Jump to content
.screen

[Diario] .screen photography

Recommended Posts

Nella prima ha troppa confusione nello sfondo a mio vedere, soprattutto il "buco bianco" vicino alla testa disturba parecchio. Meglio le altre, anche se meno contestualizzate. Ottima idea investire sulle luci, potrai così scegliere se far sparire lo sfondo o valorizzarlo in vari modi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Silvio Renesto dice:

Nella prima ha troppa confusione nello sfondo a mio vedere, soprattutto il "buco bianco" vicino alla testa disturba parecchio.

DSC_2613.jpg.37ab08d5e46635cf8108b104e89c462c.jpg

Almeno sul buco bianco qualcosina si può fare 🙂 sul resto purtroppo anche volendo è difficile. Le palestre sono abbastanza confusionarie. Magari avrei potuto aprire di più il diaframma in questo caso.

15 minuti fa, Silvio Renesto dice:

Meglio le altre, anche se meno contestualizzate. Ottima idea investire sulle luci, potrai così scegliere se far sparire lo sfondo o valorizzarlo in vari modi.

Eh si. Questa è la prossima scelta obbligata. Anche se in situazioni come questa comunque difficilmente avrei potuto usarle essendo stato un workshop. Va anche detto che pure i muri che sono un po' blu e un po' verde evidenziatore non si prestano per niente.

Le ultime foto infatti le avevo fatte in un'altra sede molto più luminosa e con un background molto migliore e infatti il risultato è stato molto meglio (lì erano pure staged e non prese al volo).

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, Silvio Renesto dice:

investire sulle luci, potrai così scegliere se far sparire lo sfondo o valorizzarlo in vari modi.

flash + trigger + treppiedi + telecomando, senza spendere un capitale, anche usati

Edited by egidio65
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quanto pare ho preso il bonus di produzione. Bene. Mi sa che scatta direttamente la D750 a questo punto ahah 🙂 più anche flash, trigger, ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sa che a meno di allineamenti dei pianeti non riuscirò ad avere un Sigma Art 35mm in tempo per le vacanze in Sicilia. Ma non si molla un cazzo e vediamo se qualche pianeta si allinea ora del weekend.

Nel mentre invece ho fatto qualche foto ieri così in cazzeggio. Volevo provare alcune cose.

DSC_2668_forum.thumb.jpg.a35fc2d68512526504182f54652c62b5.jpg

50mm, 1/80sec, F/2.0, ISO 1600

Qui volevo provare a comporre usando le diagonali invece che usando la linea dei terzi. La cosa un pelo mi è riuscita. Volevo dare evidenza agli anelli della ragazza che mi piacevano molto.

DSC_2691_forum.thumb.jpg.6f70bd83cc7bd5a4b9b37fd04b9ecbc5.jpg

50mm, 1/60sec, F/2.0, ISO3200

Ormai la regola è sempre la stessa. Stremarle di foto finché mi escono spontanee, così come sono realmente 🙂 

La testa e la posizione del corpo mi fanno un po' una diagonale dall'angolo sotto a sinistra all'angolo sopra a destra. Lei poi è in posizione totalmente centrale, ma in questo caso essendo quasi un close-up non mi dispiace.

P.S. Anche a ISO 3200 la D7500 tiene gli ISO da paura. Questa seconda foto ha davvero poco rumore anche zoomando.

Edited by .screen

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, .screen dice:

Ormai la regola è sempre la stessa. Stremarle di foto finché mi escono spontanee

Non è propriamente la tecnica migliore, o quantomeno non funziona con tutti però diciamo che alla lunga capita, la “distrazione” del soggetto.

Il prossimo step sarà prestare attenzione alla luce.

fotografo è colui che scrive con la luce, cosa non va in questo ultimo ritratto?

Vediamo se lo noti da solo....

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Dario Fava dice:

Non è propriamente la tecnica migliore, o quantomeno non funziona con tutti però diciamo che alla lunga capita, la “distrazione” del soggetto.

Purtroppo scattando principalmente ragazze (o ragazzi) che non sono modelli questo è il modo migliore per farli uscire spontanei. Anche se paradossalmente ho scattato una ragazza che ha fatto la modella per un po' e mi è piaciuta di più quando l'ho scattata facendo così che non quando provava a mettersi in posa (per quanto avesse il suo perché lo stesso).

