Jump to content
Sign in to follow this  
Massimo Vignoli

Altri dati del mercato....

Recommended Posts

Canon ha pubblicato i risultati del primo trimestre 2019 ed una revisione al ribasso delle stime per il 2019.

923665601_Schermata2019-04-25alle08_32_57.jpg.dc7e3ba344ce8af4021c0c5935ff0e0a.jpg

La linea tratteggiata è la tendenza, mentre quella solida è il risultato su base trimestrale (arancio le macchine ad ottica intercambiabile - DSRL e ML - in giallo le compatte).

Canon stima che nel 2019, nell'intero mercato, saranno vendute 8.6 milioni di macchine ad ottica intercambiabile e ritiene di venderne 4.2 milioni, per un market share del 49%. Cioè stimano volumi globali più bassi di circa il 14% rispetto alle stime di inizio anno.

Relativamente alla questione DSRL vs ML, dicono:

  • La contrazione del mercato delle DSRL si è accelerata, in particolare per i modelli entry level
  • Stiamo fermamente spostando il focus dalle DSRL alle ML
  • Stiamo crescendo nelle vendite delle ML ad un ritmo che supera di molto il mercato nel suo complesso
  • Il livello dell'inventario è alto a causa del rallentamento delle vendite nelle DSRL. Lavoreremo a ridurlo ad un livello appropriato il prima possibile

Chissà che ne pensa la nostra Nikon e se è veritiera la loro dichiarazione di successo nelle vendite ML rispetto ai competitor. Interessante anche l'affermazione sul livello di inventario delle vecchie DSRL (e ritengo anche degli obiettivi). Se Nikon è nello stesso stato, dopo gli sconti sulle Z che per me in qualche modo confermano la dichiarazione di Canon sul loro successo di vendite nelle ML, ci sono da attendersi grossi sconti sulle DSRL e più ancora sulle lenti F. Leggerei il non arrivo di questi sconti in due modi alternativi:

  • Nikon è stata più brava e non ha i magazzini pieni di DSRL e ottiche F non più ricercate sul mercato
  • Nikon non sta ancora vendendo abbastanza Z da ritenere che gli sconti su F finiscano per cannibalizzare la vendita di Z

E' una questione abbastanza peculiare, perché se siamo tutti d'accordo che il futuro è ML dobbiamo considerare che per queste aziende il valore del magazzino, ed i ricavi che devono essere fatti nel venderne il contenuto, è fondamentale per evitare considerevoli perdite a bilancio.

Ma, alla fine del ragionamento, quello che mi aspetto io è una sostanziosa riduzione dei prezzi di tutto il mondo F dove si troverà materiale nuovo a prezzi molto ribassati che faranno collassare il mercato dell'usato e pure del mondo Z, ora sovrapprezzato.

Che ne pensate?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nikon storicamente non ha mai mantenuto i prodotti vecchi DSRL sul mercato, segno che è abbastanza attenta al magazzino. A differenza di Canon che all'uscita di un nuovo modello faceva trovare nei negozi più o meno sempre anche il precedente per norma Nikon, all'uscita di un nuovo modello pari categoria, fa sparire istantaneamente il modello precedente che si vende solo nelle grandi catene commerciali. C'è anche da dire che le DSRL recenti sono solo due D7500 e D850, tutto il resto potrebbe aver avuto blocchi di produzione da lungo tempo per quanto ne sappiamo e quanto c'è ora sul mercato essere solo residui. 

Sulle ottiche il discorso è diverso... Oggi, piaccia o meno, non si può prescindere dalle ottiche F.

Personalmente non credo che a breve possa esserci un calo clamoroso del prezzo del nuovo mentre è evidente a chi ha provato a vendere qualcosa una sensibile diminuzione del valore dell'usato già ora. Non lo credo perché il mondo Z non ha ancora basi solide. Se ciò avvenisse sarebbe un pessimo segnale,  significherebbe che Nikon ha un bisogno estremo di liquidità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me Nikon é stata più brava. Sia la D5 che la D500 dopo essere scese l'anno scorso a livelli da liquidazione da aprile hanno preso quotazioni in salita, segno che ce sono pochine in giro.

E non parliamo degli obiettivi F - quelli seri - che si devono cercare o ordinare, senza troppi sconti.

Era uno degli obiettivi del piano industriale insieme alla robotizzazione e ai prepensionamenti (ridurre le scorte di magazzino) per trasformare la filiera produttiva quasi on-demand (di fatto lavorando per campagne : presento un nuovo obiettivo, prendo gli ordini giusti, lo vendo, poi passo ad un altro).

