Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Sigma 60-600mm f/4,5-6,3 Sports DG OS

    Sign in to follow this  
    Max Aquila

    Un superzoom 10X unico nel suo genere, costruito in funzione degli usi più gravosi cui essere sottoposto e gestibile attraverso USB-dock su molti parametri di regolazione e personalizzazione:  Signori ..... il nuovo BIGMA

    Message added by Max Aquila

    Quando nel 2005 Sigma presentò sul mercato il primo zoom tele 10x a partire da 50mm, con un esemplare f/4-6,3 che venne subito ribattezzato Bigma, per le sue imponenti dimensioni di 95x218mm

    114790326_Bigma50-500mm.jpg.b33b327abd57af712f7f6e44135139c6.jpg  50-500-lens-construction.gif.fead86cb460fca6b3399775834d7ca57.gif 20 lenti in 16 gruppi, da quasi 1900grammi di peso, non stabilizzato

    l'impressione fu notevole, ma la riuscita, causa la quasi impossibilità di gestione a mano libera con le, ancora diffuse, reflex a pellicola, non fu all'altezza delle ambizioni.
    Ci riprovò con la seconda versione, finalmente stabilizzata, del 2010, ma ancora più pesante e larga (104x219mm e 1970gr.)

     header_image.jpg.ca4cd4a05eccd3b279cd63cba9b32c27.jpg      69231bigma.jpg.ff9793196af73db5e50f22d68a3a2658.jpg
    che riscosse un relativo successo nei primi anni, nonostante fosse affiancata dai meno estesi 150-600 e simili, sia Sigma, sia di altre Case, molto meno costosi anche se generalmente anche meno performanti sia otticamente che per il sistema AF, fondamentale per ottiche zoom di queste escursioni focali.lens-construction-150-600s.jpg.4c81af77e6f3c76489e2d9c03ac2369e.jpg (questo lo schema ottico dell'attuale versione Sports del 150-600 f/5-6,3)

    La necessità di costruzioni ottiche adeguate all'evoluzione dei sensori delle ultime reflex e mirrorless FF e la voglia di riaffermare il Primato degli Zoom rispetto le ormai numerose realizzazioni 150-600, come le due versioni (Contemporary e Sports) del 2014 di Sigma, insieme alle analoghe Tamron e Nikon, ha fatto sì che nel 2018 venisse alla luce la terza versione del BIGMA con questo 60-600mm f/4,5-6,3 Sports DG OS per ottenere il quale Nikonland si è messa subito a turno col distributore nazionale logo_mamiya.jpg.96106911ef56e7835f8235b89561cc8b.jpg  il quale,  a gentile richiesta...  ci ha come solito dato gentile risposta ...

    6.thumb.jpeg.ecbe100605789e8859ee1ec9d193be62.jpeg 4.thumb.jpeg.810fce0dda47063d878482e8bd12a8fb.jpeg

    8.thumb.jpeg.be2341d58a23c0fec80d5951914489f1.jpeg

    60600.PNG.b83517a883f959819d8ccb43742718ad.PNG 25 lenti in 19 gruppi dovrebbero bastare a dare il senso della complicatezza costruttiva
    di questo bestione da 2,7 chilogrammi di peso, insieme alle sue dimensioni ragguardevoli di 120x269mm a riposo (ha uno slider di blocco per prevenire spostamenti dell'elicoide)

    60-600.PNG

    Una costruzione mirabile, che in funzione del contenimento dei pesi è composta da una struttura interna di magnesio, per realizzare la quale Sigma ha edificato una apposita fabbrica, (senza la quale il peso attuale sarebbe cresciuto fino a 3,5kg 😮) ed una esterna in un composito termorefrattario dalle caratteristiche analoghe all'alluminio, ma ancora più leggero, capace di dilatazione termica controllata.  Lenti anteriore e posteriore resistenti ad olii, polveri e spruzzi.
    Completa la dotazione di O-ring, per garantire una ideale tenuta ermetica spec_protection_against.jpg.290ab9782dd9d9a275e7d442af8b56c7.jpg
    Il paraluce, fornito di collare di montaggio a vite di blocco è costruito in plastica nobilitata e rinforzata da innesto di fibre di carbonio. Se lasciato in posizione il paraluce è dotato di cappuccio a chiusura in velcro, ma esiste in dotazione un più prosaico tappo in plastica da 105mm di diametro, tanto quanto misura la filettatura filtri di questo Bigma...

