Jump to content
  • Parsifal
    Parsifal

    Nikon D500 : pronta a tutto (test/prova/review)

    Sign in to follow this  

    Ancora una volta, grazie alla disponibilità di Newoldcamera che ringraziamo calorosamente, abbiamo la possibilità di provare in anteprima la macchina del momento : la Nikon D500.

    Se chiudi gli occhi e indugi con la mano sul pentaprisma della nuova Nikon D500 non sapresti dire se è una D3 o una D4 ... addirittura una D5.
     
    Perchè è freddo, liscio, sinuoso, senza interruzioni.
     
    Soprattutto perchè non ha la calottina superiore in plastica per racchiudere l'odioso flashettino buono al più per far partire un flash remoto con i segnali luminosi !
     
    Immagine Allegata: D8X_1126.jpg
     
    Già, il pentaprisma della Nikon D500 è il suo biglietto da visita. E' da vera ammiraglia sia sul lato superiore (tutto in metallo) che da quello posteriore (oculare circolare come le ammiraglie e tendina comandata da una leva in metallo).
     
    Soprattutto ha un ingrandimento 1x che riproduce la scena inquadrata quasi come una ammiraglia full-frame.
     
    Immagine Allegata: D8X_1129.jpg
     
    l'altro biglietto da visita è il display posteriore mobile e basculante.
     
    Bello grande, robusto, con un telaio solido, ben di più di quello un pò sottile della Nikon D750 che rispecchia anche in quello la sua anima consumer.
     
    Ma specialmente touch.
     
    Real-man don't use a touch screen ...
    in verità una volta che lo provi (o almeno, che provi questo) ti chiedi ma perchè non l'hanno fatto prima.
     
    Con il touch screen si può scegliere il punto di messa a fuoco, si possono sfogliare le immagini, si possono ingrandire e muovere all'interno del dispaly.
     
    E poi questo nuovo display è fedele, chiaro, bello. Le immagini ti sembrano già spettacolari senza dover immaginare come saranno nel monitor grande di casa.
     
    Degli altri dettagli della nuova macchina si è parlato più diffusamente già in rete sin dalla presentazione.
     
    La nuova posizione del tasto ISO, comandabile con l'indice e il pollice della stessa mano, senza togliere l'occhio dal mirino
     
    Immagine Allegata: D8X_1125.jpg
     
    con il tasto MODE (che in realtà la maggior parte di noi usa pochissimo, una volta a sessione, e magari nemmeno) che invece si è spostato sulla calottina alla sinistra della fotocamera.
     
    Immagine Allegata: D8X_1127.jpg
     
    La Nikon D500 ha tutti i comandi fisici ben dimensionati, con tasti singoli e non a doppia o tripla funzione, almeno per le principali funzioni di controllo.
     
    Immagine Allegata: D8X_1128.jpg
     
    le connessioni sono complete.
     
    Abbiamo finalmente la presa USB 3.0, sinora disponibile solo sulle D8X0 (presente anche sulla D5).
     
    La D500 ha anche il wi-fi e il Blu Tooth integrati.
     
    Immagine Allegata: D8X_1124.jpg
     
    nel comparto memorie, sono presenti un alloggiamento per memorie SD anche di tipo UHS-II e uno per memorie XQD, le più prestanti di tipo 2.0
     
    Per il resto il corpo è analogo a quello della Nikon D810, solo l'impugnatura un pò più sottile ma non tanto quella della Nikon D750.
    C'è il joistick aggiuntivo per il punto di messa a fuoco.
    Un paio di tasti funzione programmabili in più.
    Il display superiore è dello stesso tipo, con le stesse informazioni, delle stesse dimensioni (e non ridotto come quello della D750 e della D7200).
     
    Stessa sensazione di robustezza. Magari non a livello della vecchia D700 ma oramai di quelle macchine si è rotto lo stampo ...
     
    Faccia faccia con la Nikon D5
     
    Immagine Allegata: D8X_1118.jpg
     
    La Nikon D5 è naturalmente più grande. L'ergonomia è indubbiamente superiore.
    Una cosa che, a dispetto del peso maggiore, si apprezza dopo una giornata di utilizzo con ottiche pesanti.
     
    Vedremo come sarà la D500 con il battery grip dedicato MB-D17 (che può utilizzare una seconda batteria EN-EL15 oppure una EN-EL18/18a) ma non ho dubbio avendo provato l'amara sensazione di incompletezza passando dalla D3x alla D810. Il corpo megalitico ereditato dalla Nikon F5 che usa ancora la D5 è la soluzione migliore.
     