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti di sconti particolare sui prodotti Nikon se ne vedono pochi:
Riguardo le Z, secondo me, è possibile che abbiano applicato delle offerte perché le vendite non erano al livello cercato ma credo anche che i prezzi siano stati ridotti semplicemente perché troppo alti.
Anche Sony ha dovuto calare il tiro nel giro di pochi mesi dalle uscite delle varie versioni di A7, ormai il numero di acquirenti compulsivi della prima ora si è decisamente ridotto ed i numeri si fanno solo se il prezzo è allineato con il mercato disponibile.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è anche il fatto che le novità in arrivo sono continue, oramai quasi esclusivamente di fascia alta, oramai quasi tutte di qualità allineata tra loro e il bacino di potenziali acquirenti è più o meno sempre lo stesso e più o meno sempre di sostituzione che di aggiunta.

Il segno di questo l'ha dato Panasonic che ha dovuto scontare le sue full-frame già alla consegna, perchè effettivamente il prezzo annunciato è stato valutato elevato rispetto alla capacità ricettiva, pur a fronte di un interesse concreto del mercato di riferimento (che è di doppia nicchia per necessità : full-frame e di un marchio che ha una quota frazionale).

Tra 4 settimane sarà presentata ufficialmente la Fujifilm GFX 100s, il cui prezzo viene ventilato sui $10.000/€10.000 che non credo creerà code ai negozi.

Ma già si parla della Canon EOS R da 63 megapixel e IBIS in arrivo in settembre e della Sony Alpha 9 Mk II con un sensore di caratteristiche "rivoluzionarie" (qualunque cosa significhi).
E sia Nikon che Sony stanno già lavorando ad una fotocamera ad alta risoluzione (non so se D o Z, non so se A9R o A7R) con il nuovo sensore da 60 megapixel e video 8K.
"Macchinette" che strizzeranno l'occhietto più ai $5000 che ai $3000 ...

In questa situazione è difficile che la gente - noi compresi - corra a comprare ogni novità e in ogni caso, come succede sempre nelle transizioni (per chi c'era si ricorderà il passaggio dal manual focus all'autofocus e poi quello dalla pellicola al digitale) ci sono resistenze, costi da sostenere per cedere l'usato, diffidenza. Tutte cose che deprimono le vendite che devono essere sostenute con promozioni perchè la gente se lo aspetta.

La novità di Nikon dello sconto premio, la rottamazione dell'usato etc., sebbene molto gradita, ha anche creato un precedente.
Così come sto comprando la Z6 adesso con uno sconto significativo sul prezzo di lancio ma dopo sei mesi, difficilmente la prossima Z la comprerò il giorno del lancio, immaginando che poco dopo Nikon/Nital faranno campagna promozionale.

Siccome tutte le statistiche di vendita sono impostate sul numero di pezzi venduti, e solo dopo sul controvalore, i numeri di Canon mi sembrano più che ragionevoli, specie perchè portati da chi il mercato lo guida da lustri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo le novità si succedono e tutti nessuno escluso a distanza di sei mesi fanno un ribasso del prezzo di vendita iniziale. Qualcuno poi sbaglia clamorosamente ed è fulminato sulla via di Damasco e decide di ripensare ex abrupto al prezzo di vendita (es. Panasonic) sperando poi di fare i numeri che aveva previsto, ma  i due grandi competitor, canon e sony, sanno come fare delle analisi del mercato serie, e cercano di arginare stoppando casomai anche la produzione, ma al contempo scalpitano, perchè vorrebbero colmare quel gap prestazionale che ancora sony possiede, facendo uscire nuovi modelli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/4/2019 at 13:24, Parsifal dice:

Secondo me Nikon é stata più brava. Sia la D5 che la D500 dopo essere scese l'anno scorso a livelli da liquidazione da aprile hanno preso quotazioni in salita, segno che ce sono pochine in giro.

E non parliamo degli obiettivi F - quelli seri - che si devono cercare o ordinare, senza troppi sconti.

Era uno degli obiettivi del piano industriale insieme alla robotizzazione e ai prepensionamenti (ridurre le scorte di magazzino) per trasformare la filiera produttiva quasi on-demand (di fatto lavorando per campagne : presento un nuovo obiettivo, prendo gli ordini giusti, lo vendo, poi passo ad un altro).