2 ore fa, Dario Fava dice:

Il prossimo step sarà prestare attenzione alla luce.

fotografo è colui che scrive con la luce, cosa non va in questo ultimo ritratto?

Vediamo se lo noti da solo....

Che gli occhi sono leggermente in ombra? Anche la prospettiva non è delle migliori.

Ho anche provato a rifarla lì per lì, ma a quel punto si è "rimessa in posa".

Bisogna essere dei fottuti cecchini.

Peccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, .screen dice:

che non sono modelli

Non era ai-alle modelle a cui mi riferivo ma le persone normali.

Riuscire a cogliere la spontaneità da un modello di professione è altro discorso.

14 minuti fa, .screen dice:

Che gli occhi sono leggermente in ombra

Bravo, hai messo a fuoco sulla cosa peggio illuminata, so che non è facile sul campo vedere tutto, ma la luce prima di tutto, poi pensi all'espressione, così io li considero molto più che "leggermente" in ombra, sembra un panda 😂 prova fissare l'immagine senza mettere a fuoco nulla, noterai due buchi neri al posto degli occhi, anche intervenendo in post schiarendo, in questa condizione non si riesce ottenere un effetto naturale, se gli occhi sono specchio dell'anima, illuminali.

  • Like 1
  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Dario Fava dice:

Bravo, hai messo a fuoco sulla cosa peggio illuminata, so che non è facile sul campo vedere tutto, ma la luce prima di tutto, poi pensi all'espressione, così io li considero molto più che "leggermente" in ombra, sembra un panda 😂 prova fissare l'immagine senza mettere a fuoco nulla, noterai due buchi neri al posto degli occhi, anche intervenendo in post schiarendo, in questa condizione non si riesce ottenere un effetto naturale, se gli occhi sono specchio dell'anima, illuminali.

Giustissimo. Grazie per il feedback 🙂 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E invece i pianeti a sorpresa si allineano... Nikon D750 in arrivo

Mi è entrato il bonus di produzione. Quindi.. beh quindi niente. Lunedì arriva.

1648333192_Schermata2019-07-05alle13_43_35.png.33ba46790936769a877f5771f85c5f26.png

In ritardo per il workshop di questo weekend (che quindi mi toccherà affrontare con la D7500) ma almeno appena in tempo per le vacanze in Sicilia.

E ora parto alla carica per cercare di acchiappare un Sigma 35mm. All'appello mancano solo flash e compagnia cantante (che però adesso in vacanza me li studio e mi sa che me li compro appena tornato). E un obiettivo con una focale più lunga.

Ora infatti viaggio solo con un 35mm, un 50mm e mancherebbe quel qualcosa in più. Devo capire cosa prendere tra un 50-100 F/1.8, un 85mm F/1.4, un 70-200 F/2.8 o addirittura un fisso magari macro.

Nel mentre ho un bordello di roba da rivendere (il Sigma 17-50 F/2.8 DX, il Nikkor 35mm F/1.8 e la D7500 stessa) ma vabbè, la smaltirò un po' per volta. Se qualcuno è interessato e in zona Milano, anche qui, mi scriva 🙂 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, .screen dice:

E invece i pianeti a sorpresa si allineano... Nikon D750 in arrivo

Devo capire cosa prendere tra un 50-100 F/1.8, un 85mm F/1.4, un 70-200 F/2.8 o addirittura un fisso magari macro.

Il 50-100 f1.8 sarebbe il Sigma? E' formato Dx, non va bene per la D750.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Silvio Renesto dice:

Il 50-100 f1.8 sarebbe il Sigma? E' formato Dx, non va bene per la D750.

Vero! Ho notato solo adesso. Gran peccato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shooting modelz

Abbiamo fatto la sessione di shooting fotografico con le modelle in studio per il corso dei ritratti che sto facendo. In questa sessione dovevamo scattare in luce naturale oppure con luce continua.

Devo dire che avere un bel beauty dish messo come Dio comanda (quindi non da me 😂) aiuta parecchio. Avere poi delle modelle che sanno come mettersi, non ne parliamo. Per non dire la post produzione praticamente azzerata perché la tipa è già gnocca di suo e ha quasi zero imperfezioni del viso.

Vediamo se mi lasciano pubblicare le foto, poi le posto. Diciamo che per fare una cosa semplice e portare a casa rapidamente il risultato, ho preso un libro e gliel'ho dato per fare in modo che almeno le mani ce le avesse occupate e un problema l'avevamo risolto ahah.

