Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Provaci ancora Nik !

    Casablanca-e1385658462225-1024x640.thumb.jpg.6ddb3a39c010a61d053d795df14ef3e9.jpg

    Breakfast-At-Tiffanys.thumb.jpg.1af013f24421d63550c348ae0a53af86.jpg

    momenti indimenticabili della memoria. Classici irripetibili che nemmeno il gusto per l'orrido della Hollywood di oggi ha potuto sottoporre alla macabra pratica del remake.
    Quando si fa riferimento a quei film e a quelle scene appassionate non si può farlo per qualche cosa di meno ... ma è pericoloso fare paragoni impropri o azzardati.
    Come riferirsi alla Nikon F5 parlando della Nikon Z7, ad esempio.

     

    Liberi pensieri sulle nuove mirrorless Nikon

     

    Una precisazione d'obbligo per chi non mi conosce e non mi segue da tempo.

    Per me l'idillio con Nikon è cominciato una vita fa e proseguirà - se possibile - nell'altra vita. Già solo pensarmi con in mano una fotocamera di un altro marchio mi mette a disagio.

    Ma ho passato l'età dell'innamoramento, quello che ti acceca e non ti fa pensare lucidamente.

    Già ieri (e immagino quanti altri oggi) è stato un fiorire sul web di lunghi monologhi video (cercateli su Youtube se volete annoiarvi) con tanti personaggi - anche nostrani - che hanno sentito l'obbligo, l'impulso incontrollabile di esprimere giudizi taglienti e definitivi sul nuovo sistema mirrorless Nikon, senza averlo mai preso in mano e in larga parte, con esperienze alle spalle, non sempre abbastanza solide da poterne riempire un curriculum.

    Non è questo il caso, anche perchè noi non cerchiamo click, non vendiamo prodotti, non abbiamo link a partner commerciali che ci passano una piccola commissione per ogni acquisto di ogni nostro lettore. Scriviamo solo per passione, da appossionati fotoamatori. Ma abbiamo alle spalle anni di esperienze di lunghe sessioni fotografiche, accompagnati anche nella circostanza più sfidante, dalle nostre affidabili Nikon.

    Finalmente il 23 agosto 2018 anche Nikon è approdata al mercato grosso delle fotocamere mirrorless.
    L'aspettavamo da tempo e ognuno sapeva che ci sarebbe arrivati, prima o poi.
    eccole qua. E adesso che ci sono, sinceramente non mi interessa dibattere - come stanno facendo i summenzionati - i singoli punti della scheda tecnica di queste macchine per confrontarli con i corrispettivi delle macchine degli altri marchi.
    Io so che esistono altri produttori di fotocamere, ma ai miei fini di fotografo Nikon, ciò ha il valore aggiunto della raccolta delle nespole in Antartide.
    Capirete che sapere che la Nikon Z7 fa solo 5.5 scatti al secondo in RAW a 14 bit con esposizione e aufocus quando altre macchine fanno 10-12-20-100.000 scatti è puramente un fatto di cronaca.

    Quello che mi interessa é che vantaggio mi portano queste due mirrorless Nikon e il loro sistema e cosa Nikon mi sta dicendo con questo evento del 23 agosto.
    C'è del buon e c'è di che criticare. Tutto qui. E ve lo spiego.

    - Nikon ci ha dimostrato che c'è anche lei in questo mercato nuovo
    - che dispone bene o male della tecnologia che hanno anche gli altri
    - che ha fatto delle scelte anche controcorrente
    - che ci tiene a che i nikonisti si trovino a casa con le nuove mirrorless, cosa che non sarebbe lasciandosi tentare da altri marchi
    - ci sta promettendo per il futuro interessanti sviluppi
    - lo fa sposando a pieno i nuovi formati di memoria (XQD per adesso, CFexpress appena disponibili sul mercato)
    - con macchine costruite certamente molto bene e con una ergonomia migliore di certi altri modelli già presenti sul mercato (anche di Nikon stessa, penso a Nikon 1 V2 e V3)

    tutto bene in teoria. E quindi ?

    Dove invece Nikon ha clamorosamente fatto un passo falso è su tutt'altro versante e se vogliamo, marginale rispetto alle fotocamere stesse.

