Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Nikon Zoom 200-500mm f/5,6E : tre anni dopo...

    885740528_10627032019-_Z6H9018MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.71fe25df4ff848e3bfb652bd4daab700.jpg

     

    Prendo a parlare di questo mio zoom, dopo tre anni dall'acquisto 1256193328_10327032019-_Z6H9028MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.7adb6b87f4de925e7ba3c5b44d4bd973.jpg
    e da un utilizzo intenso e vario, che agli atti del mio catalogo Lightroom parla di quasi trentamila scatti, in associazione con ben cinque fotocamere quali le Nikon D4, D500, D810, D850 e da poco, la mia nuova mirrorless Nikon, la Z6, con la quale ho impressione di una certa rivitalizzazione del mio zoomone da campo...

    46755681_10427032019-_Z6H9031MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.1dfabacea3be2d454c07f7325eb521be.jpg La caratteristica degli zoom attorno a questa escursione focale è certamente quella di una luminosità per nulla spinta, che fa leva sulla capacità dei moderni sensori digitali di terza generazione, caratterizzati da una notevole dinamica in relazione alla sensibilità, essendo divenuto "normale" esporre anche in diurna a valori ISO sconvolgenti (un tempo) come quelli ben al di sopra dei 1600-2000, perfettamente alla portata anche di sensori APS-C senza una marcata, o avvertibile, perdita di nitidezza e coerenza, grazie al basso livello di rumore digitale.

    Presentato da Nikon nel 2015, come risposta alle proposte commercializzate addirittura da produttori universali come Tamron e Sigma, su escursioni focali come i 150-600, caratterizzate però da una apertura alle massime lunghezze focali da f/6,3 che non affascina certo molti dei potenziali interessati a obiettivi di questa categoria, primi fra tutti i fotonaturalisti che necessitano di aperture certamente più luminose, anche a scapito della massima focale raggiungibile.

    Nikon (come i concorrenti) aveva già da moltissimo tempo in listino un 80-400mm f/4,5-5,6 (prima serie 2001, seconda, col VR migliorato del 2013) e non solamente per l'escursione maggiore ma sopratutto per il prezzo di attacco del 200-500, molto più competitivo del fratellino, sembrò costituire un elemento destabilizzante nel catalogo obiettivi.

    La maggiore escursione in alto (mentre la differenza in basso viene colmata da eventuale, onnipresente, 70-200), il diaframma parifocale (per me un valore aggiunto in assoluto), il prezzo inferiore della metà, rispetto al VR II, un peso superiore del 50% e le dimensioni dilatate rispetto all'80-400, in larghezza e lunghezza, fanno si che i due zoom siano invece indirizzati ad utilizzatori differenti, con necessità di ingombri e pesi diversi, a costo di un prezzo che nel più corto 80-400 forse oggi è ancora sovraquotato per renderlo appetibile come invece in questi anni il 200-500 è divenuto.

    415914346_008-_D4H2427310mm1-1000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.151375366297f2bfeb2241601f509bb7.jpg  Sole e mare aiutano
    ad evitare la ovvia carenza di luminosità data dal diaframma massimo disponibile203223240_00226032019-_Z6H2383MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.78382611efae38601387736bf35a6694.jpg

    1263262909_00226032019-_Z6H2389MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.d1eb79e9d0fefbce9d10c5860cc491c3.jpg

    A patto che il rapporto di contrasto tra luci ed ombre resti sempre elevato, a pena di una predisposizione alla sofferenza da UV

    1318685965_026-_Z6C1930360mm1-3200secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.a8d4531096210aaff7436e7faed38dbc.jpg maggiore, quanto più aumenti la distanza dal soggetto e l'emissione in questione 

    1919665971_021-_D5K2370500mm1-2500secaf-63MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.055533718bcd82f5a213e3cd52f07147.jpg

    consentendo sempre una suggestione visiva, pur da distanze esagerate

    386770337_018-_D5K1816210mm1-2500secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.a9bf6e7e715824e07976f8c4a57ce87f.jpg ed anche alle ore pomeridiane, dove basta un pò di contrasto cromatico per tirare su
    anche i sensori...meno crispy 😉 con i quali la resa finale anche "ammorbidita" dalla luce disponibile porta a risultati comunque interessanti135703283_019-_D5K1863200mm1-2500secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.9e20ebce9ecfa672d4050f2005ba6919.jpg       373565046_020-_D5K1925200mm1-2500secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.defaef49868a3d2bbbf33fa1907a619e.jpg

    Forse si, a mio vedere, con determinate delle mie DSLR questo obiettivo ha sofferto talvolta nella fase dei blu, come se l'antiriflesso non fosse particolarmente efficace

    1672800018_012-_D8X3018320mm1-2500secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.c416ee84e19251612f8eb66140cc7284.jpg