Poi vestita da santarellina-studiosa e ho fatto un po' di foto cercando di giocare sia con la regola dei terzi che con le diagonali. Domani sera vedremo il responso.

Detto questo, mi sono divertito un sacco. Ed è anche molto più soddisfacente fare 5 scatti a una modella e vedere che 4 ti vengono bene a 1 davvero molto bene (per i miei standard). Sono sempre più convinto che la fotografia è decisamente qualcosa su cui investire.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Errori in set

Ognuno ha mostrato le proprie foto... e con mio stupore e senza falsa modestia, mi sa che le mie erano pure tra le migliori le meno peggio. Il che mi ha stupito non poco considerato che la maggior parte erano persone anche con 6-7 anni di fotografia alle spalle e vari corsi. Andati totalmente nel pallone a causa del vincolo dei 30 minuti di tempo e 36 scatti.

Un'altra cosa che ho notato è che probabilmente certe persone è vero che scattavano da 6-7 anni.. ma fuori dai workshop mi sa che hanno fatto gran poco da soli. Il che mi sfugge il senso di fare corsi o workshop ma vabbè.

Comunque, riguardo alle mie foto (che abbiamo inviato all'agenzia, vediamo se me le fanno pubblicare), i problemi principali erano:

  • Se uso uno schema di luce Rembrandt con la luce dall'alto a sinistra devo tenerla con il viso verso la luce. Il che vuol dire non puntare il viso dalla parte opposta rispetto alla luce o non farla guardare da sotto verso l'alto. Altrimenti le vengono fuori delle occhiaie sul viso. Cosa risolvibile o con un pannello o semplicemente abbassando il punto luce in modo che sia più frontale.
  • L'idea del libro ci stava, per quanto un po' forzata a tratti e non naturalissima. Ma essendo un workshop e che la ragazza la conoscevo appena, ci poteva stare.
  • Gli è piaciuto l'accostamento del vestiario e dell'ambiente a livello di colori (peccato non poter scegliere sempre gli outfit delle ragazze...)
  • Le gambe non finiscono esattamente sulla diagonale ma un po' più al centro della foto. Il che è un peccato perché con un po' di fatica in più si poteva fare una diagonale più riuscita.

Poi mi sono preso parole perché stavo tentando di scattare una ragazza sull'altalena (anche se era sostanzialmente ferma) a F/1.8. Quindi con il rischio che non mettesse a fuoco il viso (cosa che invece per fortuna, grazie all'autofocus continuo suggerito da @Max Aquila, invece mi sono portato a casa. Taaac 🙂 ).

In sostanza comunque esperienza molto positiva. Sono curioso di vedere come va la seconda sessione.

Da oggi invece si parte con la vacanza in Sicilia, vediamo cosa viene fuori 🙂 se avete suggerimenti per zone carine vicino ai Giardini Naxos, scrivete pure.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, .screen dice:

...

Da oggi invece si parte con la vacanza in Sicilia, vediamo cosa viene fuori 🙂 se avete suggerimenti per zone carine vicino ai Giardini Naxos, scrivete pure.

tutta la Sicilia orientale è densa di opportunità fotografiche oltre che accrescitive culturalmente.

Dalla montagna al mare, dal Barocco al Greco classico, dal cibo al vino.

Giardini è la stazione/posto di mare prima di salire a Taormina e Castelmola... ma nei dintorni hai risorse naturalistiche, dalle Gole dell' Alcantara ad Ortigia di Siracusa (e Siracusa), dall'Etna a Catania, da PAntalica a Marzamemi (e non sto parlando di Messina e provincia) che la tua domanda merita unica risposta:

stabilisci una pianificazione giornaliera ed in funzione della tua mobilità visita quante più località ti sia possibile: la Sicilia non si presta a sdraio ed ombrellone...va girata !

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Max Aquila dice:

tutta la Sicilia orientale è densa di opportunità fotografiche oltre che accrescitive culturalmente.

Dalla montagna al mare, dal Barocco al Greco classico, dal cibo al vino.

