Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Mi compro una Nikon Z ?

    Mi compro una Nikon Z ?

    nikon-z-mount-z-6-z-7-mirrorless-camera-pre-order-buy.thumb.jpg.b6101fae9996d3b81edc8e28acc05216.jpg
    le due monelle Nikon, rivoluzionarie ? No. Reinvenzione del concetto di mirrorless ? No

    E' certamente uno degli interrogativi che si stanno ponendo molti nikonisti in questo momento e per i mesi a venire sarà certamente uno dei dibattiti più frequenti.
    La risposta non è univoca, non è immediata, dipende da caso a caso, principalmente dalle esigenze, dalle aspettative, dal livello e dai generi fotografici praticati dai singoli interessati.

    Beninteso, io le ho viste giusto per pochi minuti il 28 agosto. Aspetto di provarne una più a fondo per un periodo adeguato di tempo in condizioni operative e non di test.
    Cioè calandole nel mio modo di fotografare. Che essendo mio, non può necessariamente valere per tutti.
    Ho anche aspettative specifiche che essenzialmente si riassumono nella pretesa di avere nello strumento mirrorless, qualche cosa che superi i limiti oramai raggiunti delle reflex.
    In particolare per quanto riguarda l'autofocus, la soluzione dei limiti di registrazione dell'autofocus degli obiettivi, la possibilità di avere raffiche elevate, lo scatto totalmente silenzioso senza limiti connessi. Tutte cose permesse solo dalla tecnologia del mirino elettronico e l'assenza di specchio.
    Ma non considero la mirrorless come una moda, un trend, una necessità, perchè mirrorless è nuovo, mentre reflex è vecchio.

    Ovviamente io parto dall'assunto difficilmente trascurabile dell'avere un corredo di ottiche ragguardevole e ben destinato alle mie esigenze, e due delle reflex migliori di tutti i tempi, la D5 e la D850.

    Ma dimentichiamoci Mauro e i suoi perchè e vediamo Nikon e le sue Z

    • le due macchine sono belle, sono delle vere Nikon, hanno un eccellente mirino, uno splendido display, una costruzione a tutta prova (sono fatte in Giappone), menù, comandi, ergonomia, qualità dei file sono quelli cui siamo abituati noi nikonisti
    • offrono un buon mix di qualità aggiuntive rispetto alle nostre reflex : autofocus a tutto frame (con 493 punti la Z7, 273 la Z6), autofocus efficiente anche nel video, scatto silenzioso, stabilizzatore IBIS sul sensore
    • memoria efficiente compatibile con la nuova generazione alle porte (XQD e CFExpress)
    • l'adattatore FTZ ha dimostrato inequivocabilmente di essere funzionale senza limitazioni di nessun tipo (al netto di incompatibilità di obiettivi non Nikon)

    ma

    • sono di impostazione tipicamente amatoriale
    • trascurano alcune impostazioni cui siamo abituati con le migliori reflex (comandi importanti come la regolazione di autofocus, modalità di raffica, modalità di esposizione, qualità dei file, bilanciamento del bianco sono possibili solo tramite menù o programmazione di altri tasti; hanno una sola scheda di memoria)
    • costano un botto (molto di più dei corrispondenti modelli reflex che idealmente sarebbero D610 e D750 e non D850 e D5)
    • sono di buon livello ma certamente non sono il top disponibile sul mercato e non sono reattive come le migliori reflex Nikon
    • rappresentano solo la prima generazione di mirrorless "serie" Nikon con la promessa che con gli obiettivi che verranno, arriveranno anche macchine adeguate

    perchè infatti

    • escono con un mix decente di obiettivi nuovi con il nuovo attacco
    • ma tutte le premesse del nuovo sistema partono dal nuovo attacco e il meglio verrà in futuro

    a quel punto sarà il sistema di ottiche disponibile che piloterà le vendite, con nuovi obiettivi di qualità eccezionale che non abbiamo mai avuto prima e che, soprattutto non saranno mai disponibili per le nostre reflex.

    Nikon-Z-mount-Nikkor-lens-roadmap.thumb.png.8d831486e34348878a4f22b0b5057b4a.png
    la prima roadmap della storia Nikon. Ottimo. Per cominciare !

