Jump to content
Sign in to follow this  
Picard

Che ne pensate delle vostre Nikon Z ? La recensione dei proprietari delle Z di Nikonland

Recommended Posts

Ho fatto un nuovo calendario, dovendo sfuocare poco e potendo permettermi errori, ho usato la Z7 come corpo principale con 24-70 4.

Con il flash godox e trigger x pro è lenta, lentissima rispetto alla 850 tu pigi due volte e lei non è pronta oppure il flash è pronto una volta sì ed una no, cosa che con la 850 non accade.

Tuttavia, la qualità è notevole e tutto sommato gli errori i messa a fuoco sono comparabili a quelli della 850 che aveva il 105E usato tra 1,4 e 2

Perché sostengo comparabili perché la 850 a volte non sta dietro (neanche minimamente paragonabile alla D5) ma se sbaglia sbaglia di poco, quasi a predire male il movimento, nella Z7 invece gli errori sono netti o spacca il capello poo è fuori completamente, che è più comodo se consideri che sai già di non avere lo scatto mentre sulla 850 non lo sai fino al computer.

La velocità al dito è finalmente ottima (senza flash remoto), sarà il firmware a orecchio si fanno 4fps in sequenza.

L'eye detector funzionicchia neanche male, certo va in palla ed ho preferito tornare al punto singolo, ma in talune situazioni è estremamente comodo.

 

Morale, considerata la qualità del file utile, la leggerezza e possibilità di inquadrare senza rotolarmi per terra... dovessi farne un altro, la sceglierei ancora come corpo principale.

La latenza al monitor è una questione di abitudine, ci sto prendendo la mano, alterno reflex e ML con maggior disinvoltura.

1500 scatti (nessuno in raffica solo a dito) 75% di carica residua usando stabilizzatore e monitor alternato automatico, cioè con occhio in EVF senza occhi si accendeva il display.

Ottima esperienza pratica di stress...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho potuto usare la Z6 durante le vacanze estive, non un test approfondito ne una prova da rivista di fotografia. Comunque 10 giorni con Z6 e 24-70 spremuti per quelli che sono i miei usi da viaggio.
Nel complesso sono soddisfatto di quanto ho visto, anche se ci sono ampi margini di miglioramento.
Mi riservo di mettere le mie personali impressioni su un'articolo del blog con foto e considerazioni più dettagliate.

Per il momento dico solo AF ok, 24-70 f4 promosso, batterie da migliorare in autonomia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve. Posseggo la z6 dopo una D750, da 6 mesi avendo totalizzato 5000 scatti. Premetto che sono un semplice amatore dedito a ritrattistica familiare e street -wedding senza lucro. Solo esperienza da acquisire.

Che dire, sono molto contento delle prestazioni della z6 anche se ritengo , qualcosa va migliorato. Per quanto riguarda il software son passato da NX-D a CAMERA RAW  e devo dire che con i settaggi "on software " gia' predisposti, mi trovo bene. Sento poco la necessita' di lavorarci sopra. Uso solo NEF.

Menu' semplice da usare model NIKON.  In merito al corpo macchina lo trovo abbastanza dimensionato, anche se appena piu' grande andava meglio. Per quanto riguarda il singolo slot non trovo particolari diffficolta' essendo, come gia' detto, non professionista; ho al seguito una seconda XQD e quando serve faccio il cambio. Batteria anch'essa migliorabile; potevano farla come la D850? tipo EN-EL 18 .Anche qui ne ho due di riserva anche se non ricaricabili da usb. Anche qui si tira avanti tranquilli.. Un calcolo preciso non l'ho fatto, ma 500 foto le ottengo. Uso prevalentemente il mirino.

IL MONITOR: voglio soffermarmi su di esso. E' piacevole da usare , utile perche' ti permette di vedere l'istogramma su di esso e la foto che verra' ma, NON LEGGO NESSUNO CHE SI LAMENTI del buco tra una foto e la seguente. Dopo aver scattato una foto mi rimane a mirino la foto in visione ma nel contempo il soggetto si muove e io perdo occasioni di ripresa. Devo schiacciare quanto prima il pulsante di scatto per ovviare a tale ritardo. Nel frattempo ti sei perso qualche occasione. Possibile che non si possa ridurre quel vuoto temporale?