    7.thumb.jpeg.2f843bb12aa1018eb51f6b5759ffd717.jpeg

    Il diaframma varia con la focale, restando f/4,5 fino ad 85mm, poi f/4,8, a 110mm è un f/5, da 150mm è f/5,3, poi a 210 diventa f/5,6, da 340mm f/6, per diventare a 480mm f/6,3
    E' dotato di motore AF ad ultrasuoni HSM e  stabilizzatore OS a due stadi , un selettore di memoria di messa a fuoco a due posizioni e l'indispensabile limitatore di range di AF dalla posizione di Full range a quella che va dalla minima maf a 6 metri, oppure da 6 metri ad infinito. Ha la staffa per il treppiede a standard Arca, comodissima e stabile, dotata dei due standard di filettatura e di un collare di rotazione dell'inquadratura per la fotocamera, quando fissata a treppiede, di costruzione eccezionale per estetica e funzionalità: il vitone di blocco zigrinato è il più bello e modulabile che abbia mai avuto modo di sperimentare
    3.thumb.jpeg.53e581f29b10f592b1b8b64f2dd69405.jpeg

    La messa a fuoco parte da 60cm alla focale più corta, per arrivare a 2,6metri a 600mm, quando la movimentazione di un gruppo di lenti provoca un consistente focus breathing alla minima maf di questo obiettivo: una caratteristica questa che consente a questo Bigma di vantare a 200mm un sorprendente RR di 1:3,3 come ben visibile nelle immagini che seguono, che illustrano la maf minima ai vari step di focale
    breathing.thumb.jpg.550cec97b31e2318e471a9b03038d052.jpg
    che come si vedono, dopo la performance ai 200mm (distanza operativa 29cm dalla lente frontale) cominciano a regredire a causa del focus breathing.

    Non fosse per il peso rilevante, parleremmo della possibilità di utilizzarlo in macro: ma certamente con soggetti inanimati...qualunque essere vivente, davanti ad una lente da 105mm ...manifesterebbe disagio.:sorriso: 

    141  04022019 -_Z6H7164  Max Aquila photo (C).jpg apparentemente esente da color fringings...

    La stabilizzazione OS, vanta un rinnovato algoritmo che consentirebbe ben 4 stop di assistenza, rispetto il tempo di sicurezza, ma il peso e le dimensioni di questo obiettivo mal dispongono verso un utilizzo a mano libera...download.jpg.020a73f64e18cf3e4494b4d59fc85575.jpg :supermarameo:                                                 1313081766_download(1).jpg.d63adc478f974de8420bd95ca0897413.jpg

    Grande risalto quello da dare alla possibilità, come per tutti gli obiettivi Sports Sigma, di riprogrammare alcune importanti regolazioni, come una diversa scalatura del limitatore di messa a fuoco secondo piacimento, la possibilità di dare priorità alla messa a fuoco piuttosto che allo scatto, oltre alla consueta possibilità di ritarare la maf di precisione, nell'utilizzo con reflex, in caso presenza di front o rear focusing.

    E' disponibile per le baionette reflex di Nikon e Canon e, naturalmente, per quella Sigma.

