Jump to content

Quale lente addizionale?


Recommended Posts

  • Nikonlander

Su suggerimento di Silvio in un'altra discussione , vorrei che mi consigliaste quale lente addizionale e su quale obiettivo eventualmente montarla ,visto che sono di vario diametro .

In sostanza , volendo fare della macro e disponendo di: Sigma 10-20 f3,5 - AF-S 16-86 VR f3,5 -5,6  --- e 18-200 f3,5-5,6 VR II , quale lente dovrei scegliere?  Il 200-500 non lo prendo in considerazione.

Per logica mi viene da dire 18-200 ,ma........ sarà giusto ? E come vanno usati ? Perdono la distanza minima di maf ?

Grazie per i suggerimenti che mi darete

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator

E perché non porre la domanda direttamente nella discussione relativa all articolo di Silvio cui fai riferimento?

Forse l obiettivo più idoneo fra quelli che citi è proprio il 200-500 come da test effettuati proprio da Silvio, ma con tubo invece che con lenti addizionali...xD

 

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander

Hai ragione Max , ma pensavo che fosse fuori contesto ,

se vuoi puoi spostarla nella sezione idonea:dentone:

Grazie

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator

Certamente tra gli altri tre il 18-200 potrebbe dare qualche risultato in close up, ma non è di quegli zoom per i quali l acquisto di un doppietto acromatico, come le Marumi o le vecchie Nikon o qualsiasi altra lente di pregio, consiglierei.

Di gran lunga meglio funzionerebbe un semplice 50/1,8

Una lente addizionale serve precipuamente a diminuire la distanza minima di messa a fuoco dell'obiettivo cui sia anteposta 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Ciao Franco,

Tutto dipende da quanto vuoi ingrandire e quanto ti vuoi avvicinare.

Ho scritto alcuni articoli su questi argomenti ti metto i link, dagli un'occhiata così ti fai un'idea di base e poi possiamo discutere se qualcosa non ti è chiaro o cosa è meglio per te.

Per primo leggi questo dove spiega vantaggi e svantaggi delel due soluzioni:

http://www.nikonland.eu/forum/index.php?/page/indice.html/_/tu/macro-a-basso-costo-lenti-o-tubi-r160

Poi dai un'occhiata  a questi

 

 

In linea di massima con le lenti addizionali è meglio stare tra i 150 e i 200mm, di sotto si ingrandisce troppo poco, di sopra diventano difficili da gestire e si hanno molte aberrazioni, specialmente partendo da un obiettivo non proprio tra quelli otticamente più corretti. 

Sempre solo lenti addizionali acromatiche (negli articoli è spiegato cosa sono) quelle ad una sola lente danno scarsi risultati.

Comunque se leggi e ti interessa,  poi possiamo approfondire.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander
23 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

Certamente tra gli altri tre il 18-200 potrebbe dare qualche risultato in close up, ma non è di quegli zoom per i quali l acquisto di un doppietto acromatico, come le Marumi o le vecchie Nikon o qualsiasi altra lente di pregio, consiglierei.

Di gran lunga meglio funzionerebbe un semplice 50/1,8

Una lente addizionale serve precipuamente a diminuire la distanza minima di messa a fuoco dell'obiettivo cui sia anteposta 

 

Se la spesa  della lente dovesse essere pari o quasi  all'acquisto del 50/1,8 andrei sicuro sulla seconda opzione .

Mi documento un pò con i vs articoli e poi vedo cosa fare 

Grazie

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander
24 minuti fa, Silvio Renesto ha scritto:

Ciao Franco,

Tutto dipende da quanto vuoi ingrandire e quanto ti vuoi avvicinare.

Ho scritto alcuni articoli su questi argomenti ti metto i link, dagli un'occhiata così ti fai un'idea di base e poi possiamo discutere se qualcosa non ti è chiaro o cosa è meglio per te.

Per primo leggi questo dove spiega vantaggi e svantaggi delel due soluzioni:

http://www.nikonland.eu/forum/index.php?/page/indice.html/_/tu/macro-a-basso-costo-lenti-o-tubi-r160

Poi dai un'occhiata  a questi

 

 

In linea di massima con le lenti addizionali è meglio stare tra i 150 e i 200mm, di sotto si ingrandisce troppo poco, di sopra diventano difficili da gestire e si hanno molte aberrazioni, specialmente partendo da un obiettivo non proprio tra quelli otticamente più corretti. 

