Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Sigma 500mm f/4 Sports un anno dopo (test/prova)

    Mi è tanto piaciuto questo 500mm e mi mancava tanto un superteleobiettivo serio con cui fare scorribande in autodromo, al di là del compatto e comodissimo Nikon 300/4E PF, che dopo averlo provato un anno fa ( qui il test completo) l'ho voluto comperare e me ne sono fatto regalo per lo scorso Natale.

    Da quanto l'ho avuto ne ho approfittato per utilizzarlo esclusivamente con la Nikon D850 e i suoi 45 megapixel.
    L'anno scorso si era ben comportato con la D5 ma volevo vederlo alla prova con una partner più difficile :)

    D5H_6515.thumb.jpg.b29f1995980913dc585ee9ca7fa35b17.jpg
    Nikon D850 e Sigma 500mm f/4 Sports con staffa Sigma TS 81 su treppiedi Genesis con testa Marsace

    Dico subito che la fase di taratura (nulla con la D5 nell'aprile 2017) è stata critica alle brevi distanze con la D850. E ancora oggi non sono del tutto soddisfatto.
    Nulla da imputare all'obiettivo, solo che la sua nitidezza strabiliante, pretende una precisione più che millimetrica.
    E questo resta il vero punto debole della Nikon D850. Non che abbia difetti, no, solo che se la foto non è perfettamente a fuoco, appare immediatamente da cestinare :(


    tc14.thumb.jpg.ee1e4f5a560744817600cde82ed3dc1e.jpg
    una fase della taratura nel programma Sigma Optimization Pro che riconosce autonomamente anche la configurazione con il teleconverter Sigma TC1401, distinguendolo dall'obiettivo liscio (e dal precedente obiettivo avuto in test da Mtrading)

    Le foto seguenti sono state fatte in differenti occasioni alla Seconda Variante dell'Autodromo Nazionale di Monza

    2018 27.jpg

    2018 28.jpg

    2018 29.jpg

    2018 30.jpg

    2018 31.jpg

    2018 32.jpg

    2018 33.jpg

    2018 34.jpg

    2018 35.jpg

    2018 36.jpg

    2018 37.jpg

    2018 38.jpg

    2018 39.jpg

    2018 40.jpg

    D5X_1934.jpg

    2018 41.jpg

    2018 42.jpg

    attraverso il foro nella rete della postazione TV.
    Non sono crop, in alcuni casi l'obiettivo è stato accoppiato con il teleconverter 1.4x che non altera in maniera apprezzabile l'immagine.
    La distanza è notevole, anche se questi soggetti sono discretamente grandi.

    Le tre foto seguenti sono state riprese invece alla Variante Ascari, in uscita, attraverso la rete dalla tribuna.

    2018 43.jpg

    2018 44.jpg

    2018 59.jpg

    mentre qui siamo ancora alla Seconda Variante, io in piedi, attraverso la rete. 500mm liscio a tutta apertura in Autoiso.

    2018 56.jpg

    mentre qui siamo proprio all'ingresso del rettilineo che porta alla Parabolica

    2018 57.jpg

    2018 58.jpg

     

    2018 60.jpg

    2018 61.jpg

     

    Cambiamo completamente ambito e genere.
    In gennaio, in capanno, passeriformi assortiti.
    Obiettivo sempre ad f/4 a distanza MOLTO ravvicinata, ISO quanto basta ;)

    D5X_1967.jpg

    D5X_1973.jpg

    D5X_2027.jpg

    D5X_2162.jpg

    D5X_2174.jpg

    D5X_2225.jpg

    D5X_2234.jpg

    D5X_2266.jpg

    D5X_2334.jpg

    D5X_2410.jpg

    D5X_2484.jpg

    D5X_2552.jpg

    D5X_2648.jpg

    D5X_2686.jpg

    D5X_2688.jpg

    D5X_2759.jpg

    D5X_2790.jpg

    D5X_2841.jpg

    D5X_3048.jpg

    D5X_3062.jpg

    D5X_3082.jpg

    D5X_3084.jpg

    sono sostanzialmente "ritratti" di soggetti in posa. Per gli uccelli in volo mi devo ancora attrezzare :(

    Ad fine primavera, una visita ad un sito popolato da Gruccioni

    CROP_D5X_2042.jpg

    D5X_1947.jpg

    D5X_1936.jpg

     

     

    D5X_3353.jpg

    D5X_3666.jpg

    D5X_3735.jpg

    D5X_3823.jpg

    D5X_3853.jpg

    D5X_3985.jpg

    non sono crop.

