Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M

 

M&M M&M
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Nikon 800mm f/5,6E FL ED VR: non plus ultra !

    1813289535_00423012020-_Z6H7892MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.d4d6f7a7e9d0271d7808461dee4b16cf.JPG
    NonPlusUltra  è il teleobiettivo top-end del catalogo Nikon, questo AF-S Nikkor 800mm f/5,6 presentato nel 2013,

    classificato E (a diaframma elettromagnetico) FL (dotato di due elementi alla fluorite che oltre ai vantaggi ottici abbassano drasticamente il peso del fruppo lenti) ED (tre elementi a bassa dispersione) VR (dichiarato utile ad abbassare di 4,5 stop il punto di sicurezza contro il mosso negli scatti...a mano libera)

    2205_Lens_Construction_en.jpg.a5566ea2ab430b935a837cf9f47a0df4.jpg

    4590 grammi di peso, schema ottico 20/13, diaframma a 9 lamelle, dimensioni (senza paraluce che misura altri 18cm) 46cm per 17,1 di larghezza, 3 gradi di angolo di campo (oppure 2,30 con l'aggiuntivo dedicato 1,25x che lo porta a 1000mm di focale) cassetto portafiltri da 52mm di diametro, distanza minima di maf: 5,90metri.

    MTF da slogatura alla mandibola 2205_MTF_01_en.jpg.378a356bebe753941fca2ec1e01ce146.jpg

    Un regalo che Nital ha fatto a Nikonland nel consentircene la visione e la prova, approfittando di un periodo morto della stagione sportiva per la quale questo esemplare va in giro per piste ed autodromi, ma sopratutto un regalo personale a me, che raggiungo con la recensione di questo teleobiettivo da sogno, la mia personale Quota100 di articoli scritti per Nikonland 2.0

    Nei giorni nei quali ne ho avuto disponibilità ho prodotto con esso più di 20mila scatti, alcuni dei quali, selezionati, trovate nella seguente galleria

     

    Non Plus Ultra non solamente per il prezzo di listino   1159777070_Resizeoftele800.png.3a62d2a55ba44a42705f347cbca9a265.png  (solo il paraluce HK38 costa, come ricambio, mille euro)
    compreso nel quale troviamo però anche il classico bauletto in alluminio Nikon con l'interno preformato per l'obiettivo 

    850540262_01608022020-_Z6H4400MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.4a221f88b37d2e5f7dce25ff998b485c.JPG 
    e con lo sportellino per gli accessori (tracolle, staffa sostitutiva dedicata ad un monopiede)
    1423024316_01708022020-_Z6H4406MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.9e246ffa20be87188a5fbca1a8462e03.JPG

    tra i quali anche il comodissimo e funzionale moltiplicatore dedicato Nikon TC 800-1,25x

    1542127488_00808022020-_Z6H1759MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.18cd86566a6723942a84ee61880235ca.JPG

    565172530_01308022020-_Z6H1798MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.22ed8a09262902fd49eb0af48413fe1b.JPG
    con il quale si arriva ad una focale equivalente da 100mm f/7,1 (inferiore quindi ad uno stop intero)

    1823274831_01508022020-_Z6H4397MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.0a49c74cbd1793054b7856baa4f48bef.JPG ma con un peso totale,
    tra obiettivo più bauletto ed accessori che supera i tredici chili, quindi utile per un trasporto passivo, negli spostamenti, ma necessariamente da sostituire per un uso da campo, come ho fatto io, utilizzando un eccellente zaino Lowe Pro AW600, specifico per teleobiettivi simili, fino a...600mm, che ho adattato facilmente per alloggiare questo gigante ottico Nikon.

    bag.thumb.jpeg.3df39a444b00c2852a6e32d3d0a2aada.jpeg Notare come la maniglia da trasporto orizzontale
    sia decentrata a compensare il peso della testa dell'ottica in esso contenuta.

    Per dare il senso delle proporzioni, ho fotografato questo 800/5,6 col suo bauletto, a fianco del mio recente acquisto, il Nikon 500/4, che certo non sfigura al confronto, ma certamente dà il senso di ciò di cui stiamo discorrendo: si tratta di un mega teleobiettivo, progettato e realizzato per non avere proprio nulla da desiderare oltre:     non plus ultra, appunto... 

