Jump to content
Sign in to follow this  
  • entries
    19
  • comments
    262
  • views
    1,287

Mauro Maratta

Sign in to follow this  
Silvio Renesto

836 views

La serie di Quattro chiacchiere con...  si chiude in bellezza con l'intervista al co-fondatore e anima vivace di Nikonland. Non ha bisogno dia presentazioni è lui: Mauro Maratta.

Raccontaci qualcosa di te
Ho da un pezzo passato i cinquanta anni ed ho rinunciato ancora da prima a tenere sotto controllo il mio "peso forma".
Il mio lavoro é tra le cose più lontane al mondo dall'espressione fotografica o dall'arte in genere.
Perchè io considero la fotografia come un mezzo di espressione, alla pari con le altre forme di arte e non certamente come una forma di riproduzione meccanica fedele.
Io come fotografo non mi sento affatto un cronista o un "contastorie", ma un pittore o un compositore. Fotografare per me è il sistema più facile per esprimere la mia creatività.
Da giovane studiavo musica e sognavo di diventare organista o direttore d'orchestra. Ma non ne avevo né il talento né lo spirito d'abnegazione necessari.
Sono pigro e trovo sempre più pratiche le scorciatoie. Fotografare è - in apparenza - molto meno impegnativo. Ecco perchè !

Maratta1.jpg.f25943df46c2b27e7fdf565e2f726e57.jpg

 

Quando e come ti è nata la passione per la fotografia?
Confesso che non mi sono mai interessato particolarmente alla fotografia fino ai venti anni di età.
Le mie forme espressive più naturali sono la musica e la pittura.
In casa c'era una Zeiss Contessa deputata alle foto familiari che usava mio padre esponendo aiutandosi con un misterioso foglietto piegato e riposto dentro l'astuccio della fotocamera (di quelle a soffietto, avete presente ?). Da grande ho poi scoperto che l'esposimetro era guasto e nel foglietto c'erano le coppie tipo di diaframma/tempo. Ma all'epoca non mi interessava per nulla.
Tutto il mio interesse si riversava sulle macchinine, sui modelli da costruire, sui dischi di musica classica.
La mia prima esperenza fotografica risale all'epoca del mio primo alano - Lisa - e di un regalo inaspettato, una Polaroid.
Le foto erano pessime ma vedere lo scatto del mio cane che si materializzava in pochi minuti era emozionante.

Maratta2.jpg.04413609d9af93a99f5cb7e6828e1940.jpg

 

Nikon perchè? Un caso o una scelta? E quando hai iniziato?

Quindi con uno dei miei primi stipendi, nel 1983, finii per acquistare prima il mio primo vero impianto stereo con cui valorizzare i miei dischi e poi, solo poi, la mia prima macchina fotografica.
Non ne sapevo nulla e quindi come mia abitudine mi documentai approfonditamente prima dell'acquisto. Tanto da capire che doveva essere una reflex. Che doveva avere un obiettivo fisso di qualità molto luminoso. Che doveva essere una macchina seria ed affidabile. Quindi uscii dal negozio con uno stipendio in meno e una Nikon FE2 e un Nikkor 50/1.4 AIs in più.

 

Qual'è il tuo genere preferito oggi?

Fotografo le cose vive - anche quelle animate da motori potenti - che mi guardano. Sostanzialmente i miei simili.
Ma mi devono poter guardare negli occhi, come io guardo negli occhi loro.
In fondo considero creature vive anche le automobili sportive. Gli aerei e le locomotive. Hanno anche loro occhi, cuore, braccia e gambe.
E i fiori, che io cerco di fotografare come se fossero persone, quando ci riesco.
Ho sempre fotografato questo e non mi riesce di stancarmi mentre il resto mi annoia.

Maratta3.jpg.62e6901a8f86a1819d63f19c9ab350af.jpg

 

Come ti trovi? Cosa ti manca?

