Vai al contenuto

Più attivi


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 10/01/2019 in all areas

  1. 9 points
    Non è nel mio stile ma qualche volta ci vuole ... ... non è nel mio stile rimarcare le gaffe altrui, meno che meno tra "colleghi" ... più o meno. Ma qualche volta ci vuole. Sinceramente se fosse capitato a me di fare una gaffe tanto squalificante, non solo avrei fatto ammenda pubblica in prima pagina, ma poi sarei scomparso cercando di farmi dimenticare rapidamente. Resta l'amaro sapore anche in chi, in fondo, ha sempre avuto ben chiaro di come non tutte le parrocchie siano consacrate allo stesso modo e che, caveat emptor, l'internauta fotografico alla ricerca di informazioni imparziali ma, soprattutto informate, dovrebbe essere in grado di far la tara da quanto legge e poi evitare certi luoghi come se, frequentarli, potesse realmente nuocere. L'antefatto Dpreview.com è sicuramente il sito dedicato alla fotografia digitale più famoso e frequentato al mondo Dpreview.com è un sito commerciale di proprietà di Amazon Inc. Lo staff di Dpreview.com - a differenza, per esempio di quello di Nikonland - riceve un compenso per la propria collaborazione. Lo staff di Dpreview.com - a differenza, per esempio di quello di Nikonland - si occupa di tutto il mondo della fotografia, sia tradizionale che via smartphone, senza distinzioni, non avendo un background di marchio alle spalle. Questo in apparenza potrebbe sembrare indice di imparzialità ma in fondo, ognuno ha le sue simpatie. Un commentatore interista potrebbe parlar bene di un giocatore milanista se non fosse costretto ? Recentemente Dpreview.com ha assunto Chris & Jordan, in precedenza indipendenti recensori di apparecchiature fotografiche con il proprio canale Camera Store TV, oggi DpreviewTV. Chiris & Jordan di DPreview.com A fine 2018, si è svolto uno scherzoso party tra lo staff editoriale di Dpreview, officiato da Chris e Jordan avente come tema, oltre a sorseggiare drink nell'usuale stile anglosassone, di premiare i migliori e i peggiori apparecchi fotografici del 2018. Non vi metto il link al video, molto lungo e, credetemi, piuttosto noioso, lo trovate sul loro sito se vi interessa. Chris e Jordan assegnano davanti allo staff di Dpreview gli Oscar di miglior e peggior prodotto fotografico 2018 Operazione lecita e - credo - interessante per gli amanti delle classifiche e dei compilati dei recensori. Di quelli che cercano su Google "il migliore XXX del 2018" per orientare il proprio acquisto, magari di un TV o di un software. Nessun problema in questa scelta, ci mancherebbe, una prerogativa editoriale. Però ci hanno voluto mettere anche l'elenco dei peggiori prodotti del 2018. E perchè mai ? L'avere una lista dei migliori prodotti, implicitamente esclude gli altri, come peggiori. Non necessariamente i peggiori ad ogni titolo, ma in fondo, peggiori dei migliori. Potrebbe bastare ma ... ci sta il sensazionalismo americano delle compilation. Una sorta di Oscar al contrario. Il peggior attore del 19XX ... Sylvester Stallone ! Transeat. Transeat se non fosse che tra l'elenco dei prodotti peggiori del 2018, il peggior obiettivo 2018 é il nuovo Nikon 50mm f/1.8 S Sinceramente quando l'ho saputo non mi sono soffermato moltissimo. Per me è un obiettivo ottimo, non eccezionale ma certamente tra i migliori Nikkor degli ultimi anni e certamente il miglior 50mm Nikon degli ultimi 30 o 40 anni. Ci sta che ci possano essere delle differenze di vedute, il peggiore dell'anno sarebbe un pò troppo, secondo me ma in fondo chi se ne cura. Io ce l'ho e lo uso come standard sulla mia Z7. Il Nikon Z 50mm f/1.8 da noi considerato tra le migliori sorprese Nikon degli ultimi anni (provato qui) é il peggior obiettivo del 2018 a livello assoluto per DpreviewTV Se non fosse che ieri, leggendo tra i commenti di una discussione su Dpreview (che spulcio sempre alla ricerca di novità e di spunti per Nikonland, specie lato utenti ... alcuni molto competenti) scopro che c'è una ammenda ufficiosa del capo dello staff tecnico di Dpreview che si scusa, dicendo che si sono confusi. Hanno confuso il 50/1.8S con il 35/1.8S. Ma non solo. Scopro anche che non hanno provato nessuno dei due. Perchè il 50 lo hanno ricevuto solo adesso (ed è semplicemente comparsa una galleria di foto, realmente dispensabili a dirla tutta) e non esiste alcun test articolato. Mentre il 35/1.8S (ottimo obiettivo, secondo noi, non eccezionale ma all'altezza delle Nikon Z) lo hanno provato una volta per fare un video. Non si ricordano se con la Z7 o la Z6. Forse la seconda ... Ancora, sempre tra le righe, sembra che nel confrontare la Nikon Z6 con la Sony A7 III, abbia prevalso la sensazione della prestazione dell'autofocus della ... Z7, anzichè di quello della Z6 (entrambi provati con il metodo di Chris che fotografa Jordan che pedala in bicicletta). Dunque, non mi permetto di andare oltre perchè credo che il mio spirito critico possa prevalere. Non esprimo nemmeno giudizi complessivi. Dico solo, come ho affermato all'inizio, che se fosse capitato a me - ma lo ritengo sinceramente impossibile - avrei chiesto scusa a caratteri cubitali e mi sarei ritirato dalla carica di responsabile di questo sito. Perchè ne ho parlato su Nikonland ? Beninteso, è tutto molto ufficioso, potrebbe anche non essere vero o del tutto vero. A me poi non interessa puntare il dito né ergermi a censore ma ho tratto da questa modesta vicenda lo spunto per dare un suggerimento a chi ci legge : sforzatevi sempre, nel seguire le recensioni e gli articoli che trovate in rete, nel vostro stesso interesse quando queste possono influenzare i vostri sudati acquisti, di valutare attentamente il profilo del recensore in modo da dare all'articolo e alle sue conclusioni il giusto valore. Caveat Emptor ("sia accorto il compratore"). Grazie per l'attenzione. __________________________________ Mauro Maratta, Nikonland.it
