma non può più essere una variabile sotto controllo, specie con tempi molto lunghi per il panning in autodromo). Tanto che per me il selettore PASM dovrebbe essere abolito da tempo ... M, selezione del tempo di scatto che mi serve in quel momento, il diaframma completamente aperto o al valore di resa massima di quell'obiettivo. Auto-ISO in generale, salvo passare ad ISO fisso per poter avere il totale controllo della
    4 points
  35. Concordo con tutto quanto espresso nell'articolo e sottoscrivo le conclusioni. Peraltro ricordando che sul mercato c'è solo un modello della concorrenza con prestazioni adeguate alle specifiche esigenze di un fotografo che opera in quelle specifiche condizioni (cioè una nicchia nella nicchia). Ma anche in quel caso il corpo, i comandi e tutto il contorno, non sono all'altezza di una Nikon D5 ed è persino difficile definirli superiori a quelli di una Nikon Z6. Credo di poter fare delle aggiunte/puntualizzazioni che non sono per nulla in contraddizione con l'articolo e con il fatto che
    4 points
  36. 4 points
  37. Silvio, un bell'articolo. Dettagliato, interessante e ben scritto. Circa il livello di "sconsideratezza" di alcuni sedicenti fotografi ed ancora di più sedicenti naturalisti temo che la realtà superi la fantasia. Al punto che: Spero tanto che la contrazione del mercato fotografico possa in qualche modo provocare contrazione del numero di "fotografi" (cioè sedicenti fotografi, di più: sedicenti naturalisti) Vedo il rischio dell'avvicinamento a questo tipo di fotografia di più neofiti, quelli cioè più a rischio di produrre più.... disastri anche se armati di buone intenzioni
    4 points
  38. Io sono sempre più convito che la scelta più azzeccata da parte di Nikon sarebbe stata un 24-105 f4 subito e questo 24-70 2,8 adesso...ottiche non sovrapponibili in nessun caso pensate per scopi ed utilizzatori diversi.
    4 points
  39. Ma no, parliamone ma nel merito. Tre foto buttate lì non fanno cultura fotografica, fanno gossip. Qui dobbiamo stare molto attenti perchè trovare chi scava dentro all'oggetto e ne strema le possibilità è merce rara. E ci va tempo per farlo, quindi tutti quei bei discorsi di youtuber che il giorno appresso alla presentazione delle Nikon Z avevano intasato la banda con sproloqui vari (tutti uguali), si sono qualificati da sè (ricordiamocene). Come si può pensare che una novità tecnologica di questa portata venga analizzata completamente in pochi giorni, talvolta ore?? Max e Mauro stanno lav
    4 points
  40. dal CES di Las Vegas : "Disegnate per evolvere" "La Serie Nikon Z è progettata per essere flessibile e permettere un rapido sviluppo per andare incontro alle necessità degli utenti. Questa serie può rimanere sempre all'avanguardia, offrendo la migliore esperienza d'uso con un semplice aggiornamento firmware." c'è scitto sulla parete in grande, non sono parole mie. Più che uno slogan, questo mi sembra un nuovo stile di vita per Nikon.
    4 points
  41. Finchè i soggetti restano in posa, la Z7 può mettere in campo le sue qualità di lettura : qui ho assecondato un raggio di luce che lambiva la creatura e il ramo su cui era posata. Nikon Z7, Nikon 300/4E PF, f/4, 1/1000, ISO 2800
    4 points
  42. Pur non essendo interessato all’acquisto di una ML, questa prova e quella di Mauro consentono una valutazione ben diversa da quella desumibile dalle tante pagliacciate viste sul web. Grazie quindi per il tempo dedicato e l’accuratezza delle informazioni.
    4 points
  43. Ieri, appena dopo il diluvio. Nikon D5, Sigma 500mm f/4 Sports
    4 points
  44. Consiglio l'acquisto del volume Nebraska perchè Sartore è un fotografo ad ampio spettro appartiene di diritto grande tradizione di NGM. I suoi lavori sono vocabolario di fotografia applicata. Ricordo a metà anni novanta sulle specie a rischio di estinzione dove ebbe il coraggio di presentare la Bald Eagle ... di spalle, oppure il magnifico lavoro sulle Federal Lands dove si riesce a provare compassione per gli agricoltori "più ricchi del mondo" ed ancora il mondo agricolo americano con ritratti degli allevatori ed i loro animali, le immagini del Pantanal (Sivio ne ha riportate 3 o 4) che
    4 points
  45. Tanto per guardare negli occhi questi qui del video: questa foto l'ha fatta questo qui: Tanto per intenderci: non è che siamo nati ieri ....
    3 points
  46. Nel riprendere ad un anno dalla pubblicazione l'argomento oggetto di questo articolo molto seguito, ci viene in mente che nella foga della trattazione e della sperimentazione, spesso si tralasciano avvertimenti che potrebbero significare la differenza per utenti meno avvezzi di noi della Redazione di Nikonland (che pure abbiamo passato momenti....difficili, in simili fasi, tempo fa) ad operare con obiettivi d'epoca su corpi macchina moderni: ricordiamo innanzitutto la tabella di incompatibilità ottiche, sempre ben specificata nei manuali d'uso delle Z che, come per i corpi, vale ovviame
    3 points
  47. Report dopo le prime uscite e viaggi a medio raggio: Bilanciamento in spalla ottimo spallacci comodi, specie utilizzando anche il tirante orizzontale da petto, ma comunque anche nelle brevi transizioni durante le quali lo tengo su di una sola spalla, nessuno sbilanciamento nè sensazione di scivolamento. capacità ideale per il corredo indicato: ovvio che se avessi un 70-200/2,8 da portare, invece di ekliminare altri obiettivi e modificare gli spazi interni, preferirei cambiare zaino/borsa Assevero l'utilità della tasca interna per un tablet, se tenuta vuota, al fine di
    3 points
  48. Max buongiorno..avevo già visto il tuo articolo ancora prima di iscrivermi al sito.. capisco che quest' obbiettivo possa piacere, non lo voglio discutere. Credo che, a parte le tante buone cose che possa avere, sia una questione puramente di piacere personale. Resto del mio avviso..il risultato finale a me non soddisfa. Con questo, che sia chiaro, non voglio dire che non serve. E' una scelta di resa fotografica sulla base dei nostri occhi. Compromessi da accettare?..si, ad ognuno i suoi. Saluti Rob.
    3 points
  49. Mi hanno chiamato per comunicarci (ci leggono...) che hanno riscontrato un problema nel sistema che non eliminava la scheda prodotto dopo la prenotazione online, rendendo possibile che più persone prenotassero lo stesso oggetto. Motivo per cui ... stanno lavorando per correggere il bug, prima di causare disservizio. Evidentemente stanno attenti anche loro al sito Mi hanno detto anche che terranno in considerazione ogni istanza (sensata) che formuleremo sul nostro sito... Non c'è che dire: è l'alba del nuovo millennio...
    3 points
×
×
  • Create New...