Sempre solo lenti addizionali acromatiche (negli articoli è spiegato cosa sono) quelle ad una sola lente danno scarsi risultati.

Comunque se leggi e ti interessa,  poi possiamo approfondire.

 

Ciao Silvio, 

il tuo articolo sul 200-500 lo avevo letto , ma non facendo macro è rimasto un articolo solo letto,

mentre adesso vorrei approfondire un pò e pertanto andrò a rileggerlo con più attenzione. 

Pensavo più al 18/200 in funzione della leggerezza nel doverlo portare in giro , si con il cavalletto 

ma sempre di un altro peso parliamo.

 Comunque grazie

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
2 minuti fa, francomanuti ha scritto:

Se la spesa  della lente dovesse essere pari o quasi  all'acquisto del 50/1,8 andrei sicuro sulla seconda opzione .

Mi documento un pò con i vs articoli e poi vedo cosa fare 

Grazie

Per cose non troppo piccole, meglio il tuo 200mm con un tubo o due come i Meike, controlla solo che mantengano l'Af.

 Se vuoi fare le libellule, le farfalle ecc. eviterei il 50mm, per il fatto che ti devi avvicinare molto, il che rende tutto più complicato. Come scrivo qui:

 

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
Adesso, francomanuti ha scritto:

Pensavo più al 18/200 in funzione della leggerezza nel doverlo portare in giro , si con il cavalletto 

Certo, come ho scritto anche qui sopra e nell'articolo che ti ho riportato, il 18-200 con un tubo è meglio per cominciare. Il 200-500 è stato un esperimento più che altro.

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander
2 minuti fa, Silvio Renesto ha scritto:

Certo, come ho scritto anche qui sopra e nell'articolo che ti ho riportato, il 18-200 con un tubo è meglio per cominciare. Il 200-500 è stato un esperimento più che altro.

 

 

Infatti

se ricordi anch'io l'anno scorso ho pubblicato foto fatte in giardino a farfalle , e devo dire che il risultato non è stato deludente.

Voglio approfondire  e vedere cosa riesco a tirare fuori;)

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator

Non vi voglio distogliere...ma io al 18-200 3,5-5,6 dx (stiamo parlando di quello?) non metterei proprio nulla, né davanti né dietro.

Comprare un doppietto acromatico da 80-100 euro per quello zoom è perfettamente inutile. 

Anteporre un tubo, lo renderebbe più buio di una delle gallerie della A19 

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander
19 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

Non vi voglio distogliere...ma io al 18-200 3,5-5,6 dx (stiamo parlando di quello?) non metterei proprio nulla, né davanti né dietro.

Comprare un doppietto acromatico da 80-100 euro per quello zoom è perfettamente inutile. 

Anteporre un tubo, lo renderebbe più buio di una delle gallerie della A19 

Si , stiamo parlando di quello ,secondo te essendo un neofita che non sa se poi perseguo quella strada (farfalle ,libellule ecc.. ), cosa dovrei fare ?

L'alternativa sarebbe usare il 200-500

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
27 minuti fa, francomanuti ha scritto:

Si , stiamo parlando di quello ,secondo te essendo un neofita che non sa se poi perseguo quella strada (farfalle ,libellule ecc.. ), cosa dovrei fare ?

L'alternativa sarebbe usare il 200-500

Se hai solo quei tre zoom citati, proverei comunque con una lente addizionale che ti renda semplice l approccio alle distanze ravvicinate.

E non spenderei (come detto prima) i soldi necessari all acquisto delle lenti consigliate.

La distorsione di quello zoom è superiore ad ogni tentativo di planeita e/o correzione cromatica.

Poi vedi tu: giustamente se vuoi avvicinare soggetti mobili come le farfalle, più sei distante meglio sarà.

Marumi ha una linea di lenti addizionali meno costose dei doppietti, ma più che decenti: il 18-200 ha diametro filtro da 72mm, una eccellente marumi dhg330 costa 125 euro, mentre una semplice dhg macro3 dello stesso diametro, meno di 30euri...

