Jump to content
  • Bilbo
    Bilbo

    Godox XT32N trasmettitore wireless manuale HSS (test/prova)

    Sign in to follow this  

    Il controllo wireless via radio è uno dei punti di forza del sistema Godox che sin da principio hanno previsto questa funzionalità nei loro flash.
     
    Una panoramica del sistema Godox allo stato attuale :
    Immagine Allegata: GODOX_SYSTEM_1d1400.jpg 
    sono inclusi tutti i trasmettitori, i ricevitori e tutti i tipi di flash, sia manuali che TTL
     
    I loro flash sono predisposti per il controllo via radio tramite adattatore esterno (vecchie generazioni), oppure hanno integrato un ricevitore wireless.
     
    Dalla prima tecnologia a 433 Mhz sono poi passati allo standard di mercato a 2.4GHz.
    E nel mentre sono state inserite nuove funzionalità, tra cui il controllo dei flash a tempi rapidi (HSS) e il TTL.
     
    Questo ha comportato l'aggiornamento dei trasmettitori (oltre che dei ricevitori).
     
    Dal primo FT16 a radiolina e bassa frequenza, si è passati al modello XT16.
    L'uscita dei flash a controllo TTL ha richiesto però un controllo ancora più sofisticato e ciò ha richiesto un nuovo trigger, il modello X1T.
     
    Ammetto che non mi sono mai trovato bene con FT16 ed XT16 (in realtà li ho detestati con tutto me stesso !), sprovvisti di comandi "sicuri" e rapidi, macchinosi, vecchi nella loro impostazione.
     
    Tanto da farli sembrare archeologia industriale in confronto al X1.
     
    Credo per questo motivo, da circa un anno, Godox ha proposto un nuovo trasmettitore manuale, di impostazione completamente differente al vecchio modello, che prende il meglio della tecnologia dell'X1 in un formato - a mio parere - ancora più ergonomico e pratico.
     
    Si tratta del nuovo Godox XT32 oggetto di questo articolo.
     
    Immagine Allegata: GODOX_SYSTEM_5b900.jpg 
    i tre trasmettitori "standard" Godox, il modello XT32 in mezzo tra i due estremi X1 ed XT16.
     
    si tratta di un trasmettitore che si monta a slitta sulla fotocamera come i precedenti, alimentato anche esso con due stilo normali da 1.5 V, che funziona alla frequenza di 2.4GHz e pesa solo 80 grammi in tutto.
     
    Si presenta molto meglio del precedente FT16 e guarda al futuro, tanto da essere aggiornabile (eventualmente) via porta USB.
     
    Il display è grande è chiaro. Tutte le indicazioni sono visibili. I comandi "parlano" senza dip-switch di difficile attuazione o strane manovelle.
     
    Immagine Allegata: Products_Remote_Control_XT32_Wireless_Flash_Trigger_06.jpg 
    disposizione dei comandi e porta USB per l'aggiornamento del firmware
     
    Immagine Allegata: Products_Remote_Control_XT32_Wireless_Flash_Trigger_05.jpg 
    indicazioni del display
     
    il trigger comanda, oltre alla potenza di gruppi (16) e canali separati (32), anche la luce pilota e il cicalino del pronto flash.
    In questo è straordinariamente più flessibile del pur buon X1 che, nella versione Sony, si ferma a soli 3 gruppi.
     
    Disponibile effettivamente da un anno per l'attacco Canon, solo in questi giorni è in distribuzione il modello per Nikon. Io l'ho comprato da Amazon Prime a 46 euro.
     
     
    eccolo qua, appena arrivato, sulla sua scatoletta (scatti fatti con il Godox AD600B e il Godox AD200 controllati dal Godox X1T-N)
    Immagine Allegata: D8X_2440.jpg 
     
    Immagine Allegata: D8X_2442.jpg 
     
    molto compatto sta in due dita
     
    Immagine Allegata: D8X_2443.jpg 
     
    sul lato destro c'è l'interruttore di accensione dell'apparecchio e l'interruttore di accensione della luce IR per l'autofocus
     
    Immagine Allegata: D8X_2444.jpg 
    (all'opposto la porta USB)
     
    Immagine Allegata: D8X_2445.jpg 
    la piedinatura dei contatti con la fotocamera
     
    Immagine Allegata: D8X_2446.jpg 
    vista anteriore
     
    Immagine Allegata: D8X_2448.jpg 
    gruppo B, canale 1, 1/4 di potenza, luce pilota accesa e beep del flash acceso.
     
    L'ho provato al volo per controllare i miei due Godox di casa, AD600 e AD200, wireless e a batteria, impostati per l'occasione in manuale.
     
    Il passaggio dal gruppo A al B su cui ho inserito i due flash direttamente dal loro quadro controlli è immediato. Il controllo della potenza con la rotellina semplicissimo.
    Le luci pilota si accendono e si spengono, idem i cicalini.
     
    La risposta è immediata ed affidabile.
     
    Dovete ovviamente fidarvi della mia parola e per dimostrarvi quanto sto dicendo posso mettere uno scatto della mia Charlize con il solo AD600B messo di taglio :
     
    Immagine Allegata: D8X_2404.jpg 
     
    mentre subito dopo il test, ho messo entrambi i flash in produzione per scattare le foto di corredo del test del Sony 2.8/90mm G Macro.
    Immagine Allegata: D8X_2419.jpg 
     
    L'esperienza d'suo è stata positiva. Più intuitiva di quella del X1T ed immensamente superiore a quella dei vecchi FT16 ed XT16, tanto che questi ultimi stanno finendo in discarica senza alcun rimpianto.
     
    Lo userò come standard per il controllo del flash GODOX QT-600II che c'è in studio.
     
    Sospetto che molta di questa impostazione e di questa evoluzione, sarà inserita da Godox nel nuovo trasmettitore TTL modello X2 che hanno in corso di sviluppo e di cui si dice presenteranno il primo modello durante questa estate.
     
    Grazie Godox
     
    ;) 

    Edited by Mauro Maratta

    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...