Jump to content
Sign in to follow this  
  • entries
    17
  • comments
    59
  • views
    1,091

[luoghi] Il mio Giappone 2019 parte 6: Samurai District

Alberto73

111 views

Con questa sesta tappa del viaggio in Giappone si volta completamente pagina e dai matsuri passiamo a parlare del distretto dei samurai. Un intero quartiere situato nella cittadina di Kakunodate, nella prefettura di Akita, rimasto pressoché uguale a 400 anni fa, ovvero al periodo feudale giapponese.

DSC03994s.thumb.jpg.17ed80a8342578ee446ea3ab0069d6e3.jpg

A differenza dei castelli che, una volta venuta meno la loro utilità, sono stati o smantellati o distrutti dalle fiamme, le case dei samurai hanno mantenuto la loro funzione di abitazione per molto tempo, il che ha permesso di farle arrivare ai nostri giorni pressoché intatte.

DSC04107s.thumb.jpg.30bd4671768d2e5dd8e16051a236efe0.jpg

Per inciso, Kakunodate è stato il centro di potere della regione per la presenza di un castello in cima alla collina, del quale però oggi non resta nessuna traccia.

DSC04149s.thumb.jpg.af5f3538b4dae7f7c068a3ebb0b0bbd7.jpg

Tali abitazioni, oltre ad essere ben conservate, sono anche visitabili, cosa che permette ai visitatori di immaginare come potesse essere la vita delle famiglie di samurai (sia di classe media che dei ricchi). Questo quartiere, in particolare, un tempo ospitava 80 famiglie ed è caratterizzato, come si vede anche ai nostri giorni, da strade ampie e cortili ombreggiati da ‘ciliegi piangenti’.

DSC03976s.thumb.jpg.e8cce952edbcdae46158bb730127a618.jpg

Tra tutte le abitazioni aperte al pubblico, sei in tutto, di particolare interesse sono la “Aoyagi House” e la “Ishiguro House”.

Aoyagi House

DSC04009s.thumb.jpg.1d88dc11de45cad89ac85e6b583a0ea6.jpg

La Aoyagi House sorge su un terreno di 3.000 mq, è costituita da più edifici ed ospita al suo interno, oltre alle collezioni museali, come armature e abbigliamento samurai, disegni e studi anatomici, anche un ristorante e un negozio di articoli da regalo.

DSC04005as.thumb.jpg.994365bc393b99d135d247f389341cda.jpg

DSC04074s.thumb.jpg.d24a6e17addfc68eab9bbf704c58050a.jpg

I cartelli, disseminati all’interno dell’area aperta al pubblico, mostrano nformazioni come la dislocazione dei vari edifici e tradizioni dei samurai, il loro stile di vita ed il contesto storico giapponese a Kakunodate. Nel giardino della casa è possibile ammirare 600 varietà diverse di piante.

DSC04072s.thumb.jpg.47f3e89e1c7f70094366f06697ab4d13.jpg

DSC04049s.thumb.jpg.07a45cae7fbdd1029dfc821508bc06ea.jpg

DSC04031s.thumb.jpg.c4e1872825d3217c2a9604237a409130.jpg

DSC04030s.thumb.jpg.ec5477b6f7cbee2e1e9d29e6e9329a9d.jpg

DSC04018s.thumb.jpg.653d141c34aae03f31b3af8c6a708b88.jpg

DSC04015s.thumb.jpg.8f540ce1260ec372d9d931a51ff9ba11.jpg

La dimoratiene alclan Aoyagi, una famiglia di classe superiore che ha mantenuto la sua importanza anche dopo la restaurazione Meiji ed ha continuato a viverci fino al 1985 quando l’intero complesso è stato convertito a museo.

DSC03981s.thumb.jpg.58ec9591b583df188a86b59c70d68814.jpg

Ishiguro House (Ishiguro-ke)

La Ishiguro House (Ishiguro-ke) era la residenza della famiglia più importante della zona (quella di rango più elevato) ed è la più antica casa di samurai. L’area visitabile è di dimensioni molto ridotte rispetto alla vicina Aoyagi House, questo perché solo una porzione della casa è aperta al pubblico, in quanto la famiglia che ne ha la proprietà ci abita tuttora.

DSC04083s.thumb.jpg.aca66461a73cd1189b340df84118ad80.jpg

DSC04085s.thumb.jpg.d220ea809a0e3c61b841a382dcfdfbcf.jpg

DSC04088as.thumb.jpg.44b125f32edaaf1e3e68f7bcf1a61a8d.jpg

DSC04090s.thumb.jpg.1f812f94c9842e16f06496fdf006f37d.jpg

DSC04102s.thumb.jpg.b37e7e09d7aef08a4bbd2d6cb1380d5f.jpg

Le altre case del quartiere sono residenze di samurai appartenenti alla classe media, per cui più piccole rispetto a quelle di Aoyagi e Ishigura e non sono tutte accessibili allo stesso modo.

DSC04105s.thumb.jpg.843b519b35e765f2edf0b65c4477a8be.jpg

DSC04106s.thumb.jpg.106f109eb4400fe490f4f643a73baa19.jpg

Il ‘distretto commerciale’ di Kakunodate è stato edificato nel 1620 in un’area separata da quella in cui sorge il quartiere dei samurai, al fine di mantenere la divisione in classi sociali di quel periodo.

DSC03978s.thumb.jpg.0af700f15d2ff9045f33fc6fe0aeabee.jpg

DSC04080s.thumb.jpg.6d8f9212d5cc82121c03faef0d86980e.jpg
DSC04081s.thumb.jpg.cf3fa26dcb3752ef997c7912f826d113.jpg

つづく

 

  • Like 7


3 Comments


Recommended Comments

Mi incanta la semplice essenzialità degli interni giapponesi. Minimalista ed al tempo stesso raffinata. Mi sono piaciute le tue foto.

Share this comment


Link to comment

Mi piace riconoscere nei tuoi scatti l'attenta cura tipicamente tedesca giapponese del sito, degli edifici e delle suppellettili che sono in mostra negli ambienti.

Presumo sia una zona piuttosto turistica e come tale assai curata per accogliere i visitatori, ma non mi riesce difficile pensare che tale attenzione sia la stessa che il popolo giapponese riserva a tutte le cose che fa, a cominciare dai suoi prodotti (come le nostre Nikon) per finire a quel senso di educazione ed ospitalità di cui sento parlare tutti coloro che tornano da un viaggio da questo straordinario paese.

Share this comment


Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...