Jump to content
  • M&M
    M&M

    Nikon 500mm f/5.6E PF : unboxing e primo contatto (test/prova)

    Sign in to follow this  

    Primo esemplare arrivato in negozio da New Old Camera di Milano, mi avvisano che mi aspetta. Mi "precipito" a prenderlo. L'attenzione per i clienti di Ryuichi Watanabe e del suo ottimo staff è impagabile e quindi i ringraziamenti non bastano. Per tutto il resto c'è la Visa

     

     

    Non ho voluto aprirlo fino a casa. Qui avevo appena rotto il sigillo di garanzia Nital.

    D5X_2484.jpg

    D5X_2487.jpg

    D5X_2490.jpg

    ho lasciato il bollino con il prezzo di NOC per ricordo.
    Ma apriamo con impazienza la scatola. Che è del tutto analoga a quella del Nikon 70-200/2.8. I due oggetti non hanno nemmeno una lontana parentela ma alcune similitudini

    D5X_2491.jpg

    l'astuccio morbido, ben conosciuto

    D5X_2492.jpg

    manuali, garanzia internazionale, cinghietta

    apriamo ancora per liberare il gioiello dalle tante protezioni che lo tengono al sicuro dai corrieri

    D5X_2493.jpg

    ed eccolo qui !

    D5X_2494.jpg

    il paraluce è fasciato e costretto al suo posto da imbottiture in spugna sintetica.
    Paraluce e obiettivo, niente più.

    D5X_2498.jpg

    il tappo da 95mm è uguale a quello del Nikon 200-500/5.6E

    D5X_2499.jpg

    D5X_2500.jpg

    made in Cina come tutto il resto

    su un lato c'è il blocco di sicurezza, come sul 70-200/2.8

    D5X_2501.jpg

    D5X_2502.jpg

    D5X_2503.jpg

    matricola 1754. Insomma ne stanno producendo un pò !

    Eccolo qui con il paraluce montato bilanciato sull'attacco del treppiedi

    D5X_2504.jpg

    l'ultima lente è molto interna

    D5X_2505.jpg

    D5X_2506.jpg

    il supporto del collarino è marchiato 500mm. Perchè per tutto il resto è del tutto identico a quello del 70-200/2.8

    D5X_2507.jpg

    l'obiettivo ha diversi pulsanti di memoria che si impostano con il comando principale posto all'inizio del fusto

    D5X_2508.jpg

    la bottoniera è complessa ma del tutto analoga a tutti gli altri supertele Nikon. Il limitatore della messa a fuoco parte da 8metri (la distanza minima è di 3m)

    D5X_2510.jpg

    la classica piastrina con le caratteristiche dell'obiettivo e la scala delle distanze

    D5X_2511.jpg

    uno dei bottoni delle memorie di messa a fuoco

    D5X_2513.jpg

    vista di 3/4

    D5X_2514.jpg

    i due primi obiettivi a diffrazione (Phase Fresnel) di Nikon  : a sinistra il 300/4E PF con il suo paraluce

    D5X_2515.jpg

    il paraluce del 300mm è di passo 77mm e sta comodamente dentro a quello del 500mm

    D5X_2517.jpg

    a confronto con il Nikon 70-200/2.8E FL

    D5X_2518.jpg

    e il trio di obiettivi che saranno i miei compagni di gioco nei prossimi anni.

    D5X_2519.jpg

    ancora un dettaglio del sistema per il treppiedi del 500/4E PF.
    Purtroppo è identico a quello del 70-200/2.8 quindi non compatibile Arca Swiss. Per fortuna è identico a quello del 70-200/2.8 e quindi il piedino si può facilmente sostituire con uno aftermarket (20 euro da Amazon) perfettamente compatibile con l'obiettivo e con le teste Arca Swiss.

    D5X_2520.jpg

    a confronto dimensionale con il mio 500/4 : hanno solo la forma analoga

    D5X_2522.jpg

    ma il 500/5.6E PF quasi scompare dentro al solo paraluce del 500/4 !
    Capirete la differente mole quando messo in batteria ...

    D5X_2524.jpg

    ancora sulla mia Nikon D5

    D5X_2526.jpg

    il piedino del 500/5.6 e quello del 70-200/2.8E. Adesso non so più quale sia l'uno e quale l'altro !

