Jump to content
Silvio Renesto

problema tra PC lettore e XQD

Recommended Posts

Aiutooooo

succede questo:

Il PC non riconosce più la scheda XQD e/o il lettore.

La scheda ed il lettore se collegati ad altri PC funzionano

Se metto qualsiasi altra cosa nella presa USB del PC dove metto il lettore XQD, questa altra cosa  funziona perfettamente.

La scheda funziona.

Cosa non funziona? GRRRR!

kingkong_01_163.jpg.56d158386e3094861ca9f2bfd2eec954.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

probabilmente il driver del lettore installato al tuo pc sia corrotto o andato perso e cerca di ripristinare dall'ultima volta che funzionava.

oppure disinstallare driver e reinstallare di nuovo il lettore driver

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ogni tanto Windows fa le bizze, ma questa è proprio strana. A me _ come a qualche altro miliardo di persone _ è capitato di tutto. Ma voglio spezzare una lancia in favore di Windows 10 (che su questo verso sta assomigliando un po' troppo a OS): sui device di ultima generazione bisogna fare attenzione ad infilarli nella USB 3.0, perchè può succedere che sulle 2.0 non vengano riconosciuti. Insomma, togliere compatibilità ai vecchi dispositivi per far funzionare tutto bene... mac style😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
49 minuti fa, DarioC dice:

comunque è più open di macOS

La volta che dovessi accendere la macchina fotografica - o il microonde o l'auto - e questa non mi riconoscesse l'obiettivo - o il sensore di pressione dei pneumatici - e per ripartire dovessi avere la perizia tecnica o conoscenze su cosa è capitato all'HW - che non ho modificato - ed al SW - che non ho modificato - beh, non credo che mi rassegnerò perché almeno è open. Ragazzi il software che non funziona non va giustificato, va corretto!

E se per farlo funzionare decidi di controllare il numero delle variabili per portarle in un ambito gestibile - come fa la Apple tenendo chiuso l'ecosistema - per me applichi solo il comune buon senso.
 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

... eh Massimo, magari fosse così.... il microonde non ti dice cosa devi cucinare e l'automobile non ti dice a chi puoi dare un passaggio... Apple lo fa e, ahimè, anche Windows sta imparando bene...;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/12/2019 at 20:28, Silvio Renesto dice:

Il fatto strano è che il PC fino all'altro ieri leggeva il ...lettore senza alcun problema, non ci sono stati aggiornamenti di software nel frattempo.

O.o

 

Edited by DarioC

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/12/2019 at 21:08, Massimo Vignoli dice:

La volta che dovessi accendere la macchina fotografica - o il microonde o l'auto - e questa non mi riconoscesse l'obiettivo - o il sensore di pressione dei pneumatici - e per ripartire dovessi avere la perizia tecnica o conoscenze su cosa è capitato all'HW - che non ho modificato - ed al SW - che non ho modificato - beh, non credo che mi rassegnerò perché almeno è open. Ragazzi il software che non funziona non va giustificato, va corretto!

E se per farlo funzionare decidi di controllare il numero delle variabili per portarle in un ambito gestibile - come fa la Apple tenendo chiuso l'ecosistema - per me applichi solo il comune buon senso.
 

 

Edited by DarioC

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io che rappresento il pubblico degli utenti incompetenti ma fortemente motivati all'acquisto di sistemi funzionanti e, sopratutto, che non ti rapiscano per tenerti sull'astronave (dove non ci sono virus, ma nemmeno u pilu)

vi confesso che sono più di vent'anni che leggo diatribe come quelle che precedono questa mia, nelle quali si difendono, da entrambe le parti, soluzioni indifendibili.

Perchè comunque di gente soddisfatta, ma veramente soddisfatta, di come funzioni un computer, che non abbia preoccupazioni di sorta, non ne conosco: se non quelli ancora più incompetenti di me.

Quelli che...beati i poveri di spirito...

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/12/2019 at 22:07, Max Aquila dice:

Io che rappresento il pubblico degli utenti incompetenti ma fortemente motivati all'acquisto di sistemi funzionanti e, sopratutto, che non ti rapiscano per tenerti sull'astronave (dove non ci sono virus, ma nemmeno u pilu)

vi confesso che sono più di vent'anni che leggo diatribe come quelle che precedono questa mia, nelle quali si difendono, da entrambe le parti, soluzioni indifendibili.

Perchè comunque di gente soddisfatta, ma veramente soddisfatta, di come funzioni un computer, che non abbia preoccupazioni di sorta, non ne conosco: se non quelli ancora più incompetenti di me.

Quelli che...beati i poveri di spirito...

 

Edited by DarioC

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, DarioC dice:

Eh si la diatriba è antica, anche se da Windows 8 in poi le differenze dell'esperienza-utente con MacOS sono minime. Windows 10 è un bel sistema e ormai lo preferisco (posseggo un MacBook Pro e un HP Windows).

Al netto di problemi specifici della macchina, Apple o altro, spesso i malfunzionamenti sono conseguenza di scarsa manutenzione.

si, si certo: scarsa manutenzione... oppure continui aggiornamenti, anche infrasettimanali, tali da rendere inutil/izzabile un notebook a meno che non lo si lasci perennemente acceso (peccato per il monitor)

Come peraltro si fa con i desktop: alla faccia del contenimento degli sprechi di energia...  