    570506539_01408022020-_Z6H4396MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.49cc0fdd4db66058638b9282ab9140a3.JPG

    Particolare del cassetto filtri posteriore, per elementi da 52mm, standard Nikon1001998310_00908022020-_Z6H1761MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.83006eea8c4e2214547627d89edec4f2.JPG

    Veduta della parte superiore, con la targhetta identificativa, completa del seriale

    584160403_00708022020-_Z6H1756MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.e1f57e8f92b4b5531f8116a15dbca38c.JPG

    e della pulsantiera laterale, alla sinistra dell'obiettivo 963289755_01008022020-_Z6H1764MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.8075c1795e3bb20d8da17b719e34e19d.JPG
    con i comandi di selezione (dall'alto) della priorità tra AF e MF,  il selettore di fuoco a due posizioni, con la limitazione da 10metri ad infinito, che ho utilizzato molto, (tanto portare tra 10 metri e la minima maf a 5,9m un soggetto utile sarebbe un'impresa) il selettore VR tra Off, Normal e active, posizione in cui è lasciato libero dal VR un asse di scorrimento, per consentire le foto in panning, quindi il selettore che demanda ai quattro pulsanti di memoria disposti sul barilotto dell'obiettivo, la scelta tra la funzione di blocco dell'AF oppure il richiamo della posizione di memoria AF, preimpostata con il pulsante apposito sulla dx del barilotto,  o ancora, l'attivazione dell'AF, infine, il selettore dell'avviso acustico di dell'aggancio della posizione di memoria del pulsante precedente.

    49204303_01908022020-_Z6H4413MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.eb1b1bf1bc08a345ca384df130c8ad0a.JPG

    1418016922_02323012020-_Z6H6569MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.0c743c37307a6242d9aba83921733156.JPG

    In attesa del suo arrivo, per non sfigurare di fronte all'opportunita concessa, mi sono organizzato: oltre alla mia Z6 che in FX ha i suoi 24Mpx ho pensato che mi dovesse servire anche un corpo macchina DX, dalla densità pixel adeguata: in assenza di una mirrorless adeguata allo scopo ed in rispetto alle fotocamere per le quali questo obiettivo nel 2013 è stato prodotto...mi sono ricomprato una reflex D500, l'unica che possedesse le caratteristiche utili a non mortificare le prerogative di questo obiettivo, per robustezza, dinamica di scatto e buffer
    1431316206_555-_Z6H899524mm1-160secaf-11ISO100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.30c034ce68d31e3c0aec89c334baa914.JPG

    nonchè per la disponibilità di un battery grip ben strutturato, per gestire al meglio le inquadrature verticali

    806562970_00123012020-_Z6H7865MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.1e836b8180ae9c2e6e7f391e41761738.JPG

    Quindi, nonostante il sicuramente efficiente VR in dotazione, avendo escluso a priori di maneggiare un tele da 20k euro (e cinque kg) a mano, la sezione di supporto con cui utilizzarlo,

    257852058_01808022020-_Z6H4410MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.bcec016ec7ad54ddcb8c11940e2cbcea.JPG
    che mi ha portato verso un treppiede Leofoto Mountain LN364C Pro, con base livellante da 15° di menisco e gimbal per ottenere il massimo in termini di rotazione su tutti gli assi necessari, in orizzontale come in verticale.
    Treppiede in carbonio da 160cm di altezza massima alla crociera, più la testa, capace di 35 kg di carico, tra gruppo fotocamera/obiettivo e...zavorra per quando serva

    1270594594_02524012020-_Z6H8411MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.f45935268b59f6e6fcffc3fcc640d61f.JPG
    e quando tira vento forte, con un obiettivo del genere a fare da vela, la zavorra serve sempre !  A questo scopo diventa fondamentale il gancio per fissare la zavorra alla base del piattello, sotto alla crociera del treppiede
     1156260652_33313022020-_D5K8434MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.324c7886fb0c92ac1176818da4db4c08.JPG

