Jump to content

Roby c

Sign in to follow this  
  • entries
    48
  • comments
    449
  • views
    1,864

Arch. C. Lopresto, la Flli. Cozzi e L'Alfa Romeo

Roby C

173 views

Pochi giorni fa, mi è arrivato un messaggio nella mia posta elettronica, arrivava dai Flli. Cozzi di Legnano, con un punto vendita da bel SESSANT'anni Alfa Romeo, mi si diceva che il giorno 22, cioè ieri vi era una presentazione di alcuni lavori dell'Arch. Lopresto, il più valente collezionista di auto storiche della nostra penisola; non nascondo che primo.. non conoscevo la persona in questione, ma la cosa mi intrigava dato che tra le  " Sue " chicche vi era una SZ Giulietta Alfa Romeo coda tronca, prototipo in un unico esemplare..

Malgrado che il sottoscritto non ami da qualche tempo viaggiare con il buio e, il sovra-mercato con la pioggia, dato che l'appuntamento era per le 20,30 non ho potuto che registrarmi ed andare, la registrazione per il motivo che i posti sono limitati.

Chi mi segue forse si ricorderà che la Flli. Cozzi ha un gran bel Museo Privato di Alfa Romeo, con pezzi anche notevoli; ed avevo già fatto un piccolo reportage sullo stesso, quindi non mi dilungo sulle vetture esposte, ma su una..

ALFA ROMEO GIULIETTA SZ CODA TRONCA ANNO 1961PROTOTIPO IN UN UNICO ESEMPLARE

"Alla fine del 1960 Elio Zagato inizia lo studio di un'evoluzione della carrozzeria della Giulietta SZ, che risulta poco competitiva contro le nuove Lotus Elite. Sfruttando l'aerodinamica il designer Ercole Spada sviluppa la nuova carrozzeria a coda tronca, che guadagna 20 km/h di velocità massima, raggiungendo i 220. Il prototipo, nato a coda tonda e modificato per i test, viene poi venduto ad Albino Buticchi, che la usa in alcune gare. Portata negli Stati Uniti viene abbandonata in un garage e arriva fino ad oggi in buono stato di conservazione. Il lavoro di restauro conservativo eseguito solo su metà vettura permette di apprezzare il recupero dell'auto senza riverniciatura e senza ricostruzioni. "

Ma vediamo alcuni scatti:

_DSC0046.thumb.JPG.18d03977bee57da8de5da92a3351335b.JPG

L' architetto Corrado Lopresto

_DSC0047.thumb.JPG.543bfc884f68926dbf4d294bcf85184c.JPG

Una parete con immagini di personaggi famosi che hanno acquistato Alfa Romeo dalla Flli. Cozzi

_DSC0053.thumb.JPG.af3a17f9404521bd8d9363dd85ba9068.JPG

Alla reception oltre al caffè ed altre bevande, con un tocco di classe non potevano mancare degl'ottimi biscotti, osservare la forma prego..

_DSC0065.thumb.JPG.71caaebe88ae0a62160b3ee13c47de0c.JPG

L'atrio di registrazione

_DSC0074.thumb.JPG.a79b532defe0f1e706439ff5b5a8f440.JPG

La presentazione ufficiale fatta dell'inizio della piccola grande manifestazione, al microfono la PR figlia del sig. Cozzi ( in centro ) ed alla sua Sx l'architetto Lopresto

_DSC0082.thumb.JPG.9ea70873d625b9e8f0e59ccaa3d58e72.JPG

Il sotterraneo con il Museo

_DSC0084.thumb.JPG.6a567594a62af3633288ff5ec4d193b4.JPG

La mitica SZ

_DSC0087.thumb.JPG.17c3b7fcca27b0534d8c6ecad06274d3.JPG

il muso della vettura

_DSC0090.thumb.JPG.2213999c06341ddba96841bc06bb3315.JPG

La fiancata con il logo Zagato

_DSC0102.thumb.JPG.2065a463aac5fb671fbdb0c882ac1676.JPG

L'architetto illustra il suo lavoro, o almeno in parte.. 

_DSC0111.thumb.JPG.561eace00bc99330ddb9e50e8e98a340.JPG

Gli spettatori intervenuti, mentre sto fuggendo..  si mi vergogno un pochino, sono fuggito.. ma alle 22,45...  la strada verso casa non è poca di notte con la pioggia, mi è spiaciuto lo confesso..

01.thumb.jpg.e8a3552f93dad5ea63c63d9175aaa09d.jpg

Una vista di 3/4 della vettura

02.thumb.jpg.bf6a375172d6ca218ab7c14b09e33b69.jpg

La cintura di sicurezza dell'epoca..

