Vai al contenuto
  • Rudolf
    Rudolf

    Mi compro una Nikon Z ?

    Mi compro una Nikon Z ?

    nikon-z-mount-z-6-z-7-mirrorless-camera-pre-order-buy.thumb.jpg.b6101fae9996d3b81edc8e28acc05216.jpg
    le due monelle Nikon, rivoluzionarie ? No. Reinvenzione del concetto di mirrorless ? No

    E' certamente uno degli interrogativi che si stanno ponendo molti nikonisti in questo momento e per i mesi a venire sarà certamente uno dei dibattiti più frequenti.
    La risposta non è univoca, non è immediata, dipende da caso a caso, principalmente dalle esigenze, dalle aspettative, dal livello e dai generi fotografici praticati dai singoli interessati.

    Beninteso, io le ho viste giusto per pochi minuti il 28 agosto. Aspetto di provarne una più a fondo per un periodo adeguato di tempo in condizioni operative e non di test.
    Cioè calandole nel mio modo di fotografare. Che essendo mio, non può necessariamente valere per tutti.
    Ho anche aspettative specifiche che essenzialmente si riassumono nella pretesa di avere nello strumento mirrorless, qualche cosa che superi i limiti oramai raggiunti delle reflex.
    In particolare per quanto riguarda l'autofocus, la soluzione dei limiti di registrazione dell'autofocus degli obiettivi, la possibilità di avere raffiche elevate, lo scatto totalmente silenzioso senza limiti connessi. Tutte cose permesse solo dalla tecnologia del mirino elettronico e l'assenza di specchio.
    Ma non considero la mirrorless come una moda, un trend, una necessità, perchè mirrorless è nuovo, mentre reflex è vecchio.

    Ovviamente io parto dall'assunto difficilmente trascurabile dell'avere un corredo di ottiche ragguardevole e ben destinato alle mie esigenze, e due delle reflex migliori di tutti i tempi, la D5 e la D850.

    Ma dimentichiamoci Mauro e i suoi perchè e vediamo Nikon e le sue Z

    • le due macchine sono belle, sono delle vere Nikon, hanno un eccellente mirino, uno splendido display, una costruzione a tutta prova (sono fatte in Giappone), menù, comandi, ergonomia, qualità dei file sono quelli cui siamo abituati noi nikonisti
    • offrono un buon mix di qualità aggiuntive rispetto alle nostre reflex : autofocus a tutto frame (con 493 punti la Z7, 273 la Z6), autofocus efficiente anche nel video, scatto silenzioso, stabilizzatore IBIS sul sensore
    • memoria efficiente compatibile con la nuova generazione alle porte (XQD e CFExpress)
    • l'adattatore FTZ ha dimostrato inequivocabilmente di essere funzionale senza limitazioni di nessun tipo (al netto di incompatibilità di obiettivi non Nikon)

    ma

    • sono di impostazione tipicamente amatoriale
    • trascurano alcune impostazioni cui siamo abituati con le migliori reflex (comandi importanti come la regolazione di autofocus, modalità di raffica, modalità di esposizione, qualità dei file, bilanciamento del bianco sono possibili solo tramite menù o programmazione di altri tasti; hanno una sola scheda di memoria)
    • costano un botto (molto di più dei corrispondenti modelli reflex che idealmente sarebbero D610 e D750 e non D850 e D5)
    • sono di buon livello ma certamente non sono il top disponibile sul mercato e non sono reattive come le migliori reflex Nikon
    • rappresentano solo la prima generazione di mirrorless "serie" Nikon con la promessa che con gli obiettivi che verranno, arriveranno anche macchine adeguate

    perchè infatti

    • escono con un mix decente di obiettivi nuovi con il nuovo attacco
    • ma tutte le premesse del nuovo sistema partono dal nuovo attacco e il meglio verrà in futuro

    a quel punto sarà il sistema di ottiche disponibile che piloterà le vendite, con nuovi obiettivi di qualità eccezionale che non abbiamo mai avuto prima e che, soprattutto non saranno mai disponibili per le nostre reflex.

    Nikon-Z-mount-Nikkor-lens-roadmap.thumb.png.8d831486e34348878a4f22b0b5057b4a.png
    la prima roadmap della storia Nikon. Ottimo. Per cominciare !

