Jump to content

G.B OMBRELLO

  • entries
    4
  • comments
    99
  • views
    1,182

Sirene ...


Giovan

471 views

"Sono Lighea, sono figlia di Calliope.Non credere alle favole inventate su di noi:Non uccidiamo nessuno, amiamo soltanto." ( La sirena di G.Tomasi di Lampedusa)

Non sono guizzi di pesci argentati, non sono le onde cristalline che si infrangono laggi˘ dove il mare bacia l'azzurro del cielo, sono loro,le mitiche sirene .Il mare le ha rapite per non farle fuggire dal suo liquido abbraccio. Eterne seduttrici, amanti appassionate, splendide madri dalle cui viscere nasce la vita.Esseri fatati che solcano gli oceani e si librano nelle loro profondit‡ per poi ritornare in superficie e regalare agli uomini, immaginari, meravigliosi scenari e donare loro la bellezza di un mondo incantato, dove l'amore Ë l'immortale sovrano. Ma le sirene sanno anche spogliarsi dalle apparenze, dalla storia terrena e dal tempo che ne segna l'avvicendarsi degli eventi, esse, immortali creature del mare, racchiudono nel loro corpo di donna e di pesce il passato e il presente, la passione dell'amore puro e la saggezza della madre.Come il mare Ë detentore di intimi segreti, di realtà insospettate, di storie vissute, di vita e di morte, le sirene, estrema rappresentazione mitica dell'eterno femminino, racchiudono con il loro essere donna, millenari segreti della natura.Il mare le avvolge delicatamente, esse sanno come accondiscendere alla sua volontà, sanno volare tra le acque senza ali, scendere e poi risalire, lasciarsi andare o lottare contro le correnti.La natura Ë donna, la natura, risultanza perfetta di amore, poesia e arte, si fonde con il femmineo sentire.L'acqua dà la vita all'uomo, la vita nasce dalla donna, la donna  torna all'acqua. Il suo sentire interiore, immortale come la sirena, sfuggire sempre alla ragione prima che essa possa catturarlo e imprigionarlo.             
 

Da molto tempo ormai tengo nel cassetto questo progetto ...è ora di farlo girare, conoscere, sentire le opinioni, anche brutali... 

Il lavoro è di 40 immagini, tutte realizzate con modelle amiche che si sono prestate al gioco.

 

 

image.thumb.jpeg.d7ce8b4ffdba23fe1c343f6d1057be7e.jpeg

GB Ombrello111.jpg

GB Ombrello19.jpg

GB Ombrello16.jpg

GB Ombrello14 .jpg

GB Ombrello13.jpg

GB Ombrello9.jpg

GB Ombrello8.jpg

GB Ombrello5.jpg

_GIO0434-Modifica1.jpg

GB Ombrello121.jpg

GB Ombrello151.jpg

GB Ombrello22.jpg

GB Ombrello .jpg

  • Like 7
  • Thanks 8

19 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano

Un grande lavoro, un progetto che come ti avevo già scritto nel 2018 mi affascina e piace moltissimo.
Complimenti davvero!

Devi trovare l'ordine giusto per le 40 immagini e valutare se utilizzarle tutte... e il portfolio sarà un successo.

  • Like 1
Link to comment
  • Redazione

Un progetto impegnativo e molto coinvolgente.  Affascinante come la luce sott'acqua scolpisce  e rende mobili i corpi. Interessante anche alternare queste foto dinamiche con tanti riflessi con quelle più ferme. A questo proposito, tutte molto belle, l'ultima è eccellente.  

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander
47 minuti fa, cris7 ha scritto:

Un grande lavoro, un progetto che come ti avevo già scritto nel 2018 mi affascina e piace moltissimo.
Complimenti davvero!

Devi trovare l'ordine giusto per le 40 immagini e valutare se utilizzarle tutte... e il portfolio sarà un successo.

Grazie … ecco non ricordavo di averle già postate … comunque l’ordine è già fatto … adesso andranno in vari concorsi e in lavorazione la mostra … grazie 

  • Thanks 1
Link to comment
  • Nikonlander
19 minuti fa, Silvio Renesto ha scritto:

Un progetto impegnativo e molto coinvolgente.  Affascinante come la luce sott'acqua scolpisce  e rende mobili i corpi. Interessante anche alternare queste foto dinamiche con tanti riflessi con quelle più ferme. A questo proposito, tutte molto belle, l'ultima è eccellente.  

