Jump to content

Esperienze

  • entry
    1
  • comments
    14
  • views
    437

La mia prima escursione wildlife: camosci!


Leo

582 views

Per il mio primo post vi racconto le mie prime esperienze di escursione fotografica wildlife, tra le montagne della Val d'Aosta, a caccia di camosci!
Ho la fortuna di conoscere Massimo Vignoli di persona, che mi ha guidato in questa mia prima volta e da cui ho imparato moltissimo.
Quindi sveglia alle cinque e partenza per la Val d'Aosta! All'arrivo il tempo era insolitamente caldo, per cui si è optato per viaggiare leggeri e lasciare le ciaspole in macchina. La prima salita ha dimostrato la mia forma fisica abbondantemente precaria, tanto che dopo poche centinaia di metri già i polpacci avevano deciso di smettere di collaborare, e il peggio doveva ancora venire! Dopo neanche una mezz'oretta si inizia a vedere neve e dopo pochi altri minuti si vede solo quella... Ovunque, mezza sciolta dal caldo e fino al ginocchio, con ogni passo si sprofondava e con quello successivo cedeva ulteriormente, raddoppiando lo sforzo. Dopo oltre 4 ore riusciamo ad arrivare in cima stremati, ma ce l'avevamo fatta! E lo sforzo ci ha ripagato con qualche splendido esemplare, che evidentemente ha voluto premiare lo sforzo, mostrandosi vicino senza doverlo andare a cercare, anche perché... Non avremmo mai potuto fare un altro passo! Ma ormai il tempo era poco, la neve alta, gli altri camosci ben nascosti, quindi poche foto ed era già ora di prendere la via della discesa, che si è dimostrata sicuramente meno stancante, ma con la neve sciolta non è stata comunque una passeggiata.
Una volta a casa c'è stato un pò di disappunto rivedendo le foto, troppi errori sciocchi, di messa a fuoco, di impostazioni della reflex... La stanchezza e l'aria rarefatta forse hanno giocato un tiro mancino, forse semplicemente l'emozione era troppa. Man mano che la stanchezza passava, aumentava la voglia di tornare nuovamente lassù, per cui alla fine abbiamo organizzato anche per il weekend successivo.
Sveglia nuovamente alle 5 e via pronti a partire nuovamente! Questa volta il tempo era meno aperto, faceva un po' di nevischio, ma durante la settimana aveva fatto relativamente caldo, per cui anche questa volta niente ciaspole. Inoltre abbiamo fatto un percorso leggermente più lungo, ma anche meno ripido, che non ha convinto troppo i miei polpacci, ma complice la neve ben più ghiacciata in circa 2 ore e mezza eravamo già su, pronti per poter abbandonare il sentiero e lanciarci verso la vera "caccia".
Ma la fortuna non era particolarmente dalla nostra, quindi dopo aver avvistato un gruppo di stambecchi, cercando di avvicinarci un nuvolone si piazza proprio intorno a noi. E siccome non c'era vento, il nuvolone ha pensato di tenerci compagnia per qualcosa tipo 4-5 ore, impossibilitandoci non solo di fotografare, ma anche di muoverci, con il freddo che penetrava sempre più attraverso le scarpe, i guanti, i vestiti. Momenti in cui le speranze ci stavano abbandonando.
Ma proprio quando stavamo per cedere, all'improvviso le nuvole spariscono e lasciano spazio ad un sole bellissimo e diversi camosci intorno a noi! Abbiamo valutato la possibilità di tornare anche con il buio e ci siamo lanciati in altre foto, regalandoci scorci mozzafiato, animali stupendi, paesaggi emozionanti e persino una luna gigante che fa capolino dietro la cima di una montagna. Alla fine, sazi dell'abbuffata siamo tornati giusto in tempo per attraversare il bosco con la sola torcia ad illuminare il cammino, stanchi ma felici.
Queste sono alcune delle foto scattate, e anche se sono il primo a dire che non sono le più belle mai viste, non è importante, perché sono le mie, scattate durante un'esperienza spaziale, che non vedo l'ora di ripetere nuovamente. Inoltre l'esperienza mi ha permesso di imparare con sul campo diverse cose. Per esempio:
- la montagna la devi conoscere, non si può improvvisare. Siamo partiti con il sentiero pulito e ben tracciato, ci siamo ritrovati in un mondo di neve in cui tutto era ricoperto. Se non fosse che Massimo riusciva ad orientarsi e sapeva dove mettere i piedi, saremmo ancora lì dispersi... Inoltre bisogna anche sapere quali attrezzature portarsi, non può bastare la voglia e un paio di sneakers.
- come approcciarsi agli animali: bisogna sapere come fare, mantenendo distanze di sicurezza, facendo capire il disinteresse attraverso il proprio comportamento, tutte cose che magari sulla carta si sanno a menadito, ma quando poi si è lì è tutto un altro paio di maniche da mettere in pratica, tra la foga, la stanchezza, la neve e i saliscendi.
- ma soprattutto: mai mollare. Dopo 4 o 5 ore nella nebbia e nel freddo le speranze iniziavano davvero a vacillare, ma se non fossimo rimasti fino alla fine non avremmo avuto le occasioni che poi si sono presentate. Insomma è proprio vero quanto si dice: se ci sei può andare male, ma se non ci sei diventa una certezza.

