Vai al contenuto

A spasso con la Z 6

A spasso con la Z 6
Max Aquila
Album creato da
Max Aquila
  • 47
  • 8
  • 1

senza specchio e... senza veli...

042  31012019 -_Z6H5171  Max Aquila photo (C).jpg

  • Mi piace ! 1

8 Commenti

E 'mò vengo a fare una domanda anche qui... :) A parte l'ovvia diversità di cielo e colori del 31/1 di lì rispetto al di qui, che varrebbe da solo il prezzo del biglietto, ma dal punto di vista di esperienza di uso, qualità di immagine e facilità con la quale sono state ottenute, in quali di queste situazioni ti sei detto "per fortuna che ho una z6 in mano"? (intendo "l'assieme" obiettivo z + macchina z6 naturalmente)

Condividi questo commento


Link al commento
35 minuti fa, Davide D. dice:

E 'mò vengo a fare una domanda anche qui... :) A parte l'ovvia diversità di cielo e colori del 31/1 di lì rispetto al di qui, che varrebbe da solo il prezzo del biglietto, ma dal punto di vista di esperienza di uso, qualità di immagine e facilità con la quale sono state ottenute, in quali di queste situazioni ti sei detto "per fortuna che ho una z6 in mano"? (intendo "l'assieme" obiettivo z + macchina z6 naturalmente)

si, grazie della domanda, visto che le risposte che posso dare sono....oscurate.

Devo dire che ieri mi sentivo con questo complesso macchina-obiettivo, molto a mio agio mentre inquadravo,  trovando con grande facilità il punto di messa in bolla. 

Correzione della distorsione on camera di livello LOW.

E saturazione omogenea già solo sottoesponendo di -0,3ev oppure sfruttando ove necessario l esposimetro spot* che preserva le altissime luci.

Grande sensazione di facilità  d'uso.

Roba che trasferendosi su Nikon F richiama investimenti corpo/ottica almeno doppi di prezzo rispetto questi.

 

Condividi questo commento


Link al commento

Complimenti !

Senza specchio, ok ; senza veli...ci dirai a breve, anche se qualche leggerissimo e ultralargo sospetto ci viene :ph34r:

1 ora fa, Max Aquila dice:

si, grazie della domanda, visto che le risposte che posso dare sono....oscurate.

Devo dire che ieri mi sentivo con questo complesso macchina-obiettivo, molto a mio agio mentre inquadravo,  trovando con grande facilità il punto di messa in bolla. 

Correzione della distorsione on camera di livello LOW.

E saturazione omogenea già solo sottoesponendo di -0,3ev oppure sfruttando ove necessario l esposimetro spot* che preserva le altissime luci.

Grande sensazione di facilità  d'uso.

Roba che trasferendosi su Nikon F richiama investimenti corpo/ottica almeno doppi di prezzo rispetto questi.

 

Pericolosa sintesi, per chi non ha ancora la Z , e asticella in alto per chi non la sa sfruttare a dovere ( il sottoscritto tra quelli ) .

Condividi questo commento


Link al commento

Diciamo poi che anche con un obiettivo così ultralargo :marameo: poter mettere a fuoco dove si vuole nel frame, fosse anche all'angolo estremo in alto a sinistra, e al contempo poter contare su una stabilizzazione di immagine oncamera efficace anche su focali estreme, va tutto a vantaggio della libertà di impiego.

Sette anni fa scrivendo il primo test della prima mirrorless Nikon (la Nikon 1 V1) intitolai l'articolo "50.000 sfumature di libertà".

Con le Z siamo volati a 50 milioni :cuoricini:

  • Sono d'accordo 2

Condividi questo commento


Link al commento

Grazie della risposta, oscurato fin che vuoi ma l'entusiasmo traspare eccome! 

Il 1/2/2019 at 11:50, bimatic dice:

 

Pericolosa sintesi, per chi non ha ancora la Z ....

Diciamo che al momento mi sono dato una regolata sul lato acquisti quindi pericolo 0, ma la z ha una tecnologia che mi incuriosisce e mi fa piacere saperne di più, anche nell'ottica di uno sviluppo futuro.. Prima o poi ci arriveremo tutti!  Poi anche un po' di gioia per voi e per Nikon stessa che pare sulla buona strada!

 

Condividi questo commento


Link al commento
×
×
  • Crea Nuovo...