    Intendiamoci, le Nikon Z6 e Z7 sono ben più evolute, funzionali e prestazionali delle prime relfex (penso con tenerezza e un filo di tristezza a quanto erano primitive le Nikon D70 e D100, prime reflex digitali di larga diffusione di Nikon). E per un fotografo comune (ma molto danaroso) ben adeguate ad ogni esigenza quotidiana.

    Ma è Nikon stessa che in questo momento le sta proponendo come complementari delle sue reflex e non sostitutive, almeno non in tutti i casi.
    Per ovvie ragioni difensive (continuare a vendere le proprie reflex) e perchè sostanzialmente è chiaro che non è ancora pronta a fare una sostituzione integrale del parco reflex (e ottiche) con il nuovo.

    E' in ritardo, sia in termini progettuali che di produzione industriale.

    Facilmente sarà a regime in 24-36 mesi.

    Quando saranno disponibili forse altre due generazioni di mirrorless Nikon (e della concorrenza che non starà certo a dormire), oltre, finalmente, alla conferma delle premesse dell'eccezionale (in potenziale) nuovo attacco Z.
    E Sony e Canon (che a me continuano ad interessare solo per decifrarne il trend, non perchè contempli la possibilità di cambiare) proporranno intanto altre e nuove proposte più evolute delle attuali.

    Quindi Mi compro una Nikon Z ?

    Se ami il nuovo e lo vuoi subito, si.
    Se hai tanti soldi da spendere in cose che facilmente tra 12-18 mesi costeranno molto ma molto di meno di oggi, si.
    Se poi non ti arrabbi se tra pochi mesi si comincia a parlare di modelli potenzialmente più adatti a te si.

    Ma soprattutto si, se ti servono ADESSO e le loro potenzialità vanno oltre quelle che ti permettono le tue reflex ADESSO.

    Ma attento che tante cose si possono fare meglio e più a buon mercato con le attuali reflex. Che generalmente costano di meno oppure ti offrono un valore intrinseco superiore.
    Facilmente con i tuoi obiettivi, se ne hai di buoni.

    Utilizzare le ottiche reflex con l'FTZ ?
    Si ma come soluzione palliativo, a lungo termine sarebbe un non senso.

    Paragoniamo la Z7 con la D850 ?

    Hanno lo stesso sensore.
    Ma una è il primo esempio della tecnologia del futuro ed è prodotta utilizzando massicciamente manodopera robotica (quindi potenzialmente molto meno costosa da produrre).
    L'altra è l'estrema evoluzione della capacità produttiva ed industriale di un costruttore che ha cambiato il modo di fotografare con la Nikon F 60 anni fa.
    Potranno mai costare la stessa cifra, non offrendo le stesse capacità di reazione nelle mani di un fotografo che se ne sappia servire ?

    Per me no, ma non ho la pretesa di poter rispondere per ognuno.

    Io, pur essendomi fatto prendere in un primo momento dall'entusiasmo, ho deciso di starmene in paziente attesa che Nikon proceda con il suo sviluppo senza la fretta di dover uscire a tutti i costi per decisioni strategiche difensive (comprensibili ma non del tutto azzeccate) e faccia le macchine e le ottiche che servono a me.

    Intanto cercherò di sfidare la tenuta degli otturatori delle mie reflex :)

    Modificato da Rudolf

    • Mi piace ! 1
    • Sono d'accordo 2



    Feedback utente

    Recommended Comments



    L'idea della previsualizzazione è intrigante anche perchè con le nostre Nikon selezionando manualmente il punto di messa a fuoco, in automatismo cambiano anche i dati di scatto perchè l'esposimetro è collegato. Quindi con il mirino elettronico si vedrebbe immediatamente la differenza e quanto dobbiamo compensare per raggiungere il risultato che vogliamo senza clippare. Tra l'altro con la d800 mi trovo molto spesso a compensare la lettura matrix con almeno +0.7 +1.3 perchè la macchina è molto conservativa ma non mi sono mai fidato di customizzare con questi valori il settaggio dell'esposimetro per paura di alterarne la funzionalità. Con le Z non sarebbe necessario ( o potrei farlo in sicurezza)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Ragazzi, non vorrei entrarci troppo a gamba tesa: ma per voi è così difficile trovare la corretta esposizione, nel senso quella che volete dare alla vostra immagine, da giustificare un investimento di migliaia di € per avere l'istogramma nel mirino?
    Io uso il matrix, ma sotto-sovra espongo con sistematicità. Spesso già il primo scatto - cioè non in base a quel che dice l'istogramma ma in base a quello che so dell'esposimetro.