Grazie Silvio … è ora di farlo girare. Piace anche a me l’alternanza tra foto più statiche e dinamiche . 

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Non so gli altri ma rimanere ammaliato da una sirena è sempre stato il mio sogno.... per questo non ho mai capito Ulisse.
Intanto il racconto è bellissimo, soprattutto per chi ama il mare come me. Un elemento di grande fascino, una zona d'ombra che non conosciamo e che ci attrae, stimola la nostra fantasia, ci invita ad esplorarlo sopra e sotto la superficie. Accogliente e spaventoso allo stesso tempo. E ci speriamo ogni volta di incontrare una sirena.

Un progetto bellissimo e una storia bellissima, intrigante. Scatti meravigliosi e sorprendenti come potrebbero essere solo le sirene. L'ultimo è di una dolcezza infinita, una quiete assoluta.... il silenzio.

:cuoricini:

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander
Il 15/9/2022 at 09:30, effe ha scritto:

Non so gli altri ma rimanere ammaliato da una sirena è sempre stato il mio sogno.... per questo non ho mai capito Ulisse.
Intanto il racconto è bellissimo, soprattutto per chi ama il mare come me. Un elemento di grande fascino, una zona d'ombra che non conosciamo e che ci attrae, stimola la nostra fantasia, ci invita ad esplorarlo sopra e sotto la superficie. Accogliente e spaventoso allo stesso tempo. E ci speriamo ogni volta di incontrare una sirena.

Un progetto bellissimo e una storia bellissima, intrigante. Scatti meravigliosi e sorprendenti come potrebbero essere solo le sirene. L'ultimo è di una dolcezza infinita, una quiete assoluta.... il silenzio.

:cuoricini:

Grazie per il tuo bellissimo commento.... 

Link to comment
  • Nikonlander

Bellissimo lavoro , speciale come si combinano le luci ! L ultima foto è veramente incredibile

Modelle bravissime nei giochi sotto acqua!

Super !👋

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander

Difficile per me commentare un lavoro tanto bello senza essere banale o ripetere quanto già scritto. Trovo la serie di immagini spettacolare, cariche di sensualità e pura bellezza.

Come già scritto l'ultima lascia senza parole, l'ho guardata per un tempo indefinito, ammaliato.

Grazie per avere condiviso questo splendido lavoro.

 

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Splendido lavoro, uno di quelli che vorrei aver fatto io. Ottima la scelta del bianco e nero.

Le mie preferite sono la 1, 3, 5.

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Una idea originale ben realizzata. Sono varie,  non c’è monotonia pur nella costanza del soggetto e dell’ambientazione. C’è solo una piccola cosa:  non mi convince lo sviluppo dell’ultima foto.  La trovo un po’ troppo omogenea e compressa nella scala dei grigi.  L’impatto emotivo è comunque assicurato. Complimenti, bravo!

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander
Il 21/9/2022 at 18:09, Gabriele Castelli ha scritto:

Splendido lavoro, uno di quelli che vorrei aver fatto io. Ottima la scelta del bianco e nero.

Le mie preferite sono la 1, 3, 5.

Grazie 

 

Link to comment
  • Nikonlander
Il 21/9/2022 at 18:40, Nicola B ha scritto:

Una idea originale ben realizzata. Sono varie,  non c’è monotonia pur nella costanza del soggetto e dell’ambientazione. C’è solo una piccola cosa:  non mi convince lo sviluppo dell’ultima foto.  La trovo un po’ troppo omogenea e compressa nella scala dei grigi.  L’impatto emotivo è comunque assicurato. Complimenti, bravo!

Grazie .... sono scelte 

Link to comment
  • Nikonlander
Il 29/10/2022 at 13:34, Tanker ha scritto:

complimenti! un nudo diverso e ottimo b/n.bravo!

Grazie 

Link to comment
  • Nikonlander
8 ore fa, Ennio Franzi ha scritto:

Un progetto ben fatto, condivido appieno la scelta del BN peraltro ben sviluppato.

Complimenti

 

Grazie 

Link to comment
  • Administrator
Il 29/10/2022 at 13:34, Tanker ha scritto:

complimenti! un nudo diverso e ottimo b/n.bravo!

Giovanni parte dal bianco e nero in ripresa.

Ovviamente parlo del secolo scorso, quello della camera oscura.

Nel senso che Giovanni si, che passava ore e giornate (lavoro permettendo) in camera oscura.

