Jump to content

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 10/10/2021 in Blog Comments

  1. Grazie del passaggio, non so da quanto manchi da Milano, per cui forse lo sai già, ma hanno "ripulito" almeno un po' il Naviglio Grande e rifatto la Darsena. Quelli interrati sono rimasti tali. Se la natura riprende i suoi spazi? Speriamo. Direi che i Navigli nel complesso sono un po' meno sporchi. Grazie anche a te del commento. Eh, sull'essere raro o meno, dipende dalla città e da quanto è inquinato il corso d'acqua . Fondamentale anche avere le sponde di sabbia o di terra, altrimenti non può nidificare.
    2 points
  2. SOL & PAT Musiche di Zbinden, Ravel, Kodaly Patrizia Kopatchinskaja, violino, Sol Gabetta, violoncello Alpha 8/10/2021, HD, via Qobuz *** Due pazze che si conoscono bene, da oltre 20 anni ed hanno una intesa assoluta. Avete presente il disco di Sol Gabetta con Helene Grimaud che mi aveva lasciato piuttosto freddo ? Ecco, qui siamo all'opposto. Secondo me Sol non ci azzecca niente con Helene e le ha messe insieme il marketing, mentre con Patrizia o si va d'accordo o si va d'accordo. Non è tutta musica che io digerisco facilmente ma, santo cielo, che spettacolo. Note originali : "Nonostante il suo semplice titolo, Sol & Pat è un album più interessante di quanto possa apparire. Dietro il nome di questo duo, che ricorda i music-hall degli anni '40/'50, si nascondono due grandi interpreti, la violinista Patricia Kopatchinskaja e la violoncellista Sol Gabetta, impegnate in un recital di opere del XX e XXI secolo, nel segno di due eminenti artisti “barocchi”, Jean-Marie Leclair e Johann Sebastian Bach. Oltre ai due compositori, è un puro piacere scoprire opere per violino e violoncello di Jörg Widmann, Francisco Coll e Marcin Markowicz. La Fête au village del compositore svizzero Julien-François Zbinden - morto alla veneranda età di 103 anni l'8 Marzo 2021 - ci introduce nella campagna del cantone di Vaud, dove il vino bianco di quella regione sembra aver fatto girare la testa alle nostre due interpreti, prima che Xenakis e Ligeti ci portino verso orizzonti più lontani. Il piatto forte - o dovremmo dire la portata principale - di questo menù così ricco di colore, è composto da quei due capolavori acidi e tormentati composti per questa rara formazione di archi, che sono la Sonata in la minore per violino e violoncello di Ravel e il Duo per violino e violoncello in re minore, op. 7 di Zoltán Kodály. Se Ravel sembra quasi voler dimostrare di non essere un compositore classico, tra un'armonia tonale spinta ai suoi limiti estremi e splendidi accenni di jazz, Kodály sperimenta nuove timbriche, ispirandosi alla tecnica e all'espressione della musica popolare che ha ricercato nelle campagne di Ungheria e Romania. Sol & Pat è, fondamentalmente, la storia di un'amicizia tra due musiciste piena di umorismo e freschezza, e al contempo è la testimonianza vivente di due concerti tenuti in Svizzera, a Saanen e Zweisimmen, nel 2014 e nel 2018, nell'ambito del Gstaad Festival."
    1 point
  3. il balcone di Castelli diventerà presto più famoso di quello di Giulietta... sto pensando già di organizzare tour in pullmann...
    1 point
  4. Bel reportage Alberto, grazie! Per lavoro ci spasso vicino spessissimo, ora so com'è!
    1 point
×
×
  • Create New...