    La pre-visualizzazione è quella nella mente del fotografo e non la visione in tempo reale dell'istogramma!

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Massimo Vignoli dice:

    Ragazzi, non vorrei entrarci troppo a gamba tesa: ma per voi è così difficile trovare la corretta esposizione, nel senso quella che volete dare alla vostra immagine, da giustificare un investimento di migliaia di € per avere l'istogramma nel mirino?
    Io uso il matrix, ma sotto-sovra espongo con sistematicità. Spesso già il primo scatto - cioè non in base a quel che dice l'istogramma ma in base a quello che so dell'esposimetro.

    La pre-visualizzazione è quella nella mente del fotografo e non la visione in tempo reale dell'istogramma!

    No no non è  difficile per carità. E no...per me non è sicuramente qualcosa che mi farà abbandonare reflex e ottiche F .

    La proprietà del display di farti vedere esattamente l'esito dello scatto l'ho chiamata previsualizzazione ma è solo una sovrapposizione linguistica: hai ragione nel definire la previsualizzazione come la capacità del fotografo di "visualizzare l'immagine" ma è più qualcosa di legato alla composizione e alla capacità di immaginarsi come si vuole lo scatto, quello che sarà anche l'esito finale dopo la postproduzione, piuttosto che solo qualcosa legato alla esposizione. Poi l'ho detto: sovraespongo praticamente sempre , espongo a destra, uso spesso anche la misurazione spot e si.....cerco di buttare il grigio medio esattamente dove deve stare e non in toni più alti o più bassi e cerco di massimizzare la gamma dinamica della macchina foto.  Il tutto da fotoamatore senza alcuna ambizione professionale, si intende......

     Per dirla tutta: la Z7 non fa per me. Con meno soldi si acquista oggi una d850 e come prezzi si avvicina alla Sony a9 che comunque, per chi ha il pallino dell'ultimo ritrovato della tecnica, è un prodotto già maturo e con un sistema di ottiche alle spalle.

    La Z6 potrebbe interessarmi in futuro più lontano, ma senza dover accrocchiare ottiche F su corpi Z perchè, diciamocelo, è un ripiego. Ma le mie esigenze sono piuttosto quelle di un padre di famiglia con la passione per la fotografia che quelle di chi ci lavora con la macchina foto, e peraltro non sono poi così sensibile all'ultima tecnologia disponibile. Mi rendo conto che con queste premesse se Nikon dovesse contare su di me ....fallirebbe. 

    Però rimane il fatto che se il mercato si sta spostando su questa tipologia di prodotti, cioè mirrorless e full frame, qualche vantaggio l'avranno per forza ( e sono quelli di cui in effetti si è discusso anche qui) e chi le usa già al posto delle reflex sostiene proprio la comodità di vedere in tempo reale proprio quello che sarà l'esito dello scatto sia come esposizione che come bilanciamento del bianco (lo so, utile prevalentemente al jpeg). Ho provato questa settimana una XT2  e accipicchia, pur preferendo ancora la visione del mirino ottico, devo dire che la quantità di informazioni utili a display (e la qualità del display stesso) è eccezionale. 