    1599508796_02208022020-_Z6H4430MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.082c142c8e34dd2127664e0db05ce31b.JPG

    La domanda che si pone alla base della mia richiesta a Nital di poter utilizzare questo super tele, si basa sulla mia peculiare disposizione a fotografare sport e nello specifico sport a mare, dove la focale più estrema si rivela sempre insufficiente a soddisfare contemporaneamente una serie di esigenze: nitidezza (rispetto l'eccesso di UV), brillantezza cromatica (rispetto la preponderanza del blu), robustezza ed impermeabilizzazione, luminosità... anche a discapito (come in questo caso) della maneggevolezza.

    Ed in questo senso il Nikon AF-S 800/5,6E penso sia da definirsi il Non Plus Ultra: perchè fatta la tara al peso ed alla trasportabilità, ritengo sia l'estremizzazione del concetto alla base della serie dei supertele Nikon, questi di ultima generazione con cui questo 800mm inaugurò diaframma elettromagnetico e dotati di rivestimenti speciali dell'antiriflesso ai Nano Crystal e di lenti alla Fluorite: ogni elemento in questo obiettivo sembra improntato ad ottenere il massimo del rendimento nelle condizioni di ripresa a me più congeniali: a mare, in mezzo al velo della radiazione UV quando c'è luce, rispetto al muro del controluce diretto, col sole in inquadratura o nelle immediate circostanze, con la sospensione di acqua tra i vetri delle lenti ed il soggetto inquadrato, nell'esigenza di riuscire a valutare anche l'incarnato del surfista nel bagno di blu che lo circonda, veloce di luminosità nonostante la focale, veloce di AF per consentirmi di scattare in AF-C/sequenza + veloce possibile/ISO Auto con i tempi di otturazione più consoni al soggetto ed alle sue evoluzioni.

    Bene...grazie a Lightroom posso riscontrare che sui 20k scatti effettuati (6800 con D500 e 14k con Z6) ben 18500 sono stati scattati con tempi impostati tra 1/2000 ed 1/5000, con buona pace del VR

    Inoltre che ho utilizzato il moltiplicatore dedicato TC800-1.25 in quasi 4mila scatti dei quali la metà a 1000mm-eq con la Z6 e l'altra metà a 1500mm-eq con la D500 (alcuni dei quali parzializzandone il sensore a 1,3X, quindi ottenendo 1950mm-eq)

    Un esempio?

    La luna piena della sera dell'8 febbraio ripresa con la D500+TC800-1.25, prima a 1500mm eq 54187430_289-_D5K83791000mm1-250secaf-80ISO100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b4c3a3d0a1ba62923f9f2e10e65318ca.JPG

    e poi diminuendo di 1,3x il formato... a 1950mm eq
    225740345_288-_D5K77121000mm1-400secaf-80ISO100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9243decd072c1e322106c31f3087d20b.JPG

    Ed il traghetto GNV che subito dopo è passato là sotto, nella sua scia
    1313547384_291-_D5K84041000mm1-80secaf-80ISO51200MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.d82bb8998a2f921b73eeb134fb77e45f.JPG
    scattando a 1950mm  1/80" f/8  ISO 51200... poco mancando di inquadrare anche un macchinista di poppa a cui fare ciaociao da un miglio di distanza

    Non plus ultra...

    Sia quando le riprese siano facilitate dal punto di ripresa e dalle condizioni meteo e di luce18017119_179-_Z6H0542800mm1-3200secaf-56ISO800MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.0436c41de58fe71b067f3b80c6255456.JPG

    247901009_180-_Z6H0548800mm1-3200secaf-56ISO800MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.a3b31b7d6551b58e1eb7eabd7a20fab1.JPG

    1476859597_263-_Z6H6429800mm1-2000secaf-56ISO640MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.9dd26d3c52195a5b5b40fd3a2a785670.JPG

    296354259_287-_Z6H1668800mm1-5000secaf-56ISO1400MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.0bd06b6ed5ddaecd1e1b7d4937e8e1b7.JPG

    790713493_280-_Z6H9424800mm1-5000secaf-56ISO2000MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.3a8496acb265e8cba3f7b1d6df4bfb50.JPG

