Jump to content

Altre libellule inaspettate


Alberto Salvetti
 Share

Recommended Posts

  • Nikonlander

La scorsa settimana sono ritornato nel punto dove avevo trovato la femmina di Onychogompus forcipatus nella speranza di trovare anche il maschio. Siamo sui 400 mt di altezza e ai margini di prati aridi contornati da roverelle, frassini e carpini neri. Rispetto a 10 giorni fa quasi tutte le piante hanno le foglie secche, mai visto una cosa del genere in luglio.

Verso le 9, delle saette gialloverdi cominciano a volteggiare instancabilmente in gruppi da 3 o 4. A occhio, saranno almeno una ventina di esemplari.  Dopo tanto zigzagare in cielo, qualcuna si posa sulle roverelle in posizione favorevole. Una volta posate, se ne stanno ferme per molto tempo e molto confidenti.  Scatto un paio di foto e mi accordo che questa specie non l’ho mai vista. 

Dovrebbe trattarsi (attendo conferma da Silvio) di Anax ephippiger, una libellula mai avvistata negli ultimi 25 anni nella mia zona. Sarà l’effetto del cambiamento climatico?  Ho scattato un sacco di foto, ma molte hanno uno sfondo molto invadente. Sono comunque molto soddisfatto.

Le prime tre foto sono del maschio, riconoscibile dalla macchia blu sul dorso e le altre tre della femmina.

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 6.3, 1/640 sec., ISO 160, mano libera

Anax-ephippiger_1.thumb.jpg.ff292dd55621659d8a09a2f40f50752c.jpg 

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 5,6, 1/640 sec., ISO 160, mano libera

Anax-ephippiger_2.thumb.jpg.5afecdce5b5d90c5be927c70ce776ebf.jpg

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 9, 1/640 sec., ISO 250, mano libera

Anax-ephippiger_3.thumb.jpg.199e41bfd92e6957fbddb569c4ea3788.jpg

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 5,6, 1/640 sec., ISO 180, mano libera

Anax-ephippiger_9.thumb.jpg.f8bfa0ea062b4ae35772166af6bdde80.jpg

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 5,6, 1/640 sec., ISO 280, mano libera

Anax-ephippiger_10.thumb.jpg.cfd69c9ae7e761469706ae222c984a15.jpg

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 5,6, 1/640 sec., ISO 280, mano libera

 Anax-ephippiger_11.thumb.jpg.71b577262f51940d352cc21ffc7c0520.jpg

Al ritorno sulle sterpaglie del prato secco ho trovato un paio di Sympetrum fonscolombii, (conferma di Silvio gradita) riconoscibili per l’occhio rosso e azzurro e per la piccola taglia. La prima è una femmina ed il secondo dovrebbe essere un maschio giovane: aveva dei colori che non sono riuscito a riprodurre, per il suo nervosismo,

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 10, 1/640 sec., ISO 220, mano libera

 Sympetrum-fonscolombii_25.thumb.jpg.6874db0c251b830c2b594401d594664a.jpg

Nikon D500 Nikon 4/300 PF ED + 1.4 TC  F. 11, 1/640 sec., ISO 280, mano libera

Sympetrum-fonscolombii_21.thumb.jpg.eb227306c836d2a676ff41dae7664e33.jpg

  • Like 3
  • Thanks 3
Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano

Tutte splendide!

Per conto mio, le libellule sono il soggetto principe per le macro, e queste hanno anche il pregio di uno sfocato che pare burro spalmato sul pane.

Tanto di cappello per la mano libera e il 300.

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Confermo entrambe le identificazioni. Anax ephiphigger è tipica di zone secche forse sta espandendo l'areale. Tra l'altro l'Anax epiphigger non l'ho mai fotografata, non credo nemmeno di averla mai vista.  Bel colpo.
Bellissima la foto della femmina di S. fonscolombii che fa l"obelisco"!  La taglia è più o meno quella degli altri Sympetrum, (ce ne sono diverse specie) a renderla inconfondibile è l'occhio azzurro sotto, come hai scritto, poi le zampe nere con sottile riga gialla/chiara e la macchia gialla non troppo grande alla base delle seconde ali.

PS Se sono 25 anni che A.epiphigger non si vede, se vuoi puoi mandare una segnalazionecon foto a Odonata.it.  Loro censiscono gli avvistamenti un po' come si fa con gli uccelli.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator

Bellissime le libellule, non altrettanto gli sfondi, tranne quelli di purea, finali.

È il 300pf che di sfuocato non mi è mai piaciuto.

Solo per dire che secondo me Alberto ha obiettivi migliori: ma che la ricetta di 300+tc14 purtroppo è condizionante.

