Jump to content
Sign in to follow this  
Silvio Renesto

A proposito di Nikon e cinema

Recommended Posts

Qualche sera fa per, sbaglio e per pigrizia, ho visto un film:  "Io sono il numero quattro".

Un teen movie fantascientifico americano deteriore che più non si può (io pensavo fosse altro,  uno sci fi interessante). Si svolge per lo più in un college con tutte le situazioni del caso, nerd, bulli, cheerleaders...  più un ragazzo che in realtà è un alieno giovane e bello inseguito da alieni brutti e dentati. 

Ne scrivo perchè la ragazza coprotagonista che (naturalmente) si innamorerà del giovane alieno, è appassionata di fotografia, ha un suo sito ecc.  pubblica su uno pseudo instagram scolastico... ma cosa usa? Una Nikon F con Photomic! Nel 2011! E poi ne fa immagini digitali. Il vero divertimento del film è vedere la ragazza scattare le foto senza mettere a fuoco e  di notte senza flash e così via. In una scena, il ragazzo extraterrestre si trova in camera della fanciulla dove campeggiano in bella mostra le sue fotocamere: la Nikon F, una Canon a telemetro (che dice essere la sua preferita);  in un'altra scena la ragazza sta contrattando una Hasselblad d'epoca in un negozio.  Verso la fine del film,  mentre sono inseguiti da alieni assassini e mostri carnivori, si rifugiano nel college dove trovano tutto il tempo per sviluppare e stampare delle immagini che rigorosamente appendono al filo in camera oscura (la rapidità di questo sviluppo e stampa è sensazionale, dato che gli alieni stanno per invadere il college).

Il film è una schifezza, ma sono incuriosito:  mi chiedo cosa abbia portato gli sceneggiatori alla scelta di far usare alla ragazza vecchie macchine nemmeno autofocus.  All'inizio del film il ragazzo è  ripreso dagli amici in spiaggia con dei normalissimi cellulari che poi vengono pubblicati su un simil facebook.  Forse per far capire bene all'americano adolescente medio (il cui QI è difficilmente valutabile) che la ragazza (che è buona oltre che bella, non ama i bulli), è un'artista, una diversa come l'alieno? Forse pretendo troppo,   può essere solo una questione di apparenza estetica ?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, credo che il senso sia quello. 

REFLEX
GROSSA
RETRO

vs

smarfon

la telemetro Canon è solo una finezza.

Del resto anche Rick Deckard ama e usa a casa roba vintage, in contrapposizione con le apparecchiature del lavoro. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh sì, i film sono iperfarciti di questi preconcetti, a volte inseriti volutamente per dare un'immagine immediata, altre semplicemente per superficialità e ignoranza di sceneggiatori e registi. Peccato per il film, così uscito male che si sono fermati al primo libro, che invece ho trovato molto godibili. Ovviamente sono storielle senza pretese, da ragazzi, ma si lasciano leggere bene!

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Parsifal dice:

Si, credo che il senso sia quello. 

REFLEX
GROSSA
RETRO

vs

smarfon

la telemetro Canon è solo una finezza.

 

7677aff4-2a29-11e6-9b2f-a73ebfe86210.jpg.2405cc92bca7cf964d8e8ab03342c0bd.jpg

Mica tanto grossa la vecchia...

images.jpeg.8dc28e0e74236e5ead3548214a618f26.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Silvio Renesto dice:

mi chiedo cosa abbia portato gli sceneggiatori alla scelta di far usare alla ragazza vecchie macchine nemmeno autofocus.  Forse per far capire bene all'americano adolescente medio (il cui QI è difficilmente valutabile) che la ragazza (che è buona oltre che bella, non ama i bulli), è un'artista, una diversa come l'alieno? Forse pretendo troppo,   può essere solo una questione di apparenza estetica ?

 

Oppure, molto piu' prosaicamente, perche' il trovarobe della produzione aveva solo quelle sotto mano..... ?  xD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo,  la fotografia ha una funzione della "trama" (parola forte) . La Nikon F1 del film era la versione cromata, come anche la Canon, in modo da essere ben evidenti, e ci si insiste, ad esempio della Canon a Telemetro la ragazza dice che le piace perchè c'è un'infiltrazione di luce che rende le foto particolari. Secondo me come scrive Mauro è per aumentare l'effetto retrò e caratterizzare la ragazza.  Infatti era enfatizzato anche il click e il gesto di far avanzare la pellicola con la leva.  

Piccolo OT per Leo, la narrativa Young Adult in genere non mi ispira molto,  a volte però ci trovi  delle cose carine. Neil Gaiman ad esempio, il suo Graveyard book (il Figlio del Cimitero)  è una chicca. A dire il vero di Gaiman ce n'è  più d'uno che mi piacciono (American Gods, I Figli di Anansi...).  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui sembra che siamo davvero lontani dai tempi in cui registi come Sergio Leone studiavano nel dettaglio i modelli dei fucili utilizzati nel periodo in cui la storia del film si ambientava, così da richiedere alla produzione copie esatte di quelle stesse armi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...