Giardini è la stazione/posto di mare prima di salire a Taormina e Castelmola... ma nei dintorni hai risorse naturalistiche, dalle Gole dell' Alcantara ad Ortigia di Siracusa (e Siracusa), dall'Etna a Catania, da PAntalica a Marzamemi (e non sto parlando di Messina e provincia) che la tua domanda merita unica risposta:

stabilisci una pianificazione giornaliera ed in funzione della tua mobilità visita quante più località ti sia possibile: la Sicilia non si presta a sdraio ed ombrellone...va girata !

Per motivi anche di salute, il sole / mare mi toccherà farlo per forza 🙂 però sicuramente qualche foto carina vediamo di portarla a casa visitando il più possibile!

Poi oggi ho testato un po' la D750. E non capivo come mai mi tagliasse tutti i bordi delle foto. Per poi rendermi conto che... in realtà nella D750 il mirino non inquadra solo quello che verrà in foto. Ma pure quello immediatamente fuori! Così riesci a ritagliare la foto al millimetro tipo così:

MAT_6802.thumb.jpg.89c5f2dc56f6d19a4adf2ca3340574e5.jpg

Che ho preso il lato delle braccia quasi al millimetro e senza neanche sforzarmi più di tanto. Panico paura.

Già solo questo a livello di composizione aiuta davvero tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, .screen dice:

Poi oggi ho testato un po' la D750. E non capivo come mai mi tagliasse tutti i bordi delle foto. Per poi rendermi conto che... in realtà nella D750 il mirino non inquadra solo quello che verrà in foto. Ma pure quello immediatamente fuori!

Mi sono accorto di aver detto una cazzata. In realtà mi faceva così perché per qualche mistero della fede era impostata in DX. Rimessa in FX ha iniziato a prendere tutta l'area inquadrata dal mirino. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, .screen dice:

Mi sono accorto di aver detto una cazzata. In realtà mi faceva così perché per qualche mistero della fede era impostata in DX. Rimessa in FX ha iniziato a prendere tutta l'area inquadrata dal mirino. 

Capita a tutti quelli che utilizzano piu formati: a me spessissimo sulla Z 6 se la dimentico in 16:9 poi la volta successiva mi dispero ai primi scatti, perché non trovo le inquadrature che mi aspetterei.

Pur avendo a mirino la segnalazione del formato in uso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Max Aquila dice:

Capita a tutti quelli che utilizzano piu formati: a me spessissimo sulla Z 6 se la dimentico in 16:9 poi la volta successiva mi dispero ai primi scatti, perché non trovo le inquadrature che mi aspetterei.

Pur avendo a mirino la segnalazione del formato in uso...

Eh infatti è stato proprio quel "DX" che mi ha fatto sorgere qualche domanda della serie "checcazz.." ahah 🙂 

Comunque, abbiamo iniziato a fare qualche foto. Rischiando tra l'altro la vita nel processo ma dettagli.

P.S. Quel momento in cui metti manuale... ma la fotocamera ti alza gli ISO come vuole lei e non te ne accorgi. Va bene.. 😂

MAT_6877.thumb.jpg.5db7ca54fa783d04299cf283aa9fe4ac.jpg

F/2.0, 1/1600sec, 35mm, ISO 125

Qui ho voluto provare a usare il 35 per fare una foto un po' più ambientata. Cercando di tenerlo sulla diagonale con il corpo e mettendo la testa sul terzo in alto a destra.

MAT_6923.thumb.jpg.bea1517a5c42c9d251449228c19ce7a0.jpg

F/2.0, 1/1600sec, 50mm, ISO 125

Qui ho voluto copiare un po' delle pose che ha fatto il mio insegnante nella sessione di shooting. Ovvero mettendo il soggetto attaccato al muro e mettendomi anche io a raso sul muro. Va detto che lo sfondo qui era terribile ma grazie a Dio con il diaframma aperto sembra quasi accettabile 😂

MAT_6898.thumb.jpg.4dd797a4d407a713d236f0426959a129.jpg

F/2.0, 1/1600sec, 50mm, ISO 640

Qui ho tenuto gli occhi sul terzo superiore cercando di fare una foto simmetrica sfruttando i muri molto stretti dando un effetto a tunnel.

MAT_6887.thumb.jpg.8d1cdfbf7defa6afa16a30e88e1c99aa.jpg

F/2.0, 1/1600sec, 50mm, ISO 640

Qua stessa idea della foto precedente ma con un cambio posa. Avevo una mezza idea di usare la diagonale... ma è rimasta una mezza idea 😂ma vabbè dai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Last shot

MAT_7287.thumb.jpg.b93525f57242c8f21ec5168416077eea.jpg

Purtroppo le vacanze sono dovute terminare prima del tempo. Vi lascio questo ultimo scatto fatto a Taormina. Assieme a uno scatto del paesaggio. Davvero molto bello.

