Jump to content

Video sulla durata della batteria della Z7 (uso pratico, non teorico)


Recommended Posts

  • Administrator
49 minuti fa, Lucky dice:

...
In ogni caso, mi sembra che sia il caso di ripetere quanto ho detto nel mio post iniziale: "Chiaramente e' risaputo che le ML sono piu' avide di corrente delle reflex, e quindi la mia non e' una critica, ma giusto per avere un metro di paragone, con la D700, nelle stesse identiche condizioni operative, ci andavo avanti per tre giorni e facevo almeno sei/settecento scatti prima che la batteria si avvicinasse al limite."
Questo per sottolineare che e' certamente possibile fare millemila scatti con una carica, se si scatta in determinate condizioni, cosi' come e' possibile anche farne solo 250 se si scatta in altre...... ;)
Infatti i test CIPA pubblicati dalle case produttrici (che non sono stupide, e non si tagliano certo da sole la p...e dichiarando dati inutilmente sfavorevoli...) non sono fatti ne' scattando a raffica fino all'esaurimento della batteria, ne' tenendo accesa la macchina per una settimana e scattando una foto ogni ora.... ma considerano una situazione "media" di utilizzo comune.

Un caro saluto. Luciano

Se sai essere inutile fare paragoni tra una reflex ed una mirrorless che ha mirino elettronico ed il sensore con VR sempre attivi... allora... perchè farli?

Per essere al di sopra della media, Lucky, ascolta i consigli di chi con la fotocamera passa tanto tempo.

Prova a cambiare abitudini invece di subire le indicazioni OMS...oh scusa, CIPA e per esempio, se proprio volessi continuare a tenere accesa (inutilmente) per ore la tua Z6, almeno passa il mirino elettronico a prioritario, eliminando la possibilità che nelle tue escursioni continui ad intervallarsi col monitor.

A meno che non scatti prevalentemente da monitor...

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 55
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Oltre 1000 scatti in uso itinerante. Quasi 3000 scatti in uso wildlife (con raffiche, quindi) Circa 2 ore e 45 minuti di video.

Se può interessare, ieri ho potuto provare la durata della batteria della Z6. Video al concerto di Natale delle bimbe: la batteria è durata  poco più di di un'ora e 30 All'inizio usavo anche il mo

Beh guarda io sono sempre stato abituato anche facendo le foto ai matrimoni con due macchine al collo che quella che non è in uso è spenta, anche quando passo da una all’altra per cambiare ottica, il

Posted Images

  • Nikonlander
1 ora fa, Max Aquila dice:

.... almeno passa il mirino elettronico a prioritario, eliminando la possibilità che nelle tue escursioni continui ad intervallarsi col monitor.

Gia' fatto, Max, gia' fatto..... :)

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

La durata della batteria è in funzione dell’uso, in una mezza giornata di stile Life, non ricordo dove ma lo scrissi, mi trovai a fare molti meno scatti dichiarati dal cipa, ma in ogni altra situazione la macchina è fruibile per un uso professionale.

Il Bluetooth deve essere attivato solamente quando si utilizza snapbridge, perché consuma batteria anche a macchina spenta.

La visualizzazione anteprima dopo lo scatto io l’ho disattivata perché è troppo lenta tra uno scatto e l’altro, ma probabilmente contribuisce al risparmio energetico, considerato che io quello della batteria non l’ho mai considerato un problema.

Eppure io non l’ho mai messa in modo aereo, ho messo nel menù rapido la voce che attiva e disattiva il collegamento wireless, per poterlo accendere e spegnere al bisogno.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Ciao,

aggiornamento dopo aver usato la modalità aereo.

Sarebbe interessante capire, per chi ha prestazioni superiori in termini di numero di scatti, quanti di quegli scatti siano raffiche della stessa scena (anche 2/3 scatti di sicurezza, ad esempio durante uno shooting in studio), in quel caso è chiaro che a parità di tempo di mirino elettronico acceso (che è quello che dovrebbe fare la differenza fondamentale sul consumo di batteria) si ha una resa superiore in termini di numero scatti.