    D5X_2529.jpg

    La D5 in bilico

    D5X_2530.jpg

    finalmente in mano mia.

    D5X_2535.jpg

     

    Montato e preso in mano è compatto e leggero come da attese. Praticamente come un 70-200/2.8.
    Fattore di cui bisogna tener conto quando lo si usa, perchè ... è talmente leggero che bisogna trattenere il respiro per non far ballare l'inquadratura.

     

    Alcuni scatti di prova, seguirà poi un test più approfondito (domani mattina si va in autodromo).

    Dalla finestra

    D5X_2457.thumb.jpg.cdf67871a4b6aeef84455b0a844d4b19.jpg

    D5X_2458.thumb.jpg.3229903960a02d814144e334de4f0ce1.jpg

    f/5.6, 1/250'', VR su Normal, ISO 100

    vari diaframmi, da f/5.6 ad f/22 e ritorno, ISO da 110 a 1800, sempre 1/250'' a mano libera

     

     

    D5X_2459.jpg

    D5X_2460.jpg

    D5X_2461.jpg

    D5X_2462.jpg

    D5X_2463.jpg

    D5X_2464.jpg

    D5X_2465.jpg

    D5X_2466.jpg

    D5X_2467.jpg

    D5X_2468.jpg

    D5X_2469.jpg

    D5X_2470.jpg

    D5X_2471.jpg

    D5X_2472.jpg

     

    stabilizzatore, a mano libera in interni, auto-iso, luce LED, da 1/30'' ad 1/250''. sempre ad f/5.6

    D5X_2473.thumb.jpg.3f824673c12a05b4d9a493ab6ff4657f.jpg

    D5X_2477.thumb.jpg.48964cee370ca8833c3fe058b1aac34d.jpg

    D5X_2479.thumb.jpg.2359b9f98819b8bc54f04c27e45aad1f.jpg

    D5X_2481.thumb.jpg.5039df8bf7928541e9785343c068a600.jpg

     

    tre scatti di prova in luce LED, F/5.6, 1/100'', auto-iso

    D5X_2542.thumb.jpg.45b86e2ecee3decc6c5f9c7c89750664.jpg

    D5X_2543.thumb.jpg.b6f597f92f5c332217cc9755c708f44d.jpg

    D5X_2544.thumb.jpg.29b0e0a32792019af897661611b4ca05.jpg

     

    Primo giudizio sommario.

    - bellissimissimo !
    - del tutto simile per ingombro ad un 70-200/2.8 con un TC-14 montato dietro, salvo il paraluce
    - peso del tutto simile a quello del 70-200/2.8
    - sta benissimo in mano anche con la D850 senza battery-grip
    - nessuna fatica d'uso
    - l'autofocus sembra adeguatamente veloce (ma proverò in pista)
    - lo stabilizzatore è efficiente ma a tempi molto lenti, in raffica ... non è sufficiente, bisogna dargli il tempo di intervenire
    - nitidezza elevata a distanze brevi e medie, poi interviene la qualità dell'aria (come per tutti i superteleobiettivi)
    - bisogna ricordarsi di aver in mano ... un 500mm

    per altre considerazioni vi rimando al prossimo test più completo.
    Fino ad allora ... 

    .... Sayonara !

    D5X_2533.jpg

    Edited by Rudolf

    • Like 2
    • Haha 5
    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments



    3 ore fa, Andrea Bassani dice:

    P.S. Ho cercato ma non ho trovato una impugnatura più grande da sostituire all’originale del 300. Se avete indicazioni… Grazie…

    Io uso questo qui, per darti un'idea di cosa intendo per un piedino ben fatto. Loro non ne fanno per il 300, ma lo fa kirk anche se mi sembra caro e non così ben fatto.
    Oppure puoi andare su una qualsiasi staffa universale purché abbastanza lunga per il tuo scopo, a costi enormemente inferiori. Oppure andare di google...