Camosci 07.jpg

Camosci 08.jpg

Camosci 09.jpg

Camosci 10.jpg

Camosci 11.jpg

Camosci 12.jpg

Camosci 13.jpg

Camosci 14.jpg

Camosci 15.jpg

Camosci 16.jpg

Camosci 17.jpg

Camosci 18.jpg

Camosci 19.jpg

Camosci 01.jpg

Camosci 02.jpg

Camosci 03.jpg

Camosci 04.jpg

Camosci 05.jpg

Camosci 06.jpg

  • Like 10

14 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano

Emozionante. Come prima esperienza wildlife direi decisamente gratificante: le foto sono molto belle e il racconto coinvolgente. Immagino il freddo, il disagio e la fatica, ma vuoi mettere la soddisfazione.... Bravo. :)

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Complimenti anche da me. Per iniziare la compagnia di un esperto è fondamentale. Quindi bravi entrambi. Un po’ di fortuna col tempo ci vuole… Le foto raccontano la giornata efficacemente, anche dal punto di vista emotivo. Solo per curiosità, non che sia fondamentale,  qualche dato di scatto? 

Link to comment
  • Nikonlander

Entusiasmo ed esperienza, bravo tu alla prima uscita e bravo il tuo maestro a coinvolgerti ( al punto di tornare ).

Link to comment
  • Nikonlander
23 ore fa, nikolas dice:

Complimenti anche da me. Per iniziare la compagnia di un esperto è fondamentale. Quindi bravi entrambi. Un po’ di fortuna col tempo ci vuole… Le foto raccontano la giornata efficacemente, anche dal punto di vista emotivo. Solo per curiosità, non che sia fondamentale,  qualche dato di scatto? 

Da cellulare non riesco a vedere, devo fare delle verifiche al PC, ma se non si vedono devo aver dimenticato il check sull'esportazione da lightroom, comunque fatti tutti con D850 e 200-500, tendenzialmente quasi tutte a 500mm con tempi di scatto tra 500 e 1000. Gli ISO molto bassi, spesso 64, a parte quella nel bosco che spara a 3200. In generale devo dire che nonostante gli ISO bassi sono più rumorose del solito, forse per la scarsità di luce: ai safari questo settembre decisamente file molto più puliti, anche a ISO peggiori!

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Bravo, belle le foto e coinvolgente il racconto da cui traspaiono tutte le emozioni che hai provato e che, sono certo, ripagano della fatica, del freddo, e delle difficoltà patite per raccogliere quegli scatti.

Link to comment
  • Redazione

Complimenti per la costanza e la passione, che hanno portato ad un bel risultato. Belle atmosfere e foto coinvolgenti. Comprendo benissimo la soddisfazione.

Poi hai avuto un ottima guida!

 

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Bravo Leo, ma bravo veramente..  nel complesso il tuo operato mi è piaciuto, e bravo anche il Maestro.. perdonami solo che arrivo da buon ultimo..

Link to comment
  • Nikonlander Veterano
Il 23/11/2018 at 08:28, Leo dice:

Da cellulare non riesco a vedere, devo fare delle verifiche al PC, ma se non si vedono devo aver dimenticato il check sull'esportazione da lightroom, comunque fatti tutti con D850 e 200-500, tendenzialmente quasi tutte a 500mm con tempi di scatto tra 500 e 1000. Gli ISO molto bassi, spesso 64, a parte quella nel bosco che spara a 3200. In generale devo dire che nonostante gli ISO bassi sono più rumorose del solito, forse per la scarsità di luce: ai safari questo settembre decisamente file molto più puliti, anche a ISO peggiori!

Grazie.

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...