Buona serata.

Danilo.

20200415_191121.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
1 ora fa, Daniloz dice:

Ciao,

aggiornamento dopo aver usato la modalità aereo.

Sarebbe interessante capire, per chi ha prestazioni superiori in termini di numero di scatti, quanti di quegli scatti siano raffiche della stessa scena (anche 2/3 scatti di sicurezza, ad esempio durante uno shooting in studio), in quel caso è chiaro che a parità di tempo di mirino elettronico acceso (che è quello che dovrebbe fare la differenza fondamentale sul consumo di batteria) si ha una resa superiore in termini di numero scatti.

Buona serata.

Danilo.

20200415_191121.jpg

Ecco:

1692812844_ResizeofWhatsAppImage2020-04-17at01_41_13.jpeg.1babce8d40d1059cfbe606f925ef1379.jpeg

Oggi: 3-400 scatti a raffica in varie occasioni, il resto nei giorni precedenti, causa il mancato attuale utilizzo con la costanza abituale.

Il tuo consumo deriva per forza da un probabile continuo review delle immagini o da regolazioni frequenti a menu'.

Certamente stressante per la batteria.

Se non fossero queste le tue abitudini e non si tratti neppure di video...

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano
Il 5/4/2020 at 15:00, Lucky dice:

E' la prima impostazione che ho fatto, immediatamente dopo aver preso la macchina.... e da allora non l'ho mai piu' modificata, visto che non mi interessa alcuna connettivita' o georeferenziazione. :)

Ma perche', quando tu vai in giro per due tre ore in un museo, negli scavi, in un castello o in un borgo, che fai ? scatti una foto e spegni la macchina. La riaccendi, ne scatti un'altra e la rispegni. E cosi' via ?

Io la spengo solo quando ho terminato di fotografare, nei trasferimenti da un luogo all'altro, quando vado a pranzo o a cena, o la notte, ed e' quello che ho fatto nell'esperienza che ho descritto.... ;)

Beh guarda io sono sempre stato abituato anche facendo le foto ai matrimoni con due macchine al collo che quella che non è in uso è spenta, anche quando passo da una all’altra per cambiare ottica, il tempo di accensione non è tale da farmi perdere nulla e non si rischiano scatti partiti per caso, in questo modo, anche com modalità aereo spenta io un migliaio di foto comode le faccio sempre, con la ML, con la reflex si perde il conto.

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander
9 ore fa, Dario Fava dice:

Beh guarda io sono sempre stato abituato anche facendo le foto ai matrimoni con due macchine al collo che quella che non è in uso è spenta, anche quando passo da una all’altra per cambiare ottica, il tempo di accensione non è tale da farmi perdere nulla e non si rischiano scatti partiti per caso, in questo modo, anche com modalità aereo spenta io un migliaio di foto comode le faccio sempre, con la ML, con la reflex si perde il conto.

Dario, come giustamente dici, e' questione di abitudine. Le attuali Z, per il mio gusto e per il modo in cui mi sono abituato oramai da anni con le reflex, ci mettono quel tantino di troppo a diventare operative dal momento in cui le accendi,  e poiche' anche io generalmente giro con due corpi al collo, e passo molto spesso dall'uno all'altro, questa cosa mi disturba abbastanza. :)
In ogni caso, non e' certo quel poco di assorbimento della macchina in standby, con i monitor spenti e con tutto il resto disabilitato, che puo' giustificare la differenza tra 250 scatti e 1000 scatti, quindi la differenza e' generata da altro. Le cose che assorbono molta corrente sono il mirino, il display, i processi di lettura del sensore e di scrittura sulle schede, il motore dell'autofocus ed il VR dell'obbiettivo, nonche', probabilmente in misura minore, l'IBIS sul sensore, e forse anche l'FTZ, che non e' un semplice "tubo" che trasmette i contatti da una parte all'altra.....  :)

Ciao, Luciano

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Lucky dice:

Dario, come giustamente dici, e' questione di abitudine. Le attuali Z, per il mio gusto e per il modo in cui mi sono abituato oramai da anni con le reflex, ci mettono quel tantino di troppo a diventare operative dal momento in cui le accendi,  e poiche' anche io generalmente giro con due corpi al collo, e passo molto spesso dall'uno all'altro, questa cosa mi disturba abbastanza. :)
In ogni caso, non e' certo quel poco di assorbimento della macchina in standby, con i monitor spenti e con tutto il resto disabilitato, che puo' giustificare la differenza tra 250 scatti e 1000 scatti, quindi la differenza e' generata da altro. Le cose che assorbono molta corrente sono il mirino, il display, i processi di lettura del sensore e di scrittura sulle schede, il motore dell'autofocus ed il VR dell'obbiettivo, nonche', probabilmente in misura minore, l'IBIS sul sensore, e forse anche l'FTZ, che non e' un semplice "tubo" che trasmette i contatti da una parte all'altra.....  :)

Ciao, Luciano

Sono d'accordo sul fato che 600/700 scatti in più non credo siano giustificabili solamente con le argomentazioni riportate nei post precedenti (personale opinione nel rispetto delle altre), tornando al mio caso, inoltre, non sto continuamente a fare il review delle foto sullo schermo posteriore quindi continua a farmi strano questa resa della batteria.

Ciao.

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
2 ore fa, Daniloz dice:

Sono d'accordo sul fato che 600/700 scatti in più non credo siano giustificabili solamente con le argomentazioni riportate nei post precedenti (personale opinione nel rispetto delle altre), tornando al mio caso, inoltre, non sto continuamente a fare il review delle foto sullo schermo posteriore quindi continua a farmi strano questa resa della batteria.

Ciao.

Carissimo...

non 600 o 700 scatti in più solamente...ma con un residuo di carica dell'86%

Quindi fai una bella cosa: descrivici le tue abitudini di uso della macchina, in modo tale da fugare ogni dubbio sulle argomentazioni proposte 

La lasci anche tu accesa come fa d'abitudine Lucky per una giornata intera, scattando ogni tanto?

Di cosa stiamo parlando? Di trecento scatti fatti in unica giornata? O magari nell'arco di un mese, nel corso di più uscite?
Cambierebbe tutto.

Per quanto dò per scontato che dopo che si torni a casa, prima di tutto (per ex... scaricare le foto al pc), si vadano a mettere sotto carica la/le batterie: vecchie abitudini militari... al rientro si pensa prima al cavallo e poi a se stessi. 

Vediamo se riusciamo a spiegarci.

Inoltre...stiamo parlando di una EN-EL15b Nikon, vero? Non di una compatibile o di una versione passata...

In quanto allo scattare in raffica ad alta velocità, hai certamente ragione in linea di principio sui minori consumi che in un utilizzo sporadico, ma siccome in relazione alla durata delle EN-EL15 sulla Z6 ho scritto un articolo

se lo vai a leggere, vedrai che nelle condizioni di scatto di quel genere, è ben altra la durata consentita da questa batteria:

1956756396_Resizeof258751492_WhatsAppImage2019-03-26at15_12_59.thumb.jpeg.45b877a62ce0ff71a35e36857c14a79e.jpeg.c269e06b3b42cdc8ff9515c3bbe6adf5.jpeg

 

giusto per darti una dimensione del fenomeno del tuo consumo anomalo.

A valle di tutto ciò: hai anche fatto delle prove con una seconda batteria per comprendere se questo consumo sia relativo alle tue abitudini di ripresa oppure ad un accumulatore difettoso?

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

Io penso che usando ogni precauzione e senza cadere in facili tentazioni, si possa anche arrivare a fare una trentina di scatti con una carica. Anche meno, impegnandosi realmente a fondo ! :)

 

 

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
1 ora fa, MM! dice:

Io penso che usando ogni precauzione e senza cadere in facili tentazioni, si possa anche arrivare a fare una trentina di scatti con una carica. Anche meno, impegnandosi realmente a fondo ! :)

 

 

ah di certo: basta scattare una sola foto e poi lasciare la macchina accesa fino a quando non si scarichi del tutto.