 

Il 26/4/2019 at 09:03, Sakurambo dice:

In effetti di sconti particolare sui prodotti Nikon se ne vedono pochi:
Riguardo le Z, secondo me, è possibile che abbiano applicato delle offerte perché le vendite non erano al livello cercato ma credo anche che i prezzi siano stati ridotti semplicemente perché troppo alti.
Anche Sony ha dovuto calare il tiro nel giro di pochi mesi dalle uscite delle varie versioni di A7, ormai il numero di acquirenti compulsivi della prima ora si è decisamente ridotto ed i numeri si fanno solo se il prezzo è allineato con il mercato disponibile.
 

Dite?

Eccoli qui.

Giusto per agevolare la lettura, questa una sintesi:

- la Z7 scontata di 600$, ora costa meno della D850, anch’essa scontata di 300$ 

- la D500 che era già stata scontata? Scende di altri 200$

- il 70-200E scontato di 650$, il 105E giù di 300$, il 24-70E di 500$....

in totale ci sono a sconto una trentina di lenti e tutti i corpi. Per ora l’unica cosa non scontata sono le lenti Z ed i super tele, a me sembra una cosa senza precedenti. L’ho scritto e lo riscrivo: hanno i magazzini pieni e non stanno vendendo abbastanza, di F e di Z. 

Di F perché sono percepiti come acquisti senza futuro, di Z.... pure. Al minimo perché sovraprezzate, secondo me perché anche inadeguate... ma so che siamo in pochi a pensarla così. Intanto chi ha comprato una Z a prezzo pieno 6 mesi fa pensa di comprare la prossima Z ancora a prezzo pieno o aspetterà? Lo so, lo so.... la risposta è “intanto ci fotografo”.... ma pure con le F si può fare... 😂😂😂😂😂

 

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente io dubito che uno che ritiene che una macchina sia inadeguata, si convinca a comprarla perchè c'è lo sconto "ufficiale" :)
E' più facile che lo faccia chi l'ha considerata sinora "cara".
Cara e inadeguata non sono né sinonimi né contrari.

Per il resto aspettiamo i dati ufficiali del bilancio 2019, chiuso al 31/3, in particolare per quanto riguarda il magazzino, che verranno pubblicati da Nikon il 9 maggio.

 

A me risulta che sia la D850 che la Z7, che la D5 che la D500 siano fuoriproduzione. Nikon ha già acquistato sia il nuovo sensore ad alta risoluzione da 60 megapixel che il nuovo sensore ad alta dinamica da 24 megapixel. E la prossima macchina Nikon ad alta risoluzione - sia essa F che Z - sarà comunque inadeguata rispetto a D5 e D6 in termini di velocità operative.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Kit Z6 con FTZ e 24-70 f4 , al netto delle differenze fiscali, costa più meno quello che ho pagato io con l'ultima promozione:
Sul discorso magazzini Nikon non saprei che dire, secondo me, di base, non si vende a più di certe cifre che casualmente sono le stesse della concorrenza, 100 euro in più o i meno.
Tutte le previsioni e le trimestrali che stanno arrivando dicono che le vendite sono in caduta libera a livello generale, su Sony sono ripartite le voci di una possibile dismissione dell'intero comparto fotografico... secondo me è già abbastanza per far fare a Nikon cose mai fatte prima.

Il fatto è che si devono tarare su un mercato decisamente più piccolo e non sarà un passaggio facile per nessuno, Nikon compresa ovviamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Negli USA (prezzi B&H e Amazon) : " The Nikon Z7 now has exactly the same price as the Sony A7rIII and the Nikon Z6 now is $200 cheaper than the Sony A7III."

Circa la dismissione del settore fotocamere di Sony direi che è una chiacchiera che ha fatto il suo tempo. Se lo faranno, sarà quando non potranno più fare in numeri che hanno in testa.
Rimanderei il discorso al 2022.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio inadequate - parlo delle attuali Z - è complementare a costose, le giudico inadeguate a prendere il posto delle F nelle borse dei fotografi e conseguentemente, con i profitti delle vendite, a fare il bilancio di Nikon per il 2019. Cosa che peraltro è comune affermazione di molti loro acquirenti che una o più F le conservano. 

Il mio punto è che i prezzi sono in riduzione drastica sul nuovo che presto spingeranno ad altrettanto drastica riduzione l’usato. Riduzione senza precedenti, a meno che qualcuno non sia in grado di citare quando è capitato che Nikon avesse a sconto la maggior parte del proprio catalogo!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vediamo il valore di magazzino al 31/3/2019 rispetto a quello al 31/3/2018 prima di addentrarci su sentieri sinora inesplorati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto abbiamo le consegne al marzo 2019 con l'effetto degli sconti di Nikon e Canon e il lancio della Canon EOS RP.