    - se fai una campagna di lancio così roboante con teaser continui
    - se enfatizzi il lignaggio delle tue fotocamere facendo chiaro riferimento alle ammiraglie che hanno segnato la tua e la nostra storia come le varie F-F3-F5-D3-D5 presenti nei filmatini
    - se scegli per data di lancio il 23 di agosto e lanci due macchine come nell'agosto del 2007, quando hai fermato il tempo con la mitica Nikon D3 (e la sua figlioletta D300)
    - se solletichi le aspettative del tuo pubblico e poi fai un evento in grande stile con i tuoi boss e i tuoi testimonial

    poi non puoi fare la figura di quello che per sparare troppo in alto, finisce con lo spaventare solamente i piccioni.

    Nikon-Z-mirrorless.jpg.583161684f4545ad78d28c014615c8e7.jpg
    Mirrorless Reinvented ? Non puoi dire sul serio con questa roba qui. Provaci ancora Nikon !

    d3.png.06bb6852b6f67a66b2905a99e2a70b49.png
    la Nikon D3 - prima reflex digitale full-frame di Nikon - lanciata nell'agosto 2007 insieme a Nikkor 14-24/2.8 e Nikkor 24-70/2.8 e a breve distanza dal lancio di 400/2.8, 500/4 e 600/4 VR

    Già, la gente si aspetta una nuova ammiraglia e una sua partner di pari profilo.
    Ma quando vede che le due macchine hanno una impostazione chiaramente amatoriale si domanda se fosse proprio necessario tutto questo fracasso.

    Infine, lo dico da felice ed orgoglioso proprietario della Nikon D850 (tra le migliori reflex dell'intera storia, non solo Nikon !), che cosa debbo pensare se vedo che metti il sensore della mia macchina in un apparecchio da passeggio e mi chiedi per quella un prezzo del tutto paragonabile a quello - solo parzialmente giustificato - che hai chiesto a me per una reflex professionale ?

    Si perchè se il target è quello del fotografo vagante e disinvolto (lo fa pensare il design, la compattezza e il peso relativamente contenuto, i video), come mi puoi chiedere quella cifra per aggiungerla a ciò che già ho ?

    390448.jpg.0acfba8e3c5093d775e1a85db4343698.jpg
    le due nuove mirrorless Nikon Z6 e Z7

    e certamente se mi fai una preparazione mediatica come quella, poi ti presenti all'evento pieno di sorprese.

    Non ti fai trovare con le brache calate

    bp.jpg.894d41bd29ec5cbd5ab1934218b24a2d.jpg

    il battery grip ancora ad uno stadio preliminare, sembra una stampa 3D nemmeno verniciata, giusto una sgrossatina, poi lo presenteranno tra 6-8 mesi

    e con i mockup di obiettivi che avresti dovuto presentare ieri

    obj.jpg.53cddcec0103bad4d983de1244cf2c95.jpg
    i tre prossimi obiettivi. Tutti e tre promettenti ma che certo non spingeranno le vendite dal giorno zero.

    Cosa sarebbe stato meglio fare ?

    Non spetta a me dirlo. Ma qualche osservazione posso farla.

    Se hai deciso che il momento è arrivato, fallo con stile ma senza troppo rumore. Sei il penultimo ad uscire sul mercato, presentati con quello che hai, fammi vedere la roadmap ma non cercare di farmi credere che hai reinventato la ruota del carro.

    Se vuoi fare due macchine differenti e lanciarle insieme, differenziale nel modo giusto.
    Z6 e Z7 sono identiche tranne il sensore e il prezzo.

    Ma poi per 2000 euro cerchi di vendermi una macchina che ci sarà solo per Natale, che ha la metà dei punti di messa a fuoco (ed altre cosette nascoste) mentre pre il primo kit, quello che sarà quasi immediatamente in vendita mi chiedi il doppio.

    Ma soprattutto se in una mi metti il tuo sensore di punta, quella macchina deve essere in tutto un benchmark di mercato. Come lo è stata la Nikon F, la Nikon F3, la Nikon D3, lo è la Nikon D5 e certamente lo è la Nikon D850. Non può essere zoppa già a partire dall'aspetto.

