Jump to content
Massimo Vignoli

Che bello che tutti non la pensiamo allo stesso modo....

Recommended Posts

.... perché così ho portato a casa un 14-24/2.8 AFS, NITAL, con un anno di garanzia NOC, formalmente usato ma privo di qualsivoglia segno di utilizzo - pure il bocchettone non ha nessun segno😂😂😂 - per 1.000€ tondi.

MV-Z6-20190704-3865-1200.thumb.jpg.97b6ba79456806a7b467b4bf848a80dc.jpg

Evidentemente un nuovo acquirente di Z7 e 14-30.... (scusate, mi è scappato 😂😂😂)
E' la mia ottica ponte per il nuovo 14-24 2.8S, che se rispetterà il trend 501.8AFS : 50 1.8S = 24-70 2.8AFS : 24-70 2.8S = 14-24 2.8AFS : 14-24 2.8S.........sarà stellare!!!!

Che dite? che tra 12 mesi questo 14-24 si deprezzerà ulteriormente? sicuro! anche perché per allora avrà notevoli segni d'uso.....
Che dite? che pesa 1.0kg vs 0.5kg? beh, le bilance mica sanno come pesarla la magia.....
Che dite? che sulla lentona frontale ipertrofica cattura un mucchio di riflessi? ma in che luce fotografate?!?!?

😂😀 Per chi prende tutto troppo sul serio: è un post ironico. Solo sono felice del nuovo giocattolo! 😀😂

 

  • Like 4
  • Thanks 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

...

Che dite? che pesa 1.0kg vs 0.5kg? beh, le bilance mica sanno come pesarla la magia.....
 

Ma tu hai un fisico bestiale. Magari le bilance non sapranno come pesare la magia.... ma il mio ginocchio destro la pesa alla perfezione, credimi. Eccome se la pesa ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io dico che hai fatto bene, gli strumenti di lavoro si scelgono confacenti alle nostre esigenze ed al di là di tutto, quel diaframma di apertura in più io sono sicuro che ti sarà utile.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuro che non tutti la pensiamo allo stesso modo ?

Io ho acquistato due volte il 14-24/2.8 Nikon, nel 2008 e nel 2011. L'ho usato giudicandolo un benchmark e degno del "corno magico".
Il riferimento fino all'arrivo degli ultimi due Sigma, decisamente più aggiornati. L'ho rivenduto entrambe le volte perchè a me i supergrandangolari non servono (pagato già a suo tempo sui 1.250 euro).

Ho sempre considerato un oggetto mediocre il Nikon 16-35/4 e indegno dei migliori corredi.

Penso che il Nikon Z 14-30/4 S sia un eccellente obiettivo per il fotografo di viaggio, non certo per il paesaggista esoterico, quello capace di passare nottate in alta montagna o fare scatti di minuti su una scogliera, al freddo.

Naturalmente penso anche che il prossimo Nikon Z 14-24/2.8 S sarà il nuovo benchmark, soppiantando decisamente il vecchio 14-24/2.8 F ed identificando ancora meglio i compromessi di compattezza e peso del Nikon Z 14-30/4 S e mandando definitivamente in soffitta tutti i superwide zoom per Nikon (vasi da fiori inclusi).

Penso anche che si debba sempre acquistare al momento in cui serve lo strumento più adatto a quello che dobbiamo fare (quindi il Nikon F 14-24/2.8 nel 2009, non nel 2019), se è disponibile sul mercato.
Penso anche che sia sbagliato vendere il Nikon 14-24/2.8 F per comprare un Nikon 14-30/4 S, specie considerando che il Nikon Z 14-24/2.8 S vedrà la luce non più tardi della primavera 2020.
Penso anche che non sia l'ideale impiegare una Nikon Z6 (o una Nikon D5) per fare paesaggio.

:)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, Parsifal dice:

...

Penso anche che si debba sempre acquistare al momento in cui serve lo strumento più adatto a quello che dobbiamo fare (quindi il Nikon F 14-24/2.8 nel 2009, non nel 2019), se è disponibile sul mercato.
Penso anche che sia sbagliato vendere il Nikon 14-24/2.8 F per comprare un Nikon 14-30/4 S, specie considerando che il Nikon Z 14-24/2.8 S vedrà la luce non più tardi della primavera 2020.
Penso anche che non sia l'ideale impiegare una Nikon Z6 (o una Nikon D5) per fare paesaggio.