    Il valore di questi prodotti, per tornare al titolo dell'articolo e di questo thread di commenti, sta nell'offrire in salsa Nikon  qualcosa di completamente nuovo per Nikon ma che molti altri hanno già da tempo . Non è solo la stabilizzazione immagine, non è solo il sistema mirrorless , non solo la nuova baionetta, non solo l'EVF con i suoi vantaggi, non è solo un bel grip, non solo il minor peso,  etc etc. . L'insieme ne fa macchine destinate al successo commerciale, e lo saranno prevalentemente grazie all'acquisto dei tanti amatori che vedranno le potenzialità del nuovo sistema e non si faranno scrupoli a spendere i loro quattrini per acquistarle. Come oggi molti acquistano la d850 anche se gli basterebbe una d610 o  spendono (molti) soldi per ottiche esotiche per il vezzo di averle. I professionisti.....Beh io non lo sono quindi non lo so.........ipotizzo. Ma siccome tutti siamo professionisti in qualche settore perchè tutti facciamo un lavoro per il quale siamo pagati, anche se non è nella fotografia, ipotizzo che qualsiasi professionista scelga i suoi strumenti di lavoro perchè sono quelli utili allo scopo. Così penso che lo scatto completamente silenzioso faccia contenti tutti quelli che scattano in contesti delicati. Idem per le altre caratteristiche delle Z che qualcuno potrebbe trovare utili. Se queste caratteristiche esistono solo sulle z, anche qualche professionista le acquisterà. Non facciamo come ai tempi dell'autofocus quando Canon tirò fuori l'USM e noialtri si restò al palo per degli anni ....

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Matteo...come dire: se leggi qualcosa di ciò che abbiamo scritto qui su Nikonland.it e prima su .eu comprenderai che non abbiamo bisogno di essere motivati all' acquisto di una mirrorless.

    Ne sappiamo talmente da chiedere a Nikon delle caratteristiche ben più innovative di quelle dei modelli che tu hai come riferimento. 

    Grazie comunque per gli interventi.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    10 minuti fa, Matteo dice:

     

     

     

    Matteo capisco quello che vuoi dire. Tu hai provato una fuji per una settimana. Io l'ho scelta tre anni fa per motivi di peso e sono passato da FX a APS-C. Ho aspettato le nuove nikon e dalle caratteristiche e dalle prove fatte da altri non vedo il motivo per ripassare, adesso, a Nikon. Quello che z6 e z7 offrono esiste già: che si chiami previsualizzazione, o istogramma, o scatto silenzioso, o otturatore elettronico, o personalizzazioni della macchina o modalità di scatto, o possibilità di fare filmati al rallentatore o meno, stabilizzatore ecc.... esiste già e a costi molto più bassi.

    Quindi per ripassare a Nikon, mi aspetto molto di più a prezzi molto più bassi. Per me una Z6 non dovrebbe costare più di 1000 euro e massimo 1500 una z7, ... almeno per me. e lascio fuori il discorso degli obiettivi che anche lì non mi sembra vincente.

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 minuto fa, bergat dice:

    Quindi per ripassare a Nikon, mi aspetto molto di più a prezzi molto più bassi. Per me una Z6 non dovrebbe costare più di 1000 euro e massimo 1500 una z7, ... almeno per me. e lascio fuori il discorso degli obiettivi che anche lì non mi sembra vincente.

    Sono d'accordo, l'ho detto chiaramente che non la comprerò . Ma resto convinto che molti lo faranno perchè , pensandoci, molti credono che si la macchina a fare le foto e con uno/due obiettivi ci si faccia tutto. Il marketing di Nikon in questo momento ha come target quelle persone. Poi ricordiamo che i prezzi di Nikon sono sovrapponibili a quelli di Sony per cui che ha già le lenti ma vuole una ML prenderà Nikon. Invece per uno che si è acquistato  ieri una d850, dà valore a quello che già ha in corredo, fotografa da decenni (magari con formati diversi anche in analogico), possiede ottiche costose, difficilmente quei prodotti e quel target di prezzo saranno facili da digerire. Ciò detto, come qualcun altro ha già ricordato, è un periodo di transizione perchè sono le prime ML Nikon ad uscire... I prezzi sappiamo che sono destinati a scendere una volta sul mercato. 

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Matteo, non ti giustificare. Comprendo benissimo il discorso che stai facendo, lo condivido in larghissima parte e ti invito a continuare ad esprimerti liberamente su questi temi su Nikonland.

    E' verissimo che Nikon non ha reinventato la ruota del carro e che non propone quasi nulla di originale con queste macchine ma è altrettanto vero che sino ad oggi, nessuna delle "meraviglie" che attraggono nelle mirrorless era disponibile per Nikon.