  2. 2 points
    A me invece frulla per la testa un'altra idea.. se sono riusciti a fare una cosa simile, in passato quante altre volte è stata fatta? una cosa analoga? ho paura nel sapere la risposta.
  3. 1 point
    si certo, ma come ha scritto Mauro... a chi giova leggere una classifica del peggio? Non stiamo parlando di servizi, dove la pretesa è di ricevere sempre il livello massimo di attenzione: una casa mette in ogni prodotto il suo know-how, nessuno combatte per il fondo della classifica e nemmeno ne riceve utilità ritrovandovisi. Lo sappiamo bene con certi progetti entry level Nikon che purtuttavia erano destinati a persone che non avevano nessuna intenzione di comprare nulla di altro e il cui unico parametro per l'acquisto consisteva nel prezzo più basso di mercato ottenibile. Quindi un sito di riferimento di settore, invece di divertirsi alle spalle delle aziende a compilare classifiche al ribasso, dovrebbe solamente occuparsi del meglio. Questo è ciò che facciamo da sempre su Nikonland, rifiutandoci di ospitare materiale non di nostro gradimento: gradimento che deriva dalla nostra personale opinione, ovviamente, ma che non sembra essere poi dissimile da quella di voi che ci venite a leggere. Per questo Dpreview non è mai stato per me un riferimento utile: proprio come ha scritto Roby, non c'è nessuna garanzia neppure per il passato della loro onestà intellettuale. Questo di adesso non è solamente un mero errore: è un indice di quanto possa essere grossolana la loro azione.
  4. 1 point
    Se sei pagato da un'azienda che fa commercio dei prodotti che testi è difficile che le tue recensioni siano sempre imparziali: Se poi pretendi di essere sempre il primo a parlare è inevitabile che finisci per fare qualche scivolone.
  5. 1 point
    Non mi soffermo su Nikonland perchè ciò che penso della preparazione e del lavoro di questa redazione lo sapete e i vostri articoli, nero su bianco, sono quanto di meglio si possa trovare in rete sull'universo Nikon, per gli approfondimenti e per la grande onestà nei giudizi. Mi dispiace, invece, per DpReview. Sicuramente un punto di riferimento per la straordinaria mole di informazioni che riesce a gestire e a propagare. Un grande potenziale che ultimamente stanno spendendo molto male. Sul sistema Z in genere sono andati oltre le righe più di una volta (adeguandosi a larga parte del web), purtroppo per loro e per molti altri, più passano i giorni e più si scopre quanto sia avanzato, innovativo e solido questo sistema. E diventa difficile tornare sui propri passi e ribaltare giudizi frettolosi. E questa casa diventa sempre più accogliente
  6. 1 point
    Si ma al netto del fatto che, per prestazioni - della sommatoria sensori/obiettivi/software/IBIS - gli attuali f/4 ed f/1.8 Z valgono idealmente i precedenti f/2.8 ed f/1.4 F (per prestazioni, non per luminosità o costruzione) mentre i futuri f/2.8 ed f/1.2 Z andranno oltre il precedente stato dell'arte F Per quanto mi riguarda poi, questi Nikkor Z potrebbero anche avere il diaframma fissato a TA per quanto sono ottimi alla massima apertura.
  7. 1 point
    Max e Mauro... E questa foto non vi ispira nulla ? Un bel decentrabile su Z...
  8. 1 point
    Intanto Prograde ha presentato ufficialmente la prima scheda CFexpress. 1Tb di capienza, velocità 1400 MB/s, costo ancora da scoprire. Qui: Nikonrumors
  9. 1 point
    Non è lo sblocco a causare inaffidabilità, dipende da come hanno protetto l'obiettivo in fase di allungamento, lo sbocco è ininfluente. Comunque, a me le ottiche Z nella loro linearità piacciono.
  10. 1 point
    Si ma erano proprio in ombra, la volta scorsa in altra posizione, sempre in gennaio, gli uccelli erano sempre in luce. Circa l'otturatore elettronico io lo uso tranquillamente in H e in L, sempre in NEF, se il soggetto lo merita. C'é un limite alla velocità di scatto (1/2000'') con la prima tendina elettronica. Z7, più lenta in lettura, più prona al rolling shutter.
  11. 1 point
    Integrerà Mauro per la Z7 ma posso anticiparti che , si, chiaramente l'otturatore elettronico in modo silenzioso funziona in AF-C e che scatta in RAW a tutte le sue velocità: varia solamente il numero dei ftg/s ottenibili rispetto alle analoghe modalità con un file jpg
  12. 1 point
    Per me, per quello che faccio io con la macchina fotografica, questo 14-30 vale, almeno in base alle promesse, da solo oltre il 50% del razionale di acquisto di una Z7. 14mm su uno zoom con quel livello di prestazioni attese e che monta i filtri a vite! Fantascienza per tutti fino ad ora. Io ho una sola - ma piccola piccola - critica: anche qui per farlo piccolo si sono inventati quel meccanismo retrattile. Non mi convince per niente!
×