:)

Si, il titolo del post è legato al fatto che NOC ha in vendita una quantità esagerata di nuovissimi 14-24AFS, cosa che non posso fare a meno di associare all'uscita sul mercato del 14-30S.
Noi siamo d'accordo sul fatto che uno non sostituisce l'altro, ma evidentemente quelli che a suo tempo hanno comprato e ora stanno vendendo tutti questi 14-24 o hanno sbagliato l'acquisto allora o lo stanno sbagliando adesso. Facilmente allora, e quindi per me sono fotografi da "armadietto", che comprano di volta in volta tutto quello che esce sul mercato, meglio ancora se costoso perché significa che è PRO. Fatto salvo che poi quando rivendono, quel materiale è ancora così nuovo da essere praticamente intonso.

Circa il fatto che oggi il 14-24 AFS sia superato da altre realizzazioni, in particolare quelle di Sigma, è possibilissimo. La mia scelta del Nikon piuttosto del Sigma e del Tamron è legata a:

  • Disponibilità, il Nikon l'ho trovato ed il Sigma no e men che meno il Tamron
  • Recensioni di comparative di astrofotografi (che è uno dei motivi per cui ho preso un grandangolo 2.8), che alla fine privilegiano Sigma su Nikon per il prezzo (mentre nikon avrebbe secondo quello che ho letto un tstop più alto e meno coma ai bordi) e tamron su entrambi per la qualità (ma di tamron in giro non ne ho trovati mai)
  • Prevedibile rivendibilità il prossimo anno (per me questo è un noleggio; mi aspetto di rivendere quello che ieri ho pagato 1000 a 700 tra 12 mesi).

E, ultimo ma non ultimo punto, che il Nikon l'ho provato, ho stampato le foto che ho fatto e ci sono rimasto a bocca aperta (e ti farò vedere qualcosa....).

Sul fatto che per i paesaggi la Z6 non sia il corpo migliore, beh ovvio.....  Ma come sai io sono uno Z utente in fase di test. Sono passato in 6 mesi da D5+D500+D810 a D5+Z6.... mica sono in fondo alla transizione. Ma per questa estate la Z6 è il punto che volevo raggiungere, ed i paesaggi che voglio fare sono in prevalenza dei notturni. Vedremo l' autunno che "voglie" fotografiche mi porterà dopo la stagione degli ungulati. Premesso questo, dalle mie personali prove sulla mia dimensione di stampa standard (A3+) tra Z6 e Z7 non c'è nessuna differenza; sulle mie stampe grandi (A2) si vede appena.... Il punto è giusto strumento per ogni lavoro e non migliore strumento per fare qualsiasi cosa (che nella pratica non esiste).

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Massimo Vignoli dice:

tra Z6 e Z7 non c'è nessuna differenza; sulle mie stampe grandi (A2) si vede appena....

Il motivo per cui ho scelto la 7, mi piace stampare molto grande, la 850 è eccellente ma richiede un po' di lavoro preparatorio alla stampa, mentre la Z è quasi pronta, a livello di sviluppo mi piace molto il lavoro fatto sulle Z (salvo per la riduzione rumore sempre presente)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti continuiamo a pensarla alla stessa maniera praticamente su tutto (tranne ironizzare su un miracolo di compattezza come il 14-30/4 S).

Compreso il punto nodale della questione : se non avessimo pagato dazio comperando la prima generazione di Z, tra tre anni ci saremmo ritrovati (oddio no ...) come il Valerio che si compra una non-mirrorless per fare le cose che si dovrebbero fare con una mirrorless ... non avendo fatto nel frattime l'esperienza che serve.

 

Ce lo dimentichiamo ogni volta ma quando abbiamo cominciato a fotografare, il 99,99% delle cose che pretendiamo oggi non esistevano nemmeno nei sogni più mostruosamente proibiti.
Strada facendo ci siamo fatti la bocca, comprando, usando e scartando tante cose.

Perchè con le mirrorless dovrebbe essere diverso ? Quale altro produttore è uscito con la mirrorless perfetta al primo corpo ?
Stanno imparando loro, dobbiamo imparare anche noi.

Personalmente una gran parte dei limiti dell'AF delle Z ho imparato a superarli.
Imparato usandola a fondo, intendo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Parsifal dice:

Sicuro che non tutti la pensiamo allo stesso modo ?

Io ho acquistato due volte il 14-24/2.8 Nikon, nel 2008 e nel 2011. L'ho usato giudicandolo un benchmark e degno del "corno magico".
Il riferimento fino all'arrivo degli ultimi due Sigma, decisamente più aggiornati. L'ho rivenduto entrambe le volte perchè a me i supergrandangolari non servono (pagato già a suo tempo sui 1.250 euro).