    Intendiamoci, le Nikon Z6 e Z7 sono ben più evolute, funzionali e prestazionali delle prime relfex (penso con tenerezza e un filo di tristezza a quanto erano primitive le Nikon D70 e D100, prime reflex digitali di larga diffusione di Nikon). E per un fotografo comune (ma molto danaroso) ben adeguate ad ogni esigenza quotidiana.

    Ma è Nikon stessa che in questo momento le sta proponendo come complementari delle sue reflex e non sostitutive, almeno non in tutti i casi.
    Per ovvie ragioni difensive (continuare a vendere le proprie reflex) e perchè sostanzialmente è chiaro che non è ancora pronta a fare una sostituzione integrale del parco reflex (e ottiche) con il nuovo.

    E' in ritardo, sia in termini progettuali che di produzione industriale.

    Facilmente sarà a regime in 24-36 mesi.

    Quando saranno disponibili forse altre due generazioni di mirrorless Nikon (e della concorrenza che non starà certo a dormire), oltre, finalmente, alla conferma delle premesse dell'eccezionale (in potenziale) nuovo attacco Z.
    E Sony e Canon (che a me continuano ad interessare solo per decifrarne il trend, non perchè contempli la possibilità di cambiare) proporranno intanto altre e nuove proposte più evolute delle attuali.

    Quindi Mi compro una Nikon Z ?

    Se ami il nuovo e lo vuoi subito, si.
    Se hai tanti soldi da spendere in cose che facilmente tra 12-18 mesi costeranno molto ma molto di meno di oggi, si.
    Se poi non ti arrabbi se tra pochi mesi si comincia a parlare di modelli potenzialmente più adatti a te si.

    Ma soprattutto si, se ti servono ADESSO e le loro potenzialità vanno oltre quelle che ti permettono le tue reflex ADESSO.

    Ma attento che tante cose si possono fare meglio e più a buon mercato con le attuali reflex. Che generalmente costano di meno oppure ti offrono un valore intrinseco superiore.
    Facilmente con i tuoi obiettivi, se ne hai di buoni.

    Utilizzare le ottiche reflex con l'FTZ ?
    Si ma come soluzione palliativo, a lungo termine sarebbe un non senso.

    Paragoniamo la Z7 con la D850 ?

    Hanno lo stesso sensore.
    Ma una è il primo esempio della tecnologia del futuro ed è prodotta utilizzando massicciamente manodopera robotica (quindi potenzialmente molto meno costosa da produrre).
    L'altra è l'estrema evoluzione della capacità produttiva ed industriale di un costruttore che ha cambiato il modo di fotografare con la Nikon F 60 anni fa.
    Potranno mai costare la stessa cifra, non offrendo le stesse capacità di reazione nelle mani di un fotografo che se ne sappia servire ?

    Per me no, ma non ho la pretesa di poter rispondere per ognuno.

    Io, pur essendomi fatto prendere in un primo momento dall'entusiasmo, ho deciso di starmene in paziente attesa che Nikon proceda con il suo sviluppo senza la fretta di dover uscire a tutti i costi per decisioni strategiche difensive (comprensibili ma non del tutto azzeccate) e faccia le macchine e le ottiche che servono a me.

    Intanto cercherò di sfidare la tenuta degli otturatori delle mie reflex :)

    Modificato da Rudolf

    • Mi piace ! 1
    • Sono d'accordo 2



    Feedback utente

    Recommended Comments



    infatti:

    la stessa analisi che ho fatto tre settimane fa con la speranza che tra annuncio/presentazione e commercializzazione passasse meno del tempo che oggi continua ad allungarsi prima di vedere esemplar definitivi.

    Come avevo già scritto Z7 e Z6 saranno un naturale passaggio al mirrorless di quegli utenti (e sono ancora tanti) che fino ad oggi scattavano con la prima DSLR FX, la D700 o addirittura ancora con macchine DX della vecchia generazione, come le D300 o le prime D7000

    Perchè chi nel frattempo su DX si sia evoluto verso D500 - D7200/7500 e su FX sia approdato alla serie 8xx oppure alle D4/D5, dotandosi pertanto di corredi ottici di eccellenza, come presupposto dell'utilizzo di quei corpi reflex, ASPETTERA'  che i corredi ottici disponibili su Z e i corpi macchina necessarii al suo scopo, siano DISPONIBILI.