    1541109373_30901022019-_Z6H6904MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.112ebd59af2405fa4cc71789f4a79906.jpg

    Nelle settimane nelle quali ho potuto utilizzare il Bigma l'ho prevalentemente portato dove uno zoomone di questa portata possa considerarsi più a suo agio: insieme alla mia Nikon D500 che lo trasforma in APS-C in un 90-900mm equivalente, surf e surfers ripresi da terra diventano automaticamente il suo ambiente ideale

    304  01022019 -_Z6H5709  Max Aquila photo (C).jpg

    305  01022019 -_Z6H6875  Max Aquila photo (C).jpg

    2102159399_30701022019-_Z6H6896MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.216eb8e037ecc5f89a35b3d619cbc2dd.jpg

    2125425498_30601022019-_Z6H6886MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.02a54cb670c23ecf234f7ca5a4ff99a7.jpg

    ovviamente supportato da un treppiede adeguato (nel mio caso un Manfrotto 055 con testa 222) 1784107570_30301022019-_Z6H5683MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.914d213bd3eb875afb972eb199529c78.jpg

    perchè quando soffia il vento, il peso considerevole dell'insieme, non faccia volare tutto a mare, ipotesi che, sotto raffiche particolarmente intense, non mi è sembrata nemmeno tanto remota...
    1477230589_30101022019-_Z6H5212MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.3462e6dc3ebd94fbd343c2f1f1f0fa37.jpg:lehoprese:

    Complesso l'utilizzo a mano libera, per più di qualche scatto (io ne ho realizzati complessivamente quasi 10mila con questo 60-600), difficile anche la gestione con un semplice, quanto robusto, monopiede: il primo giorno ho fatto così e...il giorno dopo facevo iniezioni di Voltaren+Muscoril :medicina:

    Nonostante Febbraio sia anche a Palermo un mese pienamente invernale, temperature e meteo annessi, ogni tanto abbiamo la fortuna di trovare giornate onorate da un pallido (per noi siciliani) sole ed assistite da brezze leggere che inducono velisti e surfers moderati a mettersi in acqua: come me ed il Bigma, del resto...

    La prima caratteristica di giornate del genere è di certo una discreta componente di emissione UV che crea con facilità dominanti azzurrine, gestibili di certo in postproduzione oppure direttamente on camera attraverso una corretta regolazione dell'intonazione del WB (facilitata di recente con ulteriori preregolazioni fini)

    2140934985_10119012019-_D5K3133MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.9d2631e9e7fa8ec3f3b2313c71ba15f3.jpg

    uno dei problemi principali delle lunghe e lunghissime focali (qua operiamo a 900mm eq) consiste proprio nell'abbattimento del contrasto immagine causato dagli UV

     ma questo superzoom non mi pare ne soffra affatto 373375047_10219012019-_Z6H0463MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.bef39bb52ebca65a44a686df781dff95.jpg

    e questo è un grandissimo aiuto anche per chi non abbia il tempo di preoccuparsi a fare le migliori impostazioni della fotocamera

    1835931558_10419012019-_Z6H0744MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.41ca06b6e86c711af666955c73bb3ec8.jpg

    la nitidezza a diaframma appena un pò più chiuso che a TA (qui siamo generalmente attorno f/8) consente agevole lettura tanto del primo piano quanto dello sfondo

    347449356_10319012019-_Z6H0590MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.8261169b35c6d0e7a4c940fda86b1016.jpg

    anche nello stacco tra soggetti "vicini" ed altri ben più lontani, nonostante una naturale propensione alla cattura UV, la cromia generale ne risente in misura limitata

    1341235300_10519012019-_Z6H0807MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.d0c3adc8775671841102c0574b5ba5ee.jpg

    64062846_10719012019-_Z6H1868MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.8d34db5d32f94a5b012cd3775143e394.jpg

    spi.thumb.jpg.c34218e8d61f47a85ba66afce281ff89.jpg

    1278313181_12601022019-_D5K3628MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.4c4d0b473df2ee48e182f4bce55d256d.jpg Ancora più interessante un'altra condizione spesso critica per i superzoom, quella del controluce indiretto

    e dei riflessi al traverso della lente frontale,  1838995940_surf1.thumb.jpg.e0c329d60383e1b73c5049180e98cc12.jpg qui evidentemente ottimamente rivestita di antiriflesso 

