Jump to content

VR ottiche Nikkor F su corpi Nikon Z via Nikon FTZ


Recommended Posts

  • Administrator

Io la penso come Bernardo. Potendo io ne farei a meno già ... da ieri.
Con l'85/1.8 credo che comincerò ad accantonarlo.
Mi mancherebbe giusto qualcosa di un pochino più lungo, ma nemmeno tanto.
Che con la Z7 un 135 è il massimo che si può pensare di usare comodamente.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 65
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Io non penso che chi abbia acquistato o stia per acquistare una serie z, abbia in animo di rimandare quasi sine die l'acquisto delle lenti dedicate. Sarebbe come l'acquisto di una porsche con le ruote

questo è quello ciò che ci risponde Nital: io e Mauro però,  dubitiamo fortemente che i 6 gradi di angolo di campo moltiplicati dai 4 kg di un 400/2,8 possano essere stabilizzati dal VR del senso

Max, realisticamente questo transitorio durerà fino a quando? in 3 anni faranno, se rispetteranno la roadmap, 15 lenti (12 identificate e 3 non definite, ). Il sistema F, che non è completo, ne ha 46 

Posted Images

  • Nikonlander
9 ore fa, bergat dice:

Certo non è transitorio l'uso del FTZ con le ottiche vecchie, ma è transitorio, almeno credo la volontà di servirsi delle ottiche vecchia serie sulle z., Almeno fino a quando non ci saranno ottiche sostitutive che diano il meglio sulle mirrorless. Certo la funzionalità dell'FTZ non decade col tempo, ma presto o tardi lo si abbandonerà, quando avremo ottiche dedicate.

Anche le ottiche attuali si abbandoneranno quando ci saranno ottiche migliori. Però nella road map, a parte la triade di f/2.8 che pare essere un poco il must have del nikonista in ogni generazione, ci sono delle assenze che possono essere colmate solo con gli AF-S e credo sarà così per un sacco di tempo. Quindi l'FTZ resta un punto fondamentale del progetto Z, senza il quale oggi, ma anche tra 4 o 5 anni, la Zx non può soddisfare le esigenze dei fotografi.A parte i fissi lunghi nella Road Map, la cui assenza può far pensare che quelli AF-S vadano bene così come sono, penso non solo ai celebratissimi 24/1.4, 28/1.4, 35/1.4, 85/1.4, 105/1.4, ma anche alle ottiche più plebee come 24-120, 28-300, 70-200/4, 70-300 che magari non hanno prestazioni top ma sono dei compromessi che molti accettano volentieri non mantenendo la prole con le foto.

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

Io dubito che la roadmap di obiettivi Nikon - pubblicata e sostanzialmente invariata nell'agosto 2018 - sia come le Tavole della Legge di Mosè. Verrà rapidamente aggiornata includendo decine di altri obiettivi.

Quello che sfugge nella logica dell'adattatore (utile, per carità ... ma temporaneamente) è che le ottiche Nikon Z che stanno uscendo sono sinora SEMPRE nettamente migliori delle pre-esistenti pariclasse, similari o identiche disponibili per reflex.
Gli obiettivi Nikkor Z sono di una intera generazione più avanti di quelli del catalogo Nikkor F.
E niente mi induce a pensare che non lo saranno anche i prossimi superteleobiettivi, superzoom, macro (figuriamoci !) etc. etc.
Usare i Nikon F sulle Nikon Z quando esistono i sostituti per Nikon Z è come viaggiare con il freno a mano tirato.

Naturalmente la sostituzione di un intero catalogo non si fa e nessuno spero pretenderà che si faccia in tre anni tutta insieme ...

... quindi il Nikon FTZ era ed è necessario per compensare i gap, ma tutt'altro che permanente e nel caso di molti fotografi, a tendere già superfluo entro breve termine.