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Andrea Bassani dice:

    Ho la D500, acquistata in particolare per i filmati e avere un corpo di scorta in occasione di eventi importanti. Buona per i filmati anche se non facile da utilizzare (ora acquisterei una Z…) ma per le foto, se le condizioni di luce permettono di usare valori di ISO bassi (massimo 800) è meglio la D3x. Ho fatto due scatti al retro del cartello stradale sotto casa da una ventina di metri. Uno con la D500 e il 300 e uno con la D3x, 300 + moltiplicatore 1,7x. Allego le schermate per una valutazione. A mio parere vince la combinazione D3x.

    Il mio “problema” è quello di vedere la differenza che c’è tra la combinazione AF-S 300mm f/2.8G ED VR II con il moltiplicatore di focale AF-S TC-17E II e l’AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR.

     

    P.S. Ho cercato ma non ho trovato una impugnatura più grande da sostituire all’originale del 300. Se avete indicazioni… Grazie…

    Schermata D3x dettaglio.jpg

    Schermata D500 dettaglio.jpg

    Secondo me hai problemi di taratura AF o un treppiede inadeguato.
    In ogni caso quello che ti sfugge che se con la D3X fotografi a 800ISO ed il 300 moltiplicato con la D500 puoi fotografare a 200ISO ed il 300 liscio. Ovviamente 300 su DX non è esattamente 500 su FX, per un'infinità di motivi ed ha ragione Mauro quando dice che non sono equivalenti. Ma se dovessi scegliere tra D3x su 300+TC17 e D500 su 300 liscio non avrei un istante di dubbio, in favore della seconda ovviamente. Ma questo è il test del 500 5.6 PF, per cui se vuoi altri approfondimenti su questo tema piuttosto che consigli su come confrontare i due setup ti consiglio di aprire un altro thread dedicato allo scopo.

    Relativamente alla possibilità di confrontare 500 5.6 PF e 300 2.8 + TC17 su FX e 24 mpix la vedo dura. Qui su nikonland, come avrai capito, i TC non sono granché apprezzati. Io personalmente li ho comprati tutti nel passato per finire ad usare solo sporadicamente solo il TC14, gli altri venduti tutti. Ed il TC14 lo uso solo sulla lente più lunga che ho quando è l'ultima risorsa. 

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Massimo Vignoli dice:

    Secondo me hai problemi di taratura AF o un treppiede inadeguato.
    In ogni caso quello che ti sfugge che se con la D3X fotografi a 800ISO ed il 300 moltiplicato con la D500 puoi fotografare a 200ISO ed il 300 liscio. Ovviamente 300 su DX non è esattamente 500 su FX, per un'infinità di motivi ed ha ragione Mauro quando dice che non sono equivalenti. Ma se dovessi scegliere tra D3x su 300+TC17 e D500 su 300 liscio non avrei un istante di dubbio, in favore della seconda ovviamente. Ma questo è il test del 500 5.6 PF, per cui se vuoi altri approfondimenti su questo tema piuttosto che consigli su come confrontare i due setup ti consiglio di aprire un altro thread dedicato allo scopo.

    Relativamente alla possibilità di confrontare 500 5.6 PF e 300 2.8 + TC17 su FX e 24 mpix la vedo dura. Qui su nikonland, come avrai capito, i TC non sono granché apprezzati. Io personalmente li ho comprati tutti nel passato per finire ad usare solo sporadicamente solo il TC14, gli altri venduti tutti. Ed il TC14 lo uso solo sulla lente più lunga che ho quando è l'ultima risorsa. 

     

    Secondo me basare un confronto tra due soluzioni così differenti su una "foto" del genere, (mossa) è del tutto impossibile.

    Voglio pensare che Andrea abbia usato quei due files solo a riassumere altri ragionamenti condotti sul campo nel tempo.

    In quanto alla differenza tra un 500mm ed un 300 duplicato o croppato è lapalissiana la precisazione fatta sulle differenze di curvatura di campo e di pdc.

    Ma proprio sulla pdc, in determinate situazioni, potrebbe essere molto più utile avere a disposizione un 300mm da croppare piuttosto che un 500mm, impossibile o quasi da estendere di profondità anche ai diaframmi medi o chiusi, peraltro mai i migliori...: in opposto all'utilizzo normale di un supertele come il 500mm

    L'esempio andava in direzione di una soluzione economica al problema...ma a quanto pare già praticata, avendo la soluzione addirittura in casa...

