Jump to content
  • Blog

Vogliamo farlo in macchina?


Silvio Renesto

289 views

 Share

 

carsxsmall.thumb.jpg.eb9444d745b5f116ac2df5a9011051c4.jpg

 

No, non intendevo questo.

Volevo dire che si può usare l'auto come un capanno mobile, o per appostamento fisso dove non ci sono capanni ma c'è la strada: Perchè l' auto può benissimo trasformarsi in un capanno. Addirittura un capanno vagante. Ha i suoi pro ed i suoi contro, come tutto, ma alle volte può consentire delle belle riprese.


IMG20220801162047.thumb.jpg.936103df6c9ba25ca8cc38f4187bfc29.jpg

Non sto parlando dei safari fotografici come quelli africani in cui gli animali sono ormai assuefatti al corteo di fuoristrada zeppi di turisti ai quali non fanno quasi più caso, sto parlando di wildlife photography casalinga, qui da noi, con particolare riferimento, causa la mia posizione geografica, alla Bassa Lombardia ed al Novarese.  Ma si applica con minime variazioni, anche alle altre regioni d'Italia, anzi da altre parti si può fare anche meglio.

Prima di tutto le doverose considerazioni etiche e giuridiche:

L'uso dell'auto come capanno non deve mai violare il codice della strada, le norme di sicurezza, mettere in pericolo se stessi e gli altri e tutto il resto. 
Deve inoltre rispettare la proprietà privata e naturalmente soprattutto l'ambiente. 
In decenni di capannomobile, io ed i miei amici non siamo mai usciti dalle strade consentite, asfaltate o sterrate che fossero, ma siamo rimasti sempre e solo dove la circolazione era senza restrizioni, mai introdotti nelle proprietà private senza chiedere prima il permesso, solo se e quando  era possibile farlo.
Tantomeno il fuoristrada selvaggio, devastatore ambientale, Assolutamente da non fare.  Il nostro giocare non deve ledere la pace o l'integrità di nessun altro!

 

E adesso cominciamo:

Quale auto? Nei decenni di cui ho parlato sopra nel nostro gruppetto  abbiamo usato molte auto diverse e l'esperienza ci ha insegnato che: NON occorre un SUV, anzi spesso è di impaccio, non siamo nel Tennessee, per cui le strade di campagna possono essere piccole, le aree dove fermarsi ... molto piccole. Piazzarsi con un macchinone che ingombra metà carreggiata quando dietro arriva una mietitrebbia... con gente che sta lavorando ...fate i vostri conti. Sconsigliate anche le supersportive ribassate ;) , appena ve ne uscite dall'asfalto grattate tutto il grattabile che c'è sul fondo, con vostro dispiacere, immagino. .
Il piccolo fuoristrada va benissimo, intendiamoci, ma non è necessario. Più che sufficiente  una berlina compatta un minimo alta da terra. La trazione integrale può essere un utile backup, ma non ricordo ci sia mai servita. Senza scherzi, il miglior autocapanno che ho mai posseduto è stata la mia vecchia Renault Kangoo Pampa (non 4x4). Andava piano, beveva molto, senza troppo spunto, ma gli sterrati sassosi erano il suo pane e le dimensioni perfette. Aveva pure una piastra metallica a proteggere il motore. L'ho distrutta pian piano, con amore.

kangoo2lo.thumb.jpg.483ed36e6e23544d0a36a2e3ea8840e9.jpg

Anno 2004(?),  con la mia formidabile Kangoo Pampa sto entrando al parchegglio dell'Oasi delle Lame del Sesia (NO) e sì, per accedere al parcheggio si doveva superare un piccolo guado.

Il vero  requisito fondamentale per l'autocapanno è che non vi venga l'ulcera se per caso si riga la carrozzeria. Sulle strade sterrate, o fermandosi a ridosso dei cespugli, è facile che resti qualche  segno sulla carrozzeria. A me non è mai importato troppo, sono  ricordi delle avventure passate (ok, sono matto, l'ho detto prima io), Ma se sapete di essere  di quelli che si disperano se la vostra auto non è intonsa come appena uscita dal concessionario, forse è meglio lasciar perdere.

scratc.thumb.jpg.d384cb63644805272ef6adf88ce8356d.jpg

 

Occorrente per la fotografia vagante dall'auto: 
Un buon samaritano, cioè uno che si sacrifichi e guidi mentre l'altro o gli altri avvistano, fanno da copilota e... fotografano. Perchè o si guarda la strada o si guarda in giro, fare tutte e due le cose è vivamente sconsigliato. E' possibile fare a turno? E' possibile fare "i turni", nel senso che per un certo tragitto guida uno, poi ci si allontana, ci si scambia di posto e si ritorna indietro. Uscire dall'auto sul posto dove si fotografa vuol dire far sparire tutto immediatamente.