    Disponibilità è la parola chiave per il mercato: oggi come sempre.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Il problema sostanziale è che costano un botto, sono di impostazione amatoriale, hanno un gran potenziale che si svilupperà ma che porterà ad un deprezzamento spaventoso di questi neo modelli, quindi un pessimo investimento nel tempo.

    Io sono ancora convinto che questo sistema di autofocus se non avrà un elemento di aiuto esterno, non potrà raggiungere la reattività e le capacità predittive delle reflex, quindi a mio avviso se nel professionale vogliamo andare soppiantando definitivamente le reflex, dovranno inventare un sistema secondario di messa a fuoco dedicato solo a quello.

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sicuro che mi compro una Nikon Z, il mio passaggio al FF sarà con la Nikon Z. Ma non ora.
    Ora preferisco ricostruire tutto il corredo reflex aps-c, partendo dalla D500. Questa è la priorità al momento. Ancora le Z le conosciamo solo sulla carta: piacciono, pare che funzionino molto bene, il programma di investimenti di Nikon ci infonde fiducia per il futuro, sicuramente. Ma sono apparecchi nuovi, non ne conosciamo i limiti e gli eventuali difetti. Non ne farei una questione di prezzo (la Z6 in kit è allineata al mercato) ma vogliamo conoscerle meglio, saperne di più. Però mi piacciono molto, aspettero (e sarà dura) magari anche l'annuncio di modelli maggiormente "definitivi".

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Beati voi che avete tutte queste certezze! o.O

    Concordo ovviamente che con le disamine che avete fatto, quelle desunte dai dati di targa, a tavolino, e quelle effettuate dopo il breve test durante la presentazione, e credo che in molti aspetti siano vicine alla realtà.

    Ma da qui ad ipotecare ciò che sarà - o che potrebbe essere - il vostro feeling sul campo, diciamo così, con una Z in mano davanti ai vostri soggetti preferiti mi sembra un po' prematuro.

    Perché delle due l'una:

    - o si tratta di macchine che grazie alla loro tecnologia potranno porteranno reali benefici per le specifiche prestazioni che esse possono garantire e su cui le reflex sono oggi cedenti,

    - o si tratta di una colossale trovata pubblicitaria di Nikon per incrementare i propri fatturati di vendita.

    E' ovvio che leggendo le caratteristiche tecniche si può già da oggi scommettere su ciò che le Z potranno o non potranno aggiungere al proprio modo di fotografare, e che si tratta per forza di cose di prodotti suscettibili di enormi sviluppi in futuro (e guai se non fosse così), ma da qui ad affermare ADESSO il proprio entusiasmo o il proprio totale interesse mi sembra che ce ne corra.

    Chissà, magari provandole per un po' si potranno scoprire pregi e caratteristiche del tutto inaspettate.

    Come quando abbiamo incontrato sul suo posto di lavoro quella ragazza dal tono dimesso e dall'aspetto un po' insignificante, e l'abbiamo poi ritrovata il sabato sera truccata e vestita a ballare in modo sensuale sulla pista di un locale alla moda... :marameo:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Sarebbe certamente bello. Per questo ne ho chieste un paio in prova. Per quando le avranno disponibili, senza dubbio, e senza fretta. :marameo:

    Ribadisco il concetto in una sola pillola : belle sono belle, funzionare, funzionano. Ma rispetto a quello che Nikon ci ha offerto e ci offre sinora, per quei soldi, io pretendo il benchmark di mercato.
    E che queste Nikon Z di prima generazione siano il benchmark di mercato sfido ad affermarlo persino i dipendenti Nikon.
    Che usciranno entro 12-18-24 mesi nuovi modelli che faranno svilire il valore di questi primi esemplari di Z (ricordi la Nikon V1 ?), anche questo è già certo e già stabilito.

    Poi, per carità, ognuno i propri soldi li impiega come crede. Chi è convinto del fatto suo, si troverà benissimo con queste Nikon Z. Non voglio scoraggiare nessuno, solo far riflettere.
    Io a metà prezzo la stupidata la farei ;)

    PS : abbiamo l'esperienza recente della D850. Entusiasmante sulla carta, prestazioni effettive superiori alle attese. Coda alle casse per un anno !