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/12/2019 at 00:44, Max Aquila dice:

si, si certo: scarsa manutenzione... oppure continui aggiornamenti, anche infrasettimanali, tali da rendere inutil/izzabile un notebook a meno che non lo si lasci perennemente acceso (peccato per il monitor)

Come peraltro si fa con i desktop: alla faccia del contenimento degli sprechi di energia...  

 

Edited by DarioC

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, DarioC dice:

La manutenzione è necessaria per tenere in ordine le varie cache, registri, applicazioni. Gli aggiornamenti sono inevitabili per tre ragioni almeno: ottimizzazione di sistema, compatibilità applicazioni terze parti, sicurezza.

Perchè lasciare il PC o Desktop acceso? Gli aggiornamenti lavorano in background, spegnendo la macchina mantengono il punto di aggiornamento fino al riavvio con connessione adeguata. Soltanto durante l'installazione non è possibile spegnere, ma è una fase di pochi minuti.

Dario, Dario, Dario. Lavoro in un settore in cui il WSUS  è diventato, mio malgrado in quanto rappresentante RSU aziendale, oggetto di controversia sindacale. C'è qualcosa di torbido negli aggiornamenti di Palo Alto, è accaduto tra l'altro di aggiornamenti emessi il martedì e rivisti il giovedì. Che se il tuo computer è "di casa, di cucina o di Maria" poco male, ma se quel computer è un Server win2016 con funzionalità Scada di telecontrollo di un impianto dall'altra parte di un oceano, allora può generare qualche brivido nel gruppo reperibili di turno. Così poco impattante che gli stessi mongoli della california stanno fornendo per Win10 le versioni LTSB ed LTSC a bassa frequenza di aggiornamenti (ma si può sentire??).

Consiglio: funziona? TUCA NO!!! W i sistemi isolati e le reti chiuse. Per tutto il resto c'è la tessera della FIOM-CGL.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco l'avevo detto....

Ho smesso di smanettare con i PC dai tempi di Win XP quando iniziai a fare il fotografo nonostante gli studi di ingegneria informatica, mi servivano macchine affidabili e pronte all'uso, un sistema stabile perché ero stanco di smanettare per dover fare un lavoro da 2'.

Provai a passare ad apple... all'epoca era notevole, poi ha mutato molte politiche ma non è questo i discorso, perché pure windows ha un approccio all'utenza piuttosto aggressivo e spesso ad insaputa dell'utente, in fin dei conti è marketing.

Negli anni mi sono abituato ad usare l'ecosistema apple, e vi assicuro che chi ci lavora e non fa l'informatico è veramente progettato per svolgere determinati lavori. Non è perfetto, nessun sistema lo è, gli sviluppatori sono umani e non sono infallibili. 

Ma solo chi usa questo ecosistema al completo (poi copiato in qualche modo anche da windows) l'interazione tra i vari strumenti di lavoro, che siano computer o tablet (perché sì mi capita di creare lezioni anche su tablet, che avevo iniziato sul Mac) telefoni o smartwatch, è in grado di apprezzare appieno le peculiarità, diversamente, meglio astenersi da giudizi.

Non importa chi è migliore, ammesso che ne esista uno in assoluto, quel che conta è con chi ci si trova meglio in base al proprio utilizzo.

Quando leggo queste difese in punta di fioretto mi viene da sorridere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dario ha un poco colto nel segno... il vantaggio di Apple è nell'integrazione. Poi chiaro che l'iPhone ha i suo difetti, il MacBook i suoi, l'iMac i suoi, l'iPad i suoi, ma il vantaggio "operativo" dell'insieme è davvero notevole... aggiungo anche che perlomeno per i computer c'è anche un aspetto di durata nel tempo (che non è così vera per il melafonino per esempio, la batteria del mio SE cambiata lo scorso anno è già defunta). Io faccio ancora post su un iMac Late 2009 che funziona benissimo; c'ho aggiunto (da solo) un SSD al posto del lettore DVD ed è stato l'unico intervento in 10 anni. Certo... quando la madre o la scheda video mi lasceranno sarà da buttare. In parallelo ho anche un HP preso lo stesso anno che in sostanza solo per accendersi ci mette mezza giornata... io, malgrado le mie origini "tecnico informatiche" non smanetto... accendo e uso. Quindi per me iOS per sempre. Quando si romperà l'iMac ucciderò il porcellino e ne prenderò un altro. Il tutto senza polemica, ognuno dei soldi fa quello che ritiene meglio. Ammetto di nutrire profonda invidia per chi ordina pezzi ogni anno e genera il suo transformer in eterna evoluzione... ma non fa per me

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/12/2019 at 11:33, Valerio Brustia dice:

Dario, Dario, Dario. Lavoro in un settore in cui il WSUS  è diventato, mio malgrado in quanto rappresentante RSU aziendale, oggetto di controversia sindacale. C'è qualcosa di torbido negli aggiornamenti di Palo Alto, è accaduto tra l'altro di aggiornamenti emessi il martedì e rivisti il giovedì. Che se il tuo computer è "di casa, di cucina o di Maria" poco male, ma se quel computer è un Server win2016 con funzionalità Scada di telecontrollo di un impianto dall'altra parte di un oceano, allora può generare qualche brivido nel gruppo reperibili di turno. Così poco impattante che gli stessi mongoli della california stanno fornendo per Win10 le versioni LTSB ed LTSC a bassa frequenza di aggiornamenti (ma si può sentire??).

Consiglio: funziona? TUCA NO!!! W i sistemi isolati e le reti chiuse. Per tutto il resto c'è la tessera della FIOM-CGL.

 

Edited by DarioC

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...