Ho sempre avuto la fortuna di potermi permettere il meglio del mercato. Se c'è qualcosa che mi manca, presto o tardi sarà disponibile.
In generale per me la pellicola_è_una_cosa_fragile_che_puzza che non ho mai apprezzato, sono nato digitale per tutto quanto; i megapixel non sono mai abbastanza così come la focale che sto usando é sempre troppo corta. Già ad 85mm mi sento a disagio, quasi come se avessi un grandangolare in mano ...
Ultimamente, per curiosità, ho usato materiale fotografico di altri marchi per vedere se dall'altro lato della siepe l'erba era altrettanto verde. Ho trovato la stessa risposta di quando ho scelto la mia prima Nikon. E non penso che mi avventurerò più fuori dal confine della Contea.
Ho apparecchi che hanno svariate decine o centinaia di migliaia di scatti all'attivo, eppure sembrano nuovi appena acquistati. Facilità d'uso, ergonomia e tenuta nel tempo.
Che altro chiedere di più ?

Maratta4.jpg.8812f93c3e7f8e40aae216aded78395d.jpg

Maratta5.jpg.a737a1bdc252bd18a6ef4ebd0d401ec8.jpg

 

Oltre alla fotografia hai altre passioni o interessi?

In realtà dovrei rispondere che oltre alle mie passioni, c'è anche la fotografia. La fotografia spesso è semplicemente la scusa per vincere la pigrizia e la ritrosia verso il mio prossimo ed andare là dove posso fotografare, con la scusa di fotografare ciò che mi piace. Proprio non riesco a fotografare qualcosa che non mi appassiona, non mi piace, trovo brutta o non mi parla !
La mia più grande passione è la musica - quella cosiddetta "classica" - e poi la storia, quella militare in particolare. Mi interessano poi molte altre cose che mi appassionano ma che ho accantonato in attesa di riavere tutto il mio tempo per me (e non dovrebbe mancare oramai tantissimo tempo, toccando ferro !).

Maratta6.jpg.e42fa4630d35f52e669052b5b1e0099e.jpg

 

Fotografi i soggetti o gli oggetti di queste altre passioni? 

La musica non si può fotografare ma le belle donne e le automobili da sogno che non mi potrò mai permettere nemmeno di provare, quelle si ! Va bene come risposta ?

Maratta7.jpg.12c3464f07c0c8ae1d640bf7d626bfe5.jpg

 

Qual'è la foto, o il portfolio, il progetto fotografico da te realizzato a cui sei più affezionato?

La realizzazione di una promessa fatta ad una ex-modella tanti anni fa. Essere l'ultimo a fotografarla prima che smettesse di posare.
Il risultato sono più di 9000 foto molto personali che non mi piace condividere con gli altri ma che resteranno per sempre nella mia memoria e con cui mi confronterò per sempre, probabilmente incapace di andare oltre, in termini di coinvolgimento e di tensione emotiva e creativa.

 

Maratta8.jpg.19c8d34883f823d38d1b727bbdc9e845.jpg

 

E in futuro?

Nell'immediato futuro voglio dedicarmi ancora di più a fotografare ciò che, facilmente, dopo non potrò più avvicinare come posso oggi.
Più avanti non lo so. Come vi sto dicendo, per me la fotografia è tutt'altro che il fine, è un mezzo. E in futuro avrò modo di utilizzare più continuamente anche altri mezzi, con ritmi più tranquilli di oggi.
 

Maratta9.jpg.eae1dabba8fdb13c8792ab6e64a6c09c.jpg

 

Nikonland, perchè?

Bella domanda. Ci vorrebbe un libro solo per rispondere a questa. Diciamo che Max ed io ci siamo buttati in questa avventura perchè gli altri siti dell'epoca, non ci sembravano abbastanza nikonisti. O se lo erano, il vero motore non era la nostra stessa passione. Può bastare ?

 

Maratta10.jpg.b6ba52aef3cbc070b79922c6aeae7cec.jpg

 

Cosa ha rappresentato Nikonland e cosa rappresenta oggi?

