Jump to content

era uno stecco secco...


Max Aquila

221 views

 Share

Evoluzione di un posatoio: protagoniste, un paio di Crocothemis curiose.

Nikon Z9 con Z MC105/2,8

Protagonisti, la luce disponibile ed il fotografo che le gira intorno così come le modelle dispettose

715869317_012-_Z9Z9367105mm1-1600secaf-10MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.f4f98c4b83951106f324d5f46eb42321.JPG

1323527510_001-_Z9Z9071105mm1-1250secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.0152719104ccc1908ae4895f8942fd15.JPG

1727138334_002-_Z9Z9083105mm1-1250secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.94e27442f12cc327b30c084ab2828cdc.JPG

1593078412_003-_Z9Z9113105mm1-1250secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.803ed753fab95d0a75010d3fb2fef27a.JPG

 

 

1910103738_004-_Z9Z9139105mm1-800secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.10065f2a686faf74788e3f493b2aca58.JPG

1268870115_005-_Z9Z9153105mm1-800secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.7ed905c5ba0b5cdcb204b74eef8966f8.JPG

1913205657_007-_Z9Z9175105mm1-800secaf-10MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.85bfcb9e65841c2236cfb780363f02c3.JPG

1053136348_008-_Z9Z9185105mm1-800secaf-10MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.bbca52e390f9f1b4a04630dc6dd1e026.JPG

720537645_009-_Z9Z9198105mm1-800secaf-10MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.d00ff037a2a6b6445f32f10caf49d200.JPG

1121080072_010-_Z9Z9230105mm1-800secaf-10MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.187b3dac7b92a7d9a44fc108d824abfb.JPG

1598446795_013-_Z9Z9432105mm1-800secaf-14MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.1f7240e30e4c1c01ac16e3bdb659ed9d.JPG

1752526220_015-_Z9Z9575105mm1-800secaf-14MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.700d833d2ef736886aeb58c5c78f1fb3.JPG

1678427129_016-_Z9Z9703105mm1-800secaf-14MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.2ea6b07c8b742bba3c6688727320b593.JPG

SunDance Festival

 

Max Aquila photo (C) per Nikonland 2022

  • Like 5
 Share

11 Comments


Recommended Comments

  • Administrator

 

692727209_020-_Z9Z9749105mm1-800secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.a46a414aabf778b31d2a14fb01615c16.JPG

212380935_019-_Z9Z9739105mm1-800secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9af1ef06be83af3c9eb75826cb41b6c3.JPG

1445625355_017-_Z9Z9710105mm1-800secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5bcda4df119a1cb049116253684023cf.JPG

1398753511_018-_Z9Z9718105mm1-800secaf-40MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.4677b9ba1b49fa384653d78d628ce634.JPG

                                                                                                                                                                                                                                        ... fin

  • Like 3
Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Della prima serie le mie preferite sono la 4 e la 5
Della seconda serie mi piace il senso di dissolvenza che hai dato fino allo stecco secco vuoto
Curiosità, a quanti ISO in media ti sei ritrovato?

Link to comment
  • Administrator
1 minuto fa, Giannantonio ha scritto:

Della prima serie le mie preferite sono la 4 e la 5
Della seconda serie mi piace il senso di dissolvenza che hai dato fino allo stecco secco vuoto
Curiosità, a quanti ISO in media ti sei ritrovato?

Grazie.

Entro gli 800, 1000 anche nei controluce più chiusi, risolti on camera.

Poi su LR ho gestito meglio luci e ombre.

Link to comment
  • Nikonlander Veterano

Bella serie! Mi piacciono in modo particolare le primissime con quel bel rosso acceso messo in ottimo risalto.

  • Like 1
Link to comment
  • Redazione

Le mie preferite sono la terza (però c'è una macchiolina sul sensore, come nella quarta, almeno così mi pare) l'ottava , e la dodicesima (la penultima della prima serie) sia per l'inquadrature che come colori e presenza dello sfondo.