    2026807286_011-_D4H3372320mm1-2500secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.f8349548d21845ef90ecb77955f19af2.jpg

    929832077_010-_D4H3323420mm1-2000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.8db165ad1ce0494aa35e84034c9bc810.jpg

    1900467173_014-_D5K2494200mm1-1600secaf-71MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.eef9fbe22fd870866f14b6cf233f1d43.jpg

    2120010589_017-_D5K2682220mm1-1600secaf-11MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.6891923427c4da9e29f9e753f79aaf8c.jpg  tanto quanto poi, in situazioni diametralmente opposte, 

    come scattando sulla neve, dove tendenzialmente più avrebbe dovuto patire il problema, l'ho ritrovato invece ben denso e saturo 1939065519_007-_D4H1763200mm1-1000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.ce13009d23aa49ac1636a4d17c93a928.jpg   381028887_004-_D4H1637500mm1-3200secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.0503ca297354c25f73f360f828c0f630.jpg

    1648118458_006-_D4H1723200mm1-1000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.dcb009358e9f172d3eff3aac4a1ba775.jpg

    Una delle caratteristiche poi, per le quali l'ho sempre trovato sorprendente, in funzione del suo livello di appartenenza, è nella sua capacità di sfumare con omogeneità lo sfondo

    1526906458_003-_D4H1119500mm1-4000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.f5df09172b9f1a4dad7084cf63be9c68.jpg

    certamente non a livello dei fissi da f/4 o addirittura più luminosi, ma siamo pur sempre in presenza di uno zoom quasi "economico" che  apre massimo a f/5,6

    1753175823_003-2-_D4H1180500mm1-1000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.5b8f22efa9b9019915f484b18e86848b.jpg

    001  26032019 -_Z6H2350  Max Aquila photo (C).jpg
    e dà il meglio di sè, diaframmato di due terzi / uno stop1116554218_022-_85K2718500mm1-2000secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.4a307ad05a4587b6eff646ecdf187852.jpg

    592395940_023-_85K2722500mm1-2000secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.075ee5553cf4b135c57eee1da0520419.jpg

    1280959741_024-_85K2765500mm1-2000secaf-80MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.0eff8e443887f0c74d1d17cefe36ac6b.jpg facile da zoomare 1779799277_025-_85K2877500mm1-500secaf-71MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.e472838cbbea6ac9e96c1f69e8b96232.jpg
    grazie all'ampia ghiera di regolazione, posta in posizione anteriore rispetto a quella di fuoco (credo di non averla mai utilizzata, grazie all'efficienza del motore AF)

    Anche la minima maf 367937597_10527032019-_Z6H9037MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.8ad8c71c8241ada098b862cc8c113705.jpg
    è differente rispetto l'80-400 Nikon: in questo caso arriva a due metri e venti ma spinge, grazie al ridotto angolo di campo da 5°, a osare di avvicinarsi molto al soggetto

    1479269811_009-_D8X2789500mm1-500secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.c68dc72d78f8428d7afc3d9dd8c1f15e.jpg  e con gli opportuni accorgimenti, come da articolo del nostro prof. Silvio Renesto, 

    si possono ottenere risultati ben più interessanti dei miei semplici appostamenti campagnoli, dai quali comunque traspaiono le potenzialità ulteriori1876180706_016-_D5K2633500mm1-1600secaf-63MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.dc1df90e9beba03b5057eb49c4368ae6.jpg

    le doti principali sono non solamente legate ad una intrinseca maneggevolezza, nonostante la mole1925568548_00226032019-_Z6H3016MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.f87614fc9abbfd5f71e0788fac8f4964.jpg
    garantita da un VR davvero al di sopra della categoria dell'obiettivo
    1542620931_00226032019-_Z6H3007MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.673826b7d29ed0ae3b75a1d959da3d1a.jpg

    come si nota dal forte crop della immagine precedente  1758528543_00226032019-_Z6H3007MaxAquilaphoto(C)-2.jpg.4f331bde4d2407809720306ffcca172a.jpg

    ma nell'utilizzo nelle condizioni di luce più favorevoli, alla grande sensazione di nitidezza sui dettagli più minuti e di saturazione cromatica senza bisogno di intervento alcuno di postproduzione.

    029   -_Z6H6959  480 mm  1-5000 sec a f - 5,6  Max Aquila photo (C)_.jpg

     

    1908254749_028-_Z6H5733380mm1-3200secaf-71MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.66b60c886975fd3c205250da3a2f6160.jpg

    215858195_032-_Z6H7372200mm1-5000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.b223c05be7756b308818344f0c7eb807.jpg

    1286290438_030-_Z6H7017290mm1-5000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.3050d60f99a76e64ff122930fe73eb81.jpg

    1454072584_033-_Z6H7379200mm1-5000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.01ffd747f3f5a7e5d68acd72e2439d04.jpg

    1480567430_035-_Z6H8446200mm1-4000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.71a82478b7f1abac09543032a2f10e58.jpg  L'ho pagato a prezzo pieno, alla sua uscita, poco più di tre anni fa,
    ma non me ne pento, vista la mole di foto che mi ha consentito di scattare in questo lasso di tempo.