    659065632_285-_Z6H1559800mm1-5000secaf-56ISO1100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5ac7c5c40c27cc0f3c153f0060199404.JPG

    sia quando meteo, luce e vento diventano nemici del fotografo

    1592208295_142-_D5K3830800mm1-5000secaf-56ISO280MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.3b67e464a77539143528cd08dc251c89.JPG

    1657712989_147-_D5K4059800mm1-4000secaf-56ISO250MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.a04b6af68ded996bbd10cfc1c34dadce.JPG

    309723517_131-_D5K3669800mm1-5000secaf-56ISO400MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.bcc179dc762d94e9e0da28a4d37c0c4c.JPG

    2091092680_117-_D5K2740800mm1-5000secaf-56ISO400MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.2bd7b346547469006589eea64fe10faa.JPG

    156779719_116-_D5K2667800mm1-5000secaf-56ISO360MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.c048d75556f0bd1560bca91be2c7dc34.JPG

    37764976_244-_D5K56981000mm1-3200secaf-80ISO250MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.f46e231aaf518452dd70fd6cc3b8259a.JPG


     dove ogni dettaglio concorre al risultato  342718874_02624012020-_Z6H8471MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.80f348fb53d406acf55ce18e0db2c3ab.JPG

    e niente può esser dato per scontato, per esperienza.... Tanto da preferire di perdere qualche immagine sotto raffiche di scirocco potenti da 25/30 m/s  tenendo abbracciati obiettivo e treppiede , nonostante il concio di calcestruzzo utilizzato dentro al sacco ikea come zavorra. 🤣 Perchè non si può mai sapere...😎

    Il primo impulso che ci guida, disponendo di un teleobiettivo simile, è certamente il desiderio di avvicinare in inquadratura soggetti lontani e di fotografare persone che non abbiano idea di essere inquadrate/inquadrabili così da vicino.

    Anche in questo senso il nostro 800/5,6 è impareggiabile:

    trovato il giusto punto di ripresa per dare idea di essere li per fare tutto ciò che anche gli altri stanno facendo (foto del posto e del panorama circostante)

    1680993562_02725012020-_Z6H8986MaxAquilaphoto(C).thumb.JPG.7a082aa39da34a3020c464ee8837b0d0.JPG

    ecco che si realizzano immagini altrimenti impossibili
    2105803316_157-_Z6H8977800mm1-2000secaf-56ISO1100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.2e4b9b9c626a1b295e34e97146ff9217.JPG
    mai ottenuto un primo piano così ravvicinato di Santa Rosalia, patrona di Palermo

    nè della spiaggia della tonnara sottostante Monte Pellegrino 158 -_Z6H9019 800 mm  1-500 sec a f - 11 ISO 280 Max Aquila photo (C)_.JPG
    ed è sorprendente la sensazione di tridimensionalità di quest'obiettivo pur da distanze così imponenti154 -_Z6H8935 1000 mm  1-2000 sec a f - 11 ISO 1250 Max Aquila photo (C)_.JPG

    i ragazzi seduti sotto alla statua erano ai margini della zona di minima maf...

    155 -_Z6H8953 1000 mm  1-2500 sec a f - 8,0 ISO 1000 Max Aquila photo (C)_.JPG

    156 -_Z6H8957 1000 mm  1-2500 sec a f - 8,0 ISO 1000 Max Aquila photo (C)_.JPG

    Lo schiacciamento estremo dei piani prospettici è la cifra dei teleobiettivi di queste lunghezze focali

    165 -_Z6H9445 800 mm  1-2000 sec a f - 5,6 ISO 280 Max Aquila photo (C)_.JPG

    E questa è una delle pochissime foto realizzate a mano libera ad un edificio, il castello Utveggio, posto su Monte Pellegrino, che ho sempre usato da test per le foto con i teleobiettivi che si sono avvicendati nelle mie mani: certo mai così definito e dettagliato come con questo 800mm (f/20  t/2000 ISO 1400)188 -_Z6H3106 800 mm  1-2000 sec a f - 20 ISO 1400 Max Aquila photo (C)_.JPG

    definizione che si apprezza anche su soggetti vicini e a tutta apertura2039659183_102-_Z6H6881800mm1-4000secaf-56ISO500MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.2f2d1847b70b30742a214d1c29cc2291.JPG

    non solo in luce, ma anche in controluce, sull' incarnato e sui colori complementari