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Per come la vedo io abbiamo 9 mesi di gestazione scarsi prima di entrare definitivamente nel futuro. Ad agosto 2019 avremo almeno il doppio delle lenti Z nei negozi. oltre alla Z8 o comunque si chiamerà la ML Pro di Nikon. A quel punto sarà più facile fare il cambio di sistema.
    Peccato che una Z6 + FTZ + 24-70 f4 viaggerà sui 3000 euro, e se sommo a questo un'eventuale incompatibilità con lenti Sigma e Tamron ecco che il costo del passaggio al nuovo innesto diventa tutt'altro che indolore.
    Per non citare l'inevitabile svalutazione dei questi primi modelli appena Nikon sfornerà la seconda generazione Z.

    In questo senso sono facilitati i Canonisti, persino quelli passati a Sony, in molti hanno mantenuto le lenti Canon e possono decidere di mollare gli accrocchi e tornare ad usarle al 100% con la Eos R.

     

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    33 minuti fa, Sakurambo dice:

    ...e se sommo a questo un'eventuale incompatibilità con lenti Sigma e Tamron ecco che il costo del passaggio al nuovo innesto diventa tutt'altro che ...

     

    In quanto a Sigma + ftz non mi pare di aver letto di incompatibilità.  Tamron al momento ha tre obiettivi utili. Ma per fortuna del tutto sostituibili con Art o Nikon... Non mi :lehoprese: più di tanto.

    Io mi sento avvantaggiato rispetto a utenti Canon e Sony: posseggo il meglio delle attrezzature reflex Nikon.

    Siete emotivissimi

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    I Sigma vanno bene con l'FTZ. Ma a regime si dovrà cogliere il vantaggio del nuovo attacco Z.
    Altrimenti meglio continuare ad usare le reflex.

    Insomma, dubito che su una Z7 il mio Sigma 135/1.8 possa andare meglio che sulla mia D850.
    Certo, potrò mettere a fuoco anche nell'angolo sinistro in alto a mirino, mentre con la D850 posso farlo solo con soggetti immobili e solo su treppiedi.
    Questi sono i vantaggi della Z7, innegabili.
    Ma gli altri si estrinsecheranno solo con gli obiettivi nuovi.
    Sui cui prezzi nulla sappiamo ma mi aspetto una escalation rispetto agli attuali da reflex.

    La questione però io la limiterei ai due corpi attualmente in vendita. Il passaggio alla Z credo che sarà obbligato per la maggior parte di noi.

    Solo che si sta dicendo che forse sarà meglio non farlo con la D100 ma almeno con la D700 ;) 

     

    @Max : l'emotività ci sta tutta in questo caso. Non siamo mica professionisti razionali che badano solo alla fattura senza IVA. Noi amatori, siamo ! L''amore coinvolge esclusivamente la sfera emotiva  :supermarameo:

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Tutto condivisibile, tutto ragionevole .. se avessi ancora nikon farei lo stesso, aspetterei almeno la seconda generazione in quanto D850 e D5 sono ancora il top, in casa nikon e non solo.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    1 ora fa, Rudolf dice:

    I Sigma vanno bene con l'FTZ. Ma a regime si dovrà cogliere il vantaggio del nuovo attacco Z.
    Altrimenti meglio continuare ad usare le reflex.

    Insomma, dubito che su una Z7 il mio Sigma 135/1.8 possa andare meglio che sulla mia D850.
    Certo, potrò mettere a fuoco anche nell'angolo sinistro in alto a mirino, mentre con la D850 posso farlo solo con soggetti immobili e solo su treppiedi.
    Questi sono i vantaggi della Z7, innegabili.
    Ma gli altri si estrinsecheranno solo con gli obiettivi nuovi.
    ...

    Infatti.

    Sorge nuovamente spontanea una domanda che tu hai posto il giorno in cui ho ordinato la mia D850, questa:

    ed alla quale, in tempi non sospetti rispetto le notizie (che non trapelavano) sulle Nikon Z, a fine luglio ho risposto così

    Se i vantaggi di una mirrorless siano quelli che sottolinei già presenti sulla struttura di una Z6 o Z7 odierna (al netto delle nuove ottiche), il dado è tratto:

    dovete comprarle già da oggi.