Il corpo e' leggero ma, purtroppo, appesantito da un FTZ con collegata la  proboscide del 24-70 2.8 VR. E arriviamo tranquillamente ai 2 kg ed oltre con dispiacere della cervicale. Sto pensando ad una permuta col 24-70 2.8 S, ma si sa occorre qualcosa di differenza dai 1000 euro in su. Mi tenta il modello  24-70 f4  S  ma, non so  se mi soddisfa. Faccio anche video e quindi quei motori super silenziosi mi farebbero comodo come pure la luminosita' del 2.8. Quella ghiera aggiuntiva che userei per impostare i DIAFRAMMI  e' una santa cosa.Trovo difficolta' nelle riprese in interni che  costringerebbero ad alzare molto gli ISO. Col 2.8 vado in giro dappertutto e scatto in ogni condizione di luce. Vuol dire che pazientero' e con un opportuno salvadanaio lo prendero'. Si risparmia peraltro 500 gr  di peso togliendo anche l'FTZ. Unico dubbio avendo gia' assaporato le delizie del 2.8 , vale la pena spendere tanto se non si e' professionisti che ci lavorano? 

Altro mio piccolo disappunto per quei due pulsanti anteriori FN1 e FN2. Io li ho abilitati entrambi per l'AF ma comunque non son tanto facili da usare. Non si poteva usare un pulsante sul retro dedicato?  Tipo quello degli iso?

Dimenticavo:  mandata in garanzia per 4 pixel visibili in mirino e per me bruciati, ritornate con rimappatura e spariti. Boh? L'assistenza ha fatto riferimento ad una pagina del manuale che non corrispondeva, a parer mio, a quel singolo caso. Io evito di usare gli alti iso( ho impostato in auto max 6400)  anche perche' ho il 2.8.  Se qualcuno mi spiegasse perche' sono apparsi e se dipende da un mio cattivo utilizzo io ne sarei grato. Laser credo di non aver beccati non andando in discoteca.Misteri della tecnica. Curiosita': la rimappatura si esegue solo con la pulizia automatica del sensore e poi si va d'assistenza?   Riappariranno? non so  perche non conosco da cosa dipendano.

Ho terminato .Per le mie caratteristiche visto che non amo portare ulteriori pesi ( obj )  al seguito con cambi d'obiettivo e infiltrazione di polvere ,sono comunque soddisfatto e conscio che si e' solo all'inizio di un nuovo iter. E' valsa la pena passare da D750 a z6? Per le mie esigenze credo di si. E' un piacere usarla.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Riccardo e grazie.

Rispondo a due dei tuoi interrogativi.

- il ritardo nel mirino quando si visualizza la foto appena scattata è la cosa che ho lamentato subito, è inaccettabile. Ed infatti l'ho disabilitata dopo averla provata.
Sinceramente non trovo sia una gran perdita in quanto se si scatta con la previsualizzazione a mirino delle impostazioni di scatto, la foto scattata sarà esattamente come vediamo la scena a mirino.
In questo modo io scatto anche a 12 fps senza il minimo grattacapo o ritardo che non sia di natura generale dovuto all'hardware limitato di queste prime Nikon Z;

- circa il 24-70/2.8 S non solo è più compatto del CAPODOGLIO 24-70/2.8 E VR con o senza FTZ, è di gran lunga migliore. Quindi la sostituzione dovrebbe essere già stata deliberata e la prima cosa da effettuare appena possibile, specie se come ho capito, é l'obiettivo unico o principale. Il 24-70/4 S è un onesto obiettivo da kit, il migliore proposto sinora da Nikon ma non è un obiettivo di prima classe, non uno che fa corredo a se. E' compattissimo, specie quando ritratto, relativamente economico, e conveniente specie quando si viaggia o si porta un obiettivo in più.
Comprato con la macchina è un affare ed un peccato rinunciarvi, comprarlo da solo a prezzo di listino, un non senso.

 

Sui pixel bruciati invece io non ne ho esperienza, o forse non ci vedo bene oppure su 24 o 45 milioni di pixel, mi basta l'abbondanza ;)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Jean-Francois Picard dice:

Ciao Riccardo e grazie.