E sa quanto sia risibile sentir dire oggi che la camera chiara sia lo stesso travaglio della camera oscura.

Se non altro per ragioni di resistenza puramente fisica.

 

Aver portato sott'acqua il bianco e nero, dove è tutto un fiorire di colori indotti dal flash oppure di quelli mutuati dalla profondità e densità della massa d'acqua, è innovativo: quantomeno alle nostre latitudini.

Gestire una modella (nessuno, vedo, si è sognato di fare domande in questo senso, nemmeno chi di voi con le modelle ha contatto frequente) in condizioni di apnea (la modella) e di corretto posizionamento rispetto al progetto fotografico (il sub), ritengo sia davvero sfidante, se non alro per la scarsa ripetibilità del gesto.

Altra cosa, altro pianeta: il Mare !

 

Ciao Jo !

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander
1 ora fa, Max Aquila ha scritto:

Giovanni parte dal bianco e nero in ripresa.

Ovviamente parlo del secolo scorso, quello della camera oscura.

Nel senso che Giovanni si, che passava ore e giornate (lavoro permettendo) in camera oscura.

E sa quanto sia risibile sentir dire oggi che la camera chiara sia lo stesso travaglio della camera oscura.

Se non altro per ragioni di resistenza puramente fisica.

 

Aver portato sott'acqua il bianco e nero, dove è tutto un fiorire di colori indotti dal flash oppure di quelli mutuati dalla profondità e densità della massa d'acqua, è innovativo: quantomeno alle nostre latitudini.

Gestire una modella (nessuno, vedo, si è sognato di fare domande in questo senso, nemmeno chi di voi con le modelle ha contatto frequente) in condizioni di apnea (la modella) e di corretto posizionamento rispetto al progetto fotografico (il sub), ritengo sia davvero sfidante, se non alro per la scarsa ripetibilità del gesto.

Altra cosa, altro pianeta: il Mare !

 

Ciao Jo !

Ciao Max, grazie per la tua (recensione)… ne approfitto per raccontare come è nato questo lavoro durato un paio di anni e comunque sempre work in progress … isola di Linosa dove passavo le mie estati a gestire il Campus Linosa , una sorta di casa vacanza dove si tenevano corsi di immersione, biologia, fotografia , ecc ecc… una bella esperienza durata circa 27 anni … ma passiamo alla storia del lavoro .. nacque per caso una delle partecipante al campus mi propose di farle delle foto in acqua e così giocando dopo un migliaio di scatti viste al computer si accese la lampadina, e perché non farli in bn che tanto amo, come diceva Max, ho passato anni e anni nel semi buio della camera oscura, facendo di tutto, dalle stampare tradizionali a quei procedimenti di stampa antica, che tanto mi appassionano, un duro lavoro stampare, certo non come adesso, anche qui bisogna saperlo fare ma molto più semplice, non hai carta e liquidi da gestire, luce da saper manipolare e domare, lo stampatore era una sorta di chimico e mago… ma ritorniamo al lavoro, continuai con  tutte le riprese in bn invitando amiche a prestarsi, nessuna di esse è modella professionista, per me l’importante era che stavano a loro agio in acqua, sapersi muovere e soprattutto non annegare😂… anche io mi muovevo in apnea per essere più a contratto con lei, non avere bolle in ripresa, essere in acqua nel modo più naturale possibile. Ognuna di loro sceglieva come andare in acqua, vestita, nuda, in costume, non mi interessava il nudo fine a se stesso, mi interessava l’acqua, il mare, quell’essere parte da dove è nata la vita, da dove ci allontaniamo dopo il concepimento, ma che rimane quel legame ancestrale, quel cordone ombelicale che ci lega al mare… il mare è donna, come un grande ventre materno, dove la vita è in continua evoluzione.  Ecco perché dicevo all’inizio che è un work in progress, è un inizio, credo che alcune ricerche non hanno mai fine sono in evoluzione come la vita. Intanto questo lavoro tenuto nel cassetto adesso ha bisogno di prendere aria, farlo girare, ci sarà una mostra il prossimo anno ad Arles e parteciperà ad alcuni concorsi internazionali … grazie a tutti per i vostri commenti positivi, ma anche quelli negativi sono ben accetti, sono input per migliorare, grazie per essere ospitato in questo portale è sempre grazie a Max amico mio. 

Edited by Giovan
  • Thanks 1
Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...