    663663268_169-_Z6H95031000mm1-1000secaf-10ISO1800MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.d9a7d8165b50c4213d10a9acb7514806.JPG

    1837275944_252-_D5K6669800mm1-4000secaf-56ISO400MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.55101f79bc593e624a6e7e916163b130.JPG

    148079546_253-_D5K6687800mm1-4000secaf-56ISO450MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.97319f2e6c2403e2a8dfeabe3c51fb57.JPG

      124033210_251-_D5K6498800mm1-2500secaf-56ISO280MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.27979edb0feab74b414352e722c27c01.JPG 

    in controluce pieno elevatissima la cura dei dettagli fuori fuoco determinata dal diaframma a nove lamelle
    879652420_254-_D5K6702800mm1-4000secaf-56ISO280MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.19ecfff651bb7232f2c3e2ddb72c50c1.JPG  

    946711477_256-_D5K6714800mm1-4000secaf-56ISO320MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.3f1ab16bdd90c2fd5cbe58b480d60706.JPG

    948034314_250-_D5K6490800mm1-2500secaf-56ISO220MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b634b54054ba3224d421d43dfacb0641.JPG il colore del soggetto ha sempre la prevalenza rispetto lo sfondo
     

    Altro impulso naturale, utilizzando un simile tele, è certamente quello di inquadrare specie volanti: non rientra tra le mie abitudini, quanto tra le mie ambizioni...non avendo mai avuto a disposizione ottiche adatte allo scopo.

    E' comunque un'impresa... 643008111_153-_Z6H88201000mm1-2000secaf-80ISO500MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.fc2c8ac656774002797b93b8dd97249e.JPG

    e se ci ho tentato, sentendomi come il Barone Rosso, mitragliando le cornacchie con un affusto su cui c'era un pezzo da 1500mm415993571_160-_D5K44411000mm1-2500secaf-71ISO1100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.5a2668c92a8420735128599698ae9d98.JPG

    959313454_161-_D5K44461000mm1-2500secaf-71ISO1100MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.ceb96d45f6c4a99b52b8e4dd715185be.JPG

    648298068_162-_D5K44591000mm1-2500secaf-71ISO1250MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.fa82fc911a8e824f52d858e328afa483.JPG

    è stato qui che mi è venuta un'idea, grazie al passaggio di alcuni ragazzi con moto da enduro

    21271498_164-_D5K4765800mm1-3200secaf-56ISO320MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.062deb3c91a039b4a389d322ee285314.JPG ...e me ne sono andato a cercare altri.

    La caratteristica peculiare di questo supertele è di certo la sua duttilità per ogni genere fotografico, nonostante si possa pensare ottimizzato per le lunghe distanze...623447506_216-_Z6H5079800mm1-1600secaf-56ISO4500MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b93b0ebdb40ab8d62be685a9d6c11044.JPG

    2077716256_219-_Z6H5298800mm1-1000secaf-56ISO5000MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.e4396caa8ae464c00a54bf329c6b6af7.JPG 

    1561646634_229-_Z6H5308800mm1-1000secaf-56ISO5600MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.b14fc992570b0bf882ec80f679997a39.JPG



    184113425_233-_Z6H5568800mm1-1600secaf-56ISO3200MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.6267adafa33724f8322aa12262ecdf6f.JPG
    poi si comporta eminentemente bene, comunque tanto quanto bene,
    anche alle brevi e brevissime  241 -_Z6H5982 800 mm  1-2000 sec a f - 5,6 ISO 8000 Max Aquila photo (C)_.JPG


    1770606146_237-_Z6H5816800mm1-1600secaf-56ISO11400MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.7d4a1795f1e96cc3e8b0865b418b8a11.JPG

    anche quando in inquadratura sia praticamente impossibile percepire cosa ci sia dentro nel complesso
    1996641269_215-_Z6H4883800mm1-2000secaf-71ISO9000MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.13efc208af2a401e49bd461a8e9110e2.JPG
    lui lavora come lo si è impostato, con qualsiasi corpo macchina gli stia dietro: che sia la D500, figlia delle reflex per cui è stato progettato, o la Z6 + FTZ con la quale probabilmente sono il primo fotografo Nikon ad averlo testato, o quantomeno uno dei pochi.