Ho sempre considerato un oggetto mediocre il Nikon 16-35/4 e indegno dei migliori corredi.

Penso che il Nikon Z 14-30/4 S sia un eccellente obiettivo per il fotografo di viaggio, non certo per il paesaggista esoterico, quello capace di passare nottate in alta montagna o fare scatti di minuti su una scogliera, al freddo.

Naturalmente penso anche che il prossimo Nikon Z 14-24/2.8 S sarà il nuovo benchmark, soppiantando decisamente il vecchio 14-24/2.8 F ed identificando ancora meglio i compromessi di compattezza e peso del Nikon Z 14-30/4 S e mandando definitivamente in soffitta tutti i superwide zoom per Nikon (vasi da fiori inclusi).

Penso anche che si debba sempre acquistare al momento in cui serve lo strumento più adatto a quello che dobbiamo fare (quindi il Nikon F 14-24/2.8 nel 2009, non nel 2019), se è disponibile sul mercato.
Penso anche che sia sbagliato vendere il Nikon 14-24/2.8 F per comprare un Nikon 14-30/4 S, specie considerando che il Nikon Z 14-24/2.8 S vedrà la luce non più tardi della primavera 2020.
Penso anche che non sia l'ideale impiegare una Nikon Z6 (o una Nikon D5) per fare paesaggio.

:)

io del 14-24/2,8 ne parlai malissimo qui

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io alla fine sono contento di aver preso la Z6 invece che la Z7 anche se sono essenzialmente paesaggista. Il mio corredo è sempre stato fatto da una sola macchina, sono un fotografo che scatta poco e in occasioni precise. La Z6 mi da file più leggeri, una resa migliore ad alti ISO e per stampe fino a 60cm di lato le differenze al mio occhio non emergono. La Z7 ha certamente più gamma a ISO minimi e probabilmente più dettaglio ma non è che alla Z6 manchino (le ho provate entrambe... certo ci vorrebbe lo stesso scatto alle stesse condizioni).

Per il 14-30... alla fine l'ho preso, malgrado continui a pensare che al lordo del cash back abbia un prezzo assurdo (ma avevo fatto la stessa considerazione per il 16-35 nel 2010), per le sue caratteristiche fisiche più che fotografiche. Le seconde le sto testando ma dato il numero limitato di scatti che faccio mi prendo un poco di tempo per le mie valutazioni. Di certo per ora usando due sw, uno che corregge i difetti e uno che non lo fa, ho avuto risultati opposti a quelli di Massimo. E certo non acquisterò un nuovo software per dimostrare il contrario. Alle focali da paesaggio che uso abitualmente f/8-f/11 fa bene il suo lavoro. E' filtrabile e con l'holder che ho (NiSi V6) non vignetta a 14mm (per essere precisi non lo fa a correzioni ACR attive, che tagliando parte del frame porta via un angolino minimo che viene oscurato, nulla che non si possa risolvere comunque con un passaggio in PS).  E' una tragedia purtroppo di notte dato che la messa a fuoco manuale è inaffidabile per l'infinito. Anche io ho considerato l'acquisto un nolo, all'uscita del nuovo valuterò cosa fare. La notevole presenza di 14-24 sul mercato ha invogliato anche me verso tale ottica e non è detto che non ne prenda uno prima del prossimo marzo per andare in Islanda per le aurore e i notturni. In alternativa l'evergreen 14 Samyang oppure la versione XP dello stesso oppure a prezzi un poco più alti il 14 Sigma. Non credo che i venditori di 14-24 abbiano preso il 14-30 per la maggior parte quanto piuttosto i molto pubblicizzati Sigma e Tamron e in ogni caso credo abbiano fatto cassa prima di una forte probabile svalutazione.

Sono un poco restio a dire il vero ad acquistare altre ottiche Z perché non sono così certo come altri che il sistema Z non farà la fine del sistema 1. Il percorso è lungo e difficile e la concorrenza non starà a guardare... un parco macchine che sta sempre un gradino indietro potrà forse andare bene per gli aficionados ma non permetterà di arrestare o invertire la transumanza verso altri marchi, compreso Lumix che è uscito con un prodotto di tutto rispetto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sigma intanto ci fa sapere che il prossimo 11 luglio presenterà alcuni obiettivi interamente riprogettati per mirrorless (ne parliamo qui)

Questi inizialmente saranno disponibili per Sony FE e Leica-L

Successivamente per Nikon Z e Canon EOS R.