Altro discorso è quando l'auto sostituisce un capanno fisso, allora si raggiunge un punto e ci si ferma, per cui la macchina è come un appostamento fisso e si fotografa tutti.
 

110885772_ibis1.thumb.jpg.e4b81dc4606ad3880454f98286f0c2fa.jpg

Dalle parti di Biandrate (NO)  fotocamera Nikon Dx col 300mm duplicato, in quattro su una Fiat Idea, con l'autista che superava  abbondantemente i 120kg. Da fermi. la macchina era scossa come anzi più più che se dentro ci fosse un'orgia di orsi bruni. Gli ibis ci sopportarono per qualche minuto posi si spostarono di una ventina di metri.

In macchina devi averlo lungo. Tranne rare eccezioni, le distanze sono maggiori che nei capanni fissi, quindi i 500mm in genere sono il minimo sindacale (poi capita che ti trovi il soggetto a due passi, ma è raro). Soprattutto se si fotografa vagando.

Ci vuole qualcosa da interporre fra la base del finestrino e l'obiettivo, tecnicamente sarebbe il beanbag (sacchetto mimetico anche preformato, ripieno di qualcosa di sintetico, ma una volta si usava il riso), ne esistono diversi tipi ma va bene anche un cuscino,una sciarpa, insomma qualsiasi cosa  protegga il barilotto dell'obiettivo dal bordo del finestrino ed assorba un po' le vibrazioni. Qui si parla di foto amatoriali  eh, in commercio esistono affusti di ogni genere, da far invidia alle postazioni antiaeree, li ho visti e ho capito che per quel che faccio io sono eccessivi ed ingombranti.

tele.thumb.jpg.babda23c6f6c103a7a0f6d337cb57f90.jpg

Le protezioni in neoprene non sono il massimo ma da fermi almeno proteggono il barilotto.

Come fare per la fotografia auto-vagante? i copiloti devono aguzzare gli occhi, avvistare il soggetto da lontano e l'autista deve cercare di avvicinarsi rallentando gradualmente fino a fermarsi o quasi nella posizione migliore consentita dal rispetto di tutte quelle cose che ho scritto sopra in grassetto. 
In campo aperto siamo spesso in territori dove si pratica la caccia, quella non fotografica, e gli animali sono giustamente sospettosi. Qualsiasi cambiamento brusco, come fermarsi di colpo (a volte anche spegnere il motore) li mette in allarme, se poi pensate di estrarre e brandeggiare il teleobiettivo in prossimità dei soggetti... ripensateci. A loro sembrerà di vedersi puntare un oggetto allungato e scuro da cui non sanno se uscirà un clic o un pum, per cui nel dubbio... prendono il volo. Si inizia a puntare già da lontano, con i finestrini abbassati e si incomincia a scattare ancora prima di arrivare alla distanza utile. Ripeto, quello che fa fuggire i soggetti, a parte l'avvicinarsi troppo, è la rottura del ritmo, il cambiamento brusco, compreso il partire della raffica nelle DSLR.

largo.thumb.jpg.3cbe7a144db1fac3743a67557495329b.jpg

Lungo una Risaia nel Lodigiano, ci stiamo avvicinando lentamente e si comincia a scattare. Nikon D800 e 500mm equivalente (un 300 col TC17? non ricordo bene). No crop.

nitticora1.thumb.jpg.4da2ce9dbfe0cba668991c1f3264af17.jpg

Avvicinamento lento riuscito. Situazione di prima No crop.

Stesso sito, stessa attrezzatura Sgarza Ciuffetto:

ciuffetto.thumb.jpg.c62a3bbb1f9094e60abe334e6cac7887.jpg

 

cicognagarz.thumb.jpg.d7d40eb2f0d7e1d02f109486a8988df8.jpg

Cicogna e garzetta

Risaia novarese:

 

cenerino.thumb.jpg.9b7807e12e13f0376247f1d24db54dab.jpg

Appena fermati, l'airone  si è involato, ma questo ha consentito un bello scatto, mi è andata bene.

 

Sotto, dalle parti di Biandrate, ero solo, avvicinamento lento e poi accosto, aspettando un  attimo prima di spegnere il motore , un paio di foto interessanti:

ceneguardabuoi.thumb.jpg.d689027dd833214443a585e2f295ba85.jpg

Airone Cenerino e Guardabuoi Nikon D500 e 500mm  (750mm equivalenti). no crop

guardabuoiibis.thumb.jpg.485e982636a4edf1c44ab50ccde90773.jpg

Ibis e Guardabuoi, alquanto indifferenti, Nikon D500 e 500mm (ossia 750mmm equivalenti). no crop.