MAT_7130.jpg.ef85edcca5ac2e718365fe4911790392.jpg

Il primo preso con il 50, il secondo con il 35.

La lezione imparata in questa vacanza è che devo iniziare a viaggiare da solo. E mi sa che inizierò anche a studiare molto di più la fotografia paesaggistica.

Si torna a Milano infatti con parecchi rimpianti e occasioni sprecate. Viaggiato poco e perso parecchio tempo.

Pazienza. See you next time.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A lezioni di flash \w ross & Tinder che paga i conti dello studio fotografico

Questo mercoledì mi sono visto con ross che ho contattato dopo che mi avevano consigliato di chiedere a lui per capire come giocarmela sul fronte delle luci 🙂 

A lezione con Nicola Casini avevamo già visto le luci, i flash e tutto... tuttavia la prima esercitazione era durata appena mezz'oretta a testa. La seconda devo ancora farla ma non mi aspetto di aver gran tempo per giocare con i flash nella pratica. Per questo ho pensato appunto di contattare ross.

Pronti via e mi presenta la modella del giorno:

MAT_7908.thumb.jpg.2c805b4b093214735ca48343d9fcf771.jpg

Un bellissimo manichino che, come concordato, avremmo usato da obiettivo degli scatti. Questo anche per evitare di avere qualcuno lì che attende impaziente di farsi fotografare o di avere "l'ansia" di fare qualche bella foto già che avevamo la modella.

Dopo un recap teorico delle mie conoscenze, correggendo le cavolate che dicevo (es. ero convinto che con i flash non si potesse scattare con diaframmi molto aperti.. cazzata!) abbiamo cominciato a provare le varie tipologie di diffusori. Softbox, beauty dish, parabole. Con e senza griglia. Oltre a capire come usare l'esposimetro esterno per tarare correttamente i parametri in macchina per avere delle foto perfettamente esposte.

Tra gli amici anche questo simpatico quadretto grigio:

MAT_7911.thumb.jpg.4b41d681058f2208ebcc835a99008e9c.jpg

Che torna molto utile per bilanciare perfettamente il bianco visto che in Lightroom è possibile dare a tutte le immagini lo stesso bilanciamento. Quindi è possibile partire facendo una foto al quadretto, bilanciare il bianco su di esso, e bilanciare tutte le foto in colpo solo. Figo! Penso ne comprerò uno anche io. Specialmente per le foto in palestra che ci sono le luci più improbabili può tornare molto utile visto che non ho la voglia di bilanciarle tutte a manina.

Fatto questo, abbiamo parlato di come funziona la luce. Ovvero di come le superfici la riflettessero e come usare dei pannelli bianchi o scuri per aggiungere luce riflettendola o toglierla usando dei pannelli neri.

Abbiamo quindi provato un po' di tutto, con varie combinazioni e varie impostazioni. Vi metterei le foto ma non riesco ad associare la foto al setting corretto con certezza in alcuni casi, per cui per evitare di dire cavolate, evito! 🙂 

Infine, abbiamo cercato di ricreare alcune foto viste su una rivista per capire le luci che avevano e come farle identiche in studio. Carina anche la differenza della stessa luce creata da un softbox e un beauty dish. Differenza molto evidente soprattutto nell'ombra disegnata sullo sfondo. Oltre che nella durezza delle ombre.

Softbox:

MAT_7930.jpg.9f1b3a431338d9624ff374dbddf7fbce.jpg

Beauty dish:

MAT_7931.jpg.82a6bd3a40ba509f75e1f48851570380.jpg

Beauty dish grigliato:

MAT_7932.jpg.8fef7192f31d1392a7ef1bf2696797b7.jpg

Devo dire che, soprattutto a livello pratico, è stato molto utile. Visto che prima non avrei neanche saputo dove iniziare a mettere mano! Specialmente per quanto riguardava esposimetro, flash, trigger e gli attacchi dei vari softbox e quant'altro. Rischiando anche di rompere qualcosa!

