Jump to content

[reportage] I Fantasmi del Castello di Vezio

Silvio Renesto

132 views

Vezio è un piccolo borgo appena sopra Perledo, vicino alla più famosa Varenna, in provincia di Lecco.

E' un paesino caratteristico dominato da un castello millenario, antico avamposto militare, con un alto mastio merlato e cinta di mura.  E' visitabile e da lì si possono ammirare interessanti   scorci  del Lago:

vezio1.thumb.jpg.80854ed03e9676ffd3a3abadaeda25ff.jpg

 

vezio2.thumb.jpg.977ebd05622a0e9604628cfcb6ee8bc2.jpg

Ma non mi interessa farvi vedere cartoline. Una delle particolarità del castello di Vezio è che ci sono i fantasmi. Mute presenze che accolgono i visitatori.
Sono presenze benigne, nonostante nella loro immobilità mi ricordino un po'  gli inquietanti  Weeping Angels  della serie televisiva  inglese  Doctor Who.

Ho provato a riprenderne alcuni ambientandoli  sfruttando il bianco e nero per creare un'atmosfera.

 

ghost1.thumb.jpg.f1fd2316733709dbf40441532a70c273.jpg

 

ghost2.thumb.jpg.27378cdf2190faf7f358a72e90812c62.jpg

 

ghost4.thumb.jpg.2c86c7872cdf21248a89ff53123842dd.jpg

 

ghost3.thumb.jpg.7c89c55b8d9493ff25ff7d673bb0ada1.jpg

 

ghost5.thumb.jpg.c3a6ee44a9cfcfc8a261bd6a60475eb8.jpg

 

Da dove vengono i fantasmi?

Una leggenda parla della Regina Teodolinda che visse qui verso la fine della sua esistenza.

La realtà è un po' più prosaica: 

Durante la manifestazione “Fantasmi al castello” nel mese di Marzo, dei volontari  vengono posti in una posizione "creativa" e dopo esser stati rivestiti da una pellicola trasparente protettiva vengono ricoperti da una miscela di garza e gesso. A questo punto si deve aspettare pazientemente una mezz'oretta  che l"ingessatura"  solidifichi.  Questa viene poi delicatamente sfilata di dosso al modello ed esposta in posizioni consone.

Il composto di garza e gesso viene “sfilato” di dosso alla persona (con molta delicatezza) ed il risultate sudario è esposto negli ambienti del castello creando suggestioni d'atmosfera: così come nascono i fantasmi del castello di Vezio.

 

Vorrei, se ne avete voglia, un vostro giudizio sulle inquadrature e, se qualcuno avesse anche voglia di dirmi  come avrebbe fatto a rendere meglio l'atmosfera e  le presenze (premetto: il castello non è visitabile di notte), sarei molto interessato.

 

 



13 Comments


Recommended Comments

Ciao Silvio, non sapevo di questo castello, quindi grazie.
Per il parere che chiedi, per me è difficile dirti come avrei fatto a rendere più inquietanti le presenze, non sono mai stato li e certo di giorno non si possono creare ambientazioni diverse da quelle che hai presentato.
Con il buio invece si potrebbe giocare un po' con le luci, non poche, magari anche colorate, comunque da studiare li sul posto.
Ma non è possibile perchè chiuso ed immagino non si possano chiedere permessi
Per esempio, al buio con le luci ad hoc, la penultima con il fantasma che si affaccia sotto la torre potrebbe essere più d'effetto.
Altra cosa secondo me é che queste riproduzioni in gesso di loro hanno poco di inquietante, anzi, prendi per esempio la terzultima a me sembra un anima a custodia del castello un po' malinconica.

Share this comment


Link to comment

Ciao Silvio.

Io aumenterei il contrasto -  non tanto come modifica della foto quanto  come inquadratura - e resterei sul campo stretto  un po’ come hai già fatto nelle foto 3 e 4. Il contrasto nella scena stretta aumenta la percezione drammatica, mentre la resa evanescente (riduci foschia e chiarezza su LR per intenderci) nelle riprese più aperte in  poca luce, evoca figure fantastiche,  appunto. E’ un sentiero di ricerca da provare il tuo,  e sarebbe interessante vedere come altri interpretano questa suggestione. 

