Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Sigma 105mm f/1.4 Art : prova sul campo (prima parte)

    In qualità di Sigma Ambassador per l'Italia, ho ricevuto in test questo obiettivo da Mtrading Srl, distributore nazionale del marchio Sigma


    D5H_1767.thumb.jpg.3870df394adc907bd19beaa34f28ee8c.jpg

    Giuro che se solo due anni fa qualcuno mi avesse promesso un 105mm f/1.4 lo avrei preso per pazzo. Mi sarei sinceramente accontentato di un normalissimo f/2 purché aggiornato alle qualità dei sensori super-ricchi di oggi.
    Nikon ci ha stupiti con la presentazione - a sorpresa - del suo 105/1.4E che io non stento a definire leggendario (ne abbiamo parlato qui Nikon 105mm F1.4E : è nata una leggenda (test/prova) e più di recente Max ha dichiarato che : Nikon 105mm f/1,4E : mi basta 1,4 ...)

    Poi Sigma è uscita con il suo strepitoso 135/1.8 Art (Sigma 135mm F1.8 Art : il mustang (test/prova), Sigma 135mm F1.8 Art : fashion per strada, Sigma 135mm f/1,8 Art: il Teatro della Vita) e pensavamo di avere già tutto quello che la vita può offrire al fotografo ritrattista.
    Ma viviamo in tempi fortunatissimi per il fotografo e Sigma ha pensato che più avanti ci fosse ulteriore spazio, proponendoci questo nuovo 105mm f/1.4, ovviamente della linea Art che va a completare un trio eccezionale, insieme a quel 135mm e all'indimenticato 85/1.4.

    Questo nuovo 105mm in realtà non sembra pensato per il "semplice" ritratto, la sua connotazione d'eccezione si vede già a prima vista.
    La costruzione, le dimensioni, le proporzioni sono tali da farlo uscire immediatamente dall'ordinario, nemmeno fosse un superteleobiettivo.

    E proprio per questa ragione ho deciso di rendere adeguata giustizia ai dettagli costruttivi di questo apparecchio da fotografia con il giusto numero di immagini, tanto da aver suddiviso in due la prova che, per la parte fotografica prosegue qui : Sigma 105mm f/1.4 Art : prova sul campo (seconda parte)

    ***

    Come è fatto ?

    Nessuna novità per quanto riguarda la confezione - la classica scatola in robusto cartone bianco con le scritte nere e grigie - l'astuccio in cordura.
    Ma aprendo la confezione salta subito all'occhio il paraluce - enorme ! ci sta dentro quello del Nikon e avanza spazio tutto intorno per metterci il dito indice - e il collarino del treppiedi già montato sull'obiettivo.
    C'è anche un anello di gomma di cui diremo più avanti.

    D5H_1749.thumb.jpg.fa900ec2151c9ae219473ded6430c7d9.jpg

    il paraluce in plastica rinforzata con fibra di carbonio è proprio fantastico. Il fermo è degno di quello dei teleobiettivi serie Sport, forte, robusto e ben rifinito.

    D5H_1753.thumb.jpg.8e78471ce7a0f323a6a32e38195b1440.jpg

    D5H_1754.thumb.jpg.7c8588337e6113cbba5cb817c8b200a6.jpg

    D5H_1755.jpg.6898ece66b365c173d2741f22b2f11ed.jpg

    D5H_1756.thumb.jpg.d89081dc5ea4d2b99c9c5b639716658d.jpg

    del resto il diametro dell'innesto dell'obiettivo è pari alla sua lunghezza focale - 105mm ! - quindi si capiscono bene le proporzioni raggiunte.
    In effetti l'obiettivo nudo è un pò tozzo - largo quasi quanto è lungo - con il paraluce diventa più elegante.

    D5H_1761.thumb.jpg.e3e18d41d764ddba04aa9cbb80f61e9b.jpg

    il tappo anteriore da 105mm

    D5H_1762.thumb.jpg.498f774210614335a00a5abd56cee389.jpg

    il peso è ben bilanciato e l'obiettivo sta in piedi poggiato sul piedino del treppiedi.