Rispondo a due dei tuoi interrogativi.

- il ritardo nel mirino quando si visualizza la foto appena scattata è la cosa che ho lamentato subito, è inaccettabile. Ed infatti l'ho disabilitata dopo averla provata.
Sinceramente non trovo sia una gran perdita in quanto se si scatta con la previsualizzazione a mirino delle impostazioni di scatto, la foto scattata sarà esattamente come vediamo la scena a mirino.
In questo modo io scatto anche a 12 fps senza il minimo grattacapo o ritardo che non sia di natura generale dovuto all'hardware limitato di queste prime Nikon Z;

- circa il 24-70/2.8 S non solo è più compatto del CAPODOGLIO 24-70/2.8 E VR con o senza FTZ, è di gran lunga migliore. Quindi la sostituzione dovrebbe essere già stata deliberata e la prima cosa da effettuare appena possibile, specie se come ho capito, é l'obiettivo unico o principale. Il 24-70/4 S è un onesto obiettivo da kit, il migliore proposto sinora da Nikon ma non è un obiettivo di prima classe, non uno che fa corredo a se. E' compattissimo, specie quando ritratto, relativamente economico, e conveniente specie quando si viaggia o si porta un obiettivo in più.
Comprato con la macchina è un affare ed un peccato rinunciarvi, comprarlo da solo a prezzo di listino, un non senso.

 

Sui pixel bruciati invece io non ne ho esperienza, o forse non ci vedo bene oppure su 24 o 45 milioni di pixel, mi basta l'abbondanza ;)

 

Grazie. Scusa x la mancata conoscenza, ma non ho capito quale voce del menu' hai disattivato in merito alla visione a mirino senza ritardo . Cosa usi ora?Io uso il mirino e quando stacco l'occhio compare il monitor. O sbaglio in qualcosa. Con la tua opzione del menu' cosa si vede a mirino? L'istogramma mi e' comodo vederlo in contemporanea nella fase di ripresa . Dopo aver scattato io uso l'OK per visionare l'istogramma finale. HAI CENTRATO PER IL 24-70 2.8S , faro' permuta appena posso. Questo e' un hobby che comporta spesso sacrifici. Ma si vive solo una volta. Quindi largo al cuore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo letto male, credevo che tu avessi impostato la visualizzazione dello scatto appena fatto a mirino/display.
Questo crea un ritardo lunghissimo ed inaccettabile durante il quale la macchina è sostanzialmente congelata.

Invece il passaggio tra mirino e monitor è per forza di cose causa di un rallentamento in cui la macchina devia il flusso di immagini da un display all'altro e non c'è nulla da fare (ma non ricordo un'altra mirrorless in cui non ci sia).

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, riccardo55 dice:

Salve. Posseggo la z6 ...

Altro mio piccolo disappunto per quei due pulsanti anteriori FN1 e FN2. Io li ho abilitati entrambi per l'AF ma comunque non son tanto facili da usare. Non si poteva usare un pulsante sul retro dedicato?  Tipo quello degli iso?

...

 

Trovo i due tasti FN sufficientemente comodi, specie il secondo, quello più basso, a portata del mio anulare, che ho dedicato al cambio di formato.

FN1 sta dove è sempre stato il controllo della pdc obiettivo e lo uso per quello.

Mentre se vai a leggere bene la personalizzazione dei tasti (menù matitone/F/2) troverai sul retro possibile la personalizzazione del tasto AF-ON e del joystick (se premuto al centro) a cui potrai associare alcune funzioni, tra quelle proposte in elenco (pagg. 269-271 del manuale)

269.thumb.PNG.23976878870304038728194bed9edcde.PNG

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Jean-Francois Picard dice:

Avevo letto male, credevo che tu avessi impostato la visualizzazione dello scatto appena fatto a mirino/display.
Questo crea un ritardo lunghissimo ed inaccettabile durante il quale la macchina è sostanzialmente congelata.

Invece il passaggio tra mirino e monitor è per forza di cose causa di un rallentamento in cui la macchina devia il flusso di immagini da un display all'altro e non c'è nulla da fare (ma non ricordo un'altra mirrorless in cui non ci sia).