    Se vi fate ...bastare le D850 D5 e D500, beh allora... capisco aspettiate gli obiettivi.

    Perchè francamente, delle prestazioni in reale utilizzo, del nuovo sistema autofocus, dobbiamo dire di non poterne ancora parlare.

    Aspettiamo prima di provare da noi queste due nuove macchine.

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Da felice possessore di una d800 , nonchè da fotografo "della domenica" sono sicuro che investirò gli stessi soldi di una Z in viaggi/cultura, lenti o magari approfitterò di qualche d810/d850 lasciata in conto vendita per l'acquisto delle nuove Z da chi è più interessato alla tecnologia. Poi, per carità ...quando sarà certo che la stabilizzazione funziona, che l'AF è effettivamente migliore di quanto offrano oggi le migliori Nikon, ma soprattutto quando Nikon sfornerà ottiche native per z equivalenti alle attuali Sigma o Nikon per reflex e da usare senza adattatori... valuterò l'acquisto. Per adesso se proprio preferisco acquistare lenti...in attacco F. :)

    Francamente per le mie esigenze potrei comodamente scattare ancora pellicola BN e sviluppare in casa che per me sarebbe lo stesso :) 

    Scusate se sono antico...........

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    A me lo scatto silenzioso farebbe moooolto comodo. Ma deve essere in una macchina che mette a fuoco meglio della D5, che monta una batteria come la D5 (cioè ci fotografo a -20 per diverse ore), che è reattiva come la D5, che ha i comandi come la D5, che sopporta tutto sorridendo come la D5.

    Forse si chiama Z5? Ahhhhh.... non c’è ancora!

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    12 ore fa, Massimo Vignoli dice:

    A me lo scatto silenzioso farebbe moooolto comodo. Ma deve essere in una macchina che mette a fuoco meglio della D5, che monta una batteria come la D5 (cioè ci fotografo a -20 per diverse ore), che è reattiva come la D5, che ha i comandi come la D5, che sopporta tutto sorridendo come la D5.

    Forse si chiama Z5? Ahhhhh.... non c’è ancora!

    Intanto vediamo come va questa, quando me la mandano :)

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    17 ore fa, Rudolf dice:

    I Sigma vanno bene con l'FTZ. Ma a regime si dovrà cogliere il vantaggio del nuovo attacco Z.
    Altrimenti meglio continuare ad usare le reflex.

    ...

    Ma sì, è così. Vorrei vedere quanti di noi andrebbero in giro per strada, a cerimonie, ad eventi sportivi, ecc., con quel tamburlano di FTZ fra il corpo e l'obiettivo...

    Se passi ad un nuovo attacco perché ritieni quella fotocamera migliore rispetto alla tua attuale reflex, non puoi prescindere dall'utilizzare i suoi obiettivi, studiati ad hoc e probabilmente più performanti in kit con essa.

    L'FTZ lo vedo come un male necessario per iniziare ad usare la Z con le lenti in proprio possesso non avendo ancora la disponibilità di quelle S.

    • Mi piace ! 1
    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Gli adattatori, buoni o meno che siano, sempre lo stesso lavoro fanno.. adattano tra loro corpi e lenti tecnicamente non compatibili.
    Nello specifico, per chi vuole lunghi tele, è l'unica opzione per i prossimi 18/24 mesi visto che un 70/200 f2.8 è l'unico tele previsto nella roadmap Nikon Z.
     

    • Mi piace ! 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    il vantaggio del tiraggio corto, sara' maggiormente evidente sulle focali corte progettate per la baionetta Z.
    Un 300mm con l'adattatore ed un 300mm nativo per attacco Z non saranno dissimili nelle prestazioni, anzi probabilmente li costruiranno semplicemente allungando la parte posteriore della lente in modo da inglobare l'adattatore,  a meno di altri progressi tecnologici che poco hanno a che vedere col tiraggio. ..... ;)

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Se c'è qualcosa di incomprimibile anche nel mondo mirrorless quelli sono e saranno i tele ed i telezoom.