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano

Io credo che lenti super tele in versione Z ne vedremo solo dopo l'arrivo della Z8 o Z9 sul mercato. Al di la di quello che scrivono i vari testimonial Nikon non ha molto senso oggi, una Z7 con un 800 mm per certi usi. Tanto vale tenersi la D4 e mettere soldi da parte in attesa di un corpo tropicalizzato e con batteria adeguata.

Io spero vivamente che il prossimo aggiornamento firmware risponda anche a qualche critica o richiesta degli utenti. Sarebbe sicuramente un bel segnale per noi.
Purtroppo non è riportato l'elenco esatto dei vari fixing previsti per maggio, ci tocca aspettare ancora qualche settimana per scoprire cosa hanno combinato i nostri amici nipponici.

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
  • Administrator
4 minuti fa, Sakurambo dice:

[...]

Io spero vivamente che il prossimo aggiornamento firmware risponda anche a qualche critica o richiesta degli utenti. Sarebbe sicuramente un bel segnale per noi.
Purtroppo non è riportato l'elenco esatto dei vari fixing previsti per maggio, ci tocca aspettare ancora qualche settimana per scoprire cosa hanno combinato i nostri amici nipponici.

PIù che altro come giustamente sottolinei anche tu, non è ancora dato sapere se, oltre all'animazione del riconoscimento dell'occhio (che in larga parte funziona anche oggi, senza) ci sarà un miglioramento generale dell'autofocus con soggetti veloci e vicini e le indecisioni soggetto-sfondo che affliggono oggi le due prime Z.
Io non mi aspetto rivoluzioni e sinceramente non capisco il perchè di questi tempi così lunghi se non c'è un profonda rivisitazione di tutti i sistemi (cosa che non è tra le premesse di questi aggiornamenti che vengono "venduti" come integrazioni e non correzioni della base).

Volendo fare i criticoni, Nikon sembra la Ferrari di quest'anno. Formidabile se non ci fosse la Mercedes :)

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander
20 minuti fa, Parsifal dice:


Gli obiettivi Nikkor Z sono di una intera generazione più avanti di quelli del catalogo Nikkor F.
E niente mi induce a pensare che non lo saranno anche i prossimi superteleobiettivi, superzoom, macro (figuriamoci !) etc. etc.

Tutto vero. Ma manca la carne 😁. Con tutto lo sforzo produttivo che Nikon può mettere in campo prima di avere un parco ottiche paragonabile ci vorranno anni, mi sa che andrò in pensione prima di vedere un 180 Z oppure un 14 Z. Sempre che il progetto Z sia il futuro e non un nuovo Nikon 1, cosa che dipenderà fortemente dalle vendite, e che Nikon quando andrò in pensione ci sia ancora 😶. Aggiungo anche che alcune delle ottiche che risultano "peggiori" in versione AF-S sono ottiche pensate per quel mondo in economia (50/1.8, 35/1.8) come succedanei e la gran parte di quelle che saranno sostituite da Z sono progetti che hanno più di 10 anni quindi che siano migliori non dovrebbe stupire più di tanto... siamo davvero così convinti che non potevano fare un 24-70/4 F altrettanto buono?

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

Caro coetaneo, ti garantisco che il 24-70/2.8 S è di gran lunga superiore al 24-70/2.8E VR. A parità di prezzo (più o meno) e di impostazione. Con un vantaggio della versione S in termini di peso e dimensioni. E la versione F non è sul mercato da un eone, come il 50/1.4 AF-S o il 105/2.8 VR.
Mentre il 50/1.8S per me da la paga non al 50/1.8F ma al 58/1.4F che non è certo un oggetto economico ...

Circa il resto, sicuramente andremo in pensione prima noi (chi prima, chi dopo), e il catalogo Nikkor resterà deficitario. Con il mercato attuale (ho sentito i numeri di vendita dei nuovi obiettivi Nikon Z e non ci si potrebbe equipaggiare un battaglione) non c'è semplicemente lo spazio economico e commerciale.
Non tornerà mai la Nikon del catalogo AI/AIS. Ma sinceramente oggi nessun fotografo ne ha bisogno (e nessuna casa ci pensa a proporlo).
Figuriamoci noi oltre i sessantanni oramai imminenti.