Ma le creature e la pprod.sono eccelse

 

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
31 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

Solo per dire che secondo me Alberto ha obiettivi migliori: ma che la ricetta di 300+tc14 purtroppo è condizionante.

Condivido, quella combinazione produce quelle foto. Nel bene e nel male.
Secondo me, visto come va e che foto consente, vale la pena di sperimentare con il 105. Possibile che il soggetto sia troppo timido, e se lo è una focale lunga può essere una necessità, ma quando non lo è…
Mi piacerebbe proprio che chi come Alberto ha questo manico, ed entrambe le lenti, provasse ad usare entrambi, magari prima il 300+TC ma poi, fatte le foto, qualche tentativo con il 105.

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander

Prima di tutto grazie dei complimenti e dei commenti.

Come ho già detto questa per me è la combinazione ottimale per foto vagante alle farfalle. Forse in questo caso avrei potuto togliere il TC. 

Nel caso specifico, erano sempre posate a circa 2 metri di altezza, ho provato usare la Z7 ed il 105, ma non potendo usare il mirino perché troppo alte, ho cercato di inquadrare col monitor alla cieca perché in pieno sole non si vede assolutamente niente.   Le ho subito guardate ma non le ho nemmeno scaricate da tanto mi piacevano.  

Edited by Alberto Salvetti
Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Lo sfuocato  era il motivo che mi rendeva indigesto il 300 f4 pf. Per il resto ottima lente ma se lo sfuocato non era più che neutro (cremoso  :P ) , di solito veniva male. Era meglio, sotto questo aspetto il 300mm f4 AFS.
Il 105 MC l'ho provato ed è eccellente, ma a mio vedere, per  libellule come le Anax o le Aeshna non è sempre sempre ottimale. 

I

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
2 ore fa, Silvio Renesto ha scritto:

Lo sfuocato  era il motivo che mi rendeva indigesto il 300 f4 pf. Per il resto ottima lente ma se lo sfuocato non era più che neutro (cremoso  :P ) , di solito veniva male. Era meglio, sotto questo aspetto il 300mm f4 AFS.
Il 105 MC l'ho provato ed è eccellente, ma a mio vedere, per  libellule come le Anax o le Aeshna non è sempre sempre ottimale. 

Infatti la quadratura del cerchio l'avevi già trovata con l'AFS.

Il PF aggiunge la brillantezza sul soggetto a fuoco e la velocita dell'AF incomparabile col precedente 300mm

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander
21 ore fa, Max Aquila ha scritto:

Infatti la quadratura del cerchio l'avevi già trovata con l'AFS.

Se si parla teoricamente è esatto. Ma l'AFS era praticamente impossibile usarlo senza cavalletto essendo privo di VR, e quindi inutilizzabile a questo uso.

Per quanto riguarda lo sfocato, basta fare un pò di attenzione e si può ottenere qualcosa di buono anche col 300 PF.  In questo caso, essendo il soggetto, per me, molto raro, non sono stato lì a cercare lo sfocato migliore, ma ho focalizzato la mia attenzione sul soggetto.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
8 minuti fa, Alberto Salvetti ha scritto:

Se si parla teoricamente è esatto. Ma l'AFS era praticamente impossibile usarlo senza cavalletto essendo privo di VR, e quindi inutilizzabile a questo uso.

Per quanto riguarda lo sfocato, basta fare un pò di attenzione e si può ottenere qualcosa di buono anche col 300 PF.  In questo caso, essendo il soggetto, per me, molto raro, non sono stato lì a cercare lo sfocato migliore, ma ho focalizzato la mia attenzione sul soggetto.

Parlando in pratica, con le mirrorless e l FTZ il VR è garantito dal sensore e...funziona bene.

Il PF non è poi l'unica possibilità 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
39 minuti fa, Alberto Salvetti ha scritto:

Chiedo un parere anche a voi, ma a me, lo sfocato di questa foto dove la foglia della roverella è riconoscibile, piace.

Anax-ephippiger_8.thumb.jpg.b77d4e2903f1a5293179e927f0cb2fb3.jpg

A mio gusto, è una buona foto e non solo per il soggetto raro  e bello. Ma il suo punto debole è proprio nella durezza dei contorni della foglia e dei rami a sx, che non la rendono brutta ma di sicuro la penalizzano.

Non entro nel merito della diversa soluzione “a 300mm”, non avrei diverse soluzioni se non il nuovo 100-400.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
1 ora fa, Alberto Salvetti ha scritto:

Suggeriscimi un 300 mm che metta a fuoco a 120 cm dal soggetto e poi ne parliamo.

Senza recuperare qualche dinosauro.

300+tc14...non hai detto di aver usato così il PF? È perfettamente replicabile: Silvio ce ne scrive da anni...

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...