Ora non resta che fare un po' di pratica per sedimentare i concetti (e magari fare anche un'altra sessione più avanti, magari con una modella vera). Per farlo senza spendere una lira mi sono offerto di fare un po' di foto in studio a dei miei amici con la scusa che avrebbero potuto usarle su Tinder 😂 e niente. Ho 3 ragazzi che sono disposti a pagarmi lo studio, evvai ahah 🙂 

Vediamo se poi ne troverò altri con questa "scusa", ma già intanto la prossima sessione in studio ce l'ho pagata quindi poco male 🙂 ora manca solo organizzare!

Questo weekend poi dovremmo uscire al lago di Como per provare a portare a casa qualche foto estiva. Vediamo cosa ne verrà fuori 🙂 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah e aggiornamento situazione obiettivi:

- Sigma 17-50 DX venduto.

Ora rimane fuori ancora la D7500.

Poi mi sa che opterò per prendere il Nikon 85mm F/1.8.

Il sigma bello e tutto ma pesa decisamente troppo. Mi sa che rinuncerò a un po' di nitidezza e qualità dei colori in nome della trasportabilità.

Preso quello, mancherebbe capire cosa fare sul fronte flash e accessori. ross giustamente diceva che optare per dei flash a slitta + ombrelli avrei avuto troppa poca luce. Allo stesso tempo però dei flash a batteria trasportabili costano una follia. Mumble mumble, ci sarà da pensarci.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, .screen dice:

Ah e aggiornamento situazione obiettivi:

- Sigma 17-50 DX venduto.

Ora rimane fuori ancora la D7500.

Poi mi sa che opterò per prendere il Nikon 85mm F/1.8.

Il sigma bello e tutto ma pesa decisamente troppo. Mi sa che rinuncerò a un po' di nitidezza e qualità dei colori in nome della trasportabilità.

Preso quello, mancherebbe capire cosa fare sul fronte flash e accessori. ross giustamente diceva che optare per dei flash a slitta + ombrelli avrei avuto troppa poca luce. Allo stesso tempo però dei flash a batteria trasportabili costano una follia. Mumble mumble, ci sarà da pensarci.

dot:

gli obiettivi non si trasportano, si comprano per essere utilizzati...solo quando servano !

dot.thumb.PNG.ba15a702a85eeb97c4ff0f75e228dca3.PNG

oggi è 19 luglio e prima che il tuo diario compia quattro mesi dal 25 marzo, mi pare che il tuo corredo abbia subito delle giravolte carpiate con avvitamenti, degni dei mondiali di tuffo in Corea, attualmente in corso.

Ma questa tua medaglia d'oro, per il numero di cambi effettuati in meno di 120 giorni non è il trend di questo sito:

prima di riuscire a individuare difetti sormontanti i pregi di uno solo degli apparecchi che in questo lasso di tempo hai acquistato e rivenduto (o accantonato) necessita davvero molto più tempo di quello che tu dedichi alle tue riprese. Ed ai tuoi soggetti.

Diversamente, per risparmiare tempo, puoi sempre leggere questo articolo di Nikonland :

 

 dove si parla di corredo no compromise (è aggiornato a gennaio 2017 e non è un caso):

compra uguali uguali le cose elencate in quell'articolo e poi avrai raggiunto la consapevolezza che insegui al momento, ossia solamente quella di possedere un corredo degno dell'ammirazione altrui.

E' da quel momento che le cose si faranno più difficili, se quel corredo lo si voglia poi utilizzare per fotografare.

Dot

 

  • Thanks 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungerei...

Per diventare un buon fotografo bisogna fotografare, imparare a gestire i limiti della propria attrezzatura, tutte ne hanno ma se non cominci dalla base non puoi arrivare a capire. Nel momento in cui la tua attrezzatura ti andrà stretta perché tu ne conosci ogni singola caratteristica e ti rendi conto che certe cose che vorresti fare non le puoi fare come vorresti, saprai già dove approdare per fare uno step avanti, a livello hardware, senza neanche aver bisogno di chiedere, perché nel frattempo avrai fotografato all'impossibile e sarai aggiornato su tutto ciò che esiste e relative caratteristiche, la passione è fatta di questo, dedizione ed informazione e ci si evolve a piccoli passi. Con un boccetto di sciroppo non ti passa la tosse!