    Io ODIO i teleconverter: quelle cinque/sette lenti non possono che peggiorare la resa ottica di alcunchè.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Grazie per l’attenzione e mi scuso per avere deviato dall’argomento iniziale che era avere l’opinione in merito al Nikkor AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR. Ringrazio Rudolf, ho letto e visto il suo lavoro in merito al 500mm f/5.6E. Un’ottica molto interessante, forse quella ottimale per le mie esigenze.

    In merito al confronto dell’AF-S 300mm f/2.8G ED VR II con il moltiplicatore di focale AF-S TC-17E II sul corpo D3X  e del solo AF-S 300mm f/2.8G ED VR II sul corpo D500, ho fatto appositamente degli scatti e mi sento di sostenere che fino a iso 800 trovo migliore il risultato ottenuto con la D3x.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Il marchio ISHOOT produce dei supporti in metallo per treppiede, io l'ho comprato per il Sigma 100-400 C ed è eccellente (meno di 40 €).

    Il modello iShoot is-thn720ii  è specifico per il 70-200 e, se ho ben capito, sarebbe perfetto anche per il 500 PF.

    Ci sono anelli per praticamente tutti i tele, compresi quelli per sostituire quelli famigerati per l'AFS 300 f.4 e per il 200-500 f.5,6 VR.

    Costano al massimo una 50ina di € e a mio parere sono solidi e ottimamente costruiti, nonostante la provenienza cinese 100%.

    Ne hanno fatto uno anche per il 105 VR micro. 

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    12 ore fa, Andrea Bassani dice:

    Grazie per l’attenzione e mi scuso per avere deviato dall’argomento iniziale che era avere l’opinione in merito al Nikkor AF-S 500mm f/5.6E PF ED VR. Ringrazio Rudolf, ho letto e visto il suo lavoro in merito al 500mm f/5.6E. Un’ottica molto interessante, forse quella ottimale per le mie esigenze.

    In merito al confronto dell’AF-S 300mm f/2.8G ED VR II con il moltiplicatore di focale AF-S TC-17E II sul corpo D3X  e del solo AF-S 300mm f/2.8G ED VR II sul corpo D500, ho fatto appositamente degli scatti e mi sento di sostenere che fino a iso 800 trovo migliore il risultato ottenuto con la D3x.

    Beh Andrea la tua conclusione credo sia da circoscrivere alla tua attrezzatura, nella mia esperienza non  ho visto differenze di vantaggio significative del moltiplicato rispetto al crop a pari MP e sul range di ISO ottimale (come tu dici sotto gli 800). Rimane il fatto, me lo concederai, che non c'è storia in termini di velocità AF e tenuta al flare di un'ottica non moltiplicata rispetto ad una con TC in  canna. Trovo bizzarro ridurre TUTTO al solo numero di linee per mm. Sono importanti certo, ma occorre prenderle quelle linee: se l'af arriva tardi o si ferma 15 cm prima o dopo ( a 30 metri può essere poco sbagliare di 15cm) sai che me nefaccio di 10lxmm in più?

    Rimane invece sacrosanto osservare che SE il tuo uso comune del 300 impone l'aggiunta del TC allora acquista SUBITO  questo 500, migliorerai le tue foto in quantità e qualità e le tue vertebre ringrazieranno

    :)

     

    Edited by Valerio Brustia
    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    5 minuti fa, tarkus dice:

    Il marchio ISHOOT produce dei supporti in metallo per treppiede, io l'ho comprato per il Sigma 100-400 C ed è eccellente (meno di 40 €).

    Il modello iShoot is-thn720ii  è specifico per il 70-200 e, se ho ben capito, sarebbe perfetto anche per il 500 PF.

     

    si è quello. Mauro lo ha montato sul suo 500, io lo uso sul 70-200. è lo stesso

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    6 minuti fa, tarkus dice:

    Il marchio ISHOOT produce dei supporti in metallo per treppiede, io l'ho comprato per il Sigma 100-400 C ed è eccellente (meno di 40 €).

    Il modello iShoot is-thn720ii  è specifico per il 70-200 e, se ho ben capito, sarebbe perfetto anche per il 500 PF.