    Anche con soggetti cromaticamente neutrali e forte componente di riflessi, dati da luce ed acqua il Bigma si comporta in maniera sempre lineare ed omogenea, senza comprimere i colori, nè esaltarli in eccesso, mantenendo sempre un comportamento sorprendentemente neutrale

    1873637460_13401022019-_D5K4752MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.6a8ff06273c5ce61709d3da139818197.jpg1082001631_13501022019-_D5K4768MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.d349c60a935130c7cc7091aaf6efac5c.jpg1253265712_13601022019-_D5K4771MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.96707ebcd8c6a78faa4f3c7a4687fd92.jpg1803187191_13801022019-_D5K4820MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.fe578c2d6d1b503df992b7aea7d17945.jpg
    ugualmente nel controluce diretto, dove le ombre sono sempre facilmente recuperabili1369040394_10919012019-_Z6H2353MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.86774b74ba78fba225f8042484244488.jpg

    Bene, a cosa serve una escursione focale 10x come quella di questo 60-600mm? Sicuramente a poter spaziare tra inquadrature differenti come quelle che con simili soggetti in rapida traslazione da una parte all'altra dell'inquadratura ci consenta sia di riprendere particolari minuti, quanto figure intere, corredate anche di sfondo di contesto

    format.thumb.jpg.c9110cfc6458a14864552ffc3f37f773.jpg

    Devo dire però che, così come con i superwide ho sempre la tendenza a utilizzare prioritariamente l'angolo di campo più largo, all'opposto con i telezoom tendo ad utilizzare in prevalenza la focale più lunga: la statistica dei miei 10mila scatti col Bigma non dice altro: il 45% sono stati scattati alla massima focale, il 10% a 400mm e poi un 5% a 350mm, la restante parte del 40% in ugual misura tra le altre focali intermedie. 

    In questo senso una critica la muovo alla non fluidissima ghiera di variazione focale, che oppone una certa resistenza (ben venga quando è utile) alle variazioni imposte: mentre il surfista schizza verso il fotografo diventa arduo gestire in maniera agevole la variazione di focale: meglio sarebbe stata una gimbal per migliorare la maneggevolezza dell'insieme...

    1238325854_14205022019-_Z6H7265MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.fb8f595ebde998b345dc2b0216d61a74.jpg insomma, passare velocemente da 60mm
    a 450mm di focale 1688324328_14405022019-_Z6H7746MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.9f1daee34bcbcc55f6bfeb7dff4e4d93.jpg
    in veloce progressione, prevede una certa disponibilità a torsioni del polso sinistro da ...violinista di professione: cosa che non tutti i fotografi possono millantare di essere.

    In questo senso ci viene in soccorso, rendendo questo Sigma 60-600 ancora di più un telezoom più unico che raro, la possibilità offerta dalla presa apposita sotto il collare del paraluce, di utilizzare la zoomata invece che in maniera rotativa, attraverso la ghiera, direttamente "a pompa" proprio come consentito dai primi Bigma in una modalità non più utilizzata di norma dai fabbricanti, ma che in questo caso potrebbe aiutarci ad evitare faticose torsioni del polso sinistro, per ruotare velocemente la ghiera usuale, con soggetti in rapido avvicinamento o allontanamento

     

    Devo dire che non ero a conoscenza di questa opportunità e non ho avuto modo di sfruttarla: spero di poter usare ancora questo Bigma in questa modalità operativa: UNICO al mondo !!!