    Immagine Allegata: D8X_1122.jpg
     
    Immagine Allegata: D8X_1123.jpg
     
    La Nikon D5 ha sempre il display secondario sul dorso. Il display principale è fisso ma è touch.
    Manca del tutto delle funzioni di connessione wireless per cui ci vuole un aggiuntivo opzionale.
    Ovviamente il mirino è superiore ma non così tanto.
    Ha una batteria più potente che le consente di fare oltre 10.000 scatti a raffica (contro la metà della D500 : la fonte sono io !).
    Monta due memorie uguali (XQD o le più antiche CF).
     
    Il modulo autofocus è identico ma ha un tempo di oscuramento inferiore che si apprezza nella fotografia d'azione.
     
    Ha un buffer più grande a dispetto del marketing Nikon. In condizioni operative la D5 promette e mantiente 91 jpg FINE* consecutivi e 55 NEF a 14bit compressi, contro rispettivamente 55 e 12 (!).
     
    Ma usando le memorie XQD il buffer di entrambe le macchine si scarica praticamente in tempo reale, prolungando la raffica virtuale ben oltre le normali necessità di qualsiasi fotografo "rafficoso" del mondo.
     
    Io, in questo senso, raccomando di usare XQD, relegando le memorie SD all'emergenze (e non al backup perchè in quel caso le prestazioni scendono al livello della memoria meno prestante).
     
    All'atto pratico la raffica superiore della D5 non fa la differenza e l'autofocus è quasi sullo stesso livello. E' solo il mirino superiore, l'ergonomia e il tempo di oscuramento più ridotto del mirino durante la raffica che ti fanno apprezzare di più l'ammiraglia.
    Ma se hai un soggetto lontano e un teleobiettivo, il vantaggio della D500 ritorna prepotentemente alla carica : avrai sempre là in mezzo 21 megapixel con una risoluzione effettiva in grado di esaltare i dettagli del tuo soggetto quando, invece con la D5, facilmente dovrai poi croppare !

     
    Faccia faccia con la Nikon D7200
     
    La Nikon D7200 rappresenta il tentativo di Nikon di offrire agli appassionati Nikon interessati al fattore telemoltiplicativo concesso dal formato piccolo, una piccola ammiraglia.
    Ha effettivamente prestazioni di tutto rispetto, specie lato sensore (meno su raffica e struttura).
    Ma dentro ad un corpo amatoriale di livello consumer con tutte le limitazioni che Nikon impone ai prodotti indirizzati a questo segmento.
    Immagine Allegata: D8X_1130.jpg
     
    Immagine Allegata: D8X_1131.jpg
     
    Immagine Allegata: D8X_1132.jpg
     
    Immagine Allegata: D8X_1133.jpg
     
    Immagine Allegata: D8X_1134.jpg
     
    Immagine Allegata: D8X_1135.jpg
     
    La D500 appare più grossa (ma non troppo) e sempre più robusta della D7200.
    I comandi sono professionali, le possibilità operative adatte a condizioni ostili ed estreme.
    Raffica, autofocus, buffer, nella D7200 sono adeguate alla sua classe ma semplicemente scompaiono di fronte alle prestazioni della D500.
     
    Le prestazioni del sensore invece alla fine si equivalgono ma di questo parleremo nella prossima pagina ;)
     
