Vai al contenuto
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Nikon Z6 ed un TimeLapse facilefacile

    Che ore sono ? E' tardi...

    Tra le features delle nuove Z mi è venuto spontaneo ricordare la presenza delle riprese in Time Lapse, ossia una ordinata successione di riprese singole organizzate dall'intervallometro della fotocamera attraverso la regolazione dei necessari parametri di temporizzazione ed esposizione: davvero facili ed alla portata di utenti improvvisati come il sottoscritto rispetto queste opportunità.

    Questo articolo abbia quindi il senso della spiegazione di base a chi sia interessato a questo genere di ripresa e sappia sfruttarne le possibilità più compositive del semplice esempio che ho allegato.

    Il menù in italiano delle Nikon Z posiziona la ripresa in TimeLapse nel Menù Ripresa Foto alla terzultima riga e nel manuale ci sono 8 pagine di istruzioni al riguardo (221-228) per la regolazione delle singole righe di comando del menù e l'impostazione delle migliori funzioni operative della fotocamera (modo, tipo di AF e di area AF, tempi di otturazione e impostazioni ISO, dimensione filmato)

    A seguire le due schermate di menù con le regolazioni attuate per ottenere il file MOV in apertura di questo articolo:

    301  22112018 -_D5K2757  Max Aquila photo (C).jpg 301  22112018 -_D5K2758  Max Aquila photo (C).jpg

    ossia un intervalli di scatto di due minuti per una durata di tre ore, da mezzanotte alle tre del mattino, con sensore AF puntato sul quadrante dell'orologio (unico elemento in movimento) ed ISO 10.000 (obiettivo 24-70/4 @ 40mm f/4).

    Ovviamente nessun problema di variazione dell'esposizione durante le tre ore di ripresa, ma in condizioni di mutevolezza il comando specifico di uniformità esposizione, regolerebbe le necessarie differenze.

    Durante l'intera ripresa la macchina resta accesa e quindi si pone il problema, fondamentale, dell'autonomia di alimentazione.

    La EN-EL15 utilizzata era a piena carica, ovviamente, ed alla fine delle tre ore e dei 90 scatti (il 91 è stato accidentale) questo è il risultato di consumo

    301  22112018 -_D5K2756  Max Aquila photo (C).jpg utilizzato il 47% della batteria.

    Ovvio che per situazioni di durata di ripresa e di temperatura più difficili, come quelle in esterni in notturna (astrofotografia, caccia fotografica etc) il problema non si risolverebbe con un solo elemento e si ponga la necessità di trovare soluzioni alternative:

    in interni basterebbero il cavetto Nikon EP-5b e l'alimentatore di rete  EH5b 41PJ96aDwqL.jpgCattura.thumb.PNG.043fc615c33baf00f980b289d91fc256.PNG

    mentre in esterni necessita una soluzione di alimentazione differente, non ancora presente sul catalogo Nikon: mi sono quindi permesso di fare una ricerca sul web trovando su Amazon.de un alimentatore ExPro (marchio ben conosciuto a chi utilizzi batterie compatibili) con dummy battery EN-El15 del tutto analoga all'accessorio originale... ad una frazione del suo prezzo, of course

    61QZ0YDcV0L._SL1000_.jpg Ex-Pro ® DSLR Camera Battery Adapter for Travelling Grip Series

    71eddBEsrSL._SL1500_.jpg

    71URUqKjgtL._SL1500_.jpg

    la cui batteria da 7600mAh consente un'autonomia tripla o quadrupla rispetto un elemento EN-EL15, permettendo riprese in Time Lapse adeguate ai più diversi scopi e condizioni.

    Inoltre...il connettore di uscita coassiale della fake battery (invece di quello proprietario Nikon) ne consente l'abbinamento a molte altre sorgenti di alimentazione, ben più potenti.

    Insomma: buon divertimento !

     

    Max Aquila per NikonZetaland 2018

    • Mi piace ! 1



    Feedback utente

    Recommended Comments

    Grazie Max.

    Vorrei enfatizzare un punto che credo possa sfuggire di fronte all'argomento che hai trattato.