    1527826601_11026012019-_Z6H2835MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.0ee9602d81a83766212f2074b9dd93e7.jpg

    ciò che fa innamorare di questo colosso è certamente la sua indifferenza alle variazioni della temperatura colore della luce

    741597414_11426012019-_Z6H2912MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.8b91feaa8a815d89059b1df0849f2ebd.jpg

    1797470411_11326012019-_Z6H2911MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.a08e2f16879748ae032fcfae0f3195b5.jpg

    e la sua notevole duttilità in termini di resistenza a riflessi parassiti, mai notati in nessuna delle sessioni di scatto cui l'ho sottoposto: in questo senso il salto rispetto alle due versioni precedenti di Bigma è davvero epocale ed in perfetta compliance con lo stato dell'arte delle attuali fotocamere.

    L' AF va aiutato col selettore di fuoco: ho quasi sempre tenuto inserito il limitatore da 6 metri ad infinito, a pena di rischiare hunting, facili con gli spruzzi d'acqua e le altre variabili di questo tipo di fotografia

    743673681_14505022019-_Z6H8142MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.b4aaf90c803d9c0a83f4bc6b85bcd544.jpg

    143  05022019 -_Z6H7596  Max Aquila photo (C).jpg

    1103958643_11926012019-_Z6H3034MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.89b4167596ed46fa6afeade6fc1aca78.jpg

    709113527_sup1.thumb.jpg.9d1dd0770f01e3f51c4371f9c147780c.jpg

    Il motore HSM è eccezionale per performance (considerato il numero e la mole delle parti movimentate) e per silenziosità: quando ho scattato con la mia Nikon Z6 in otturatore elettronico, non si percepiva alcun soffio o sibilo, potenzialmente alla portata dei motori ad ultrasuoni.  1970852566_sup2.thumb.jpg.208437d5bfc3f645228172830b1039c1.jpg

    1461739961_11626012019-_Z6H2983MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.f1fc4d4a613bb3026bfd3a52d39a1831.jpg1051557597_11726012019-_Z6H2984MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.f4d92a3e2b1f871b94ff3594407bf2f0.jpg1602437781_11826012019-_Z6H3014MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.f1c949cc7f29f64ca35a6ef53868d9f5.jpg

    Velocissimo nell'adeguare il fuoco su soggetti dal movimento imprevedibile tanto quanto rapido, nell'avvicinamento frontale: impensabile sui primi due modelli queste performances !

    1940404623_12226012019-_Z6H4479MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.91d5d5ca93b1abed7de4e8e002b53b95.jpg

    definito, contrastato, saturo, anche in totale assenza di luce...

    323341931_12026012019-_Z6H4071MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.34d392b3758838a2972b0029d349c05e.jpg

    morbido sulle linee curve e variabili, tanto quanto acuto sugli elementi definiti

    869618604_12126012019-_Z6H4316MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.78bd22a619d087d032f4c97df42bbbc9.jpg
     

    1463934042_surf2.thumb.jpg.7fc3636a4b88c5bfd74391160e3dfae9.jpg

    Quest'obiettivo dà il meglio di sè ovviamente in condizioni di luce che consentano alla fotocamera di utilizzare gli ISO più utili alla alta definizione  delle immagini scattate

     
    1464989779_12501022019-_D5K3551MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.c5229a9b47b40b0b28b7480929c71077.jpg  787298116_40101022019-_Z6H6651MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.5a8b35029ec1b5303a3f72beddc28ef1.jpg

    531966237_12701022019-_D5K3659MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.b53ac043bb3249d2e3aa7728eb739908.jpg e consente di giocare con il formato, grazie alla grande disponibilità di spazio che concede con la sua escursione focale infinita2112308034_12801022019-_D5K3680MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.17df1e1982403464fe82bfc8e21ef7f8.jpg

    permettendo inquadrature altrimenti realizzabili solo attraverso crop in postproduzione, qui invece alla portata delle prestazioni velocistiche dell'obiettivo a distanza ravvicinata

    849807019_14001022019-_Z6H6653MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.fe770fab87c808403189e201d9139c2c.jpg  494398957_13901022019-_Z6H6440MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.5ca23231bc00e0b187bd288ea652e7fb.jpg


     

    Tirando delle facili conclusioni possiamo adesso apprezzare i punti salienti del Sigma 60-600/4,5-6,3 Sports, riassumendoli in