1697807870_AlfaRomeoGiuliettaSZCodaTroca1961zagato.thumb.jpg.77487332880b7c80589026cb9cb3d13f.jpg

Uno scatto di quando correva

_SPA2655.thumb.jpg.c764ab98b1d67c8cb625dd3a2aefbe31.jpg

Ed infine ad una mostra automobilistica, da notare che la vettura al fianco è anche lei una Alfa Romeo, più esattamente una  6C 1750 GS carrozzeria aprile del 1931, anche quest'ultima provate ad indovinare chi sia il proprietario?

Tra l'altro il Nostro Bilbo visto che alla famosissima mostra sul lago di Como, lui è di casa.. penso che le vetture dell'architetto le abbia già viste.. 

Ho ascoltato ed ho visto una sequenza d'immagini sulla titanica opera di lavoro su queste vetture, non credevo vi fosse un lavoro a posteriori così raffinato..

Se poi interessa.. 

 

 



13 Comments


Recommended Comments

 

Ricorda un po' la E Type , anche se la Jaguar sta su un'altro pianeta , d'altronde il periodo era quello 

però è bellina anche la Alfa , quella del 31 è fantastica 

  • Haha 1

Share this comment


Link to comment
4 minuti fa, Muncias dice:

 

Ricorda un po' la E Type , anche se la Jaguar sta su un'altro pianeta , d'altronde il periodo era quello 

però è bellina anche la Alfa , quella del 31 è fantastica 

Su quella mi è possibile documentarla di più.. però che tu ci veda la E type.... 

Share this comment


Link to comment

Magnifica la SZ. Zagato ha fatto grandi cose, uno stile unico (come d'altronde erano unici gli stili dei grandi designer italiani dell'automobile, Giugiaro e Pininfarina). Bei tempi, gran belle vetture. Bravo Roby, fa sempre piacere leggerti, ma non strapazzarti troppo:)

Share this comment


Link to comment
13 minuti fa, effe dice:

Magnifica la SZ. Zagato ha fatto grandi cose, uno stile unico (come d'altronde erano unici gli stili dei grandi designer italiani dell'automobile, Giugiaro e Pininfarina). Bei tempi, gran belle vetture. Bravo Roby, fa sempre piacere leggerti, ma non strapazzarti troppo:)

Ti ringrazio delle belle parole in fondo poco meritate dai, non ho poi fatto che una piccola cosa, sto aspettando l'opportunità di prendermi il volume della Nada sulle Autodelta, ma per ora costa un botto e di carta in casa ne ho a quintali.. non esagero se non ci credi vieni a vedere..  comunque a mio parere la mia pompa, non mi da problemi.. l'ultima visita di routine sarà il 4 del mese prossimo.

Magari domani metterò qualche altra cosa su come viene salvata un'auto..  roba da non credere..    dai come dicono qui: stay tuned..  xD

Share this comment


Link to comment
13 ore fa, Roby C dice:

Su quella mi è possibile documentarla di più.. però che tu ci veda la E type.... 

beh dai , una linea di base ..
deduco che tu sia appassionato di Alfa 

 

Share this comment


Link to comment
55 minuti fa, Muncias dice:

beh dai , una linea di base ..
deduco che tu sia appassionato di Alfa 

 

Certo.. ma delle Alfa di qualche tempo fa..   e come Alfa intendo fabbrica lombarda e basta.

Però per altre ragioni uso VW sorry...

Share this comment


Link to comment
6 minuti fa, Valerio Brustia dice:

Roby, porca miseria, ma di questa SZ li a Legnano ha fatto solo tre foto?????? Ma daiiiii!

Mi spiace Valerio..  ma non è che fosse possibile più di tanto.. non so se te ne sei reso conto, era in fondo poco prima delle sedie e.. guardata a Vista..  di quelle che ho fatto, ci potrei mettere pochi altri particolari.

Share this comment


Link to comment

Comunque.. ecco cosa poi mancava.. come vedi non era poi molto, la vettura la si vedeva anche con le prime , ora forse vedi meglio che tra la parte ripulita della vettura e il fondale, vi era pochissimo e non era possibile fotograficamente andarci,

_DSC0086.thumb.JPG.02d57db882575397912fa04d3a35fa37.JPG

Una vista della vettura nel suo insieme, con la parte restaurata e l'0altra no, bello il filo rosso che divide le due parti

_DSC0091.thumb.JPG.b233c1406b08a5383ceb0b05ba91b603.JPG

_DSC0092.thumb.JPG.da06bfe02c41ec864dbd106fe032a498.JPG

Due particolari del passaggio ruota post. dx, la banda rossa che si vede a meta scatto sulla sx non è che il maniglione antipanico di un'uscita, ecco come era posizionata la vettura.