Hai fatto bene a fare il corso ma devi anche assumere la giusta impostazione, ovvero la volontà di crescere a livello tecnico, le macchine attuali, anche quelle di qualche anno, possiedono la capacità di poter assolvere qualunque situazione fotografica, non a caso molti professionisti usano una D750 nonostante debba essere adattata alle esigenze di chi ci lavora tutto il giorno, io ad esempio ho impostato il tasto rec come impostazione iso, perché nella posizione in cui è stato messo di default, fa perdere tempo (questo per farti un esempio).

Ora però devi fotografare con quello che hai senza dover pensare a rincorrere questo o quello, perché come ti dicevo in un post precedente quella si chiama G.A.S. (gear acquisition syndrome) ed è la malattia che ti allontana dalla fotografia perché non pensi più a come sfruttare gli strumenti al meglio ma di cosa potrebbe servire per fare foto migliori. (senza contare che ti prosciuga il portafogli)

Se ti serve un medio tele, l'85 1.8 Nikkor è ottimo, e lo sarà per un pezzo, probabilmente fintanto che il corrispettivo appena più luminoso Art verrà superato da qualcos'altro, ma le cui differenze si potranno apprezzare su macchine molto esigenti in termini di risolvenza.

 

Fotografa tanto, e sbaglia tanto, resta informato su tutto il mondo della fotografia, sfoglia libri, segui mostre e studia sempre, solo così potrai crescere.

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Max Aquila dice:

dot:

gli obiettivi non si trasportano, si comprano per essere utilizzati...solo quando servano !

dot.thumb.PNG.ba15a702a85eeb97c4ff0f75e228dca3.PNG

oggi è 19 luglio e prima che il tuo diario compia quattro mesi dal 25 marzo, mi pare che il tuo corredo abbia subito delle giravolte carpiate con avvitamenti, degni dei mondiali di tuffo in Corea, attualmente in corso.

Ma questa tua medaglia d'oro, per il numero di cambi effettuati in meno di 120 giorni non è il trend di questo sito:

prima di riuscire a individuare difetti sormontanti i pregi di uno solo degli apparecchi che in questo lasso di tempo hai acquistato e rivenduto (o accantonato) necessita davvero molto più tempo di quello che tu dedichi alle tue riprese. Ed ai tuoi soggetti.

Diversamente, per risparmiare tempo, puoi sempre leggere questo articolo di Nikonland :

 

 dove si parla di corredo no compromise (è aggiornato a gennaio 2017 e non è un caso):

compra uguali uguali le cose elencate in quell'articolo e poi avrai raggiunto la consapevolezza che insegui al momento, ossia solamente quella di possedere un corredo degno dell'ammirazione altrui.

E' da quel momento che le cose si faranno più difficili, se quel corredo lo si voglia poi utilizzare per fotografare.

Dot

 

Concordo con il tuo intervento Max, ma non consideri tre cose:

  • quando ho iniziato non sapevo se avrei effettivamente continuato con la fotografia. Quindi investire 2-3mila euro a scatola chiusa (che tra l'altro non avevo) pronti via, mi pareva eccessivo. Vedendo invece che sto migliorando sempre di più e che la situazione migliora sempre di più, mi sono deciso a investire in obiettivi e macchina più importanti. Di fatto ho le stesse ottiche, solo che invece di un 35 DX Nikkor schifoso che fa aberrazioni senza pietà, ora ho un 35 Sigma Art. Idem per il 50. Ma l'ottica "funzionalmente" è la stessa. Il 17-50 vorrei sostituirlo con un 24-70 ma costerebbe troppo e mi sa che lo userei poco.
  • ora ho praticamente il corredo consigliato (a parte la macchina che ho una D750 invece che una D850 e non penso di cambiare). Mi manca qualcosa per le focali sotto la 35 ma per ora non ne sento troppo l'esigenza. E mi manca un 85 che come dicevo mi sa che opterò per il Nikkor sia per spendere meno sia perché un chilo di obiettivo mi sembra ingestibile. Ma mi sa che prenderò il Sigma a noleggio un giorno prima della decisione definitiva.
  • Da quando ho iniziato ho fatto 1-3 uscite a settimana in cui magari ho fotografato anche per una giornata intera 🙂 il 90% dei fotografi che "fotografano da anni" fotografano una volta al mese se va bene. Se fai una proporzione, è come se avessi fotografato per 2-3 anni pareggiando il numero di uscite.
In ogni caso dubito che cambierò macchina o ottiche in futuro (al massimo ne aggiungo). Mi trovo bene sia con la D750 che con tutti gli obiettivi che ho. Può essere solo che se vedo che il 35 lo uso poco magari passo a un 24-70, ma di sicuro non è una decisione che prenderò nel breve.
 