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander

Nel tuo articolo "Crimini e misfatti" definisci la lente Hoya (Queste lenti utilizzate, tra le quali la Hoya costa quanto due pizze ed una birra a casa, invece sono facili, veloci, quasi del tutto esenti da aberrazione sferica e da slittamenti cromatici consistenti.)

Comincerei da quello o in alternativa una dhg macro 3 e poi se son rose.....

Per le farfalle proverò ad usare il 200-500. 

Grazie ad entrambi per le dritte

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Sicuramente il 18-200 non è un obiettivo ben corretto per la macro, ma è quello che al momento è disponibile, Franco potrebbe intanto farsi un'idea di come vanno le cose e vedere se gli piace il genere pensare ad investire successivamente in qualcosa di meglio.
La mia proposta era di metterci un tubo "corto" in modo da non sottrarre troppi diaframmi e lasciare comunque un buon raggio di messa a fuoco. Con una lente da 3 diottrie avrebbe una distanza massima di lavoro di 30cm circa, una da 4 diottrie come la Hoya avrebbe una distanza massima di 25cm... un po' limitante a mio avviso, a prescindere dal calo sia pur minimo di qualità che si andrebbe ad aggiungere. Una lente acromatica da 2 diottrie (distanza massima 50cm)  forse sarebbe anche quella un buon compromesso. 

 

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
3 minuti fa, Adriano Max ha scritto:

Anch'io sono un fautore dei tubi macro... ;)

Salva la perdita di stop di luminosità.

Io invece  continuo a preferire le più semplici veloci ed economiche lenti addizionali.

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander

Premesso che per me avete ragione entrambi in quanto è la prima volta che mi cimento in un ambito

fotografico a me nuovo , provo a sentire se nel gruppo del circolo che frequento , c'è qualcuno che ha qualcosa da farmi 

provare ,altrimenti provo ad acquistare la lente Hoya e vedo come va , anzi comunque vada ,sarà un successo ,perchè

è un percorso nuovo che mai avrei pensato di intraprendere. Poi per investire in qualcosa di più performante ,tipo obiettivi dedicati faccio sempre in tempo,

( venduto il 300 f4 e ben due volte il 70-200 f2,8):frigno:

Link to comment
Share on other sites

  • Administrator
35 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

Salva la perdita di stop di luminosità.

Io invece  continuo a preferire le più semplici veloci ed economiche lenti addizionali.

con obiettivi zoom economici e di compromesso, nulla come una lente addizionale, anche a distanze operative ben inferiori al mezzo metro.

Proprio in questi giorni, un paio di scatti su 50-250 Z (che però sta a tre galassie dal tuo 18-200 del 2009)

890043947_00315052021-_Z5L0027MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.c66ce77c0a19435bef3a2a1bf44628db.JPG

Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander

Mi sono avvicinato anche io recentemente alla fotografia "ravvicinata" e, leggendo l'articolo di Silvio, ho scelto la Sigma Sigma AML 72-01 (circa 50€ su Amazon) che uso praticamente solo su Sigma 100-400 (su FX). 

Questa è di stamattina a 320mm (+ o - come 200mm su DX)

2021_0520Passeggiate0044.thumb.jpg.f5454b58759c1fa3db043ab79f10d648.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
21 minuti fa, RikyM ha scritto:

Mi sono avvicinato anche io recentemente alla fotografia "ravvicinata" e, leggendo l'articolo di Silvio, ho scelto la Sigma Sigma AML 72-01 (circa 50€ su Amazon) che uso praticamente solo su Sigma 100-400 (su FX). 

Questa è di stamattina a 320mm (+ o - come 200mm su DX)

2021_0520Passeggiate0044.thumb.jpg.f5454b58759c1fa3db043ab79f10d648.jpg

Una lente come la Sigma, cioè non troppo potente, la trovo anch'io una buona scelta sull'obiettivo adatto, ad esempio sul  Sigma 100-400 ci lavora bene, avevo provato anch'io quando ce l'avevo.  

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
19 ore fa, francomanuti ha scritto:

E come vanno usati ? Perdono la distanza minima di maf ?

In pillole:

Sia con le lenti che con i tubi perdi la messa a fuoco ad infinito.