Uno o due macro certamente compariranno nella roadmap per il 2020, garantisco io. E anche i superzoom per quell'epoca saranno realtà. 25-30 obiettivi bastano e avanzano per molto, anche se non per tutto.
E con l'uscita delle macchine professionali, ci saranno anche il 300/2.8 e i suoi fratelli.

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander
1 ora fa, Parsifal dice:

25-30 obiettivi bastano e avanzano per molto, anche se non per tutto.

Ah, a me ne bastano 4 o 5, anche abbondano... preso il 14-30 che andrà a fare quello che faceva il 16-35 sulla D800 (spero meglio) se mi fanno un 70-200/4 compatto e leggero con il 21 Zeiss e il 60 micro che già ho sono a posto per un sacco di tempo, ben oltre la pensione che non è proprio dietro l'angolo ma nemmeno troppo lontana (poi le scimmie si sa urlano sempre). Magari se mi fanno un 14 o un 16 stile Sigma ART, ecco a quello potrei anche pensarci.

Quello che io intendevo dire è che oggi, non domani o tra due tre quattro anni, se vogliono vendere le Z devono urlare ai 4 venti che l'FTZ è pura magia. Poi domani vedremo, chissà se c'arrivo a domani 😉

Link to post
Share on other sites
  • Administrator

Le ottiche Z sono pura magia. L'FTZ uno splendido miracolo destinato a finire in un cassetto :)

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
  • Administrator
30 minuti fa, Parsifal dice:

Le ottiche Z sono pura magia. L'FTZ uno splendido miracolo destinato a finire in un cassetto :)

tornando in topic, 

a me il VR delle ottiche F montate su FTZ funziona a meraviglia e se anche resti in presa diretta per tutto il tempo delle riprese che effettuo, ho più volte pubblicato i risultati che una semplice EN-EL15 (nemmeno a o b) mi consente di ottenere (e in borsa ne tengo una sola di scorta)

Ovviamente ci sono dei generi fotografici per i quali questo non sia sufficiente e si renda necessaria una differente gestione dell'alimentazione.

Motivo di più per auspicare che la roadmap Nikon Z si arricchisca di obiettivi adatti a quelle esigenze il prima possibile.

Nel frattempo ci sono mille modi per ottimizzare i consumi "eccessivi" del VR se si modifichino impostazioni a menù "troppo generose" o dotandosi di alimentatori separati.

Ove ciò non sia possibile/gestibile, meglio restare su attrezzature reflex che consentano di mantenere abitudini sperimentate.

Il sistema Z in questo momento non è l'Aspirina: adottarlo in via definitiva non conviene a tutti, con i corpi macchina attuali: l' FTZ è il miglior adattatore originale sul mercato in termini di efficienza e di adattabilità (anche ad ottiche F di altri marchi), ma non può certo risolvere ogni problema di ripresa.

Questo è il pensiero della Redazione di Nikonland, che non vende, non promuove, ma pubblica il risultato delle sue personali elucubrazioni, sempre mutuate dall'operatività.

In maniera critica, nel senso etimologico del termine (krino= giudico).

 

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano
Il 16/4/2019 at 13:32, Max Aquila dice:

tornando in topic, 

a me il VR delle ottiche F montate su FTZ funziona a meraviglia e se anche resti in presa diretta per tutto il tempo delle riprese che effettuo, ho più volte pubblicato i risultati che una semplice EN-EL15 (nemmeno a o b) mi consente di ottenere (e in borsa ne tengo una sola di scorta)

Ovviamente ci sono dei generi fotografici per i quali questo non sia sufficiente e si renda necessaria una differente gestione dell'alimentazione.