No. Avevi letto bene. Con la tua osservazione ho risolto impostando SI SOLO MONITOR. La foto non mi viene piu' visualizzata nel mirino, non si presenta piu' quel tempo morto e quando scatto vedo comunque l'istogramma attualizzato a mirino e la macchina e' sempre pronta nel mostrarti cio' che sta davanti all'obiettivo.. Dopo aver scattato, se voglio, rivedo la foto e schiacciando OK  vedo l'istogramma  definitivo. Tanto so gia' come veniva la foto!  Grazie per l'apporto dato, sono molto utili i forum.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra poco sarà un anno che ho la Z6, ho letto critiche di tutti i tipi ma sinceramente per quello che serve a me non ho notato grossi limiti (almeno della macchina, per quanto riguarda chi la tiene in mano... ;)  ) ci ho fatto foto di vario genere, dal ritratto al paesaggio passando per lo sport e non mi è mai capitato di non fare una foto per colpa della macchina, anzi, grazie al sensore stabilizzato ho fatto foto che, causa tempi lunghi, con altre macchine sarebbero venute mosse.... 

Secondo qualcuno sarebbe piccola ma io la trovo della misura giusta per me e con l'ergonomia studiata da Nikon mi sembra che si tenga bene in mano, al contrario di una certa concorrenza.

Che altro dire che non sia già stato detto? posso solo aggiungere che la nuova arrivata mi ha fatto tornare la voglia di fare foto.... 

DSC_7633as.thumb.jpg.46d1ce68fcca8ba4e1cbbe054f58fc51.jpg

DSC_7747s.thumb.jpg.89579b6c14af7bf0695a6b63046e7ea8.jpg

volevo mettere foto di altro genere ma qui sul portatile non le ho....

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riporto qui, come spazio più adatto, ciò che ho scritto in altro post, aggiungendo qualche altra impressione più "recente".

Io vorrei delle batterie o una gestione delle batterie che consentano una maggiore autonomia.

Dopo solo poche settimane di utilizzo non posso dare in questo senso un giudizio definitivo, ma l'impressione è che con la mia "slow photography" l'accumulatore abbia una durata abbastanza limitata.

Il mio modo di fotografare prevede di imbracciare la macchina risvegliandola dallo stand by, di mirare e di scattare; ma qualche volta imbraccio e non scatto, altre volte risveglio la fotocamera per averla pronta e poi neanche miro, non trovando interessante la scena che avevo prefigurato. Preciso che la macchina è configurata in modalità risparmiosa :D: solo EVF acceso, no visualizzazione dell'immagine ripresa, FW aggiornato all'ultima release, ecc.

E' un uso diverso da altri che scattano raffiche nell'arco di poche ore, ciò che evidentemente comporta un uso dell'alimentazione più "efficiente", ma il mio è comunque un utilizzo che immagino simile a quello di tanti altri fotografi.

Ripeto che si tratta di impressioni rilevate dopo un uso relativamente breve della macchina, nel quale ci sono alcuni accessi ai menu per prendervi confidenza, una batteria che probabilmente non ha ancora raggiunto la sua capacità massima di carica, una fotocamera che viene usata solo nel week end e che rimane spenta fino a quello successivo, ecc.

Aggiungo inoltre che il mio termine di paragone non è ovviamente la durata della stessa batteria nella reflex che avevo (e che ho ancora), ma quanto leggo dalle esperienze di altri con la stessa macchina o con ML di altri marchi.

Per parlare invece di una fra le tante impressioni positive avute dai primi utilizzi della macchina, c'è sicuramente quello dello scatto. Che oltre ad essere estremamente silenzioso se paragonato a quello delle mie reflex, è anche facilitato dal sistema anti vibrazione del sensore.

Scattare a 1/15" con poca luce limitando gli ISO è fra le cose che più mi entusiasma! Non che limito l'uso della sensibilità, ma a volte mi capita di non accorgermi di salire oltre la soglia "di sicurezza" di 1/30": il risultato è quasi sempre molto buono, e vedere l'immagine ben stabilizzata nell'EVF in fase di scatto mi spinge spesso a fotografare senza controllare il tempo di posa utilizzato. :)

In ogni caso attendo di avere una pratica di utilizzo più ampia per dare un giudizio definitivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...