Anche se non sempre si riesce ad arrivare vicino, si posssono comunque fare foto interessanti, suggestive:

risaia1.thumb.jpg.909a404ce726ffda006b39fef882c22b.jpg

Lomellina, nikon D200 (!) e 400mm (600mm equivalenti).  No crop.

A volte succedono cose inaspettate:

poiana2.thumb.jpg.ba252f201330703288e5a076b5973d8d.jpg

Stavamo tornando a casa, avvistata per caso, in un'area parcheggio della Provinciale. Doppio lato B: Lei e l'area parcheggio. Nikon D700, 300mm f2.8 e kenko 2x. La polvere bianca sul palo è brina.

Se invece l'appostamento è fisso, si cerca di arrivare molto presto ci si ferma prima del sito per prepararsi e poi ci si piazza. Se si tratta di uccelli abbastanza confidenti e "pasturabili" diventa l'equaivalente dei capanni attrezzati, se invece sono soggetti più diffidenti ci vuole qualche accortezza, ad esempio un telo con cui coprirei finestrini opposti a la lato di ripresa, perchè la luce da dietro rivela le forme e i movimenti di chi c'è in macchina. E una riserva di pazienza.

Gioco facile, soggetti attirabili (semini nelle fessure del tronco li vedete sotto), dalle parti di Castano Primo (VA):

cinciarella.thumb.jpg.ef0a7701c633bbfd3f96938329fd5ce3.jpg

Nikon D7000, 400mmm (600mmm equivalenti) no crop. Brutta giornata invernale.

Nessuna pasturazione, solo attesa per finire in bellezza: Nel Cremonese, una piccola cava di sabbia dismessa= Gruccioni, sono da solo,  parcheggio la mia eroica Kangoo,  e aspetto:

grucclib1.thumb.jpg.7907dbfd281a646004efd9cf4b7967ba.jpg

Nikon D200 (!) 500mm 300+Tc (750mm equivalenti). 

Nel Ferrarese. Avevamo avuto una dritta: siamo  parcheggiati a lato della strada, aspettiamo finchè  lo vediamo arrivare:

gufopalude3.thumb.jpg.58e23a6e9990ddd2b7accde2c34fc5b0.jpg


Ed ecco una delle foto di cui vado più fiero in assoluto, scattata dall'auto:

gufopalude2.thumb.jpg.34066fe9c87e3c8a777f4f42e30392d5.jpg

Alla prossima!

 

  • Like 5
  • Thanks 7
  • Haha 2
 Share

19 Comments


Recommended Comments

  • Nikonlander Veterano

Bello e divertente e, come al solito, corredato da fotografie stupende!

Il gufo di palude è meraviglioso!

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Bel lavoro.. ma sopra tutto un'ottima lezione, purtroppo per varie ragioni, vorrei.. ma non fà per me..  sigh... sigh...

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

 

Quella che segue è una foto d'epoca. Sembra ieri ma ha compiuto 26 anni

image.thumb.jpeg.1c10e89b4f5afeae70d0cb9820c5a285.jpeg

c'è poco da fare, l'automobile è un capanno mobile formidabile. 
Certamente occorrono le condizioni giuste e bisogna essere dei contorsionisti: la leva del cambio è sempre in mezzo alle...

Da tempo uso una bean bag economicissima

image.thumb.jpeg.ea55a9ca6fa7630ff013da2b2482ddbd.jpeg

33_NOV_0241.thumb.jpg.389cbffc48509cdfaef4fe68ba033eec.jpg

image.thumb.jpeg.b97901c6277eb43045262c79f8ef0fd8.jpeg

30_NOV_0048.thumb.jpg.1f0acb8ae010a5b066450b08bc9abc05.jpgù

non vado matto per le riprese dall'auto, se posso scendo quindi ne ho pochine. Però va detto che è molto comodo :)

image.thumb.jpeg.c25e7e0148d776995160bcda76022cb7.jpeg

  • Like 2
  • Thanks 1
  • Haha 1
Link to comment
  • Redazione
28 minuti fa, Valerio Brustia ha scritto:

Da tempo uso una bean bag economicissima

La mia è identica!

Bell’articolo. Le volte in cui ho fotografato così le posso contare sulle dita di una mano, ma qualcosa si fa. Il problema che ho sempre visto, oltre alla necessità del buon samaritano alla guida, sono le inquadrature.