_DSC0093.thumb.JPG.5e66442118ef40b9ff5a78615e7f38e4.JPG

Il retro.

_DSC0103.thumb.JPG.089927d2fa3ca349f5c5f9ebb972fe9d.JPG

lo spazio tra l'arch. Lopresto, la vettura e gli spettatori.

_DSC0108.thumb.JPG.1a8aa81a27e59cb9e48fd63ec0d4d8d5.JPG

Ed ecco oltre a vedere ma soprattutto sentire come sia stato fatto il restauro conservativo ed il suo perché, un'immagine di un'altra vettura in lavorazione, anch'essa Alfa Romeo, modello particolare di fatto praticamente unico, la cosa più significativa era il sentire la storia e le motivazioni dei suoi lavori.

Vorrei anche sottolineare che il lavoro conservativo su questa Alfa Romeo SZ, ha raccolto il premio FIVA dell'UNESCO, esposta a Villa D'Este nel 2016, e poi richiesta a Parigi dove inl ns. architetto ha esposto anche le sue tecniche di restauro, una gran bella soddisfazione mi pare.

Share this comment


Link to comment
9 ore fa, Roby C dice:

Certo.. ma delle Alfa di qualche tempo fa..   e come Alfa intendo fabbrica lombarda e basta.

Però per altre ragioni uso VW sorry...

 

eh , le Alfa degli scorsi decenni diciamo che non sono state poi così tanto ben riuscite , forse ultimamente qualche modello un po' più bellino ...
 

 

ma scusa , perchè il restauro di quella macchina fatto a metà ? la parte non restaurata non continua a degradarsi se non ripresa ? 
e comunque anche la parte restaurata mi sembra abbia ancora delle infiorescenze 

Share this comment


Link to comment

Ho scritto restaurata ma ho sbagliato, difatti in ultimo passo ho messo la cosa corretta, cioè conservata ed è per questo che ha vinto dei premi, tra l'altro anche dall'UNESCO.

Ci sono cose che nel tempo sono uscite dalle menti dei progettisti Alfa Romeo, che sono state riprese poi da tutti gl'altri produttori.. me ne viene in mente una che ho letto tempo fa, i fori sui cerchi in acciaio delle ruote fatti in particolar modo in maniera di favorire lo smaltimento generato dai ferodi sui tamburi..

Ora non dimenticare che attualmente una volta fatto il pianale lo stesso verrà usato per più vetture, solo cambiando il vestito che le ricopre, i motori sono poi mediamente uniformati in classi, con piccole modifiche prestazionali una serie per l'altra..  esempio: la VW è padrona sia di Seat che di Audi, la Audi A1, ad esempio ha il pianale delle Polo, la carrozzeria fatta  ed assemblata in spagna dalla Seat, e i motori fatti in Polonia.. una volta veniva progettato e costruito praticamente tutto in casa e poi, non dimentichiamo.. erano al Portello..  Ferrari era un venditore Alfa Romeo, e correva su Alfa Romeo.. stop

Share this comment


Link to comment

Bel reportage!

In effetti non capisco neanch'io il restauro conservativo fatto a metà, dove tra l'altro quella metà sembra più una ripulitura da sporco e ruggine che altro. Perché?

Anche il motore è stato ripristinato? Oppure hanno... ripulito una testata di cilindri lasciando l'altra com'era? :marameo:

 

Share this comment


Link to comment
39 minuti fa, Pedrito dice:

Bel reportage!

In effetti non capisco neanch'io il restauro conservativo fatto a metà, dove tra l'altro quella metà sembra più una ripulitura da sporco e ruggine che altro. Perché?

Anche il motore è stato ripristinato? Oppure hanno... ripulito una testata di cilindri lasciando l'altra com'era? :marameo:

 

image.png.8750e8be5e952caca02ae213baa6bc68.png

 

In effetti qui hanno piu' che altro verniciato la ruggine...manco messo un po' di stucco o ripreso come facevano i "battilastra" dei tempi che furono.

Strano, la volonta' di accostare il restaurato con il conservato ( che per me resta il piu' autentico, ove possibile )  forse e' stata trattata con un po' troppa fretta, senza nulla togliere all'esperienza dell'Arch. al mezzo in quesiotne e alle persone coinvolte ( anche l'interno e' originale, senza ritocchi ).

E' e resta un esemplare unico, complimenti a chi lo salva ( e a chi ne diffonde il lavoro il "nostro" nonno Roby C )

Share this comment


Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...