Motivo di più per auspicare che la roadmap Nikon Z si arricchisca di obiettivi adatti a quelle esigenze il prima possibile.

Nel frattempo ci sono mille modi per ottimizzare i consumi "eccessivi" del VR se si modifichino impostazioni a menù "troppo generose" o dotandosi di alimentatori separati.

Ove ciò non sia possibile/gestibile, meglio restare su attrezzature reflex che consentano di mantenere abitudini sperimentate.

Il sistema Z in questo momento non è l'Aspirina: adottarlo in via definitiva non conviene a tutti, con i corpi macchina attuali: l' FTZ è il miglior adattatore originale sul mercato in termini di efficienza e di adattabilità (anche ad ottiche F di altri marchi), ma non può certo risolvere ogni problema di ripresa.

Questo è il pensiero della Redazione di Nikonland, che non vende, non promuove, ma pubblica il risultato delle sue personali elucubrazioni, sempre mutuate dall'operatività.

In maniera critica, nel senso etimologico del termine (krino= giudico).

 

Beh l’uso della batteria è molto in funzione della situazione, perché a me è capitato di fare 173 scatti con il 19% residuo quindi con l’81% di carica.

Probabilmente il dato cipa considera una media delle varie situazioni d’utilizzo.

Edited by Dario Fava
Link to post
Share on other sites
  • Administrator
23 minuti fa, Dario Fava dice:

Beh l’uso della batteria è molto in funzione della situazione, perché a me è capitato di fare 173 scatti con il 19% residuo quindi con l’81% di carica.

Probabilmente il dato cipa considera una media delle varie situazioni d’utilizzo.

in questo senso a me non è capitato mai con le batterie originali di fare meno di 6-700 scatti con consumi maggiori quando ho utilizzato molto Snapbridge per l'invio al celliulare di file jpg e in condizioni di utilizzo per le quali mi sia capitato di fare molto uso dei menù.

Certamente io non faccio video con le mie fotocamere.

Anche la batteria Patona fallata non è andata mai sotto i 400 scatti effettivi, pur arrivando solo al 30% della carica prima di andare in tilt, ogni volta

Statistica basata su poco meno 40mila files scattati ad oggi con la Z 6...

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander Veterano
3 ore fa, Max Aquila dice:

in questo senso a me non è capitato mai con le batterie originali

Batteria originale, 4 ore di still life in studio 173 scatti con ibis disattivato.

Link to post
Share on other sites
  • Nikonlander

Eh sì, è il problema di avere uno schermo acceso, il consumo non è più solo esclusivamente dovuto al numero di foto scattate, ma al tempo che rimane acceso!

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Ritorno sulla questione VR delle ottiche F su corpo macchine Z. Questo argomento mi sta particolarmente a cuore dato che recentemente ho acquistato usato il 70-200 f.4 in attesa  del futuro corrispettivo Z. Non ho ben capito se lo scatto sfrutta il solo il Vr dello zoom oppure se questi è inibito e lavora solo quello sulla macchina, o forse i due sistemi sono incompatibili tra di loro. Di certo non aiuta nemmeno il menù in Z6 che, alla voce riduzione vibrazioni, la voce è disattivata ma che comunque cambia da ON a OFF a seconda se lo slider del VR sia settato su On o Off. Questo fatto accresce oltretutto la mia confusione leggendo il manuale che alla voce corrispondente non chiarisce il problema VR sulle ottiche. Avendo le idee confuse, riepilogo sinteticamente i miei dubbi nella speranza che qualcuno riesca a rispondermi in maniera davvero esaustiva: 

1- Alla luce degli ultimi aggiornamenti sul Firmware della Z6, qual'è attualmente il modo più efficace (o miglior compromesso) nel settaggio  Vr dello zoom e la macchina?

2- Perchè sul menù della Z6 la voce "riduzione vibrazioni" rimane disattivata solo in parte dato che se lo slider VR dello zoom è posizionato su On il menù mostra "ON"  mentre se lo posiziono su OFF il menù pur disattivato cambia in "OFF" ?

