Jump to content

Il Naturalista sarcastico: Era una Volpe e adesso è un Cane.


Silvio Renesto

283 views

 Share

Con questo blog mi piacerebbe iniziare una serie di interventi, molto rarefatti, uno ogni tanto, ma tantissimo, per raccontare qualche storiella  con animali protagonisti, con una morale, come le favole di Esopo. Solo che non racconterò favole, ma storie vere, verissime.  

L'anno dopo la mia nascita, cioè nel 1959, uno scienziato russo ebbe l'idea di provare a creare delle volpi domestiche. Attenzione non di addomesticare delle volpi, ma di selezionare una "razza" di volpi non timorosa dell'uomo, fiduciosa e non aggressiva.  Un po' come successe nella preistoria col Lupo e il Cane. Ma la Volpe non è un animale sociale come il Lupo, perciò non adatta all'addomesticamento.

L'idea dello scienziato era indagare se con una  selezione genetica forte si sarebbe potuto ottenere varietà domestiche anche da animali  "inadatti".

Per comodità scelse di lavorare sulla Volpe Argentata, che non è una specie a sè, ma è una Volpe Rossa dal mantello particolarmente scuro, una mutazione che interessa circa il 10% delle Volpi Rosse, un po' come il Leopardo o il Giaguaro e la Pantera/Giaguaro Neri.

1280px-Silberfuchs_08.thumb.jpg.8e2692ed88933a1df3f1295c2b2c75f3.jpg

 

Le Volpi Argentate in Russia (ma anche altrove)  vengono allevate e reincrociate per fissare il carattere del pelo scuro, per poi farle riprodurre, crescere in gabbia e alla fine massacrarle per farne pellicce pregiate (qualche voce malevola, non confermata,  ha sostenuto infatti che uno scopo collaterale sarebbe stato quello di facilitare gli allevatori, creando volpi più trattabili). Essendo allevate era più facile reperire gli esemplari rispetto ad andare a catturarne di liberi.

Così lo scienziato iniziò a girare per gli allevamenti e scegliere quei cuccioli che sembravano meno aggressivi e meno timorosi dell'uomo. Li allevò, li fece riprodurre incrociandoli fra loro, selezionando ad ogni generazione quelli sempre più docili. Ci vollero 50 generazioni, un po' più  di quarant'anni e finalmente fu ottenuta la volpe domestica, docile ed affettuosa,  scodinzolante  proprio come un cane,  solo che... ecco...  non sembrava più molto una volpe, argentata o meno.

 

1859532aa834a3fe29d77d9c6fa8c22b.jpg.e0a3b43c8d89b4b649eb74238e76369e.jpg

Cos'è successo?  Fino agli anni '70 c'era la convinzione che ogni gene corrispondesse ad una porzione specifica di DNA e selezionasse un dato carattere, quindi si pensava a selezionare un gene per la docilità. Da qualche decennio sappiamo che non è per niente così. Le cose sono enormemente più complesse e ogni mutazione può avere effetti diversi, a volte nessuno, altre piccoli, altre ancora imponenti effetti a cascata.
La docilità e la riduzione in generale dell'aggressività dipendono anche da dosaggi di diversi ormoni, alcuni diminuiscono, quelli che regolano le risposte aggressive, altri aumentano, ma non la faccio lunga, il succo è che le mutazioni possono avere effetti a cascata su tutto l'individuo.

Quando si cerca di modificare il carattere di un animale ad esempio verso la docilità e la socievolezza, si selezionano flussi ormonali diversi che portano a modifiche sia del carattere che fisiche: si fissano tratti infantili  (ad esempio il cane ha la fronte sporgente, mentre il lupo e la volpe hanno la fronte spiovente) e curiosamente, anche  la pezzatura del mantello e le orecchie pendenti, entrambi caratteri assenti nelle specie selvatiche, probabilmente perchè svantaggiosi in natura.

Morale:  se da una parte è dimostrato che la domesticazione di una specie selvatica anche potenzialmente inadatta si può ottenere tramite selezione genetica, quello che si è dimenticato è che il prodotto finale è ...un'altra cosa. 

Dopo (sopra) e prima (sotto).

d2l6lxf-66a846d4-4df7-4324-b859-d3ae11723486.thumb.jpg.3f922e0853aa27e51bbdcac7797c2cc9.jpg

Ovviamente il discorso sfruttamento per le pellicce, se mai fosse stato vero, è andato a quel paese...

Un esempio piccolo piccolo per far capire una questione molto grande: La natura è complessità,  prima di prendere iniziative anche a fin di bene, ad esempio per l'ambiente, bisogna stare molto, ma molto attenti e pensarci almeno un paio di volte. Non esistono soluzioni semplici.

Se vi interessa che scriva  altre storie così  lasciatemi un feedback in merito, così mi so regolare. 

Foto e disegno presi da Internet a solo scopo divulgativo, i copyright spettano agli aventi diritto.

 

 

 

  • Like 8
  • Thanks 4
  • Haha 2
 Share

5 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano

Storia interessante....Grazie anche per le prossime che Scriverai...

Link to comment
  • Nikonlander Veterano
40 minuti fa, Gianni ha scritto:

Storia interessante....Grazie anche per le prossime che Scriverai...

Storia " Moltissimo Interessante ", Silvio.. sei un " Mago "..

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Davvero interessante.

Amo seguire in tv documentari sugli animali, e il tuo intervento mi ha riportato alla mente un analogo studio riguardante - se ricordo bene - il motivo per cui i cani da pastore sono diventati domestici mentre i lupi, che condividono con i primi il patrimonio genetico, non lo sono mai stati.

Riassumendo in due righe, nei filmati si osservava come i lupi, allevati in laboratorio fin da cuccioli con una selezione simile a quella che hai descritto, non risultavano addomesticabili neanche con l'offerta di cibo correlata a semplici attività da svolgere per ottenerlo.

Dove ad esempio i cani dopo alcuni tentativi imparavano ad aprire una grata dietro alla quale c'era del cibo, mentre i lupi nelle stesse condizioni dei primi dopo un tempo relativamente breve si arrendevano e accettavano l'impossibilità di arrivare al premio.

Scrivine ancora. ^_^

Link to comment
  • Nikonlander

Interessantissimo !

Per me sarebbe anche un valore aggiunto qualche link 'specialistico': ad esempio un articolo in lingua originale o estratti scientifici, i credit di immagini e illustrazioni.

Esiste ancora questa razza ?

Incredibile, comunque !!

:o :) 

 

PS: un lancio ANSA: https://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/animali/2016/09/19/in-50-anni-create-volpi-addomesticate-cercano-luomo_6f9243a8-3d87-41e2-97ed-27d42150259c.html#:~:text=Esperimento in Russia selezionando esemplari più docili&text=(ANSA) - ROMA%2C 19,vendere come animali da compagnia.&text=La procedura è iniziata con,gabbia%2C che sono state liberate.

e un'altra immagine della ricercatrice che sta continuando l'esperimento...

Lyudmila-Trut.jpeg

Edited by Adriano Max
  • Haha 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Su Nikonland ci si fa una cultura e quando si parla di animali è sempre molto interessante. Iniziativa utilissima Silvio se pubblicherai altre storielle come questa le seguirò con grande curiosità. Ottima idea.:)

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...