Jump to content

Recommended Posts

Inflazionato come soggetto, no? Però..  questo Nobuyuki Taguchi  con  la sua foto del Duomo di Milano mi ha convinto  ( per inciso ha usato un 70-200 f2.8 Nikon, ma in questi casi è poco rilevante, l'occhio  val  molto più della marca).  Che ne pensate di questa foto? Soprattutto chi fa street... ma anche gli altri ;)  

800_541.thumb.jpg.d0e65ccdb7f377e214a5e37e4803fb51.jpg

Per approfondire:

http://www.photo-visible.com/photo_gallery/photo_filmstrips_01.aspx

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me è molto bella, ho appena visto il link e devo dire che ci sono delle foto molto molto belle...

Lo street è un genere che mi è sempre piaciuto molto e mi piacerebbe un giorno avere ”quell’occhio” che fa la differenza tra una foto normale e la foto che racconti una storia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, fatto un giro sul sito del fotografo, probabilmente questa immagine è tra le meno interessanti presenti, secondo il mio gusto (sbiaditella, poco leggibile, lo sfuocato un pò irregolare non aiuta a mettere in evidenza la botta di culo delle due figure affacciate al balcone a distanza quasi simmetrica).

Non mi pare propriamente una foto di "street", sempre ammesso che possa esserci una definizione precisa per un genere che è in fondo un riempitivo tra gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, la foto che hai postato a mio giudizio è fra le migliori per il soggetto ritratto, ma fra le meno riuscite per lo sviluppo: è un po' "piatta" e la scelta del diaframma così aperto non mi convince.

Nel sito del fotografo ho visto delle foto ben fatte ma nel complesso poco originali (mi riferisco sempre al soggetto dello scatto): nel web se ne vedono tante simili a queste.

Ciò che invece mi ha colpito è il fatto che l'autore utilizzi una D3S, cioè non propriamente una macchina che passa inosservata: ma forse dalle sue parti la gente è più aperta e meno sospettosa se qualcuno decide di scattarle una fotografia con quel "bestione",

Un'altra cosa che mi sorprende un po' è che usa quasi sempre diaframmi molto aperti: aldilà del 28mm che adopera spesso e che consente un'ampia profondità di campo, ciò significa che ha/si prende tempo per mettere a fuoco e scattare. Le immagini riescono più gradevoli dal punto di vista estetico, ma - a mio giudizio - un po' "banali" non riuscendo (per il tempo necessario ad una buona messa a fuoco) a cogliere veri momenti di vita di strada, dove puntare e scattare con rapidità è spesso basilare per portare a casa un'istantanea davvero interessante.

Ovviamente ho espresso le mie opinioni: da appassionato del genere mi piacerebbe conoscere anche quelle di altri. :sorriso:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buona l'idea e anche l'occasione. Io l'avrei scattata diversamente: avrei spalancato il diaframma e avrei isolato completamente la donna i primo piano e il fregio che le sta di fronte, pazienza se il Duomo non sarebbe stato immediatamente riconoscibile a tutti; e avrei anche cancellato la persona in secondo piano che disturba. Però trovo normalissimo che ogni fotografo abbia, in certi casi, una visione sempre molto personale.:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Ethan Edwards dice:

(sbiaditella, poco leggibile, lo sfuocato un pò irregolare non aiuta a mettere in evidenza la botta di culo delle due figure affacciate al balcone a distanza quasi simmetrica).

Sempre che di 'botta di culo' si tratti.... ;) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...