     

    Pregi:

    • sorprendente qualità generale per un megazoom da 10 ingrandimenti !
    • prestazioni omogenee e costanti indifferenti alle condizioni di luminosità: un obiettivo davvero PRO
    • costruzione mirabile per materiali e disegno: un pezzo davvero unico di tecnologia ed engineering
    • efficientissima protezione antiriflesso e UV
    • RR a 200mm, per quanto utile possa essere per uno zoom di queste dimensioni
    • staffa per treppiede ottimamente dimensionata e Arca shaped
    • elevata programmabilità tramite USB dock e sw Sigma

    Difetti:

    • peso comunque importante, che rende impegnativo l'utilizzo a mano libera
    • prezzo elevato, ma comunque adeguato al fatto che questo zoom sia unico nel panorama di mercato
    • escursione focale: forse più un vezzo che una utilità, superiore agli zoom che cominciano da 100 o 150mm

     

    Alla fine di questo test sono proprio contento di avere rivalutato in questa terza edizione il Bigma che aveva conferito primato assoluto a Sigma: questo esemplare è davvero all'altezza delle altre splendide realizzazioni della linea Sports !!! 

    Grazie ancora ad logo_mamiya.jpg.96106911ef56e7835f8235b89561cc8b.jpg che ce ne ha concesso l'utilizzo

    106  19012019 -_Z6H1789  Max Aquila photo (C).jpg

     

     

    Max Aquila photo (C) per Nikonland 2019

    1.jpeg

     

     

    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments

    Max, rispetto ai 150-600 Contemporary e Sport ( gia' provati fin dal primo Nikonland ), questo come lo posizioneresti ?

    Il costo fa comunque una classifica a parte ( anche perche' nell'usato i "vecchi" 150-600 si trovano ) ma come si potrebbero paragonare ?

    ( poi magari salta fuori che il nikkor 200-500 vada meglio...ma in Mtrading non glielo diremmo mai :))

    Grazie.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Silvio Renesto dice:

    Oggi ho incontrato e scambiato due parole con un felicissimo neo-proprietario di questo cannone. Aspetto il tuo articolo!

    qui una parziale gallery

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 minuto fa, Roby C dice:

    Lo hai trovato bene in conclusione.. punture di voltaren a parte, ma quella era colpa tua..  :lehoprese:  bravo Max e brava Sigma..

    sono riusciti a ridare un senso ad uno zoom che quando è uscito per la prima volta sul mercato, nel 2005, era più una sfida che un principio...

    Oggi è un'alternativa, specialistica ma esistente

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Un unico sistema per Corto Raggio e Lungo Raggio... trasportabile e (quasi) spalleggiabile: perfetto in ambito tattico!! 😁 Battute a parte lo vedo molto bene magari a bordo di un campo di calcio o di atletica (o di altro sport open....) col suo bel monopiede (e seggiolino...). Per la serie viva la scelta e le alternative!!

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 25/1/2019 at 15:43, bimatic dice:

    Max, rispetto ai 150-600 Contemporary e Sport ( gia' provati fin dal primo Nikonland ), questo come lo posizioneresti ?

    Il costo fa comunque una classifica a parte ( anche perche' nell'usato i "vecchi" 150-600 si trovano ) ma come si potrebbero paragonare ?

    ( poi magari salta fuori che il nikkor 200-500 vada meglio...ma in Mtrading non glielo diremmo mai :))

    Grazie.