    Altrimenti, continua a non far rumore, presentami solo la macchina più modesta, propronila però ad un prezzo MOLTO aggressivo, con cui aprirti il mercato. Risparmia sulla promozione, piuttosto, ma vendila subito al prezzo giusto. Non quando sarà troppo tardi !

    Non ce la fai a presentare tutti quegli obiettivi che tu e il nuovo bocchettone extralarge sembrate promettere ?
    Presentati insieme a Sigma e a Tamron, e oltre all'adattatore per ottiche pachidermiche da reflex, assicurami che ci saranno i tuoi alleati ad allargare presto l'orizzone degli obiettivi.

    Soprattutto non darmi modo di pensare - con non tanta malizia - che si capisce che non eri pronto e che il marketing ha forzato e tentato di coprire uno sviluppo ancora in embrione con la pubblicità.
    Come se fosse stato ordinato agli ingegneri di andare sul mercato con quello che c'era di disponibile. Poi il resto si farà in seguito.

    Cosa c'è di buono.

    Ma - e qui parla la voce del vecchio nikonista smaliziato e ragionevole - c'è anche tanto di buono che sarà bene dire ad alta voce, visto che di gente che sorride là fuori (ma non sarà tollerata qua dentro !) ce n'è tanta.

    - abbiamo finalmente l'autofocus a rilevazione di fase con copertura al 90% del frame anche in casa Nikon
    - abbiamo finalmente anche in casa Nikon - dopo anni di negazioni - lo stabilizzatore sul sensore
    - abbiamo finalmente specifiche video abbastanza in linea con il mercato
    - abbiamo un mirino elettronico che a detta di tutti, anche i più scettici, è veramente il nuovo benchmark di mercato
    - abbiamo un ecosistema che può essere sviluppato e che parte con i migliori presupposti senza i limiti imposti da un attacco pensato 60 anni fa

    Il resto verrà

    A me i supergrandangolari attirano quanto una seduta di ore dal dentista.
    Ma quel 14-30/4 piccolo e compatto ma già estremo la dice lunga sulle possibilità del sistema Nikon Z.
    E se quel 58/0.95 non è indirizzato a tutti i fotografi, il 50/1.2 e più avanti i più che probabili superluminosi in focali che abbiamo sempre desiderato (85/1.2, 35/1.2) saranno certamente possibili e se non proprio abbordabili, almeno desiderabili.
    L'autofocus sembra già di buon livello e certamente potrà essere messo a punto in successivi modelli.

    Già, perchè tra meno di due anni ci saranno le Olimpiadi in Giappone e Nikon non si farà trovare nuovamente con la cucina in disordine.

    E se poi tra poco tempo cominciassimo a sentire i rumors che parte di questa tecnologia sbarcherà anche sulle ipotetiche Nikon D6 e Nikon D900 ?
    Vi immaginate il massimo della tecnologia dei due mondi fusa insieme ?
    Altro che fotografia vagante con lo zainetto !

    Già perchè la presentazione di ieri del 500/5.6E PF che per molti è passata inosservata a causa delle aspettative suscitate dalle mirrorless, per me è la vera novità per cui merita di essere ricordata la giornata.
    Per quello - e per una futura reflex professionale che incorpori autofocus a rilevazione di fase, stabilizzatore sul sensore e ... altre tecnologie sinora riservate alle mirrorless - Nikon avrai subito i miei soldi.

    Per queste Z6 e Z7 mi dispiace dubito di essere disposto a spendere tutti quei soldi per un sistema acerbo. Aspetterò con pazienza non solo la seconda, ma forse anche la terza emissione. Quella che ritengo sarà pensata finalmente per me e non per l'ipotetica venticinquenne asiatica che, lo capisco, è il nuovo modello di consumo anche per l'industria occidentale cui il Giappone ha sempre fatto riferimento.
    Insomma, provaci ancora Nik !

    Io ci conto. E voi ?