    Quindi calma e gesso: il Nikon FTZ non è un male per obiettivi come i 200-500mm i 300 e 400/2,8 ed i 500/4

    Può diventare un fastidio per i mediotele e gli zoom 70-200 i quali sono già un programma su Z-bay 

    In ogni caso chi leggo protestare su queste pagine non possiede obiettivi di queste categorie ma può benissimo farsi bastare quelli attualmente presenti e quelli promessi entro il 2019. Se volete ammetterlo.

    A me disturba l'assenza di superwide e di wide f/1,4 che posseggo ed uso su reflex.

    Per cui aspetto con tanta curiosità sia il 14-30 annunziato, tanto quanto le risposte di Yamaki San alle nostre domande.

    Tamron per quanto mi riguarda può riprendere a fare lenti per Zenza Bronica...peccato non ne facciano più...

    E Nikon DEVE trasporre in Z tutti i suoi attuali migliori F:

    - 19/4 pc-e

    - 28/1,4

    - 105/1,4

    - 300/4 pf

    E realizzare con estrema urgenza su Z-bay due o tre cose che mancano anche su F:

    - obiettivi macro

    - uno standard f/1,4 di riferimento

    - una Z underwater

    Se Francesco fotografasse, userebbe Nikon Z e sono certo che chiederebbe le stesse cose 

    1028016948_85K_30332.thumb.JPG.cb646890af289609e60cde578b944068.JPG

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    5 ore fa, Pedrito dice:

    Se passi ad un nuovo attacco perché ritieni quella fotocamera migliore rispetto alla tua attuale reflex, non puoi prescindere dall'utilizzare i suoi obiettivi, studiati ad hoc e probabilmente più performanti in kit con essa.

    L'FTZ lo vedo come un male necessario per iniziare ad usare la Z con le lenti in proprio possesso non avendo ancora la disponibilità di quelle S.

    .. anche secondo me è come dici tu

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    5 ore fa, Pedrito dice:

    Se passi ad un nuovo attacco perché ritieni quella fotocamera migliore rispetto alla tua attuale reflex, non puoi prescindere dall'utilizzare i suoi obiettivi, studiati ad hoc e probabilmente più performanti in kit con essa.

    L'FTZ lo vedo come un male necessario per iniziare ad usare la Z con le lenti in proprio possesso non avendo ancora la disponibilità di quelle S.

    Concordo con te ma a vedere la roadmap ho l'impressione che in certi casi sarà un male a lungo termine, quantomeno fino al 2021... questo mi fa dubitare anche che vedremo più di tante mirrorless alle olimpiadi di Tokyo, anzi, in casa Nikon mi sa che le lunche focali saranno ancora appannaggio delle reflex con la... D6?

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Io mi aspetto una accelerazione nei tempi rispetto alla roadmap, se le vendite andranno bene.
    Dubito ancora invece che ci saranno grandi immissioni di nuovi obiettivi Nikon F.

    Lo scopo sarà quello di far desiderare di acquistare una Z.

    E' una transizione che ci accompagnerà per i prossimi 5 anni.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Secondo me la vera rivoluzione (per Nikon - altri brands già la hanno) sarà la stabilizzazione immagine in camera . Chi fa matrimoni o si trova a gestire scatti in condizione di luminosità non controllabile sarà contento di avere lo stabilizzatore con qualsiasi lente pur mantenendo l'effetto ottico a mirino . Già 3 stop di differenza serebbe una benedizione per questi usi a mio avviso e penso che molti professionisti lo riterranno un plus , sicuramente da valutare anche in assenza di ottiche Z-native molto luminose se l'FTZ funziona come annunciato. Se poi contiamo la possibilità di pre-vedere l'immagine prima di premere il pulsante di scatto, direi che per alcuni usi (mano libera soggetti statici e/o in lento movimento e condizioni di illuminazione non controllabili) questo è già un grande vantaggio e un ottimo motivo per acquistare la macchina anche subito. 

    Dipende se uno scatta così.........