Grazie a Nikonland ho conosciuto tante persone care, con alcune ho costruito veri rapporti di amicizia duratura. Con molti ho avuto ed ho contatti frequenti. Qualcosa di inestimabile.
Spesso Nikonland è lo sfogo principale della mia necessità di comunicare e di scrivere. La scusa è il test di un apparecchio, il vero scopo e dire agli altri le cose che penso.
Metterlo a fattor comune, insieme alle esperienze di altri amici che condividono la mia stessa inclinazione per Nikon è un moltiplicatore che ha consentito al sito di arrivare fino ad oggi a 12 anni dal lancio.
Oggi forse ci sono online meno contatti, ma è normale, quando pensiamo che per molti oramai uno smartphone è più che sufficiente per fotografare.
Per quelli - sempre meno - per i quali una Nikon resterà invece l'unica risposta all'esigenza di avere una fedele compagna fotografica, Nikonland é parimenti l'unica voce fuori dal coro nella lingua del si.
Averla fatta nascere ed aver contribuito a creare quella sottile rete di relazioni umane che l'ha alimentata, sarà sempre motivo di orgoglio per me.
Ma Nikon, prima che Nikonland, per sempre. Non credete ?

Maratta11.jpg.be5b32f7cb8d0c3d0f3790d3fd616926.jpg

 

Maratta12.jpg.9437207e43e3f2253861977a850f6b06.jpg

 

Sign in to follow this  


20 Comments


Recommended Comments

Al di la degli scatti che, sono eccellenti come sempre, mi è ri-piaciuta l'umanità che traspare dalle sue parole, a volte è un pochino burbero.. ma santo cielo.. va bene così; e credetemi.. mi sento orgoglioso di conoscerlo.. 

Ancora un grazie al nostro proff. S.R.

Share this comment


Link to comment

Ecco Mauro, questo è il motivo per il quale faccio parte di Nikonland. Leggendo le tue risposte tra le righe trovo tutte le motivazioni che ogni giorno mi spingono a fare il login e parlare e confrontarmi con tutti voi. Persone, non avatar. Grazie.:)

PS - Fotograficamente: mi piace e mi stimola la tua continua ricerca della perfezione.

  • Haha 2

Share this comment


Link to comment
1 ora fa, maxbunny dice:

Piacere di averti conosciuto un pò meglio!

Vero, e' un piacere, oltre che estremamente utile, leggerti ed anche averti conosciuto un po' di piu' .

Share this comment


Link to comment

Passione, competenza, sensibilità: per chi ti conosce un po' non hai che confermato queste doti.

Per gli altri sono certo che hai fatto conoscere qualcosa di te che farà apprezzare ancora di più i tuoi lavori fotografici. ;)

  • Haha 1

Share this comment


Link to comment

Anche qui, in questa tua intervista, ritrovo la coerenza che ti distingue e che conosco.

Aggiungerei anche la disponibilità e la passione che ci metti nel condividere questo tuo modo di essere.

Ciao.

 

Share this comment


Link to comment

chi ti legge, da ormai due lustri, in questa intervista trova il bigino del patron di nikonland. Però osservo che, al di là della spinta creativa, oltre l'empatia o indifferenza del risultato ottenuto, la Fotografia ti spinge fuori, ti fa scrollare da dosso la pigrizia, ti chiama sotto il cielo blu o grigio o quel che l'e'. A creare, si, ma partendo da elementi reali non immaginari. Una scorciatoia rispetto alla pittura? Mah, non è che forse  la fotografia sia "altro" e non semplicemente un pennello particolare?

Grazie Mauro.

 

Share this comment


Link to comment
43 minuti fa, Andrea Zampieron dice:

Una persona che quando si esprime  sulla tastiera e sulla reflex lascia il segno, può piacere o meno , ma di sicuro non fa parte della mediocrità che si percepisce in giro.

Andrea

:signorsi: Andrea, questo, sinceramente, è uno dei più aderenti profili (e complimenti) che mi siano mai stati rivolti :)

  • Like 1

Share this comment


Link to comment
1 ora fa, Andrea Zampieron dice:

Una persona che quando si esprime  sulla tastiera e sulla reflex lascia il segno, può piacere o meno , ma di sicuro non fa parte della mediocrità che si percepisce in giro.

Andrea

Sagge parole..  non sai quanto sei nel vero..  come leggi.. si è anche commosso...  :$

Share this comment


Link to comment

ciao Mauro ( o preferisci  Rudolf ? )...beh oggi scopro che un grande fotografo, e un grande "influencer" per noi fotografi amatori è anche un uomo di grande sensibilità...

beh visto il periodo ....auguri di buon Natale a te, ai tuoi cari e ..a Max 

Giacomo

  • Like 1

Share this comment


Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...