    Modificato da Rudolf

    • Mi piace ! 1
    • Primo premio ! 5
    • Sono d'accordo 4



    Feedback utente

    Recommended Comments

    Oltre ai commenti, che vi ricordo, sono sottoposti a coda di approvazione fino a nuovo ordine, c'è il nostro Club dedicato alle Mirrorless Nikon (qui)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Mauro, come d’uso una sintesi chiara e razionale. Mi ritrovo: hanno fatto molto, ma per me, per le mie specifiche esigenze, quanto disponibile quest’anno non solo non sarà sufficiente a farmi “passare alla mirrorless”, ma non mi porterà neppure ad acquistare una di queste Z per giocarci.

    Penso anch’io che il Marketing abbia prodotto un lancio roboante per un catalogo troppo scarno, ma pure che la roadmap che avrebbe dovuto rassicurare i clienti evoluti - io ero tra quelli a chiederla - ha prodotto l’effetto contrario: fino al 2021 difficilmente avremo gli oggetti necessari a migliorare quello che usiamo oggi. 

    Se son fiori fioriranno!

    Intanto in pomeriggio tiro su lo zaino e vado al Gran Paradiso per vedere se sono arrivati i Tortolini. Il presente mi vede fotografare con la D5,  quando il futuro ci porterà una Z capace di farci fare di più e meglio ne riparleremo!

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ho già scritto altrove sul sito quel che penso dell'uscita di questa mirrorless Z, in estrema sintesi:  non fa per me.

    Concordo con la tua visione, Mauro e condivido il rammarico che in parte deriva dalla comune situazione anagrafica, per la quale avremmo di certo sperato che l'annuncio di ieri ci mettesse nella disponibilità di DOVER scegliere se rimanere con le nostre reflex top-end o abbracciare fin da subito una nuova baionetta Z, senza se e senza ma.

    Ci vorrà del tempo e in quel frattempo non ci mancherano di certo i mezzi per fotografare

    Questa serie di macchine però andrà nelle mani di persone che diversamente da noi non sono ancora approdate alle reflex professionali ed ai loro standard di eccellenza e quindi, tra lo scegliere dove aver collocato il sensore della D850 potrebbero fin da oggi volerlo mirrorless.

    Ed in questo l'azione tardiva di mercato di Nikon avrà di certo centrato il suo target.

    Quello che ci fa contenti è forse in parte il fatto che con questo vernissage appare chiaro che Nikon sopravviverà al nostro fotografare e chi scriverà dopo di noi potrà (e dovrà) ancora parlare di questa Casa che tante soddisfazioni (oltre a qualche tribolo) nei nostri anni ci ha saputo dare.

    Passione...

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Aspettavo un editoriale come questo. Mi conforta sapere che non sono l'unico a vedere un buon prodotto, con alcune lacune, per taluni più importanti e per altri meno, ma comunque un buon prodotto. Anche innovativo se guardiamo la nuova baionetta larga, una strada che altri costruttori batteranno. Sulle lenti non possiamo pretendere più di tanto all'esordio. Sulle mirrorless tutti i costruttori hanno seguito una roadmap spalmata in vari anni e non è possibile agire diversamente. 

    L'impostazione di sistema c'è. Ed è innegabile. Da nikonista lo considero un buon assaggio con miglioramenti che arriveranno via firmware.

    Prezzi altini sì, ma la prima infornata è sempre per i fanatici tecnologici che non sanno resistere. Perché non approfittarne? Il mercato lo conoscono tutti, non solo Nikon. E noi sappiamo che il problema non si pone, basterà attendere sei mesi e vedremo tagli del 30 per cento.

    Personalmente considero le reflex universali rispetto a qualsiasi mirrorless. Ma la Z6 mi piace, mi disimpegnerebbe in diverse occasioni e mi divertirebbe molto. Come ho già detto ieri, a 1800 potrei fare l'affare ma la reflex al momento la potrei sostituire solo con un'altra reflex.

    Provaci ancora Nik? Piuttosto direi: avanti così Nik, la strada è tracciata.

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Da quel che sembra, la serie Z appare come un sistema ancora immaturo, con delle buone prospettive sia per la tecnologia che vi sta alla base che per alcune soluzioni tecniche frutto del know how di Nikon, ma immaturo per le tante tessere che mancano per completare un mosaico che deve essere fatto di una buona scelta di obiettivi, di accessori e per delle prestazioni irrinunciabili per una fotocamera che vuol dirsi all'avanguardia.