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
12 minuti fa, Max Aquila dice:

ah di certo: basta scattare una sola foto e poi lasciare la macchina accesa fino a quando non si scarichi del tutto.

No, pensavo piuttosto al contrario : usare la fotocamera per osservare il mondo e poi, solo all'ultimo momento, quando l'indicatore della carica della batteria passa al rosso, fare qualche scatto risolutivo ! ;)

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

Temo piuttosto che in molti ragionamenti misurometrici, entri piuttosto l'esigenza, per alcuni, di portare a scarica completa la batteria al litio, prima di ricaricare. 

Così magari replicheremo ciò che avveniva al tempo delle pellicole:  le foto al gatto di casa alla fine del rullino prima di dichiararlo finito.

Adesso ci saranno gli scatti per portare a zero la batteria...

 

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

Secondo me è superato il concetto di scatti per una carica di batteria.
Si dovrebbe ragionare in termini di uso (tempo di utilizzo effettivo a fotocamera attiva mentre si fotografa misurato in minuti) passando per il numero di scatti al minuto che il fotografo effettivamente fa.

Per esempio, quando dura una EN-EL15 facendo Time Lapse ?

Link to post
Share on other sites
  • Redazione
13 ore fa, Lucky dice:

Le attuali Z, per il mio gusto e per il modo in cui mi sono abituato oramai da anni con le reflex, ci mettono quel tantino di troppo a diventare operative dal momento in cui le accendi,  e poiche' anche io generalmente giro con due corpi al collo, e passo molto spesso dall'uno all'altro, questa cosa mi disturba abbastanza. :)

Luciano, io non ho fatto prove strumentali ma se conto, tra il momento in cui giro l'interruttore per accendere la Z6 e quello in cui ho la macchina operativa ed a fuoco riesco a contare fino a.... 2. 
Lo preciso perché pur essendo un convinto liberista - e quindi convinto che le opinioni di tutti debbano trovare spazio ed essere rispettate - sono ancora più convinto che i fatti oggettivi debbano essere chiaramente espressi. 
Qui stai discutendo della durata della batteria di un dispositivo che lasci inutilmente acceso in modo da risparmiare quei due secondi?!?!  
Pensando a me, e non so cosa fai tu, di solito o fotografo azione - ed allora vado a raffica e faccio diverse migliaia di scatti per batteria.... ma non 2 o 3 mila... di più! - oppure faccio scatti singoli ed allora li penso, prima. Per un tempo che di solito è superiore ai due secondi.

Premesso questo, se usi lenti VR e non spegni la macchina dopo aver scattato, il VR, il sensore ed il mirino restano accesi - tutti - fino a quando la macchina non va in standby. Non so se questa durata è un'opzione configurabile - francamente non mi interessa - ma la mia Z6 resta con tutto quello acceso per 45 secondi prima di andare in standby. Ed è cosa buona e giusta, considerato che la macchina non può sapere se è appesa al collo in attesa di spegnersi o se io sto osservando la scena in attesa di scattare. Ma se questo succede per 300 scatti significa che lo stabilizzatore, il sensore ed il mirino stanno accesi per 225 minuti. Forse è questa la spiegazione? 

 

Link to post
Share on other sites
  • Redazione
17 minuti fa, Max Aquila dice:

Temo piuttosto che in molti ragionamenti misurometrici, entri piuttosto l'esigenza, per alcuni, di portare a scarica completa la batteria al litio, prima di ricaricare. 

Così magari replicheremo ciò che avveniva al tempo delle pellicole:  le foto al gatto di casa alla fine del rullino prima di dichiararlo finito.

Adesso ci saranno gli scatti per portare a zero la batteria...

 

Che per le pile al litio è un errore madornale....

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
2 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

Che per le pile al litio è un errore madornale....

Eh, Massimo: noi continuiamo a scriverlo per compiutezza e per dare informazioni corrette.

Peraltro dalla parte degli utenti più ...deboli, quelli che scattano poche fotografie all'anno.

