Jump to content

Il Gufo, la Z6 e il pinpoint.


Recommended Posts

  • Redazione

Siccome a Novara hanno tagliato la Pianta dei Gufi :( , ci siamo dati da fare per cercarne un'altra.  L'abbiamo trovata, girando per paesini tra il Lodigiano ed il Cremonese, seguendo vaghi indizi. Al primo paese della nostra lista  ci è andata male, anche lì spariti dall'anno scorso.  Al secondo tentativo... uno, ma meglio uno che nessuno.  

La foto non è eccelsa dal punto di vista estetico per due motivi: il primo perchè il  gufo dormiva sodo e quindi ha gli occhi chiusi , il secondo è che il 300 f4 Pf quando ci sono sfondi intricati diventa "nervoso" e di conseguenza rende nervoso chi fotografa (come si vede nell'inquadratura verticale).

Per avere il soggetto a fuoco ho seguito la tecnica già seguita ad es. da  Massimo Vignoli:, Af-S e area di messa a fuoco piccola (pinpoint), questo ha permesso di bypassare il problema dell'intrico di rami davanti e dietro che avrebbe sicuramente portato a fuori fuoco con altri sistemi.

Una prima prova, diciamo così, tornerò in orario più vicino al risveglio (del gufo ;) ) sperando che sia ancora lì e ad occhi aperti :)  .  I paesani mi hanno detto sono anni che che  due-tre gufi passano lì l'inverno.  Speriamo.

gufocapr1.thumb.jpg.e4a2201fd3ca508c1c54bca5c1523d35.jpg

Nikon Z6, FTZ, 300mm f4 Pf e TC 14EIII

 

gufocapr2.thumb.jpg.d277ad171a820072927b328383b24b8c.jpg

Nikon Z6, FTZ, 300mm f4 Pf e TC 17EII (prestato)

gufocapr3.thumb.jpg.1472c9594ac36a5bdfd0dcdb613ba4ea.jpg

Nikon Z6, FTZ, 300mm f4 Pf e TC 17EII (prestato).

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

  • Redazione

Grande Silvio, chi cerca trova!

Effettivamente lo sfocato del 300PF con il moltiplicatore è veramente brutto. In certi casi pare proprio meglio rassegnarsi ad un soggetto più piccolo nel frame e ricorrere al crop.

Link to comment
Share on other sites

  • Redazione
12 ore fa, Valerio Brustia dice:

Fischia, fino a Lodi si son trasferiti<????>

Buona la battuta... abbiamo avuto qualche dritta su alcuni possibili roost.

Piuttosto, tu che sei esperto del territorio, navigato e e addentro ai gruppi naturalistici novaresi, non avresti qualche posto da suggerirmi dove trovare dei roost (dopo l'efferato taglio di alberi a Biandrate e Novara siamo alla frutta)? 

 

Posso ricambiare con lezioni  di una qualche  disciplina orientale, per  le ossa  (vieni tu a Milano però :) ).

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...