Tra questi un probabile 14-24/2.8 Art che viene descritto come molto più compatto di quello per reflex attualmente in catalogo ;)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Marco63 dice:

[...]

Sono un poco restio a dire il vero ad acquistare altre ottiche Z perché non sono così certo come altri che il sistema Z non farà la fine del sistema 1. Il percorso è lungo e difficile e la concorrenza non starà a guardare... un parco macchine che sta sempre un gradino indietro potrà forse andare bene per gli aficionados ma non permetterà di arrestare o invertire la transumanza verso altri marchi, compreso Lumix che è uscito con un prodotto di tutto rispetto. 

Premesso che si può investire in attrezzature fotografiche solo alle aste di materiale raro e d'epoca - che so, per comperare una Nikon One del 1946 da 400.000 euro o una Leica II del 1934 appartenuta al fratello di Berija con cui fotografava i processi politici - mentre per il resto si comprano solo strumenti ottici per fotografare, a prescindere da prezzo e quotazioni del succo d'arancia concentrato ... il sondaggio di Nikonland dimostra come da un piccolo campione come il nostro (almeno per iscritti attivi) la percentuale di acquisto di Nikon Z sia semplicemente "mostruosa".

Le informazioni che sono in mio possesso dicono che "la transumanza" verso Sony è limitata alla sola Sony Alpha 9 per i pochi che necessitano di quelle specificità (diciamo un 1% del totale) che adesso si raffredderà in attesa del lancio della Mk II, per il resto si è fermata completamente.
Pur ammettendo che le attuali Nikon Z equivalgano più o meno a delle ipotetiche Sony A7 Mk II_e_mezzo, il nikonista trova soddisfazione solo in Nikon.
Lo stesso discorso credo si possa fare per Canon e i canonisti (che pure credo, siano i più che hanno acquistato Sony negli ultimi 5 anni).

Sulle potenzialità delle macchine Panasonic, sulla carta siamo d'accordo. Quando incontrerò uno che se l'è comprata veramente, gli farò una intervista completa che pubblicherò da qualche parte :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Parsifal dice:

Sigma intanto ci fa sapere che il prossimo 11 luglio presenterà alcuni obiettivi interamente riprogettati per mirrorless (ne parliamo qui)

Questi inizialmente saranno disponibili per Sony FE e Leica-L

Successivamente per Nikon Z e Canon EOS R.

Tra questi un probabile 14-24/2.8 Art che viene descritto come molto più compatto di quello per reflex attualmente in catalogo ;)

 

Interessante ! Io resto tra quelli che al 14-24 ART "attuale", preferivano il 14-24 Nikkor...quando poi uscira' la versione Z riaggiorneremo le impressioni ( che poi da parlarne, valutarlo, comprarlo...un po' ce ne passa ).

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Parsifal dice:

Premesso che si può investire in attrezzature fotografiche solo alle aste di materiale raro e d'epoca

Ho scritto in qualche posto investire? Di mestiere vendo prodotti finanziari, ho ben chiara la differenza.

 

10 ore fa, Parsifal dice:

Le informazioni che sono in mio possesso dicono che "la transumanza" verso Sony è limitata alla sola Sony Alpha 9 per i pochi che necessitano di quelle specificità (diciamo un 1% del totale) che adesso si raffredderà in attesa del lancio della Mk II, per il resto si è fermata completamente.
Pur ammettendo che le attuali Nikon Z equivalgano più o meno a delle ipotetiche Sony A7 Mk II_e_mezzo, il nikonista trova soddisfazione solo in Nikon.
Lo stesso discorso credo si possa fare per Canon e i canonisti (che pure credo, siano i più che hanno acquistato Sony negli ultimi 5 anni).

Sulle potenzialità delle macchine Panasonic, sulla carta siamo d'accordo. Quando incontrerò uno che se l'è comprata veramente, gli farò una intervista completa che pubblicherò da qualche parte :)

Non ho dati ufficiali quindi non discuto quanto affermi. Conosco però la disponibilità di usato Nikon e diversi che la transumanza l'hanno fatta o si apprestano a farla. Le A7 III diventeranno IV e poi V. E' vero che il nikonista è un innamorato ma tutti gli amori prima o poi finiscono e in ogni caso per la maggior parte degli innamorati ha la nostra età, più vicini alla pensione che ai brufoli dell'adolescenza. E purtroppo siamo inevitabilmente destinati a calare di numero anche se le liquidazioni potranno aumentare il budget a nostra disposizione.

Per la Lumix vedremo... 

Edited by Marco63

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...