Jump to content

Parlerà esclusivamente di musica classica ...


M&M
 Share

Recommended Posts

  • Administrator

... e solo di musica classica registrata.

Niente hardware (o forse in futuro, appena appena), niente software (tranne che non sia indispensabile) e salvo che non si voglia considerare "software" la musica in formato digitale.

Ma è comunque e finalmente attivo il sito cui mi dedicherò in via esclusiva quando, tra 3 o 4 anni, mi verrà a noia Nikonland.

Si chiama VariazioniGoldberg.it

il nome non dirà nulla ai più ma è programmatico per chi ne mastica.

Per ora ci scrivono sopra una coppia di burloni : Johannes e Hannes.

Non sono (solamente) due pseudonimi. Anche questa scelta non è casuale.

Ecco, giusto per segnalarlo, senza impegno per nessuno, sono cose molto noiose.

:)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano

Egoisticamente.. mi spiace che tra qualche tempo ti verrà a noia NL ma, è nella natura delle cose che succeda.. peccato che di classica, non ne capisca una mazza.. ma immagino che debba essere un gran bel mondo..

Edited by Roby C
Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano

Vi seguirò con attenzione e curiosità. Mi piace la "classica", talvolta l'ascolto e mi capita anche di seguire qualche concerto ma non c'ho l'orecchio (a parte qualche raro caso) per distinguere gli autori, gli spartiti e le varie interpretazioni. In buona sostanza non ne capisco una cippa. Ma sarà un piacere leggervi. :)

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Esagerando, fatico a distinguere Mozart dal ronfo del diesel della mia auto, ossia sono negato. In realtà alcuni generi musicali li frequento, ma sempre  poco.   Mi unisco a  Roby nel dispiacermi se Nikonland ti verrà a noia.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator

Purtroppo (per fortuna, dal mio punto di vista) scriveremo recensioni per ... iniziati.

Quindi non semplicemente per chi riesca a distinguere un comune Mozart dalla cristallina melodia di un motore diesel prodotto a Lione, ma rivolgendoci piuttosto a chi abbia interesse, ad esempio, a sapere quale interpretazione della sonata per violoncello di Frank Bridge sia più interessante e perchè (e immagino che se qualcuno ha sentito nominare Mozart, in pochi avranno idea di chi fosse Frank Bridge o il suo allievo Benjamin Britten) ;) 

Per tacere delle versioni a confronto (di brani noti solo a pochi, ma che io enumero con disinvoltura per numero di catalogo come il Preludio e Fuga in la minore BWV 542 di Bach) o della guida all'ascolto di questo o di quell'altro oscuro compositore magari trascurato dal panorama concertistico nazionale o contemporaneo.

Purtroppo io di fotografia ne capisco poco ma (per fortuna) in musica sono al punto da ascoltare per ore un determinato frammento della stessa composizione, interpretato da 3-5-12-20 musicisti differenti, prima di decidere quale è quella che mi convince di più :marameo: 

Purtroppo Nikonland mi è già venuta a noia. Ma tuttavia resisto (la cura sapete voi ben qual'è).

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
2 ore fa, Mauro Maratta dice:

Purtroppo (per fortuna, dal mio punto di vista) scriveremo recensioni per ... iniziati.

Quindi non semplicemente per chi riesca a distinguere un comune Mozart dalla cristallina melodia di un motore diesel prodotto a Lione, ma rivolgendoci piuttosto a chi abbia interesse, ad esempio, a sapere quale interpretazione della sonata per violoncello di Frank Bridge sia più interessante e perchè (e immagino che se qualcuno ha sentito nominare Mozart, in pochi avranno idea di chi fosse Frank Bridge o il suo allievo Benjamin Britten) ;) 

...

Britten lo ascolto quando sono depresso per ricordare che potrebbe andare ancora peggio e l'effetto è sempre taumaturgico: quaranta minuti mi bastano per una settimana (a proposito di ciclo Otto...:marameo:)

Del maestro non sapevo: ma adesso ne ho curiosità...

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator

Vedi che sbagli candeggio ?
 