1 ora fa, Dario Fava dice:

Aggiungerei...

Per diventare un buon fotografo bisogna fotografare, imparare a gestire i limiti della propria attrezzatura, tutte ne hanno ma se non cominci dalla base non puoi arrivare a capire. Nel momento in cui la tua attrezzatura ti andrà stretta perché tu ne conosci ogni singola caratteristica e ti rendi conto che certe cose che vorresti fare non le puoi fare come vorresti, saprai già dove approdare per fare uno step avanti, a livello hardware, senza neanche aver bisogno di chiedere, perché nel frattempo avrai fotografato all'impossibile e sarai aggiornato su tutto ciò che esiste e relative caratteristiche, la passione è fatta di questo, dedizione ed informazione e ci si evolve a piccoli passi. Con un boccetto di sciroppo non ti passa la tosse!

Come dicevo fotografo 1-3 volte a settimana, ho fatto già due corsi di fotografia, quasi giornalmente guardo video tutorial di shooting di vario genere su YouTube, sto leggendo libri sulla composizione e sui ritratti... più di così 🙂 stavo pensando di comprare anche un corso online visto che per l'estate bottega immagine di corsi fisici non ne fa 😞 

1 ora fa, Dario Fava dice:

Hai fatto bene a fare il corso ma devi anche assumere la giusta impostazione, ovvero la volontà di crescere a livello tecnico, le macchine attuali, anche quelle di qualche anno, possiedono la capacità di poter assolvere qualunque situazione fotografica, non a caso molti professionisti usano una D750 nonostante debba essere adattata alle esigenze di chi ci lavora tutto il giorno, io ad esempio ho impostato il tasto rec come impostazione iso, perché nella posizione in cui è stato messo di default, fa perdere tempo (questo per farti un esempio).

In effetti a livello di corpo è meglio la D7500 anche per questa cosa.

1 ora fa, Dario Fava dice:

Ora però devi fotografare con quello che hai senza dover pensare a rincorrere questo o quello, perché come ti dicevo in un post precedente quella si chiama G.A.S. (gear acquisition syndrome) ed è la malattia che ti allontana dalla fotografia perché non pensi più a come sfruttare gli strumenti al meglio ma di cosa potrebbe servire per fare foto migliori. (senza contare che ti prosciuga il portafogli)

In realtà sni. Nel senso, se tutto va bene, a settembre faccio un evento in cui spero di fare un 15mila euro di botta. Ma anche fossero 10 o 8mila non sarebbe così male. E mi serve arrivare con le migliori conoscenze possibili in campo di fotografia e con il miglior corredo fotografico per farmi prendere il più seriamente possibile. La fotografia mi serve da entry point per tutto un altro funnel di business correlato che ho (che è poco interessante a livello di fotografia e comunque non vorrei fare spam).

Quindi capisci che se mi va dritta, ci faccio 5 volte tutti i soldi che ho speso finora. Per quello sto correndo pagando anche lezioni 1 to 1 per cercare di capire le cose il più rapidamente possibile.

Ed è una cosa che si autoalimenta. Nel senso che poi a marzo dovrei fare ancora più soldi. E' un discorso un po' lungo. Ma adesso mi sto facendo un culo come una capanna perché so che il ritorno è molto probabile e probabilmente anche molto alto.

1 ora fa, Dario Fava dice:

Se ti serve un medio tele, l'85 1.8 Nikkor è ottimo, e lo sarà per un pezzo, probabilmente fintanto che il corrispettivo appena più luminoso Art verrà superato da qualcos'altro, ma le cui differenze si potranno apprezzare su macchine molto esigenti in termini di risolvenza.

Su questo penso di essere d'accordo. Poi sono pazzo e magari finisce che prendo il Sigma lo stesso 😂

1 ora fa, Dario Fava dice:

Fotografa tanto, e sbaglia tanto, resta informato su tutto il mondo della fotografia, sfoglia libri, segui mostre e studia sempre, solo così potrai crescere.

Currently doing that 🙂 pensavo di fare anche l'abbonamento a Vogue per studiarmi le foto e prendere esempio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...