CIPA-camera-numbers-for-March2-550x405.png.737f264d275987072d611240575988c0.png
consegne di fotocamere ad ottica intercambiabile giapponesi

tolta la Fujifilm GFX 100S in uscita entro maggio ma da cui non mi aspetto numeri importanti, ulteriori novità in consegna si vedranno probabilmente dall'autunno.

Il che sostanzialmente significa che avremo l'attuale scontistica in corso sino ad agosto.

Nulla di strano con un mercato che è di 1/3 più piccolo di quello dell'anno scorso.

Secondo me, lo ribadisco, non dipende dal mix di prodotti, da quanto sia allettanti o meno le nuove fotocamere e ottiche rispetto a quelle già in possesso, è semplicemente una questione di volumi in gioco, di capacità produttiva rispetto alla domanda effettiva e di cost/income.

Se Nikon lanciasse oggi la Z9 e la D6 contemporaneamente, sposterebbe l'asse del mercato nemmeno del 1% (e la Sony A9 Mk II per sovrammercato ... pure).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi a Marzo in Giappone abbiamo avuto una crescita del numero di fotocamere vendute ? Quanto meno una inversione di tendenza, anche se i numeri totali sono addirittura inferiori ai minimi dell'anno scorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è il dato delle vendite in Giappone, è il dato delle spedizioni globali (mercato domestico e oltremare) di fotocamere giapponesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mercato è stagionale e cresce fisiologicamente verso l’estate. Si vedono comunque due cose:

1- i volumi molto più piccoli

2- la pendenza meno accentuata: crescono stagionalmente ma meno degli anni passati 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, oltretutto se sono le promozioni e le novità a far muovere il mercato non ci si possono aspettare grandi movimenti nei mesi successivi.
E' solo questione di capire quanto sarà forte la perdita secca sul 2018, a questo punto un 30/35% rischia di essere anche ottimistico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Temo che siamo messi  piuttosto male, è l'economia generale che non va.

Qualche giorno fa  ho ritirato il 14-30mm, prenotato circa due settimane prima, presso uno dei più importanti negozi di ottica della capitale.

Ebbene parlando con il personale mi hanno detto che il 14-30mm era stato prenotato solo da 6 clienti questo nonostante l'incentivo di €200 della NITAL.

Il 24-70 f/2.8 l'ha prenotato solo un cliente.

In pratica, facendo le dovute proporzioni i pezzi venduti in tutta la provincia si possono contare sulla punta delle dita.

Le scarse vendite non credo siano legate ai prezzi un po' alti soprattutto per le novità.

Sono i soldi, che data l'incertezza economica, la gente non spende a cuor leggero, basta guardare il mercato delle auto nonostante che per molti siano un

bene di lavoro e non voluttuario come la fotografia. 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Xq8gdtnT2ksdRGkVKJBAXb-970-80.jpg.54d65950837327230ad7c83db5255d03.jpg

andamento vendite mirrorless full-frame più vendute in Giappone, classifica settimanale marzo-aprile

 

Questo spaccato è l'andamento delle vendite dei modelli full-frame più venduti in Giappone (non sono presenti, come è ovvio, Sony A9 e A7R III, Nikon Z7 e altri modelli di nicchia).
Attenzione, non è un dato di vendita ma una percentuale di vendite. Cioé questo grafico non ci dice che le vendite della Sony A7 III sono in crescita nel periodo considerato ma che la percentuale di Sony A7 III vendute per ogni 100 mirrorless uscite dal negozio è cresciuta nel periodo dal 28% al 42% circa.
Considerando che le vendite di marzo sono in calo (e lo saranno anche quelle di aprile), anzi, credo che pure di A7 III - modello sul mercato da un anno - ci sia un calo di vendite.

Ma nello spaccato vediamo che :

- la Nikon Z6 sta crescendo aiutata dalla scontistica e dalla bella stagione. Probabilmente da fine aprile sarà anche aiutata dal lancio del 14-30/4, un 10% non è un dato di cui innamorarsi ma almeno è una presenza significativa
- che è poco inferiore a quella della Canon EOS R che secondo me sconta una scelta di obiettivi di lancio a dir poco ... discutivile (obiettivi super-pro, di costo e ingombro non compatibile con una macchina di fascia media)
- il prezzo della Canon EOS RP ha fatto il suo effetto al lancio ma anche qui, secondo me, sconta la mancanza di almeno un obiettivo di 5-600 euro dedicato al posto di obiettivoni che non ci azzeccano nulla con una macchina da 1200 euro
- comunque le due Canon insieme vendono circa il 27%, contro il 9% della Nikon e il 42% della Sony A7 III. IL totale delle macchine presenti in lista fa circa l'84%.

credo che la strategia dei prezzi a questo punto non sia sufficiente nemmeno sul breve-medio periodo ed è questa che sta incidendo negativamente sulle vendite complessive (al di la di altre considerazioni non consumer che riguardano sostanzialmente una popolazione simile a quella di Nikonland : cioé una nicchia marginale).

