Jump to content

[stampa] Differenze tra monitor e stampa


Recommended Posts

  • Nikonlander Veterano

Volevo approfittare di questo periodo di confinamento forzato a casa per stampare un po' di foto scattate negli ultimi mesi e così, dopo aver pulito e controllato gli ugelli della stampante, sono passato a calibrare il monitor con il mio Color Munki Display.

Preventivamente, per scrupolo, sono andato nel sito di X-Rite e mi sono scaricato l'ultima versione del sw per Windows (1.1.4) che ho installato dopo aver eliminato la precedente versione.

Ho quindi seguito passo passo le indicazioni del sw, seguendo nell'ordine:
- Profilo monitor
- Impostazione display da utilizzare: Semplice (Fotografia)
- Misura della luce ambientale
- Misura per determinare il gamut e la risposta cromatica dello schermo

che ho effettuato dopo aver poggiato il sensore sullo schermo ed atteso la serie di patch di colori via via apparsi su di esso, salvando poi il tutto nel profilo monitor proposto dal sw.

Fatto questo ho poi svolto tutte le attività fino a lanciare la stampa utilizzando la solita metodologia di preparazione, i soliti parametri e la solita carta. Ma l'immagine stampata era molto diversa da quella a monitor (come si vede sotto) e, dico la verità pur non ritenendomi un esperto in materia, mai prima d'ora mi era capitato di fare una stampa così diversa dall'immagine osservata sullo schermo.

IMG_20201121_170646low.thumb.jpg.b6bf32fdd214e93470a83d2d400fedb5.jpg

Consapevole che ci sono diversi aspetti che possono aver influito sull'esito, sono però certo di non aver fatto nulla di diverso dal solito, eccetto aver installato l'ultima versione del sw Color Munki sullo stesso pc utilizzato con successo in passato, e con la stessa stampante già più volte utilizzata.

Potrebbe essere il sw il problema? Oppure cos'altro?

Grazie a chi vorrà darmi qualche suggerimento per ovviare al problema.

 


 

Link to post
Share on other sites
  • Redazione

Difficile dire qual'è il problema senza riferimenti.
Approssimativamente è uno di questi:
* Calibrazione monitor
* Impostazione stampa lato driver/LR
* Qualcosa che non va sulla stampante (tipo ugello del ciano intasato che quindi non compensa il giallo)

Ti direi di iniziare ad andare per esclusione: la foto hai provato a "tirarla fuori" in jpg per vedere sia i colori sia l'istogramma su un altro dispositivo? Se è sostanzialmente come la vedi monitor inizi ad escludere questo. Se non hai altri dispositivi caricala qui che la vediamo insieme.
L'istogramma in RGB lo guarderei perché se stampi con intento percettivo ed hai un canale molto fuori, la conversione di profilo potrebbe sballare tutto per farlo rientrare. 

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

Sono d'accordo con Massimo ma a parte tutto la stampa mi piace di più della riproduzione a monitor.

Quale delle due è più rispondente alla situazione ripresa, la calda o la fredda?

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

 

la sola calibratura e profilazione del monitor non garantirà mai una prossimità alla stampa 

s deve avere un ulteriore profilatura appunto per quella , fatta sulla base degli inchiostri , stampante e carte , che se passi da uno stampatore ti viene fornita o la calibri con lui 
in self made devi sapere i dati e crearlo sulla base di quelli , tenendo sempre presente che la gd di un monitor non è quella di una carte , approssimativamente sei alla metà o anche meno su monitor buoni e poi tenere conto anche della luminosità di lettura della stampante 

una modalità di pre-visualizzazione la si può ottenere col soft proofing , in pratica si simula il risultato rgb su cmyk +/- 
su PS praticamente crei un altro profilo che simula come apparirà l'immagine su carta 
ecco perche un ottimo monitor se si hanno mire del genere aiuta molto , con chiaramente relative sonde 

Dovrebbe esserci comunque una via anche da LR per avere una cosa simile , ma non ne sono certo 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

La corrispondenza tra monitor e stampa dipende da un bordello di fattori, io riesco a mantenere una coerenza facendo i seguenti passaggi:

Profilazione monitor, d'obbligo

calibrazione stampante mediante apposita funzione del menù (non è una profilazione con sondino ma serve ad uniformare il risultato su tutte le stampanti dello stesso tipo quando si cambiano cartucce)

scelta della carta in relazione al tipo di immagine

utilizzo del profilo canned rilasciato dal produttore della carta per la tua stampante.

Io ho anche il sondino per la profilazione della carta ma ci ho perso dietro troppo tempo e speso soldi inutilmente, con la convinzione che se non si utilizza un prodotto professionale, la profilazione non sarà migliore della canned rilasciata dal produttore (soprattutto se di marchi prestigiosi)

 

Il color munki l'ho avuto anch'io non è precisissimo, se calibri il monitor 3 volte avrai 3 profili diversi, io sono passato allo spyder, ma non sarà quello a produrre un risultato così differente come hai mostrato. Quindi meglio che niente.

 

Detto questo, un buon modo per avere stampe coerenti senza sbattersi troppo è quello di usare carte di qualità con il proprio profilo icc dedicato alla tua stampante.

 

 

...aggiungo, se ti piace un tipo di carta che vuoi usare per rapporto qualità prezzo, ma non ha il profilo icc, ci sono professionisti che con prodotti professionali (non come il mio da 300€) ti profilano la carta e ti rilasciano il corretto icc.

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...