     
    Confronto rumore e colore con Nikon D7200 e con Nikon D5 
     
    Nikon D500
     
    1600 ISO
    Immagine Allegata: D500_1600.jpg
     
    3200 ISO
    Immagine Allegata: D500_3200.jpg
     
    6400 ISO
    Immagine Allegata: D500_6400.jpg
     
    12800 ISO
    Immagine Allegata: D500_12800.jpg
     
    25600 ISO
    Immagine Allegata: D500_25600.jpg
     
    51200 ISO
    Immagine Allegata: D500_51200.jpg
     
    102400 ISO
    Immagine Allegata: D500_102400.jpg
     
    204800 ISO
    Immagine Allegata: D500_204800.jpg
     
    409600 ISO
    Immagine Allegata: D500_409600.jpg  
     
    Nikon D5
     
    1600 ISO
    Immagine Allegata: d5_1600.jpg
     
    3200 ISO
    Immagine Allegata: D5_3200.jpg
     
    6400 ISO
    Immagine Allegata: D5_6400.jpg
     
    12800 ISO
    Immagine Allegata: D5_12800.jpg
     
    25600 ISO
    Immagine Allegata: D5_25600.jpg
     
    51200 ISO
    Immagine Allegata: D5_51200.jpg
     
    102400 ISO
    Immagine Allegata: D5_102400.jpg
     
    204800 ISO
    Immagine Allegata: D5_204800.jpg
     
    409600 ISO
    Immagine Allegata: D5_409600.jpg
     
     
    Nikon D7200
     
    1600 ISO
    Immagine Allegata: D7200_1600.jpg
     
    3200 ISO
    Immagine Allegata: D7200_3200.jpg
     
    6400 ISO
    Immagine Allegata: D7200_6400.jpg
     
    12800 ISO
    Immagine Allegata: D7200_12800.jpg
     
    25600 ISO
    Immagine Allegata: D7200_25600.jpg
     
    e infine la foto sottoesposta in ripresa a -5EV e poi sovrasviluppata in LR di +5EV
     
    Nikon D500
    Immagine Allegata: D500_5EV.jpg
     
    Nikon D5
    Immagine Allegata: d5_5EV.jpg
     
    Nikon D7200
    Immagine Allegata: D7200_5EV.jpg
     
    teniamo in mente che la foto in origine è praticamente ... nera !
    Immagine Allegata: D50_5204-2.jpg
     
    Tutti i file sono stati ripresi di seguito, lo sviluppo fatto in LR CC 2015.5.1 evitando manipolazioni.
    Nessun intervento sul rumore oltre quello standard. WB misurato con termocolorimetro ed imposto a tutte le foto.
    Le differenze di esposizione dipendono dalle fotocamera (ho scattato su treppiedi in A, sempre a diaframma aperto con il 180/2.8 macro).
     

    In autodromo
     
     
    bene, finora sono stato un pò dispersivo ma è mia abitudine far parlare le immagini per dimostrare il mio feeling (o il contrario) con uno strumento fotografico.
    Fortuna ha voluto che nel week-end ci fossero le gare organizzate da ACI Sport all'Autodromo di Monza.
     
    Durante la notte aveva piovuto parecchio e la pista era bagnata. Poi ha smesso ma ha ripreso a piovere durante le gare del mattino.
    Io ero zuppo e toglievo l'acqua con la mano dalla D500 e dal suo degno compagno Nikon 200-500/5.6
     
    Ho messo alla frusta l'autofocus della macchina, un pò per le condizioni meteo e un pò perchè la qualità migliore del 200-500/5.6 non è la velocità di messa a fuoco.
     
    Una lunga carrellata di foto selezionate tra le 4.500 che ho scattato in meno di 3 ore.
     
    Immagine Allegata: DSC_0698.jpg
    Immagine Allegata: D50_0720.jpg
    Immagine Allegata: D50_0742.jpg
    Immagine Allegata: D50_0862.jpg
    Immagine Allegata: D50_0960.jpg
    Immagine Allegata: D50_1261.jpg
    Immagine Allegata: D50_1318.jpg
    Immagine Allegata: D50_1370.jpg
    Immagine Allegata: D50_1416.jpg
    Immagine Allegata: D50_1603.jpg
    Immagine Allegata: D50_1625.jpg
    Immagine Allegata: D50_1832.jpg
    Immagine Allegata: D50_2457.jpg
    Immagine Allegata: D50_2967.jpg
    Immagine Allegata: D50_3050.jpg 
     

     
    Immagine Allegata: D50_3119.jpg
    Immagine Allegata: D50_3153.jpg
    Immagine Allegata: D50_3235.jpg
    Immagine Allegata: D50_3329.jpg
    Immagine Allegata: D50_3364.jpg
    Immagine Allegata: D50_3371.jpg
    Immagine Allegata: D50_3377.jpg
    Immagine Allegata: D50_3480.jpg
    Immagine Allegata: D50_3504.jpg
    Immagine Allegata: D50_3528.jpg
    Immagine Allegata: D50_3658.jpg
    Immagine Allegata: D50_3700.jpg
    Immagine Allegata: D50_3722.jpg
    Immagine Allegata: D50_3757.jpg
    Immagine Allegata: D50_3758.jpg
    Immagine Allegata: D50_4135.jpg
    Immagine Allegata: D50_4195.jpg
    Immagine Allegata: D50_4204.jpg
    Immagine Allegata: D50_4243.jpg
    Immagine Allegata: D50_4288.jpg
    Immagine Allegata: D50_4687.jpg
    Immagine Allegata: D50_4883.jpg 
     