    1250710815_036-_Z6H8807200mm1-4000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.0d0ee10ebe343e9dc5d4a776100dc3b0.jpg

    Lo consiglio fortemente a tutti coloro che abbiano esigenze di impiego allround di un teleobiettivo e non se la sentano di investire un capitale di denaro per l'acquisto del fisso più congeniale ai propri usi: in unione al mio Nikon 70-200/2,8 FL questo zoomone è il suo Big Brother !

    002  26032019 -_Z6H2354  Max Aquila photo (C).jpg   Ma che ne dite...?

    Bah...mi sa proprio che me lo faccio il bagno...   001  26032019 -_Z6H2355  Max Aquila photo (C).jpg

     

     

    Max Aquila photo (C) per Nikonland 2019467967076_034-_Z6H8120500mm1-4000secaf-56MaxAquilaphoto(C)_.thumb.jpg.933ab406d5a3364fc3ef8e6ad5e86502.jpg

     

     

     

    Edited by Max Aquila



    User Feedback

    Recommended Comments

    L'ho comprato anche io appena uscito è l'ho usato diffusamente, quando ho venduto TUTTI i miei precedenti supertele.

    Ha un ottimo compromesso tra prestazioni costo e peso/ingombro.
    E in un certo senso è "spendibile" senza farsi troppi problemi.

    Nonostante il made in China e la sua plasticosità, è resistente (il mio è stato tante volto sotto l'acqua).
    Lo stabilizzatore è ottimo. Le migliori prestazioni in gamma media (300-400mm).


    Le uniche mie critiche vanno al collarino del treppiedi che non ruota liberamente quanto è lasciato lasco (su monopiede per le inquadrature in verticale) e alla velocità dell'autofocus, più che in aggancio in inseguimento dei soggetti velocissimi (auto e moto).

    Ma io non amo gli zoom. Venduto da tempo, sostituito con il Sigma 500/4 Sports e con il Nikon 500/5.6 PF.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    59 minuti fa, Parsifal dice:

    L'ho comprato anche io appena uscito è l'ho usato diffusamente, quando ho venduto TUTTI i miei precedenti supertele.

    Ha un ottimo compromesso tra prestazioni costo e peso/ingombro.
    E in un certo senso è "spendibile" senza farsi troppi problemi.

    Nonostante il made in China e la sua plasticosità, è resistente (il mio è stato tante volto sotto l'acqua).
    Lo stabilizzatore è ottimo. Le migliori prestazioni in gamma media (300-400mm).


    Le uniche mie critiche vanno al collarino del treppiedi che non ruota liberamente quanto è lasciato lasco (su monopiede per le inquadrature in verticale) e alla velocità dell'autofocus, più che in aggancio in inseguimento dei soggetti velocissimi (auto e moto).

    Ma io non amo gli zoom. Venduto da tempo, sostituito con il Sigma 500/4 Sports e con il Nikon 500/5.6 PF.

    Un 500mm fisso serve per fotografare ad una distanza predefinita dal soggetto: uno zoom a tutt'altro, come si vede dalle mie foto di surf, a seguire il soggetto in avvicinamento/allontanamento variando in continua le proporzioni dello stesso.

    Se potessi scegliere un fisso per fotografare a mano non mi basterebbe un 1200mm... al quale ho spesso pensato in altri tempi, tanto da essermi procurato un 800mm... che posseggo ancora per amore:cuoricini:

    me.jpg.d4dfd65d7f25368abee8b7524bce6a68.jpg

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Quoto tutto ciò che hai scritto nell'articolo.  Fin da subito ha superato le mie aspettative, un ottimo compromesso qualità/prezzo.  Molto versatile e facilmente  trasportabile per i viaggi itineranti che faccio.

     

    • Haha 2

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Il 17/4/2019 at 12:24, maxbunny dice:

    ....un ottimo compromesso qualità/prezzo.  Molto versatile e facilmente  trasportabile ....

     

    Cito Maxbunny e fornisco un esempio:

    Inseguimento a mano libera:

    _SCR7005.JPG.59a3afb24e4380935dbc6fc1c92808ba.JPG

    _SCR7006.JPG.dd3b18c2d7573193e659296703edc037.JPG

    _SCR7008.JPG.50cd4c71de7100b10c587c8bab1e610a.JPG

    _SCR7009.JPG.c4a6776217e9a0babe1215aa31e4c8f7.JPG

    _SCR7010.JPG.ae7e1b1ac67f7ab91406dc0aa1e60316.JPG

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...