Jump to content
Sign in to follow this  
MM!

1/4/2020 : Mercoledì in bianco e nero 1/4/2020

Recommended Posts

Ok.

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao.

"io do affinché tu dia " giusta affermazione.

non conosco il latino e ho cercato in rete...

Bel salto dal 2.0 e tanto impegno per chi di foto gode solo a farle come nel mio caso.

Ma.... da voi ho attinto molto , cercerò di essere più presente e attivo .

Grazie.

P.S. Vi ricordo che non posso fare promesse.....però siete stimolanti.

Ancora Grazie !

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una parola ancora sul tema.

Dopo " una foto a colori " (inevitabilmente un paesaggio), "una foto in bianco e nero" può essere il tema più semplice e generico possibile.

E' stato scelto per questo. Perchè ognuno pensasse ad una sua foto ... da bianco e nero. O almeno ne convertisse in bianco e nero una adatta. 

Io, ad esempio, quando scatto in bianco e nero lo faccio per un preciso scopo artistico.
Scatto in bianco e nero dall'origine, espongo per il bianco e nero, vedo il mondo in bianco e nero e solo raramente qualcuna di quelle foto poi vede la luce a colori (come si sarà visto nel mio commento alla mia foto : alcune di quelle foto a colori le ho visto anche io per la prima volta in questa circostanza ma si vede chiaramente che si possono vedere solo in bianco e nero tutte quelle foto e che a colori è come se fossero state scattate da qualcun altro in un'altra circostanza).

Eppure non mi pare che sia così per tutti.

Fotografare in bianco e nero - e lo dico anche per quelli "io no, in bianco e nero, no "  che mi sembrano come quelli "no, io il flash non lo uso, che schifo !", non è la stessa cosa che fotografare a colori.
L'esposizione non è la stessa, la composizione non è la stessa (perchè la scena, è diversa e non si gioca sui colori ma sui chiaroscuri).
E poi in digitale c'è una difficoltà in più, mentre i colori riproducibili sono potenzialmente milioni, i livelli di grigi non sono più di 255 al massimo. E spesso in alcune fotografie nemmeno si arriva a 100 gradazioni distinguibili.

In una parola, una fotografia in bianco e nero NON E' MAI, NON DEVE ESSERE MAI, NON PUO' ESSERE MAI :

  • una fotografia a colori desaturata (ossia privata dei colori)
  • una fotografia a colori venuta male che ... proviamo se in bianco e nero sembra meglio
  • una fotografia a colori con un livello di rumore inaccettabile che magicamente in bianco e nero pare che ha la grana della pellicola di una volta
  • una fotografia pessima sul piano compositivo/artistico che in bianco e nero poi agli amici sembra fainart :pollice_verso:

Quanto male ne pensate di questa mia precisazione ?

 

PS : avete dovuto scegliere la foto, vedere se vi andava bene, tramutarla in bianco e nero e poi sorbirvi il sermoncino di tutti e il mio per soprannumero.
Eppure siete sopravvissuti nemmeno vi foste presi l'influenza cinese. Mica male, no ? Adesso che siete immunizzati non datevela a gambe che viene il bello !

  • Thanks 1
  • Haha 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul selezionare le foto, se avete voglia, provate a fare questo esercizio per conto mio, immaginando di dover stampare una sola foto per serie in 100x75 cm con pannello, cornice e vetro ... a vostre spese !

QUI

PS : quel forum non è stato aperto per le mie esigenze ma più che altro per le vostre !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nuovo esercizio, a chi gli va e se vi va :

qui

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, MM! dice:

Fotografare in bianco e nero - e lo dico anche per quelli "io no, in bianco e nero, no "  che mi sembrano come quelli "no, io il flash non lo uso, che schifo !", non è la stessa cosa che fotografare a colori.

Avevo letto, ma non avevo focalizzato questa tua frase. Io sono fra quelli che il bianco e nero lo evitano, ma uso i flash, anche grazie a Nikonland. Però il flash è uno strumento che ti porta a realizzare foto a colori e in bianco e nero, mentre fra i due modi di fotografare si tratta di gusto o piacere dell’immagine che poi andrai a riprodurre ed è soggettiva, molto soggettiva.
Io non so dipingere, però apprezzo molto la pittura e vivo in una terra che ha dato i natali a Michelangelo, Giotto, Raffaello i Macchiaioli con i mirabili dipinti del Fattori e potrei continuare. Tutti geni del colore, perché il colore è vita, è luce, è il nostro modo di vedere e di ammirare ciò che ci circonda.

Poi, buttandola sullo scherzo, a noi dell’area Fiorentina il bianco e nero è come avere gli spilli negli occhi.

ciao ed al prossimo contest.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Albrecht Durer, studio di mani giunte in atto di preghiera :

89d3ccfd34104f6cc8e44ab7c48ea890.thumb.gif.d99427b58c857bce75d480629907a376.gif

Michelangelo Buonarroti : David

david.thumb.jpg.6976dd33e6c8bdfb579d8c92e0065107.jpg

Leonardo da Vinci : autoritratto e uomo vitruviano

1538751982-leonardo-vinci.thumb.jpg.f725782029cc2422ee3a7ee39e19b41d.jpg

:)

la base della pittura della tua terra proviene dal chiaroscuro. Tecnica che nasce in bianco e nero per dare volume al disegno in piano (mentre nella scultura si fa in modo che il volume, disegni le ombre ... in bianco del marmo e nero, dello scuro)

Portata all'assoluto da questo signore qua :

Caravaggio_-_Cena_in_Emmaus.jpg.2bf9525b23c19059db246d3c2e70e60b.jpg
Caravaggio : La Cena di Emmaus

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, MM! dice:

Portata all'assoluto da questo signore qua

Appunto, a colori. Il fine degli appunti era solo per preparare il lavoro finale, in un trionfo di colore. L'immagini la venere del Botticelli in bianco e nero, o i meravigliosi quadri degli impressionisti senza quelle tonalità morbide. 

Si torna sempre lì, è questione di gusti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Gianni54 dice:

Appunto, a colori. Il fine degli appunti era solo per preparare il lavoro finale, in un trionfo di colore. L'immagini la venere del Botticelli in bianco e nero, o i meravigliosi quadri degli impressionisti senza quelle tonalità morbide. 

Si torna sempre lì, è questione di gusti. 

È sempre una questione di gusti ma il colore ed il bianconero sono due forme di comunicazione diverse, e vanno pensate in modo differente, il bianconero deve avere un carattere essenziale ma molto evocativo, perché la mancanza di colore consente all’osservatore di concentrarsi di più sul messaggio.

Il colore è invece una forma di comunicazione più estesa, e quindi deve rispettare altre regole.

Due lingue diverse, entrambe con le loro difficoltà, perché se apparentemente il bw può sembrare più semplice, in realtà richiede una grande abilità, perché mette a disposizione meno strumenti tecnici.

  • Haha 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono perfettamente d’accordo con te, non ho mai detto che il bianco e nero è più facile, me ne guardo bene, è proprio questione di gusti ed io essendo poco (ti rubo la parola) evocativo, vado esclusivamente a colori. Salvo partecipare ai contest come stavolta, esperimento molto costruttivo e divertente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...