Edited by nikolas

Share this comment


Link to comment
1 ora fa, nikolas dice:

Io aumenterei il contrasto -  non tanto come modifica della foto quanto  come inquadratura - e resterei sul campo stretto  un po’ come hai già fatto nelle foto 3 e 4. Il contrasto nella scena stretta aumenta la percezione drammatica, mentre la resa evanescente (riduci foschia e chiarezza su LR per intenderci) nelle riprese più aperte in  poca luce, evoca figure fantastiche,  appunto. E’ un sentiero di ricerca da provare il tuo,  e sarebbe interessante vedere come altri interpretano questa suggestione. 

Sarebbe interessantissimo, se qualcuno vuole provare ... Ecco delle altre inquadrature da interpretare:

_SCR1258.thumb.JPG.364ba81726e385e41deeeb250ea904b2.JPG

 

_SCR1266.thumb.JPG.1e2204a19bb80b27ffeb38f6efd2d826.JPG

Share this comment


Link to comment

Sono stato lì diversi anni fa (ho in archivio delle foto fatte lì) e la particolarità del luogo non sono solo i fantasmi ma anche il fatto che vongono fatti volare dei rapaci per i turisti che arrivano all'ora giusta! :) 

Share this comment


Link to comment

Concordo con Alberto, a Vezio vi è un centro rapaci, vi sono stato diversi anni fa per alcune volte, ammesso che sia ancor valida, mi rilasciarono la tessera a vita...  quasi quasi torno per vedere cosa dicono.. comunque anche il castello nel suo complesso è carino, certo che arrivarci se non lo si sa è un pochino problematico..

ah.. facevano da mangiare bene...

Share this comment


Link to comment

Sì vero,  ho visto uno splendido esemplare di Nibbio ed uno di Gufo Reale tenuti in due gabbie da polli o poco più, mi è venuta una grande tristezza, per cui non ne ho parlato.

Piuttosto... considerazioni sulle immagini? Qualche idea su come fareste per valorizzarle meglio?

Share this comment


Link to comment
31 minuti fa, Silvio Renesto dice:

Sì vero,  ho visto uno splendido esemplare di Nibbio ed uno di Gufo Reale tenuti in due gabbie da polli o poco più, mi è venuta una grande tristezza, per cui non ne ho parlato.

Piuttosto... considerazioni sulle immagini? Qualche idea su come fareste per valorizzarle meglio?

Silvio, quando li ho visti io.. e siamo nel 2003-2004 mi pare, non avevo visto " Stie " per polli..  ma tantè i tempi cambiano e non sempre in meglio..

Andiamo invece ai tuoi fantasmi..  se per caso, dico per caso.. si potesse mettere le mani su una macchina per fumo, sai che spettacolo.. che razza di atmosfere.. poi l'ora più indicata sarebbe forse il crepuscolo, non credi?.. oh beh.. è la mia impressione.

Share this comment


Link to comment

Posto interessante, Silvio, ma difficile da fotografare con strumenti "normali".

Intendo dire che, perlomeno a quanto riesco a vedere, le immagini sembrano tutte un po' "piatte", probabilmente per il cielo coperto e la mancanza di luci ed ombre necessarie a rendere interessanti soprattutto delle fotografie in monocromia, e penso che la tua fotocamera da sola non sia in grado di fare di meglio.

Credo che la disponibilità di maggiore luce, diffusa con flash e/o con proiettori a luce continua, disposta opportunamente in un set "ragionato" possa notevolmente migliorare la qualità delle foto ed aiutarti ad ottenere l'effetto che hai in mente.

Share this comment


Link to comment

Grazie per gli interventi e i consigli.

Ho provato a rendere evanescenti i fantasmi in pp, ma il risultato era  "posticcio", sapeva di finto, magari colpa della mia scarsa capacità.

Penso che per gestire i set come consigliato, dovrei chiedere autorizzazioni all'azienda che gestisce le visite ed escludere temporaneamente il flusso dei turisti che fanno i selfie col fantasma, così da provare con calma.

Comunque l'impressione generale è che oltre ai problemi sopra elencati, i grigi siano un po' troppo piatti?

Share this comment


Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...