    Torniamo in autodromo, dalla Tribuna della Ascari

    D5X_5924.jpg

    D5X_5947.jpg

    D5X_5957.jpg

    D5X_5964.jpg

    D5X_6150.jpg

    D5X_6160.jpg

    D5X_6212.jpg

    D5X_9590.jpg

    D5X_9812.jpg

    D5X_9826.jpg

    D5X_9878.jpg

    D5X_9886.jpg

    D5X_9898.jpg

    D5X_9903.jpg

    D5X_9939.jpg

    D5X_2591.jpg

    D5X_2783.jpg

    D5X_2896.jpg

    altra occasione, auto oramai "storiche"

    D5X_3358.jpg

    D5X_3580.jpg

    D5X_3632.jpg

    D5X_4033.jpg

    D5X_4661.jpg

    D5X_4737.jpg

    qui invece, sul Lungo Lago di Como

    D5X_9268.jpg

    D5X_8301.jpg

    D5X_8551.jpg

    D5X_8577.jpg

    e ancora, passeriformi casalinghi

    D5X_7721.jpg

    D5X_7770.jpg

    D5X_7890.jpg

    D5X_7745.jpg

     

    mi fermo qui, convinto di avere già messo anche troppe foto per sottolineare il concetto.

    In estrema sintesi, confermo il giudizio sulla validità di questo obiettivo. Il fatto che l'abbia intanto anche comperato dovrebbe essere un rafforzativo ma ci tenevo a riprendere le mie osservazioni anche con l'esperienza D850 in mezzo.

    Lo ritengo valido sotto tutti gli aspetti e sempre molto affidabile. Tutto sommato abbastanza compatto (penso, rispetto ad un 600/4 Nikon) e leggero da non pesare eccessivamente.
    Ed utilizzabile anche con treppiedi leggeri e teste non esoteriche (ma io scatto sempre con tempi rapidissimi).

    In autodromo, considerando che fa sempre premio la qualità dell'aria o la presenza di ostacoli, rispetto alla bontà dell'obiettivo, ritengo esagerato l'uso con la D850.
    Prossimamente ci continuerò ad andare solo con la D5. L'autofocus più prestante mi da più sicurezza nell'inseguimento.

    Mentre per animali o altri soggetti a distanze ravvicinate, con la D850 si possono ottenere poster stampabili a dimensioni di parete in ogni circostanza.
    La messa a fuoco è sempre il punto critico e si devono scattare tante foto da cui scegliere quella potenzialmente migliore.
    La possibilità di aprire le ombre e tirare al massimo dinamica e colori permessi da questo sensore, fanno la differenza.

    E' un piacere e uno spasso poter utilizzare questo teleobiettivo, per me oramai irrinunciabile.

    Modificato da Rudolf

    • Mi piace ! 2
    • Sono d'accordo 2



    Feedback utente

    Recommended Comments

    Faccio presente che i pennuti ritratti mi hanno rilasciato tutti la prevista liberatoria per la pubblicazione delle foto (dopo adeguata retribuzione in becchime o altro, come si vede in alcune foto), e che nessuno di loro ha sofferto - anzi - per le fotografie.
    Per le foto ai piloti, è stato pagato il regolare biglietto all'ingresso dell'Autodromo :)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    40 minuti fa, Rudolf dice:

    Faccio presente che i pennuti ritratti mi hanno rilasciato tutti la prevista liberatoria per la pubblicazione delle foto (dopo adeguata retribuzione in becchime o altro, come si vede in alcune foto), e che nessuno di loro ha sofferto - anzi - per le fotografie.

    :rotfl:

    Posso confermare... 

    Bell'articolo, appassionato come sempre e "ricco".

    Domande più  tecniche:

    Hai notato differenze di "carattere" nella resa dei colori, rispetto ad un 500 nikon? Intendo dire come il 105 sigma macro che,  rispetto al nikon, da un' interpretazione molto diversa.

    O il confronto non è possibile perchè da quando avevi il 500 Nikon hai cambiato corpi e quindi ci sono troppe variabili?

    La necessità/quantità  di calibrazione secondo te è maggiore con il Sigma rispetto ad un tele  nikon o  siamo più o meno allo stesso livello?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Belle domande.

    Questo Sigma ha un carattere più attuale e di tendenza rispetto al Nikon che ho usato io che era molto "freddino".
    Si dovrebbe confrontare con l'attuale Nikon alla Fluorite. Non mi stupirei se trovassimo caratteri molto simili con piccole differenze solo nello sfuocato.
    Ma paradossalmente mi ricorda molto il vecchio Nikon 500/4 AF-I buonanima ;)

    Per quanto riguarda la messa a punto dell'autofocus posso confermare per esperienza che è variabile indipendente dal marchio e che tutti i superteleobiettivi se ne possono giovare, specie sulle macchine ad altissima risoluzione come quelle attuali (D850 o D500 non fanno molta differenza, ma la D850 negli scatti ravvicinati in full-frame è proprio radiografante).
    Solo che col Sigma si può fare DIY e la correzione - fatta direttamente nell'obiettivo - vale per tutti i corpi, con il Nikon lo si deve mandare in assistenza per registrarlo a macchina (singolarmente con ogni singola macchina posseduta).

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ottica notevole, come del resto tutte le ottiche che Sigma da un paio di anni ha aggiornato o presentato ex novo. Notevole come sempre la prova sul campo, accompagnata da immagini stupende. 

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Per gli appassionati naturalistici, è certamente un must...  e lo hai evidenziato in maniera notevole.. avevo già visto a suo tempo l'articolo, ma è stato un piacere   " ri-vederlo "

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×