Più la lente è potente più ingrandisce (a parità di focale dell'obiettivo)

200mm lente da 2 diottrie:

_DSC5711.thumb.JPG.eb358f41d27f6c6447f5bb264005717f.JPG

200mm lente da 3 diottrie:

 

_DSC5716.thumb.JPG.2ce7a4877589d4eee66c9ceb0cc5e94d.JPG

 

Però con le lenti addizionali hai un range di messa fuoco limitato regolato dalla potenza della lente. Con una lente da 3 diottrie potrai al massimo mettere a fuoco a 33cm dalla lente frontale di più no di meno sì, con una lente da 2 diottrie al massimo a 50cm, con la Hoya da 4 diottrie al massimo a 25cm, pensaci bene.

Con le lenti addizionali maggiore è la lunghezza focale dell'obiettivo su cui le monti maggiore l'ingrandimento che potrai ottenere, ma oltre i 200-300mm la qualità degrada.

200mm lente da 2 diottrie come sopra:

_DSC5711.thumb.JPG.eb358f41d27f6c6447f5bb264005717f.JPG

110mm lente da 2 diottrie

_DSC5712.thumb.JPG.6ea859736c33f03bc06d149616e3964f.JPG

Con i tubi è il contrario, a parità di lunghezza del tubo una focale minore ingrandirà di più, ma ti dovrai avvicinare anche di più.

 

200mm + tubo 35mm

_DSC5718.thumb.JPG.07884ad7d75c52093bca07d40104f00e.JPG

 

110mm + tubo 35mm

_DSC5719.thumb.JPG.3f95426fcb4ef4e015c796e17980b350.JPG

 

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Nikonlander Veterano

Quindi Silvio se ho capito bene, un 280mm con una lente da 2 diottrie ingrandirebbe un poco di più della prima foto che hai messo giusto?

Altra domanda queste lenti addizionali vanno bene su qualsiasi obbiettivo giusto? Compatibilmente con il diametro, si possono montare su qualsiasi obbiettivo di qualsiasi marca e anno di fabbricazione, senza problemi?

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Gli esempi che ho fatto sono tutti alla massima distanza consentita e su corpo FX,  anche col 200mm puoi ingrandire di più  andando più vicino.

Tieni presente che tu hai un corpo Dx quindi con la tua foptocamera immagina il tutto una volta e mezzo più grande di quel che ho pubblicato.

Con un 300mm alla massima distanza con una lente da due diottrie tu puoi ottenere un ingrandimento pari a 1:2 circa su FX; tenendo conto che tu hai un corpo Dx, arrivi quasi ad 1:1, ma  il problema è che non puoi scendere. Quindi  anche su un  280mm è un troppo forte come ingrandimento.

Come ho scritto sopra le lenti si possono montare su tutti gli obiettivi di qualsiasi marca, sono come dei filtri, ma i risultati e la qualità cambiano tantissimo a seconda dell'obiettivo e della focale. 

Esistono anelli adattatori da pochi euro che permettono anche di monterle su obiettivi di diametro diverso.

Io ho la lente da 72mm e la monto sul 24-200 con adattatore 67-72 e, se mi serve, sul 300 con adattatore 77-72.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
2 ore fa, cris7 ha scritto:

Quindi Silvio se ho capito bene, un 280mm con una lente da 2 diottrie ingrandirebbe un poco di più della prima foto che hai messo giusto?

Altra domanda queste lenti addizionali vanno bene su qualsiasi obbiettivo giusto? Compatibilmente con il diametro, si possono montare su qualsiasi obbiettivo di qualsiasi marca e anno di fabbricazione, senza problemi?

Scusami,  rispondevo a Franco che ha un corpo Dx, tu hai un corpo FF (FX) per cui gli ingrandimenti sono quelli che vedi sopra e sì col 280 hai un ingrandimento minimo  pari alla lunghezza focale dell'obiettivo diviso quella della lente addizionale ad esempio se la lente ha 2 diottrie avrai  280:500= 0,56 un po' più di 1:2. Perchè 500? perche le lenti addizionali hanno anche loro una focale propria, pari a 1000 diviso le diottrie, quindi 1000:2=500.

:)

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...