    Non ci sono controindicazioni, a parte il prezzo ed il peso e...la sensazione, quando lo si scappucci dalla copertura in neoprene che gli fa da tappo e si metta in posizione il paraluce in fibra da 18cm, di essere individuati ed osservati dalle persone circostanti, se ve ne siano, ma la sua capacità di piegarsi ad ogni genere, se il fotografo che lo curi abbia almeno un'oncia dell'entusiasmo con il quale me lo sono portato appresso per tre settimane, fa sì che i fortunati proprietari siano persone che lo hanno scelto proprio per questo:
    542119097_192-_Z6H3572800mm1-3200secaf-56ISO2800MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.c4440d1770ea865eba2e43b7b5455baf.JPG  per che si tratta del Non Plus Ultra

    e chi lo compra lo sa già e si aspetta dal Nikon AF-S 800/5,6E FL, niente di meno di quello che nelle mie mani è stato capace di produrre.

    Il mio bilancio di 20806 scatti?

    • Non ho mai trovato flare o ghosts in controluce
    • Non ho mai riscontrato distorsione apparente
    • Non ho avuto mai impuntamenti del motore SWM dell' AF, peraltro silenziosissimo
    • Non ho riscontrato cali significativi di resa con il suo moltiplicatore dedicato
    • Non ho avuto nessun problema di compatibilità con la mia Z6 e l'adattatore FTZ

    La prima conseguenza del suo utilizzo? ... Che sono corso a comprarmi un Nikon AF-S 500/4G del quale presto parlerò...

    889134521_186-_Z6H20351000mm1-4000secaf-71ISO900MaxAquilaphoto(C)_.thumb.JPG.20ff3f5e301eacef635a27e355318e76.JPG

    Intanto rinnoviamo a Nital i nostri migliori ringraziamenti per questa e le altre opportunità concesse a Nikonland. Che speriamo di aver ricambiato parlando con le mie foto e con questo articolo di un grande (per qualità) teleobiettivo del quale fin qui si era letto e visto poco o nulla.

     

    Max Aquila photo (C) per Nikonland 2020   

    011  08022020 -_Z6H1788  Max Aquila photo (C).JPG

     

    • Like 5
    • Thanks 12


    User Feedback

    Recommended Comments

    Eh, ti sei divertito vedo. Ed hai trovato condizioni di luce ed atmosferiche invidiabili. Però un salto alle pendici del Vulcano potevi farlo!! Scherzo per carità sei riuscito a fare già tantissimo. 

    La focale 800mm è fetente da gestire nel senso che è dura inquadrare quel che si cerca e più dura ancora mantenere un soggetto mobile all'interno del frame. 

     

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    7 minuti fa, Valerio Brustia dice:

    Eh, ti sei divertito vedo. Ed hai trovato condizioni di luce ed atmosferiche invidiabili. Però un salto alle pendici del Vulcano potevi farlo!! Scherzo per carità sei riuscito a fare già tantissimo. 

    ...

     

    Ci avevo anche pensato: ma poi tornavo a guardare il cartellino del prezzo 😬

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Stupendo. Giusto un sogno :x

    Grazie Max, mi hai fatto un bel regalo perchè succede sempre che di certi obiettivi così specifici e così costosi si finisca per non parlarne più dopo la presentazione. Sicuramente per te è stato un privilegio poterlo provare ma alla stessa maniera è stato un privilegio per me poter leggere il test e vedere le immagini prodotte con questa lente stellare.
    Mi piacerebbe possederlo. E' vero, lo userei due volte all'anno, ma mi divertirei talmente tanto da giustificarne la spesa senza pentimento alcuno.