Personalmente è dai tempi delle prime fotocamere digitali che comunque mi attrezzo con batterie sufficienti all'esperimento delle sessioni fotografiche che vado a scattare.

Al momento ho due EN-EL15b per la Z6 e quattro EN-EL15 normali per la mia D500, notoriamente schizzinosa sulle batterie.

Tutte originali.

Oggi su Amazon (visto che i negozi sono chiusi) il prezzo di una NIkon EN-EL15b  non giustifica nessun ragionamento al ribasso

 

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

Il problema batteria per conto mio merita di essere valutato solo quando diventa un problema.

All’inizio visti i dati cipa ero un po’ titubante, poi usandola non mi sono più preoccupato, tant’è che non ho manco comprato una batteria di scorta.

Io ho solo tolto la visualizzazione post scatto, perché diventa lenta, non importa, se voglio vederla pigio il pulsante, ma con display e mirino accesi sempre in alternanza, perché uso spesso il live view, per ogni sessione riesco a fare migliaia di foto, in ogni caso riesco a coprire una sessione completa di mezza giornata di lavoro In still life a macchina accesa.

Questo per me basta a considerarla adatta ad un uso professionale.

Tra l’altro, mi accorgo in questo periodo di stop, che al contrario della D5 che si scarica anche spenta, la Z7 resta carica, che la rende adatta anche ad un uso sporadico senza dover caricare ogni volta la batteria.

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
10 minuti fa, Dario Fava dice:

[...] Tra l’altro, mi accorgo in questo periodo di stop, che al contrario della D5 che si scarica anche spenta, la Z7 resta carica, che la rende adatta anche ad un uso sporadico senza dover caricare ogni volta la batteria.

Confermo. Anche a me la D5 (che quasi sempre resta a casa) si scarica da sola (a zero).
Le Z no.
Finora io ho avuto consumi impegnativi solo in sessioni impegnative di still-life o comunque in studio facendo cose in cui la macchina sta effettivamente accesa a lungo.

Per questo insisto per dimenticare il concetto di numero di scatti per carica ed andare verso quello di impiego effettivo (anche senza scattare).
Che credo sia il problema degli amici di cui sopra.

Io potrei stare 9 ore con una modella. Scaricherei la batteria comunque, che la contemplassi soltanto attraverso il mirino di una Z o che le scattassi effettivamente quei 5-6000 scatti che potrei fare in 9 ore (e che effettivamente e altrettanto ovviamente faccio !).

Facendo video una carica dura un pò più di un paio di ore. E' questa all'incirca l'autonomia di una EN-El15 su una Z.
Personalmente spero che per la prossima generazione Nikon lasci le EN-El15 per passare a batterie da almeno 2500 mAh. E' ora !

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
  • Administrator
17 minuti fa, Dario Fava dice:

...

Tra l’altro, mi accorgo in questo periodo di stop, che al contrario della D5 che si scarica anche spenta, la Z7 resta carica, che la rende adatta anche ad un uso sporadico senza dover caricare ogni volta la batteria.

 

7 minuti fa, MM! dice:

Confermo. Anche a me la D5 (che quasi sempre resta a casa) si scarica da sola (a zero).
Le Z no.
...

e la D500 con battery grip: dimenticato?

Eppure con dovizia di particolari ed investimenti a fondo perduto, Nikonland parla di tutti gli aspetti anche deteeriori che caratterizzano tutti i prodotti Nikon.

Voglio sperare di non dover leggere ancora al riguardo di non-problemi come quelli sollevati rispetto alle attuali batterie delle Nikon Z.

Scritto da uno che la Nikon Z usa quotidianamente...!

Link to post
Share on other sites

Ho comprato la Z6 durante il periodo di quarantena (quindi, per rispondere a Max Aquila, la batteria è originale e nuova) pertanto al momento non posso che usarla in casa col mio soggetto di riferimento, mia figlia che ha quasi 2 anni.