    Tuttavia, a proposito di chi si aspettava delle macchine di categoria ammiraglia, penso che il fatto di prevedere la rotellona PASM sulla sommità di entrambe le fotocamere sia stata fatta da Nikon proprio per posizionarle come prodotti prosumer e non professional, consci i giapponesi di non poter "spacciare" macchine con queste caratteristiche come lo stato dell'arte per fotografi professionisti o amatori esigenti.

    Pertanto io non sarei così deluso da questi nuovi prodotti che, immagino, sono stati lanciati per mettere piede in questo "nuovo" mercato da cui Nikon non poteva più rimanere fuori, per generare nuovo fatturato, per testare l'esperienza cliente di chi li acquisterà e con il "supporto" dei quali sviluppare i necessari aggiornamenti e perfezionamenti che dovranno seguire per giungere ad un prodotto maturo ed affidabile.

    La delusione è semmai per chi - e qui ce ne sono molti - si aspettava delle macchine già pronte da affiancare, forse ancora non per sostituire, alla propria reflex.

    Dai, su, calma e gesso, non credo che dovremo attendere lustri per avere la Z dei nostri sogni... ;)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Beh, tutto quel can-can di video, proclami, richiami all'eredità degli ultimi 100 anni Nikon e la premessa di un Reich glorioso e ancora millenario, in passato sono stati messi in campo solo per il lancio di ammiraglie come la D3.

    Se invece di Cristiano Ronaldo la Juventus, dopo un mese di tira e molla mediatico, avesse ingaggiato Alvise Speggiorin da Trebaseleghe, l'effetto sui tifosi sarebbe stato più o meno questo.

    Immaturo come la tua Nikon V1 intendi ? Diciamo come la V2 ;) Certamente siamo più o meno d'accordo che prima di scomodare 3-4-5000 euro ci vorrà almeno una V5 ! :sorriso:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Aggiungo che il lancio della D3 era per la prima digitale full frame, sensore collocato per primo su una ammiraglia.

    Cosi come la prima vera reflex digitale fu la D1, altra ammiraglia.

    Storicamente, una Nikon sicura di far centro ha fatto uscire le nuove tecnologie sulla linea TOP mentre questa è una Nikon che sa di essere indietro e teme di perdere market share e di non poter più aspettare, quindi fa una pubblicità pazzesca al nuovo bocchettone abilitante ottiche speciali e parte mettendo in vendita solo 24-70/4, 35/1.8 e 50/1.8. 

    Perché lasciando perdere le mie specifiche esigenze di fotografo naturalista, che come detto saranno forse soddisfatte dalla generazione di corpi costruiti per Tokyo 2020, ci vogliamo dire che con quanto è uscito ci posso fotografare paesaggi o andare in studio? Io direi di no....

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Mi piace l'accostamento al film di Woody  Allen, provaci ancora sam, che a mio avviso rimane uno dei suoi migliori film, quando non aveva paranoie di fare film rompipalle a sfondo semisociale, e mostrava tutta la sua verve comica.

    Concordo con la tua osservazione Mauro, Nikon non era ancora pronta del tutto per produrre un prodotto pro, e ha avuto paura di perdere il treno.Ha markuppato all'inverosimile tali prodotti, per cercare di far cassa e pagare lo R&D che ancora deve fare. Sono sicuro che presto o tardi uscirà con qualcosa che accontenterà i nikonisti come noi

    Modificato da bergat

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ciao Rudolf,

    non fa una piega il tuo discorso, complimenti...  sei stato molto chiaro nell'individuare le debolezze di questi nuovi prodotti e che cresceranno con l'andare del tempo.

    Una cosa è certa .. verrà approfondito il mondo Mirrorless , come giusto che sia, ma nel frattempo attenderò con pazienza la nuova ammiraglia che sicuramente racchiuderà il top della tecnologia di casa Nikon.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sono complessivamente d'accordo. Metterei più in risalto il bocchettone più largo e di soli 16 mm perchè consentirà la progettazione di ottiche molto luminose e con meno difetti. L'unica cosa che veramente mi dispiace è leggere che doveva presentarsi con Tamron e Sigma. Questa proprio avrei fatto a meno di dirla

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 minuti fa, Paolo Iacopini dice:

    . L'unica cosa che veramente mi dispiace è leggere che doveva presentarsi con Tamron e Sigma. Questa proprio avrei fatto a meno di dirla

    Perché, secondo lei é più oculato continuare a tenere chiusi e criptati i propri standard a svantaggio ultimo della propria clientela ?