     
    Autofocus su GRP, due auto che arrivano alla staccata della Variante Ascari, escono dalla pioggia e una lascia strada all'altra, più veloce.
    Sequenza di 23 scatti tutti perfettamente nitidi di cui ne presento 18 in questa immagine
     
    Immagine Allegata: seq.jpg
     
    la fotocamera avrebbe potuto continuare a seguire i soggetti all'infinito ma dopo quel punto le auto prendono la variante ed è difficile seguirlo, quindi mi sono messo ad attendere le successive. Era una gara di durata con tanto di sosta ai box per cambiare ... pilota ;)
     
    Questa è l'ultima foto della sequenza.
    Immagine Allegata: D50_4332.jpg
     
    Sia la fotocamera che l'obiettivo mi hanno assecondato in ogni momento, senza cedimenti, nonostante le condizioni avverse.
    Ho scattato a tutte le focali, con tutti i tempi ragionevolmente possibili. Sempre in M, auto-ISO, jpg FIne* con le mie impostazioni (luminosità +1, nitidezza +3, contrasto -1), con inserito il DL in automatico.
    Il buffer ha sempre evidenziato 55 scatti disponibili, scaricandosi in tempo reale anche durante le sequenze più lunghe sulla mia XQD Lexar 2933x.
    Una bella prestazione, non inferiore a quella sperimentata solo poche domeniche fa, nello stesso autodromo con la D5 e lo stesso obiettivo.
     


     
    Immagine Allegata: D8X_1136.jpg
    La Nikon D500 con innestato il nuovo Sigma 50-100mm F1.8 DC Art, un obiettivo che sembra pensato per macchine di questa classe. 
     
    Conclusioni
     
    PRO
    - costruzione di livello professionale, mirino eccellente
    - buffer in jpg adeguato
    - l'utilizzo delle memorie XQD rende praticamente la raffica infinita
    - raffica adeguata all'uso in autodromo
    - eccellenti prestazioni dell'autofocus
    - copertura dei punti dell'autofocus che diventa addirittura integrale in modalità 1,3x e supera in flessibilità quella della D5 anche in modalità normale
    - jpg di buon peso e buona qualità, completamente personalizzabile
    - sostanziale invarianza ISO che dimostra come probabilmente il sensore sia di provenienza Sony
    - batteria compatibile con le precedenti macchine, buona autonomia (oltre 4000 scatti a raffica, senza display posteriore)
    - possibilità (non testata) di aumentare l'autonomia con il battery-grip opzionale che monta la batteria di D4/D4s/D5
    - impostazione dell'immagine coerente con quella della D5 (file "di carattere" con contrasti decisi e colori vivaci)
    - ottimo display posteriore sia per fedeltà colori che per le possibilità touch
    - ottimo video (almeno in HD 1080/60)
    - prezzo "giusto"
     
    CONTRO
     
    - incompatibilità dimostrata con le memorie SD di Lexar del tipo da utilizzare con questa macchina (UHS-II, cioè le 1000x e le 2000x).
    Con queste la macchina salva i file ma poi fatica a leggerli. Evidenzia Errore e chiede di cambiare la scheda perchè pensa sia danneggiata
    update : la mia Nikon D500, appena arrivata conferma il problema con la mia Lexar 1000x.
    Ma eseguita la formattazione a basso livello via PC in formato exFAT il problema è cessato in apparenza ma queste schede restano poco affidabili.
    Provate così se anche la vostra fa i capricci. Intanto, appena mi capita, proverò con una Lexar 2000x. Con le Sandisk UHS-II e in generale con le UHS-I, non vengono segnalati problemi.
    In generale io consiglio di sfruttare la D500 al massimo con le XQD, approfittando del calo dei prezzi, trascurando del tutto se non per emergenza lo slot SD.
    - qualche problema con le batterie originali EN-EL15 di prima serie (quelle marchiate Li-Ion1), con le batterie dell'ultima serie, la macchina legge un residuo di carica inferiore a quella mostrato da D7200 e D810. Le batterie universali che ho provato invece non vengono proprio riconosciute.
    - una certa tendenza a sottoesporre in modo conservativo (come la D5). Spesso è necessario correggere con un +2/3EV
     
     
    Rispetto alla Nikon D5 mantiene la stessa architettura e le stesse impostazioni.
    E' però inferiore di uno o due stop (a seconda delle modalità di utilizzo) agli alti ISO.
    Diciamo che si può portare benissimo fino ad ISO 12800 per utilizzi professionali.
    Oltre con cautela e la giusta PP.
    Le modalità superiori a 51.200 sostanzialmente di emergenza.
     