    D5H_1763.thumb.jpg.d07d46c9475d7e21bda6f67c949c41f7.jpg

    la lente anteriore è enorme, quasi quei 105mm ma lo è altrettanto quella di uscita, come ben evidenziato in questa foto

    D5H_1765.thumb.jpg.4bab41fbbff75578ab5f4551f7ebbcfd.jpg

    di profilo, senza paraluce, montato sulla mia testa Manfrotto 0400

    D5H_1770.thumb.jpg.99267d7c9f0b05f3338978d38c7b043e.jpg

    il complesso completo innestato sulla mia Nikon D850 a dimostrazione che richiede a gran voce un corpo macchina di dimensioni adeguate per ben figurare.

    D5H_1771.thumb.jpg.af8402df0ea7d86160688fa8531ffed6.jpg

    senza collarino del treppiedi effettivamente il baricentro forzerebbe verso l'anteriore se montato per la fotocamera.
    Ritengo quindi che la scelta di Sigma, certamente un pò controversa, di mettere - credo sia la prima volta nella storia - l'attacco del treppiedi su un 105mm sia condivisibile.

     

    D5H_1773.jpg

    qui è sempre con "dietro" la mia D850, montato su una testa Genesis da 40mm

    e poi da solo, in viste differenti

    D5H_1775.jpg

    D5H_1777.jpg

    D5H_1778.jpg

     

    lato comandi, nessuna novità. C'è solo il commutatore AF-MF, non è stato previsto il limitatore della messa a fuoco che c'è invece nel 135mm.

    D5H_1781.jpg

    D5H_1782.jpg

    il macrhio Sigma Art, Made in Japan, la scala delle distanze, le tacche di allineamento

    D5H_1783.jpg

    D5H_1784.jpg

    D5H_1785.jpg

    il marchio 018 anche sotto al fusto (anno 2018)

    D5H_1787.jpg

    il piedino, come dicevo, è degno di un supertele, così come tutto il collarino.

    Per un uso da studio o in fotografia all'aperto con tempi molto lenti, credo che il collarino sia obbligatorio.
    Ma per un uso a mano libera alla lunga diventa fastidioso.
    Per questa ragione Sigma ha correttamente previsto un facile smontaggio di tutto l'apparato.
    Basta far ruotare il collarino fino alla tacca con la serigrafia "Remove" e sfilarlo verso il retro.

    D5H_1788.jpg

    viene fuori facilmente

    D5H_1791.jpg

    D5H_1792.jpg

    D5H_1793.jpg

    D5H_1794.jpg

    e al suo posto si può montare l'anello in gomma in dotazione

    D5H_1795.jpg

    che va a coprire le teste delle viti di guida della rotazione del collarino

    D5H_1789.jpg

    rendendolo a mio avviso più elegante e maneggevole

    D5H_1796.jpg

    D5H_1797.jpg

    D5H_1798.jpg

    D5H_1799.jpg

    l'anello riporta inciso 105mm e una volta montato sembra esserci sempre stato.

    Complessivamente è difficile - in ogni fascia di prezzo - trovare un obiettivo oggi sul mercato con questa qualità costruttiva.
    Si deve far riferimento almeno ad un 200mm f/2 o comunque alla categoria dei superteleobiettivi.

    Oggetti costruiti per durare tra gli abusi e di costo pari ad un ordine di grandezza superiore.

    Perchè certo, anche a 1550 euro Sigma questo obiettivi non lo regala. Ma andate a vedere il prezzo di listino di un 200/2 prima di dire che è caro.
    Nella stessa fascia, invece, praticamente ogni proposta di ogni altro marchio, di focali paragonabili, costa di più ma con la sola eccezione di Zeiss, cui Sigma ha più volte detto di volersi confrontare, è difficile trovare un tale rapporto prezzo/costruzione.

    Insomma, ce n'è di che innamorarsi a prima vista, ancora prima di averlo visto in azione.

    E' il momento di vedere come va sul campo nella seconda parte dell'articolo (qui Sigma 105mm f/1.4 Art : prova sul campo (seconda parte)) cui gli impazienti saranno già andati guidati dai miei primi scatti di test pubblicati qui sotto nei commenti.

    D5H_1771.jpg

    Modificato da Rudolf




    Feedback utente

    Recommended Comments

    Vari scatti di test con la Nikon D850 e il Sigma 105/1.4 Art.
    Invariabilmente a tutta apertura in varie condizioni di scatto.