NOTA: In realtà c'è stato un po' di affollamento su quello stecco :) , le prime due sono sicuramente maschi di Crocothemis erytraea tutti rossi, zampe comprese.
Dopodichè si sono avvicendati dei maschi di Trithemis annulata (gran bel soggetto, by the way, quest'anno l'ho mancato)-addome violetto/fucsia, zampe nere, occhi rossi- e delle femmine, presumibilmente sempre di Trithemis. Quelle dell'ultima serie sono sicuramente femmine e  dovrebbero anche loro essere Trithemis.
 

  • Like 1
Link to comment
  • Administrator
32 minuti fa, Silvio Renesto ha scritto:

Le mie preferite sono la terza (però c'è una macchiolina sul sensore, come nella quarta, almeno così mi pare) l'ottava , e la dodicesima (la penultima della prima serie) sia per l'inquadrature che come colori e presenza dello sfondo.

NOTA: In realtà c'è stato un po' di affollamento su quello stecco :) , le prime due sono sicuramente maschi di Crocothemis erytraea tutti rossi, zampe comprese.
Dopodichè si sono avvicendati dei maschi di Trithemis annulata (gran bel soggetto, by the way, quest'anno l'ho mancato)-addome violetto/fucsia, zampe nere, occhi rossi- e delle femmine, presumibilmente sempre di Trithemis. Quelle dell'ultima serie sono sicuramente femmine e  dovrebbero anche loro essere Trithemis.
 

non osavo pensare di aver nemmeno individuato la specie, che però mi avevi già descritto in altri contesti.

Ma che avessi scambiato maschi e femmine, quello ancora è un dilemma...

Corrette le macchioline che mi erano sfuggite: in realtà era una goccia di sudore cascata sull'obiettivo :lingua:

Link to comment
  • Redazione

3, 4, 5, 6 ed ultima della prima serie e la seconda serie le mie preferite.
Max, ti sarai anche fatto una sudaticcia ma per me ti sei divertito un sacco. Leggo, nelle tue immagini, l’aver raccolto la stessa sfida con te stesso che ho in corso io: “come fotografar bene questo soggetto?”. Mi sbaglio?

  • Haha 1
Link to comment
  • Administrator
44 minuti fa, Massimo Vignoli ha scritto:

3, 4, 5, 6 ed ultima della prima serie e la seconda serie le mie preferite.
Max, ti sarai anche fatto una sudaticcia ma per me ti sei divertito un sacco. Leggo, nelle tue immagini, l’aver raccolto la stessa sfida con te stesso che ho in corso io: “come fotografar bene questo soggetto?”. Mi sbaglio?

Assolutamente si: il senso con questi soggetti così curiosi tanto quanto lontani dal nostro essere, ma ciononostante interessanti per le posture e la netta sensazione che siano loro a voler scegliere se posare o meno, rappresenta una facile sfida rispetto altre creature, meno gestibili con mezzi semplici come quelli utilizzati.

Ho provato a cambiare scena restando sullo stesso oggetto, lo stecco, sfruttando la/le libellule che, rispettando le distanze, mi si sono concesse.

Unico limite, la resistenza fisica (mia), avevo dimenticato il cappellino a casa e..udite udite..il trigger, (dopo tutte le discussioni di questi giorni) per cui (mi leggi, Franc_esco ?) ho dovuto lasciare in borsa il Godox AD100pro, rivalutando la latitudine di posa spettacolare della Z9 e la sua tenuta al rumore con ISO fino a 1100...

Fotografia è divertimento...  

  • Haha 1
Link to comment
  • Nikonlander

Bellissime, c'è tanto manico dietro a queste foto a me piace particolarmente la n.2 

Complimenti anche a Silvio, io  in tutta onestà non vedo le macchioline 

👋

Link to comment
  • Administrator
1 ora fa, Alessandro P. ha scritto:

Bellissime, c'è tanto manico dietro a queste foto a me piace particolarmente la n.2 

Complimenti anche a Silvio, io  in tutta onestà non vedo le macchioline 

👋

Grazie.

Le ho corrette...niente più macchie

Viviamo in epoca digitale...

Link to comment
Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...