    Oggi così come creano alleanze le case automobilistiche, così fanno certe marche fotografiche, se lo trovano conveniente.

    Avere tre marchi anziché uno  impegnati a fare ottiche native per il nuovo attacco, significa moltiplicare per tre le ottiche disponibili, vendere più corpi e potenzialmente poter ridurre i prezzi a regime.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Nikon è sempre stata cauta nelle innovazioni. Non so perché proprio Nikon stimoli aspettative, ormai spesso deludenti. Deludenti non perché il prodotto sia scadente ma perché induce a pensare in chissà quali innovazioni epocali. Nei fatti invece si rivela ancora conservatrice e cauta. Per me questa politica è condivisibile, Nikon non è un colosso con budget immenso da destinare alla ricerca. Continuando di questo passo credo perderà credibilità proprio nei confronti dei suoi più fedeli clienti. Il problema, a mio parere ora, è il marketing.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    13 ore fa, Rudolf dice:

    Perché, secondo lei é più oculato continuare a tenere chiusi e criptati i propri standard a svantaggio ultimo della propria clientela ?

    Oggi così come creano alleanze le case automobilistiche, così fanno certe marche fotografiche, se lo trovano conveniente.

    Avere tre marchi anziché uno  impegnati a fare ottiche native per il nuovo attacco, significa moltiplicare per tre le ottiche disponibili, vendere più corpi e potenzialmente poter ridurre i prezzi a regime.

    Sono d'accordo come politica di collaborazione e interscambio, sono assolutamente contrario che le nuove ML dovessero essere presentate in collaborazione con Tamron e Sigma.  Non sta ne in cielo ne in terra. 

    P.S. già vado per i 71 se mi dai del lei muoio....

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    E diamoci del tu.

    Preciso riportando cosa ho scritto :

    Cita

    Non ce la fai a presentare tutti quegli obiettivi che tu e il nuovo bocchettone extralarge sembrate promettere ?
    Presentati insieme a Sigma e a Tamron, e oltre all'adattatore per ottiche pachidermiche da reflex, assicurami che ci saranno i tuoi alleati ad allargare presto l'orizzone degli obiettivi.

    Nikon sta presentando di fatto un solo obiettivo, il 24-70/4.
    Promette il 35/1.8 e più avanti il 50/1.8

    Un pò poco.

    Quindi un pò di alleanze le avrebbe potute cercare. Non intendevo dire che doveva invitare sul palco anche Yamaki di Sigma ma certo evitare di fargli causa la prossima volta che studia da vicino come funzionano le Nikon.
    Magari passargli la velina con le specifiche del nuovo bocchettone Z e dei protocolli dell'autofocus ?

    Al momento - fonti interne Sigma - loro aspettano come noi di vedere la prima Nikon Z prima di capire come lavorarci sopra.

    Per fortuna - per noi - che i Sigma di ultima generazione sembrano funzionare bene e senza modifiche sul Nikon FTZ. E' già una buona cosa.

    Ma forse Nikon dovrebbe cercare alleati anzichè combattere guerre legali.
    Nel suo e nel nostro interesse.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ho aspettato qualche giorno per filtrare le emozioni... mi sento di dire che questi prodotti, prezzi a parte (perché sono un mondo di azzardi a parte di cui non so discutere), sono fatti bene per il target 🎯 a cui si rivolgono. Per me l’obiettivo è centrato, il frutto è acerbo, ma come i miei peperoncini in una stagione maturerà perfettamente lasciando spazio alla seconda ondata. 

    I nikonisti doc e i professionisti esigenti e consapevoli come i due fondatori di Nikonland e altri chiaramente avranno l’amaro in bocca, ma qui si trattava anche di anticipare i tempi: se per esempio Canon fosse uscita con la sua nuova ammiraglia MRL nel frattempo Nikon sarebbe davvero sembrata fanalino di coda a cui toccava solo inseguire.