    (... non croppasti proprio la notte dell'8 febbraio9_9)

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Ribadisco quello che avevo detto guardando le foto Complimenti, è vero di questo obbiettivo non si legge quasi niente....e anche se si leggesse rimarrebbe pura curiosità, almeno per quel che mi riguarda.😊

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Che dire, una lente che non userò mai se non in qualche evento Nikon...
    Però questo articolo da il senso di cosa si fa con questi vetri così estremi.
    Impressionate la resa in controluce e con il moltiplicatore, veramente di alto livello.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Un privilegio per noi leggere il tuto articolo... il giusto orgoglio per voi di Nikonland essere tenuti in così giusta considerazione. Applausi!!

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Letto cosi' di un fiato e guardate le foto in galleria potrebbe essere la recensione del 300 pf, per la facilita' di uso che ne traspare ( che trasmetti tu ) pero' dopo 2 secondi si corre a rileggere i numeri del titolo e non si puo' non esclamare "minxxa ( passami il dialetto ) che manico Max !!!".

    Complimenti ! Grazie per averci reso partecipi e, ancora una volta, mostrato con naturalezza le tue capacita' e il tuo entusiasmo.

    Onore a Nikonland, in primis ai due fondatori.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Mi fai ricordare una cosa..

    bello...

    bello è impossibile..

    con il tuo vigor tutto orientale..

    Beh, più o meno ci siamo..

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    34 minuti fa, Roby C dice:

    Mi fai ricordare una cosa..

    bello...

    bello è impossibile..

    con il tuo vigor tutto orientale..

    Beh, più o meno ci siamo..

    Gianna Nannini (pressappoco) a parte,

    automobili di puro diletto che costano tre volte questo 800mm le vediamo nel traffico tutti i giorni.

    Un professionista che ne abbia necessità non dubito che il finanziamento per comprarlo lo apra.

    Uno strumento, non un oggetto del desiderio.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Bel reportage e bellissima lente !

    Unica controindicazione, se ci si tiene alla pelle, e' quella di evitare di utilizzarlo, in particolare a mano libera, se si dovesse fare un reportage in posti come Iraq, Siria, o altre "zone calde..." xD:P

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    Adesso, Lucky dice:

    Bel reportage e bellissima lente !

    Unica controindicazione, se ci si tiene alla pelle, e' quella di evitare di utilizzarlo, in particolare a mano libera, se si dovesse fare un reportage in posti come Iraq, Siria, o altre "zone calde..." xD:P

    A mano libera, credimi, davvero un'impresa: non avrebbe senso.

    Buona parte del successo delle mie inquadrature è dovuto alla rinnovata sezione di supporto che ho creato per questa necessità.

    E comunque, da qualsiasi condominio italiano ti affacci con un coso del genere puntato su qualcuno o qualcosa...meglio essere in aria aperta !

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 minuto fa, Max Aquila dice:

    A mano libera, credimi, davvero un'impresa: non avrebbe senso.

    Buona parte del successo delle mie inquadrature è dovuto alla rinnovata sezione di supporto che ho creato per questa necessità.

    Ovvio.....  la mia era solo una battuta...... ;)
    Da lontano, essere scambiati per qualcuno che imbraccia un lanciarazzi, non e' difficile.......
    E purtroppo e' gia' capitato,  se non ricordo male. :/

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    39 minuti fa, Max Aquila dice:

    Gianna Nannini (pressappoco) a parte,

    automobili di puro diletto che costano tre volte questo 800mm le vediamo nel traffico tutti i giorni.

    Un professionista che ne abbia necessità non dubito che il finanziamento per comprarlo lo apra.

    Uno strumento, non un oggetto del desiderio.

    Mauro,   Max che sia uno strumento non vi sono dubbi, ma che sia bello e impossibile ai più è altrettanto vero.. poi per le auto, beh è una categoria a parte mi pare..