Link to comment
  • Redazione
32 minuti fa, Valerio Brustia ha scritto:

 

Quella che segue è una foto d'epoca. Sembra ieri ma ha compiuto 26 anni

image.thumb.jpeg.1c10e89b4f5afeae70d0cb9820c5a285.jpeg

c'è poco da fare, l'automobile è un capanno mobile formidabile. 
Certamente occorrono le condizioni giuste e bisogna essere dei contorsionisti: la leva del cambio è sempre in mezzo alle...

Da tempo uso una bean bag economicissima

image.thumb.jpeg.ea55a9ca6fa7630ff013da2b2482ddbd.jpeg

33_NOV_0241.thumb.jpg.389cbffc48509cdfaef4fe68ba033eec.jpg

image.thumb.jpeg.b97901c6277eb43045262c79f8ef0fd8.jpeg

30_NOV_0048.thumb.jpg.1f0acb8ae010a5b066450b08bc9abc05.jpgù

non vado matto per le riprese dall'auto, se posso scendo quindi ne ho pochine. Però va detto che è molto comodo :)

image.thumb.jpeg.c25e7e0148d776995160bcda76022cb7.jpeg

Eddai Valerio! Sono riuscito a stanarti! Molto belle le foto. Ci mancano.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

 

9 ore fa, Silvio Renesto ha scritto:

Eddai Valerio! Sono riuscito a stanarti! Molto belle le foto. Ci mancano.

Sono in ferie! Da ben 3 giorni. Mi fa strano.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Silvio... ma stai attento.. il Valerio potrebbe essere in questo periodo..

" Un Rivoluzionario "

in che cosa?    mah.. vedremo..  non anticipo nulla, visto che è :shhht: ferie..

Link to comment
  • Redazione

As

35 minuti fa, Roby C ha scritto:

Silvio... ma stai attento.. il Valerio potrebbe essere in questo periodo..

" Un Rivoluzionario "

Aspetto con grandissima curiosità!

Link to comment
  • Nikonlander

è un quasi safari.......su un vecchio numero di TF c'era un fotonaturalista che scattava allo stesso modo. in ogni caso un'ottima soluzione.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Bell'articolo, interessante e scritto con la giusta dose di simpatia.
Divertente immaginarvi in 4 con il driver da 120kg che si agita in macchina e vi fa scappare gli Ibis. xD

Link to comment
  • Administrator
8 ore fa, Tanker ha scritto:

è un quasi safari.......su un vecchio numero di TF c'era un fotonaturalista che scattava allo stesso modo. in ogni caso un'ottima soluzione.

Era Valerio...

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Guarda la portiera in basso. La foto è di Maggio, a novembre andò in demolizione: ruggine 1, panda 0. Una vera storia FIAT  pre Marchionne (pace alla memoria). Che poi... a zincare la scocca non è che ci volevano tre lauree ed un master.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Conosco, conosco, d'altronde è il mio settore lavorativo anche se mi occupo di termico e climatizzazione.

Link to comment
  • Administrator
2 ore fa, Valerio Brustia ha scritto:

Guarda la portiera in basso. La foto è di Maggio, a novembre andò in demolizione: ruggine 1, panda 0. Una vera storia FIAT  pre Marchionne (pace alla memoria). Che poi... a zincare la scocca non è che ci volevano tre lauree ed un master.

A Pomigliano D'Arco, durante la metà degli anni 70, per contestazione contro l'annessione Fiat, boicottavano la catena di montaggio, evitando di zincare la scocca o di dare l'antirombo alle Alfasud che producevano tanta ruggine quanti km percorrevano

  • Like 1
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Beh, mi capita di tanto in tanto, di entrare in auto (Panda) in zone frequentate da animali, tratturi anche abbastanza impegnativi (niente fuoristrada selvaggio, non li sopporto) ma ho avuto l'opportunità anche di stare a bordo di un Defender (guidato da persona rispettosa) e proprio in quell'occasione scoprii che il suono ritmico del diesel del Land Rover è considerato rassicurante dagli animali. L'importante è non spegnere il motore quando l'auto è ferma e non chiudere gli sportelli se si scende dall'auto perchè qualsiasi cosa spezzi il rumore del motore diventa un campanello d'allarme.

Alle mie spalle, non visibile ovviamente, il Defender con il motore acceso. La foto è scadente ma rende l'idea di ciò che si può fare con l'automobile

KEF_6401.thumb.jpg.6ae2aa3a6ede0c4df1b8628a954b8e1f.jpg

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...