3- Il Vr attivo sullo zoom riduce sensibilmente la carica batteria? Conviene attivarlo solo al momento dello scatto per risparmiare energia?  

4- Qualcuno ha provato a contattare Nikon per chiarire se il Vr delle ottiche F e la macchina lavorano davvero in sinergia come palesato aleatoriamente sul manuale? O altrimenti come lavorano in accoppiata?

Credo che tale argomento nececciti di essere affrontato e chiarito una volta per tutte. Grazie a tutti coloro i quali potranno offrire un aiuto in questo senso.

Link to post
Share on other sites
  • Administrator
Il 17/6/2020 at 16:31, Alexandro dice:

Ritorno sulla questione VR delle ottiche F su corpo macchine Z. Questo argomento mi sta particolarmente a cuore dato che recentemente ho acquistato usato il 70-200 f.4 in attesa  del futuro corrispettivo Z. Non ho ben capito se lo scatto sfrutta il solo il Vr dello zoom oppure se questi è inibito e lavora solo quello sulla macchina, o forse i due sistemi sono incompatibili tra di loro. Di certo non aiuta nemmeno il menù in Z6 che, alla voce riduzione vibrazioni, la voce è disattivata ma che comunque cambia da ON a OFF a seconda se lo slider del VR sia settato su On o Off. Questo fatto accresce oltretutto la mia confusione leggendo il manuale che alla voce corrispondente non chiarisce il problema VR sulle ottiche. Avendo le idee confuse, riepilogo sinteticamente i miei dubbi nella speranza che qualcuno riesca a rispondermi in maniera davvero esaustiva: 

1- Alla luce degli ultimi aggiornamenti sul Firmware della Z6, qual'è attualmente il modo più efficace (o miglior compromesso) nel settaggio  Vr dello zoom e la macchina?

2- Perchè sul menù della Z6 la voce "riduzione vibrazioni" rimane disattivata solo in parte dato che se lo slider VR dello zoom è posizionato su On il menù mostra "ON"  mentre se lo posiziono su OFF il menù pur disattivato cambia in "OFF" ?

3- Il Vr attivo sullo zoom riduce sensibilmente la carica batteria? Conviene attivarlo solo al momento dello scatto per risparmiare energia?  

4- Qualcuno ha provato a contattare Nikon per chiarire se il Vr delle ottiche F e la macchina lavorano davvero in sinergia come palesato aleatoriamente sul manuale? O altrimenti come lavorano in accoppiata?

Credo che tale argomento nececciti di essere affrontato e chiarito una volta per tutte. Grazie a tutti coloro i quali potranno offrire un aiuto in questo senso.

La risposta a tutte le domande è: comanda il VR dell'obiettivo.

Il manuale avverte che

vr.thumb.PNG.58b724b7ae44ef024e9caabbda450572.PNG:

 

  • Gli obiettivi Z dotati di VR incorporato verranno pilotati dalla fotocamera attraverso i comandi specifici. Gli obiettivi F collegati attraverso FTZ, di base, escluderanno il controllo della fotocamera del proprio VR e le regolazioni andranno apportate dall'obiettivo stesso, variando in funzione del tipo di VR posseduto.
  • Di conseguenza l'icona a menù resta grigia, pur se indicando lo stato del VR dell'obietivo F innestato: cambierà da On a OFF a seconda delle variazioni apportate sull'obiettivo
  • e compriamola una o due batterie aggiuntive: sicuramente il VR prende energia alla batteria, ma se sto scattando il problema non esiste... Ma che state tutti in attesa dello scatto e col dito sul pulsante, che vi preoccupate dei consumi del VR?
  • Nikon Japan è difficile da chiamare. Nital parla sia con loro, sia con noi: qual'è la domanda da porre?

 

Link to post
Share on other sites
×
×
  • Create New...