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    2 ore fa, Matteo dice:

    Secondo me la vera rivoluzione (per Nikon - altri brands già la hanno) sarà la stabilizzazione immagine in camera . Chi fa matrimoni o si trova a gestire scatti in condizione di luminosità non controllabile sarà contento di avere lo stabilizzatore con qualsiasi lente pur mantenendo l'effetto ottico a mirino . Già 3 stop di differenza serebbe una benedizione per questi usi a mio avviso e penso che molti professionisti lo riterranno un plus , sicuramente da valutare anche in assenza di ottiche Z-native molto luminose se l'FTZ funziona come annunciato. Se poi contiamo la possibilità di pre-vedere l'immagine prima di premere il pulsante di scatto, direi che per alcuni usi (mano libera soggetti statici e/o in lento movimento e condizioni di illuminazione non controllabili) questo è già un grande vantaggio e un ottimo motivo per acquistare la macchina anche subito. 

    Dipende se uno scatta così.........

     

    Io non so come fanno i matrimoni gli altri, ma lo stabilizzatore è una delle cose più superflue che si possano avere, perché se devo garantire gli scatti dinamici, seppur lenti, alzo gli iso ed uso tempi di sicurezza, non per la mia mano, ma per fermare il soggetto, inoltre dipende da quanto tempo richiede l’assestamento della stabilizzazione perché se vedo una cosa mi giro di colpo e colgo l’attimo, gli stabilizzatori non dedicati allo sport, ti donano uno scatto mosso a qualunque tempo di sicurezza.

    Allo stato attuale delle cose l’unico vantaggio del sistema sta nel tiraggio corto, perché anche la previsualizzazione dello scatto, se escludiamo i lag di scatto, un professionista non ne ha bisogno, sa esattamente cosa sta scattando.

    Io credo che la macchina potrà essere un buon complemento a ciò che già esiste, ma non a quei prezzi, non per chi deve fare i conti a fine mese, per il professionista esigente, ci vedo una utilità solo per chi fa architettura ed arredamenti, dove i grandangolari a tiraggio corto sono e saranno proprio su un altro pianeta.

    • Sono d'accordo 1

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti
    3 ore fa, Dario Fava dice:

    o non so come fanno i matrimoni gli altri, ma lo stabilizzatore è una delle cose più superflue che si possano avere, perché se devo garantire gli scatti dinamici, seppur lenti, alzo gli iso ed uso tempi di sicurezza, non per la mia mano, ma per fermare il soggetto

    Senza polemica..non ho mica detto che la stabilizzazione serve per congelare il soggetto....è ovvio che serve per limitare il MICROmosso , non certo per altro, se il tempo di posa è incongruo rispetto al movimento del soggetto, il soggetto è mosso. Ciò detto avendola usata con altri brands posso dire che la stabilizzazione sul sensore è utile e comoda, a patto di sapere quando utilizzarla, per cui mi fa piacere vederla anche sui nuovi corpi Nikon Z :) ; non me ne faccio nulla nel paesaggio con  macchina su treppiede ma è proprio a mano libera che torna utile e con poca luce. 

    3 ore fa, Dario Fava dice:

    anche la previsualizzazione dello scatto, se escludiamo i lag di scatto, un professionista non ne ha bisogno, sa esattamente cosa sta scattando.

    Mah.... non sono professionista ma ricordo che sono esistiti i dorsi polaroid per le medio formato e sicuramente non servivano a distribuire foto ricordo ai presenti...come anche gli esposimetri esterni.......Sekonic è ancora in attività se non mi sbaglio. Poi per carità....anche un completo non professionista come me in condizioni di luce/illuminazione costante sarebbe capace di centrare l'esposizione...basta fare una sola foto di prova anche in manuale (beato chi inventò l'ago del galvanometro) eventualmente compensando.........Poi per carità......in esterno se siamo aficionados della regoletta  "sunny f/16" (e simili) calcoliamo al volo a mente, magari impostiamo anche la macchina con la telepatia..... :)

    Dai su ragazzi, è per ridere........troviamogli qualcosa di buono a queste nuove Nikon sennò che ce le hanno fatte a fare ? :)

     

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti

    Anche secondo me la pre-visualizzazione dell'esposizione è importante ed in alcuni contesti potrebbe essere anche determinante mentre in altri lo è sicuramente meno; comunque è meglio avercela. Nelle mie macchine l'istogramma è settato sempre in primo piano, poi con un pulsante lo posso fare sparire nel caso non mi serva più.

    Condividi questo commento


    Link al commento
    Condividi su altri siti



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×