    "Difetti:

    • peso comunque importante, che rende impegnativo l'utilizzo a mano libera
    • prezzo elevato, ma comunque adeguato al fatto che questo zoom sia unico nel panorama di mercato
    • escursione focale: forse più un vezzo che una utilità, superiore agli zoom che cominciano da 100 o 150mm

     

    Alla fine di questo test sono proprio contento di avere rivalutato in questa terza edizione il Bigma che aveva conferito primato assoluto a Sigma: questo esemplare è davvero all'altezza delle altre splendide realizzazioni della linea Sports !!! "

     

    La sintesi della tua prova ( in cui,Voltaren a parte, mi sembra che tu ti sia SOLO divertito ) e' la risposta alla mia "domanda", grazie !
    ( per quello che ci potrei fare io cerco uno Sports a poco prezzo, se capitasse : ) )

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    devo dire che a parte tre giorni di iniezioni e altrettanti di pomata all arnica e arriglio del diavolo, il divertimento ha avuto la prevalenza ma la seconda volta che sono andato con solo il monopiede mi ero attrezzato di gomitiera😜

    Solo alla fine ho scoperto che oltre a zoomare girando la ghiera (e torcendo il polso, data l escursione) si poteva direttamente spingere fuori il tubone... cosa che non avrei osato fare, temendo di danneggiare questo zoomone. 

    Se riesco a farmelo prestare di nuovo proverò anche a variare via USB dock qualche parametro, cosa che stavolta non ho avuto il tempo di fare.

    E spero di portarlo a fare un giro in montagna in funzione fotonaturalistica, compreso il closeup a 200mm, dove ingrandisce 1:1,3...

    Speriamo presto.   

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    57 minuti fa, bimatic dice:
    • ...

    La sintesi della tua prova ( in cui,Voltaren a parte, mi sembra che tu ti sia SOLO divertito ) e' la risposta alla mia "domanda", grazie !
    ( per quello che ci potrei fare io cerco uno Sports a poco prezzo, se capitasse : ) )

     

    il 150-600 Sports, pesa 100g più del Bigma, ma perché quest'ultimo è costruito in magnesio e composito...se no, come ho scritto, mi hanno detto che con lo stesso materiale del 150-600 sarebbe arrivato a 3kg e mezzo !

    Personalmente non trovo valore aggiunto nelle focali fino a 100mm, di solito finalizzate al ritratto, ma con valori di diaframma che a 85mm restano minimo su f/4,8... 

    Resta il fatto dell'omogenea distribuzione del peso sul Bigma e delle prestazioni superiori alle aspettative per un 10x

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Max mi sono ripreso dallo stupore, verifica le specifiche: il rr è 1:3.3 che è  molto buono,  non 1:1.3 che sarebbe sconvolgente.

    1 ora fa, Max Aquila dice:

    lo sapevo... ti stavo aspettando... ma non ti sei evidentemente accorto neppure di quest'altro 😂

    Diciamo che è molto interessante, ma da un 70-300 a messa a fuoco ravvicinata  più lente, un rr del genere ce lo si può aspettare, la qualità invece  sembra sopra alle aspettative.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    16 minuti fa, Silvio Renesto dice:

    Max mi sono ripreso dallo stupore, verifica le specifiche: il rr è 1:3.3 che è  molto buono,  non 1:1.3 che sarebbe sconvolgente.

    Diciamo che è molto interessante, ma da un 70-300 a messa a fuoco ravvicinata  più lente, un rr del genere ce lo si può aspettare, la qualità invece  sembra sopra alle aspettative.

    si, è un refuso che ho corretto adesso... certamente ! 

    Ma l'altro no :sayonara:

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Aggiungo un particolare reperito sui siti ufficiali Sigma, relativamente alla compatibilità con reflex Nikon, (considerato anche il diaframma elettromagnetico del 60-600 in baionetta Nikon)

    Cita

    Compatibilità Nikon: D5, D4S, Df, D850, D810, D810A, D750, D610, D500, D7500, D7200, D7100, D5600, D5500, D5300, D5200, D5100, D5000, D3500, D3400, D3300, D3200, D3100

    Si prega di utilizzare l'aggiornamento alla versione più recente dei seguenti firmware fotocamera: 
    D4, D3X, D3S, D3, D800, D800E, D700, D600, D300S, D300, D7000 

    Giusto per completezza di informazione

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...