    L'esemplare in mio possesso, con la mia macchina, sostanzialmente non presenta alcun disallineamento di messa a fuoco.

    Vedremo poi sul campo come si comporterà.

    Le prime impressioni confermano le aspettative.

    D5X_8241.jpg

    D5X_8243.jpg

    D5X_8250.jpg

    D5X_8270.jpg

    D5X_8271.jpg

    D5X_8284.jpg

    D5X_8296.jpg

    D5X_8302.jpg

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    E' la luce del neon, non ho fatto nessuna correzione apposta.
    Invece Lotte è illuminata da un bel faro Godox da 5000 K ;)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    4 minuti fa, Dario Fava dice:

    Il bokeh mi sembra similare al 135 ma aspettiamo a vedere il resto...

    Farò un altro articolo di confronto tra 105 Sigma e Nikon e 135 Art.
    Per ora mi sembra uscito dalla stessa penna, forse la transizione tra fuoco e sfuocato è un filo più delicata.
    Anzi, mi sembra tutto più delicato anche se la nitidezza a fuoco è eccezionale.

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Il punto dove cede il 135 e pare anche questo, rispetto al 105 Nikon è sulle linee sottili nel bokeh (stiamo spaccando il capello in 4 lo so) nel sigma sono più nervose a pari condizioni ma ripeto ce ne vorrebbe, tra l'altro la quasi totale assenza di aberrazioni ed anche il colore inconsueto che le rende trascurabili, permettono l'utilizzo a TA senza compromessi. 

     

     

    D5X_8296.jpg

     

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Purtroppo vedo solo da un mediocre portatile, però l'impressione è molto positiva. Quando sarò a casa magari ne avrai pubblicate altre ;) e le guarderò con attenzione. Seguo con estremo interesse, per apprezzare  lo stato dell'arte raggiunto,  anche se non credo che lo acquisterò.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Prima sessione con un umano come soggetto. Qui due scatti ad f/1.4 su D850, flash Godox AD600 PRO con riflettore grande e fascio da 65°.

    D5X_9957.thumb.jpg.3ece092bb5a8af954bb71a4816578299.jpg D5X_9975.thumb.jpg.772121c258b5268c0478cd2f554ba816.jpg

    D5X_9502.thumb.jpg.1a76ba1e843a15dbcff40e0c888602d7.jpg D5X_9504.thumb.jpg.fb42e069f036cf375187b4f8da5925ad.jpg

    D5X_0006.thumb.jpg.b4c8c5245a51fb32d24cd7e32633847b.jpg D5X_9811.thumb.jpg.7118d011309ea7d280e05d3350b13094.jpg

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Molto interessante, da usare per ritrattistica lo consigli, o meglio tra nikon 105 sigma 105 e sigma 135 quale è il migliore?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 minuto fa, moreno dice:

    Molto interessante, da usare per ritrattistica lo consigli, o meglio tra nikon 105 sigma 105 e sigma 135 quale è il migliore?

    Bellissima domanda cui cercherò di rispondere con un paio di articoli dedicati.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 minuto fa, Rudolf dice:

    Bellissima domanda cui cercherò di rispondere con un paio di articoli dedicati.

    attendo con ansia per decidere l'acquisto, sa se esiste qualcuno che lo noleggia in zona milano, mi piacerebbe provarlo

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Alla fine, questo obiettivo è così bello sul piano costruttivo, che mi sono dilungato molto nel descriverlo fotograficamente.
    Per non appesantire la lettura, ho deciso quindi di dividere l'articolo in due che proseguirà nei prossimi giorni con le considerazioni puramente fotografiche.

    A presto.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    5 ore fa, peppoelli dice:

    Sembra non funzionare il link alla seconda parte del test

     

    11 ore fa, Rudolf dice:

    Alla fine, questo obiettivo è così bello sul piano costruttivo, che mi sono dilungato molto nel descriverlo fotograficamente.
    Per non appesantire la lettura, ho deciso quindi di dividere l'articolo in due che proseguirà nei prossimi giorni con le considerazioni puramente fotografiche.

    A presto.

    Appunto: proseguirà nei prossimi giorni ;)

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×