Dovresti invece ascoltare la 5a Sinfonia di Sibelius e il buon umore ti tornerebbe dopo il coro dei corni inglesi dell'ultimo movimento.
E' automatico, se uno non è ... inguaribile !

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano

Io Mozart e Beethoven mi ricordo di averli sentiti nominare.... gli altri non proprio... xD

Sarei più per la musica elettronica.

Comunque in bocca al lupo per la nuova avventura! :)

Edited by Sakurambo
Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano
9 ore fa, Mauro Maratta dice:

Dovresti invece ascoltare la 5a Sinfonia di Sibelius e il buon umore ti tornerebbe dopo il coro dei corni inglesi dell'ultimo movimento.
E' automatico, se uno non è ... inguaribile !

Magari con un Karajan d'annata alla direzione. Max, ascolta i consigli di Mauro e intanto ti propongo questo per farti cambiare idea su Britten:

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
9 ore fa, happygiraffe dice:

Magari con un Karajan d'annata alla direzione. [...]

 

Piuttosto, dell'ultimissimo finlandesissimo Esa-Pekka Salonen.
Sibelius, in vita, ascoltando Karajan in sala di registrazione per la EMI, affermò di non riconoscere la sua musica (se intendesse in senso negativo o positivo, non si é mai saputo).

Ecco, in essenza, cosa sarà Variazionigoldberg.it

In quanto all'arcinota "Variazioni e fuga su un tema di Purcell" Op. 34 di Benjamin Britten, siamo sui massimi livelli raggiunti dalla musica occidentale nel XX secolo.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • Administrator
Il ‎20‎/‎11‎/‎2017 at 14:30, marcoemme dice:

Sono almeno 10 anni che mi sveglio la mattina con quelle eseguite da Gould ( la prima versione del 55 ) :bravo:

La versione del '55 è anche la mia preferita. Qui però ne ho recensite due molto recenti :)

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...
  • Administrator

Con 28 recensioni pubblicate in un mese e mezzo, mi sa che mi troverete sempre più spesso di che di qua :marameo:

Link to comment
Share on other sites

  • 4 months later...
  • Administrator

Sperando che sia gradito ai più, da oggi Variazioni Goldberg non é esclusivamente votato alla musica classica ma ... anche, limitandoci alle questioni di fondo sull'ascolto della musica in casa nel 21° secolo, alle tematiche audio.
Per il momento c'è una nuova sezione (questa) ma in futuro ci saranno anche degli articoli.

Si potrà parlare ad esempio di come strutturare o ristrutturare un impianto di riproduzione audio casalingo ... oggi.
Su come smaterializzare i propri cd.
Su come ascoltare al meglio la "musica liquida".
Di cuffie.
Di utilizzo del pc come ... giradischi.
Di Digital Audio Player.
Di formati musicali.

Tutto al servizio della pretesa di miglior possibile ascolto della musica in casa (anche con piccolissimo budget).

L'ingresso è libero ma per comunicare bisogna iscriversi.
No, non è necessario conoscere a memoria tutte le sinfonie di Bruckner per scrivere qualche cosa :supermarameo:

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano

Ok Mauro Vedo che cosi facendo mi Hai assoldato di nuovo,... :signorsi:, ma lo faccio con piacere.

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
Il 4/5/2018 at 17:22, Mauro Maratta dice:

No, non è necessario conoscere a memoria tutte le sinfonie di Bruckner per scrivere qualche cosa :supermarameo:

:P;) 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
Il 5/5/2018 at 19:13, bergat dice:

Ok Mauro Vedo che cosi facendo mi Hai assoldato di nuovo,... :signorsi:, ma lo faccio con piacere.

Purchè siano discorsi innanzitutto di utilità pratica per tutti i giorni e soprattutto aggiornati alle esigenze di oggi, ben volentieri ;)

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
3 ore fa, Max Aquila dice:

vi verro' a trovare con le mie domande...: mi sto digitalizzzzando musicalmente

E' finita l'era del grammofono a tromba ?
E tutti quei dischi puntinati ? :supermarameo:

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...