Sono d'accordo sul fatto che probabilmente, essendo per me un nuovo "giocattolo", all'inizio ho smanettato un pò tra menù e gestione modalità messa a fuoco (su D750 lavoravo sempre in fuoco continuo, punto singolo o 5 / 9 punti intorno al centrale), su Z6 sfrutto il tracking occhio switchando a lock su inseguimento soggetto, quando non aggancio occhio, o AF dinamica (alle brutte).

Le mie sessioni di scatto possono durare 20 min durante le quali ovviamente spengo la camera se vedo che il soggetto "non è predisposto", quando però la tengo accesa allora inevitabilmente (visto che trattasi di bimba molti piccola ergo imprevedibile) sto lì con l'occhio pronto (off camera ma anche in camera inevitabilmente) per "cogliere l'attimo".

Solitamente non scatto a raffica, quindi cerco di fare la foto.

Ci tengo a precisare che non sono un professionista, sono un amatore e come tale faccio i miei commenti, sperando solo siano utili a chi, come me, talvolta deve farsi un'idea di un acquisto senza poter "provare".

Grazie per il confronto.

Edited by Daniloz
Link to post
Share on other sites
  • Administrator
2 minuti fa, Daniloz dice:

Ho comprato la Z6 durante il periodo di quarantena (quindi, per rispondere a Max Aquila, la batteria è originale e nuova) pertanto al momento non posso che usarla in casa col mio soggetto di riferimento, mia figlia che ha quasi 2 anni.

Sono d'accordo sul fatto che probabilmente, essendo per me un nuovo "giocattolo", all'inizio ho smanettato un pò tra menù e gestione modalità messa a fuoco (su D750 lavoravo sempre in fuoco continuo, punto singolo o 5 / 9 punti intorno al centrale), su Z6 sfrutto il tracking occhio switchando a lock su inseguimento soggetto, quando non aggancio occhio, o AF dinamica (alle brutte).

Le mie sessioni di scatto possono durare 20 min durante le quali ovviamente spengo la camera se vedo che il soggetto "non è predisposto", quando però la tengo accesa allora inevitabilmente (visto che trattasi di bimba molti piccola ergo imprevedibile) sto lì con l'occhio pronto (off camera ma anche in camera inevitabilmente) per "cogliere l'attimo".

Solitamente non scatto a raffica, quindi cerco di fare la foto.

Ci tengo a precisare che non sono un professionista, sono un amatore e come tale faccio i miei commenti, sperando solo siano utili a chi, come me, talvolta deve farsi un'idea di un acquisto senza poter "provare".

Grazie per il confronto.

Di nulla: e nemmeno io sono un professionista.

Fotografo. In grandi quantità.

Quindi le mie e le osservazioni di chi mi ha preceduto e seguito, come Mauro Maratta, Dario Fava e Massimo Vignoli, tendono a dare dei consigli di uso corretto proprio a fotografi non amatori, come dici tu, ma saltuari, che per effetto della loro condizione attuale (o abituale per gli altri, che anche fuori quarantena si facciano bastare qualche scatto per ogni uscita) non possono essere in grado di comprendere cosa variare delle rispettive abitudini, eventualmente anche di correggerle.

Farle passare come la norma, però no...

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

In venti minuti si possono fare 1.000 foto oppure nessuna.
Tra le due situazioni, il consumo non è molto differente su una mirrorless.
Spero che sia chiarito il punto.

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

Solo per condividere informazioni...
La batteria della mia Z6 è al 22% di carica residua con 908 scatti all'attivo.
Uso, brevi sessioni con flash a pezzi di ricambio in scatto singolo, qualche foto di paesaggio e qualche sessione di focus stalking.

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
2 minuti fa, Sakurambo dice:

Solo per condividere informazioni...
La batteria della mia Z6 è al 22% di carica residua con 908 scatti all'attivo.
Uso, brevi sessioni con flash a pezzi di ricambio in scatto singolo, qualche foto di paesaggio e qualche sessione di focus stalking.

Questo solamente perchè tra una foto e un'altra tu non rifletti abbastanza !
Fermati e pensa prima di scattare :sorriso: a macchina accesa e ben illuminata, ovviamente e vedrai che il numero di scatti magicamente ... decrescerà:rotfl:

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...