    Queste cose si possono fare benissimo anche con le reflex (anche l'aspetto alimentazione aggiuntiva è del tutto compatibile con le comuni reflex Nikon).
    Ma con una di queste Z è più facile, più immediato, più semplice farlo ... quando ti viene in mente senza una preparazione "professionale" (e noisosa).
    Perchè facilmente la Z ce l'hai li sul tavolo, con già montato su l'obiettivo giusto, e un treppiedino anche di quelli da tavolo o comunque uno qualunque, anche da pochi soldi.

    Il resto lo fa l'immediatezza della camera, la sua leggerezza, lo stabilizzatore interno, le sue qualità.

    Insomma, una grande fotocamera in un involucro non impegnativo.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Grazie Max, confesso che non mi sono mai cimentato nella pratica del Time Lapse nonostante, qui a Roma e dintorni, i soggetti non mancherebbero.

    Prima domanda: se non ricordo male la Z6 non ha una porta USB-C con la quale alimentarsi ? In quel caso segnalo che esistono battery bank da 22000 mAh a costi pari o poco superiori a quello della singola EL-EN15a originale.

    Seconda domanda: il contascatti si può azzerare parzialmente ( come quello delle auto ) ? ( adesso qualcuno mi picchia lo so! xD xD )

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, Rudolf dice:

    Grazie Max.

    Vorrei enfatizzare un punto che credo possa sfuggire di fronte all'argomento che hai trattato.

    Queste cose si possono fare benissimo anche con le reflex (anche l'aspetto alimentazione aggiuntiva è del tutto compatibile con le comuni reflex Nikon).
    Ma con una di queste Z è più facile, più immediato, più semplice farlo ... quando ti viene in mente senza una preparazione "professionale" (e noisosa).
    Perchè facilmente la Z ce l'hai li sul tavolo, con già montato su l'obiettivo giusto, e un treppiedino anche di quelli da tavolo o comunque uno qualunque, anche da pochi soldi.

    Il resto lo fa l'immediatezza della camera, la sua leggerezza, lo stabilizzatore interno, le sue qualità.

    Insomma, una grande fotocamera in un involucro non impegnativo.

    Gia' questa e' una risposta a tante domande :) , buono a sapersi.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    28 minuti fa, Sakurambo dice:

    Prima domanda: ma la Z6 non ha una porta USB-C con la quale alimentarsi ? In quel caso segnalo che esistono battery bank da 22000 mAh a costi pari o poco superiori a quello della singola EL-EN15a originale.

    Ti rispondo io: No! nel senso che la usb-c (cosi mi sembra di aver capito leggendo il manuale) viene usata esclusivamente per il trasferimento dati mentre la porta per l'alimentazione probabilmente serve solo a ricaricare la batteria.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    7 minuti fa, Alberto73 dice:

    Ti rispondo io: No! nel senso che la usb-c (cosi mi sembra di aver capito leggendo il manuale) viene usata esclusivamente per il trasferimento dati mentre la porta per l'alimentazione probabilmente serve solo a ricaricare la batteria.

    Esattamente... attenzione a non provocare danni elettrici😈

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    OK, grazie per la risposta.
    però è un peccato, sarebbe stata una gran comodità e semplificazione poter usare la connessione USB anche per alimentare la fotocamera.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    In teoria la cosa sarebbe possibilissima, ma ci ha pensato Nikon a renderla apparentemente impossibile, infatti il manuale della Z6 a pag.30 recita:

    "Note that although the camera can be used wile connected, the battery will not charge and the camera wil not draw power from tha charging AC adapter while the camera is on"

    Altrimenti come farebbe Nikon a tentare di vendere i suoi costosi adattatori........ xD

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Per quanto riguarda l'adattatore con bank pubblicizzato su Amazon DE, ce ne sono alcuni anche su Amazon IT, ma senza il bank. Quello che mi preoccupa e che, almeno su questi ultimi, si sperticano a indicare "decoded" e cioe' che vengono riconosciuti dalla macchina come una batteria. Visto il noto protezionismo della casa gialla nei confronti di batterie ed adattatori non originali, con aggiornamenti firmware che "casualmente" rendono improvvisamente inutilizzabili alcuni prodotti di terze parti, bisogna andarci con i piedi di piombo e verificare la compatibilita' del tutto.... ;)

    P.S. scusate il doppio post, ma mi e' partito un "return" di troppo mentre scrivevo, ed il tempo di correzione non mi e' bastato a scrivere il seguito......

    Modificato da Lucky

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti


    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×