    D'accordo, esistono da anni sia le Fujifilm che le Sony e le Olympus e le Panasonic.
    Ma nessuna di queste è una Nikon. Nessuna di queste funziona con obiettivi Nikon come siamo abituati noi.
    Nessuna di queste fa le cose che noi facciamo tutti i giorni con le nostre reflex.

    Il salto rispetto alla Nikon 1 J5 che rappresentava fino a poco tempo fa l'ultimo prodotto mirrorless Nikon, è epocale.

    Non sono il benchmark di mercato ma rispetto a D70 e D100 - le prime reflex digitali Nikon - sono oggetti perfettamente ben disegnati (rivedendo le foto della D100 mi è venuto il magone ! Ma come ho fatto ad usarla ? Boh, mi domando io. E come ho fatto a spendere milioni per la Coolpix 990 ? ... :( ). 

    E secondo me venderanno parecchio. Molta gente valuterà che è la soluzione ai suoi bisogni. In casa Nikon. Senza nemmeno la necessità di imparare le lingue straniere :sorriso:

    • Primo premio ! 1
    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, Rudolf dice:

    Matteo, non ti giustificare. Comprendo benissimo il discorso che stai facendo, lo condivido in larghissima parte e ti invito a continuare ad esprimerti liberamente su questi temi su Nikonland.

    Grazie mille Rudolf. Complimenti per Nikonland: tutti gli articoli sono ben fatti ed originali, equilibrati, supportati molto bene tecnicamente e mi  piace molto che si parli anche di prodotti non Nikon valorizzandone pregi e difetti. 

    2 ore fa, Rudolf dice:

    Non sono il benchmark di mercato ma rispetto a D70 e D100 - le prime reflex digitali Nikon - sono oggetti perfettamente ben disegnati

    Mi permetto di dire che secondo me si tratta sempre e comunque di prodotti di altissimo livello tecnologico, e questo fatto non è trascurabile nel considerare in senso positivo l'impatto commerciale di questi prodotti. Un utente medio , diciamo qualcuno che vuole Nikon per aver già avuto prodotti del marchio , troverà nella Z6 un prodotto a tutto tondo, riconoscibile e ben rifinito, ad un prezzo tutto sommato allineato alla concorrenza. E potrà usare le ottiche che ha già. ll rookie troverà un prodotto solido ed alternativo alle Sony. Sì ne venderanno molte .

    Prometto di non annoiare più....... :)

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    Il 16/9/2018 at 21:10, Massimo Vignoli dice:

    Ragazzi, non vorrei entrarci troppo a gamba tesa: ma per voi è così difficile trovare la corretta esposizione, nel senso quella che volete dare alla vostra immagine, da giustificare un investimento di migliaia di € per avere l'istogramma nel mirino?
    Io uso il matrix, ma sotto-sovra espongo con sistematicità. Spesso già il primo scatto - cioè non in base a quel che dice l'istogramma ma in base a quello che so dell'esposimetro.

    La pre-visualizzazione è quella nella mente del fotografo e non la visione in tempo reale dell'istogramma!

    Certamente, non si cambia macchina per avere l'istogramma nel mirino .. se avessi scritto una cosa del genere avrei scritto una sciocchezza. Lo scatto silenzioso, il non oscuramente del mirino e l'istogramma sono caratteristiche notevoli di questo nuovo sistema e chi, prossimamente, avrà per le mani una Z7 o Z6 ne beneficerà sicuramente.

    Riguardo all'utilizzo pratico dell'istogramma dipende dall'utilizzo che ognuno di noi ne fa, al di la del matrix o meno. Se faccio foto naturalistiche dove, il più delle volte, ho il tempo di piazzare il cavalletto e di settare la macchina in atteso dell'evento che mi interessa l'istogramma nel mirino non è così essenziale ma .. se faccio fotografia di viaggio e sono in un villaggio dove mi si potrebbe presentare l'opportunità di entrare in una casa/capanna e scattare non più di una o due immagini in pochi istanti ed in un ambiente di cui non conosco l'illuminazione (luce che filtra, fuoco acceso ecc) avere l'esposizione reale nel mirino può fare la differenza, almeno per me. 

    Beninteso ... fino allo scorso anno utilizzavo la 810, le foto le facevo ugualmente, ora è più facile, la percentuale d'errore si riduce.  

     

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×