- Sony ha un sistema completo e maturo, sia lato fotocamere che obiettivi. Significativamente nuove immissioni sia di corpi che di ottiche non modificheranno in modo sensibile le vendite, gli effetti saranno più che altro legati a cosa faranno gli altri (vedi il lancio della EOS RP : un primo tentativo di ridurre l'egemonia)
- a Canon mancano obiettivi e in particolari obiettivi di primo equipaggiamento
- a Nikon mancano obiettivi e manca anche un corpo di fascia di prezzo più bassa

credo che sostanzialmente le mosse delle due case nei prossimi mesi saranno su questo fronte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le Canon R ed RP e, ma in misura minore secondo me, le Nikon Z sono servite prima di tutto a bloccare l'emorragia di clienti verso Sony. Il problema è che dopo il loro arrivo sul mercato un po tutti abbiamo capito che le reflex sono destinate a morire nei listini dei produttori. Questo ha incasinato non poco le scelte di chi vuole comprare e, ovviamente, a portato molti a restare alla finestra ed a tenersi i soldi in tasca. Tutto questo in aggiunta alla crisi economica generale che pesa moltissimo in paesi come il nostro, anzi pesa più di tutto il resto.

Le ultime scontistiche extra di Nikon su reflex e lenti F, secondo me, vanno nella direzione dell'alleggerimento delle scorte di magazzino per recuperare risorse da investire nelle nuove linee. Perché a questo punto cose come la Z con l'innesto F non avrebbero più senso, servono prezzi competitivi ed ampia gamma di scelte con prestazioni adeguate.

Tra l'altro sembra che i mercatini stiano scoppiando di corpi reflex in vendita, un po meno di lenti, altro motivo per non spendere sul nuovo potendo contare su una bella scelta di fotocamere a prezzi abbordabili. Ed anche motivo di freno al passaggio ai nuovi sistemi quando ci si accorge di quanto si sono svalutate le proprie attrezzature.

Insomma, secondo me, stiamo navigando un po tutti a vista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che sono numeri impressionanti. Perché in 5 settimane Canon ha perso il 20% di share, il 3% lo ha preso Nikon ed il grosso Sony. Condivido la lettura sul problema di nikon, ma con particolare accento sulla mancanza di lenti. Perché tra poco il ruolo del corpo economico lo avrà la Z6 e perché costando così cari gli obiettivi il differenziale di costo sul corpo non incide poi così tanto. O intendi un macchinino veramente entry level?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si io credo che uscirà un modello tipo la Canon RP da 1300 euro e uno o due obiettivi non S.

Share this post


Link to post
Share on other sites

https://www.nikonusa.com/en/nikon-store/mothers-day-sale.page?icid=img_en_us:hp:sub-nav:2:CaptureSavings_main:Z6:042819:mothersDay

Sconti piuttosto elevati su molti prodotti su Nikon USA. D750 -400$ solo corpo, -1000$ con 24-120, per fare un esempio... siamo alla svendita?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perdonami Marco ma TU una D750 con il 24-120/4 oggi, la compreresti nuova ? A prescindere dallo sconto ...

... come se un residente di Milano si comprasse oggi un diesel EURO 4 ad un prezzo eccezionale !

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, Parsifal dice:

Perdonami Marco ma TU una D750 con il 24-120/4 oggi, la compreresti nuova ? A prescindere dallo sconto ...

... come se un residente di Milano si comprasse oggi un diesel EURO 4 ad un prezzo eccezionale !

Forse no. Anzi, non lo so... Non è che smettono di funzionare. Il paragone Euro 4 non è del tutto corretto, con la Euro 4 probabilmente non ci puoi girare diversi giorni all'anno.

Resta il fatto che c'è una grossa campagna di sconti (peraltro proseguono sulle Z) che qui ancora non si è vista ma arriverà. Se è uno svuotamento dei magazzini o un fare cassa io non lo so...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...