    Ci sono anelli per praticamente tutti i tele, compresi quelli per sostituire quelli famigerati per l'AFS 300 f.4 e per il 200-500 f.5,6 VR.

    Costano al massimo una 50ina di € e a mio parere sono solidi e ottimamente costruiti, nonostante la provenienza cinese 100%.

    Ne hanno fatto uno anche per il 105 VR micro. 

    Ce ne sono svariati, tutti uguali con marchio differente. In vendita su Amazon ad una venticinquina di euro.
    Io ho il Mengs, comprato per il 70-200/2.8 e valido anche sul 500/5.6E PF

    D5X_3603.jpg.a607207b9023bc79ebcdec7bf57e6fe1.thumb.jpg.074d5aaf858227caeca713444b6e9955.jpg

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    magari un giorno, nei meandri della rete, comparirà il faccione del cinese che li costruisce TUTTI , fatto sta che ogni due mesi salta fuori un nuovo nome. Questo è il mio

    30_VAR_0127.thumb.jpg.92f42913147688777df3aedab94b9534.jpg30_VAR_0128.thumb.jpg.8e9743c25fe3073409d51ce272d32683.jpg

    sottile leggerissimo, ribassato e robusto. A 25 euro: rob de matt

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Oggi ho finalmente potuto toccare la Z7 al Nikon Day di Bologna...con il 500 in questione montato.

    Non avevo la scheda, quindi non posso valutare il risultato ma con un tappo da 4000 Euro era decisamente sbilanciato. A parte qualche indecisione nella messa a fuoco percepivo una buona qualità di costruzione e una praticità unica per una focale così lunga. 
     

     

    IMG_0230.JPG

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Salve sono nuovo mi chiamo Davide....Complimenti per l'ottima prova di questo "mini 500"....Interessante come peso e qualità ottica,da prendere in considerazione in futuro.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    7 ore fa, dtmix dice:

    Salve sono nuovo mi chiamo Davide....Complimenti per l'ottima prova di questo "mini 500"....Interessante come peso e qualità ottica,da prendere in considerazione in futuro.

    Ciao Davide e benvenuto su Nikonland.

    Come ho evidenziato qui :

     

     

    per me è - come dicono gli inglesi - un game changer in autodromo e ovunque debba muovermi parecchio senza affaticarmi e senza dare nell'occhio.
    Con l'anno nuovo lo proveremo ANCHE in capanno :)

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Grazie Rudolf,un piacere fare la vostra conoscenza.Sarò curioso di vedere quest'obiettivo nell'ambito naturalistico anche abbinato al teleconverter  1.4x. A presto e complimenti per il sito! Davide.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Un mio amico l’ha comprato e abbiamo già fatto un paio di uscite in alta montagna insieme. È un’ottica molto performante ed il peso ridotto, in certe situazioni, una caratteristica  preziosa. Quando avrò abbastanza materiale  metterò giù un’experience, con confronto sui risultati tra 500/5.6 PF e 500/4 FL.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Alcuni  esempi:

     In luce (problematica) artificiale a circa 40 metri di distanza dal palco, mano libera, D850:

    # 1

       1/500 f 7.1 iso 5000

    _DSC3980.thumb.jpg.7edc94f3c2b05b7345e91de3569c2eb0.jpg 

     

    # 2

       1/125 f 6.3 iso 4000

    _DSC3995.thumb.jpg.d24b080a9935da2c79b7998cce8bfc3a.jpg

    luce naturale  da 50 metri circa (crop)

    #  3 

    1/800 f 6.3 iso 200:

    _DSC3857.thumb.jpg.ac0d84333cd158e6d26969293c05010d.jpg

     

    Buona resa del rosso, un po’ di disturbo (gestibile) per  quelle fatte in interni (e vorrei vedere) buono stacco dello sfondo nella 3,  considerato che la sua distanza dal soggetto era irrisoria. Promosso.

    Edited by nikolas
    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    7 ore fa, Massimo Vignoli dice:

     Quando avrò abbastanza materiale  metterò giù un’experience, con confronto sui risultati tra 500/5.6 PF e 500/4 FL.

    Aspetto con tantissimo interesse.

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...