    ( l'errore mi costerà ben 30 frustate legato all'albero di maestra )

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Lucky dice:

    Ovvio.....  la mia era solo una battuta...... ;)
    Da lontano, essere scambiati per qualcuno che imbraccia un lanciarazzi, non e' difficile.......
    E purtroppo e' gia' capitato,  se non ricordo male. :/

    691130469_8003.thumb.jpg.a902d467925c1ebfe1d20ca39e820b08.jpg

    non c'è volta che non sia uscito con questo 800/8 che non mi si sia accostata una pattuglia della polizia per vedere cosa stessi facendo

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    In effetti è bello impegnativo nel brandeggio, almeno un monopiede è indispensabile.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Bravo Max, ti sei fatto onore.

    Io non l’ho mai usato, ma ho un amico che lo ha avuto.... e rivenduto.

    Un’altro che lo ha ma lo tiene solo scopo collezione (lui è un gran fotografo, ma non gli serve e intanto sta raccogliendo richieste di acquisto a prezzi crescenti).

    Tu l’hai impiegato con successo, oltre al successo in se nell’averlo avuto in test.

    È veramente un oggetto speciale, nel mio genere fotografico preferito ho sognato un sacco vedendo Munier in Tibet con quello in mano andare in cerca del leopardo delle nevi!

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Era la mia prima volta di un obiettivo così ...sostanzioso e sostanziale.

    Ero riuscito a fotografare poco e in apprensione costante, al massimo con un 400/2,8 versione AiS e versione AF-I... del tempo, quindi figuratevi ...quando.

    Oppure con la serie dei miei f/5,6 fissi e zoom di ogni focale, ivi compresi i Bigma delle varie versioni, solo l'ultima di buon gradimento

    Ma il mercato parla chiaro e di supertele ATTUALI di focale che si avvicini a questi 800mm non ne produce altri che Nikon: solamente Canon ne ha un'altro in listino, ma del 2008, sicuramente eccezionale anch'esso, ma non replicato in questo ultimo decennio .

    Evidentemente di fotografi naturalisti ce ne sono molti che si ritengano rati e soddisfatti di soluzioni più compatte, leggere ed economiche, rispetto a questo outsider che nelle mani adatte, ovviamente non le mie, sarebbe in grado di trarne conclusioni fotografiche appropriate.

    Certamente anche il fatto che nella mia spraticità, ma con solo l'entusiasmo che mi ha pilotato (e la corretta programmazione delle fasi preparatorie come quella della sezione stativi e teste più adatte e del secondo corpo DX) in meno di tre settimane io sia riuscito a tirar giù una quantità di scatti tanto considerevole, con una percentuale di scarti assolutamente irrisoria, dovuta più alle sperimentazioni dei diversi sistemi di cellula AF della Z6 in abbinata a questo mega tele, con le connesse criticità (devo dire inferiori ai primi approcci col 500/4 in pari condizioni) mi fa pensare ulteriormente bene dell'affidabilità di questo monumento ottico che Nikon ha messo ancora una volta a disposizione dei suoi utenti che ne vogliano poter disporre, dopo la precedente versione AiS del 1986 

    ais80056.jpg

    e quelle di inferiore luminosità e diversa concezione ottica, che datano 1981

    ai8008.jpg

    ed...ancora più indietro, 1975 e, addirittura, 1964: quella mia coetanea, che posseggo da tanti lustri

    691130469_8003.thumb.jpg.a902d467925c1ebfe1d20ca39e820b08.jpg

     

    Un obiettivo che ha accompagnato la storia della baionetta F: sempre in posizione elitaria, come bandiera di una capacità produttiva incurante di quella della concorrenza.

    Un privilegio per pochi....

    Cattura.PNG.587c39ea041242778617720f3bafde1d.PNG

    • Like 3

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    grazie di aver condiviso l'esperienza d'uso,molte belle le immagini delle moto e del windsurf,direi che ormai per certi settori nella fotografia l'uso di simili cannoni è indispensabile.Mi sembran buoni pure i risultati col moltiplicatore dedicato.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    52 minuti fa, Tanker dice:

    grazie di aver condiviso l'esperienza d'uso,molte belle le immagini delle moto e del windsurf,direi che ormai per certi settori nella fotografia l'uso di simili cannoni è indispensabile.Mi sembran buoni pure i risultati col moltiplicatore dedicato.

    ottimi. non si sente differenza d'uso

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...