    Dove la D500 guadagna sulla D5 è nella copertura dell'ottimo AF, decisamente più estesa, specie in modalità 1.3x e nella maggiore "ricchezza" delle immagini offerte con i teleobiettivi.
    Direi che tendenzialmente il Nikon 200-500/5.6 sembra fatto per lei, più che per la D5.
     
    La D5, oltre alla resa agli alti ISO, è superiore in velocità complessiva, anche dell'autofocus (di poco ma io lo noto) e il tempo di oscuramento del mirino nella raffica massima è visibilmente inferiore tra scatto e scatto.
     
    La D500 ha - secondo me - un sensore che eredita tecnologia Exmor Sony, ne è prova la sostanziale invarianza agli ISO come dimostrato nel tirare l'esposizione in sviluppo :
     
    Immagine Allegata: D500_5EV.jpg
    Immagine Allegata: D500_3200.jpg  
     
    il file a 100 ISO sottoesposto, una volta aperto, è sostanzialmente pari a quello esposto a 3200 ISO.
    E' un caso limite e di portata pratica ridotta. Ma con la D5 la correzione da strada a banding e perdite di colori evidenti.
    Ognuno ne terrà conto a modo suo.
     
    Rispetto alla D7200 la D500 offre prestazioni sostanzialmente allineate, al netto dei 3 megapixel in meno.
    Se guadagna qualcosa agli alti ISO, la perde a 100 ISO in termini di dinamica rispetto alla D7200.
     
    Però passare dalla D7200 nella fotografia d'azione alla D500 è come scendere da una Panda per salire su una Ford Mustang.
    Tutto è più veloce, ben dimensionato. I comandi sono quelli che ti attendi da una macchina pensata per assecondarti.
     
    La D500, come la D5 é comunque una macchina pensata per l'azione, da sfruttare a raffica, con memorie XQD.
     
    Ciò non significa che non vada bene anche per altro, assolutamente no.
     
    Ma per necessità normali la bella Nikon D7200, pur non avendo l'anima che hanno i purosangue, è più che adeguata e ad un costo di 1 a 3.
     
    Anche in questo caso ognuno farà i suoi conti se cedere alle lusinghe del corpo pro, oppure razionalmente farsi andare bene ciò che già va bene e che difficilmente in futuro si potrà ulteriormente migliorare. Perchè i sensori, con l'attuale tecnologia sono arrivati quasi allo sviluppo massimo.
     
    Due parole per chiudere ?
     
    E' stato breve ma è stato uno di quegli incontri che ti restano per sempre nella memoria. Intenso e coinvolgente come le foto che ho fatto in autodromo (e i video).
    Penso che in formato DX difficilmente si vedrà qualche cosa di meglio in futuro.
    Con i teleobiettivi questa macchina è eccezionale.
     
    Insomma, arriverà presto in casa mia e resterà con me fintanto che fotograferò con focali lunghe e lunghissime.
    Non mancate di leggere i commenti che contengono altre considerazioni, contributi, foto, notizie ed altro su questa nuova macchina.
     
    Immagine Allegata: D50_3722.jpg
     
    Ancora sentiti ringraziamenti a Newoldcamera per il prestito della macchina in prova.
    Se volete provarla anche voi, lasciate a casa carta di credito e libretto di assegni, non ditelo alla moglie e andate a trovarli in negozio.
    Resterete sicuramente colpiti ... se è la macchina che fa per voi ;)
     
    Immagine Allegata: logo.png
    a questo link la pagina di Newoldcamera dedicata alla Nikon D500
     
    Immagine Allegata: DSC_0636.jpg
    Ryuichi Watanabe, patron di Newoldcamera
    Nikon D500, Sigma 50-100/1.8, 1400 ISO, F2.8, jpg portrait

    Edited by Mauro Maratta

    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.


×
×
  • Create New...