    Quindi sono complessivamente soddisfatto. Unico rammarico il Noct non AF, ma sono fiducioso che quando Nik ci proverà ancora il panorama sarà ancora più bello e non mancheranno altre discussioni ! 😜

    Per ora attendo di provarle con mano ed eventualmente.. 🤪

     

    • Sono d'accordo 2

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    In fondo nemmeno 'il diavolo è così brutto come lo si dipinge', o almeno così dicono... personalmente penso che possa essere un buon inizio da parte dinikon, certo che se qualcuno si aspettava una D5 in versione mirrorless credo sia un problema suo ;) per quanto mi riguarda vorrei vedere delle prove sul campo e non dei dati dubbi forniti da una rivista sul web. Mi prendo del tempo anche io per valutarle (soprattutto la Z6 per la quale manca un bel po' alla data di uscita) e poi decidere se 'per me' ne vale la pena, soprattutto quando usciranno i prezzi Nital.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Aspettiamo di vedere e toccare le nuove nikon Z6 e Z7. Quello che sento come lamentela da più parti, di coloro che l'hanno testata, è lo sconcerto  per le scelte fatte da nikon su queste mirrorless, su quello che per Nikon è stato sempre il fiore all'occhiello, ovvero l'AF tracking. Sembrerebbe  che avvenga quasi nelle stesse modalità che nelle reflex facciamo in  live view. In parole povere sembrerebbe che bisogna premere ok per selezionare il punto da tracciare oppure selezionarlo sul display, piuttosto che premere solo e tenere premuto il tasto a metà il tasto di scatto. Se poi si deve scegliere un altro punto bisogna ripremere di nuovo ok per sganciare il punto prescelto. Non basta quindi rilasciare il pulsante di scatto.

    Penso che sia una delle prime cose che debbano mettere a posto nella versione definitiva di vendita, modificando il firmware. e se non venisse fatto o fosse impossibile farlo, penso, ma è solo una mia opinione, che non verrebbe molto ben vista dai nikonisti abituati nel tempo a quello che è diventato l'af traking per eccellenza.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Se ti riferisci all'articolo di Richard Butler di ieri, mi pare che questa volta siamo quasi completamente d'accordo (quasi perchè le mie considerazioni sulla differente interfaccia utente io le ho fatte leggendo gli altri, non avendo ancora visto la macchina), idem sulla scelta di considerare Sigma e Tamron nemici, anzichè alleati potenziali.

    Io però questo editoriale l'ho scritto due giorni prima di lui (e di Thom Hogan) :)

     

    Naturalmente si perchè per uno che fotografa come me (e quindi tutti i fotografi d'azione) dover premere dei tasti in più per attivare e disattivare le cose (tipo Nikon 1 o altre macchine di altre case) per me è di gran lunga più un deterrente di sciocchezze come il solo slot di memoria o la mancanza attuale di ottiche o altri presunti deficit nominali.
    Se poi dovessimo anche riscontrare che effettivamente in AF-C l'autofocus non è almeno pari alle reflex, allora il suo campo di azione si restringerebbe alla sola fotografia "contemplativa".

     

    Perchè l'unico reale motivo per cui siamo realmente interessati alle mirrorless, è invece liberarci dai limiti dell'autofocus delle reflex.
    Farlo per metterci in casa limiti differenti, pagando il tutto a carissimo prezzo, sarebbe piuttosto "insane" ;)

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    son perfettamente d'accordo con quanto scritto da Mauro.continuo con le reflex attuali e se e quando in futuro le mirrorless saran un VERO sistema alternativo e maturo,allora potrò pensarci.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ciao Rudolf ...significativa la tua testimonianza di oggi in conferenza e sicuramente domani o nei prossimi giorni,  con uno dei tuoi interventi su Nikoland 2, lo sarà ancora di più. Cercherò di dare un'occhiata mentre sarò a lavoro.

    Dopo quel che ho visto oggi ...l'ultima lettera dell'alfabeto italiano potrebbe essere la prima  🤗

    A presto

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×