Jump to content
  • Parsifal
    Parsifal

    Godox Xpro il trigger RADIO flessibile

    .....

    godox_triggers.jpg.optimal.thumb.jpg.d01ae20546005c2d6ca717098421fd1a.jpg

    Parata di trigger Godox, per tutti gli usi.
    Sono apparecchi dedicati alle varie marche.
    "L'intelligenza" del sistema Godox permette ai flash - che incorporano un ricevitore radio compatibile e non necessitano quindi di ulteriori apparecchi di supporto - di adattarsi al sistema utilizzato.

    E' possibile usare quindi un flash Godox indifferentemente con una Nikon, con una Sony, con una Canon, con una Olympus etc. a condizione di utilizzare il trigger dedicato a quel sistema.
    Sarà quello che si incaricherà di tradurre le informazioni TTL della fotocamera ed inviarle ai flash collegati.

    Z7X_3523.jpg

    il nuovo Godox XPRO dispone di un ampio display LCD colorato e retroilluminato, comodissimo da regolare anche in scarsa luce o al buio (come il mio studio che è sottoterra e perennemente scuro come la notte).

    Negli anni Godox è stata molto dinamica nello sviluppo dei trigger, conscia che in fondo è il trigger su cui si effettuano il più delle operazioni.
    E' inutile avere il flash più sofisticato del mondo se il trigger che devi utilizzare sembra risalire agli anni '50.
    Era il caso del primo sistema, decisamente poco pratico e complicato da impostare senza il manuale davanti.

    Gli ultimi invece sono molto intuitivi e con funzionalità avanzate.

    Dal più pratico XT1 (quello nella foto in alto, a sinistra), che ripete la slitta flash e consente di montare sulla fotocamera, un flash sopra allo stesso trigger, si è passati al XT32, un primo tentativo di trigger più sofisticato di cui abbiamo già parlato su queste pagine, per giungere a questo nuovo XTPRO.

    Ma mentre parliamo del modello I, Godox ha già sviluppato - per il momento in esclusiva per Adorama che lo commercializza con il suo marchio Flashpoint negli USA - il modello II che incorpora anche funzionalità blutooth.

    Tornando al modello I, io lo sto usando da mesi con pieno profitto, tanto da trovare macchinoso l'XT1 quando sono costretto ad usarlo al suo posto.

    Z7X_3532.jpg

    il vantaggio è il fattore di forma ma soprattutto la semplicità di regolazione che permette di impostare nel dettaglio fino a 5 gruppi di flash per canale avendo a vista le impostazioni di ciascuno flash.

    Z7X_3533.jpg

    l'X PRO sulla mia Nikon D850

    Z7X_3544.jpg

    qui visto davanti

    Z7X_3547.jpg

    e più da vicino.

    Non piccolissimo ma nemmeno enorme come certi altri "cinesoni", ha un peso molto contenuto ed ha il vantaggio - come gli altri trigger Godox - di funzionare con normalissime pile stilo.
    Peraltro tutti questi trigger hanno un consumo risibile. Non ricordo di aver cambiato le pile a nessuno dei miei, e vi assicuro che li utilizzo tanto ma stanno anche per tanto tempo del tutto inattivi al loro posto (il che dimostra che non hanno alcuna dissipazione a fermo).

    Z7X_3548.jpg

    il controllo con il pulsanti e la ghiera di regolazione è semplicissimo.
    Per ogni flash dei 5 gruppi si può impsotare la modalità di funzionamento, la regolazione di potenza o l'eventuale correzione in sovra o sotto esposizione.
    Si possono anche controllare singolarmente le lampade pilota e l'utilizzo o meno della funzione strobo o della sincronia ad alta velocità (per i flash collegati che ne siano dotati).

    Z7X_3553.jpg

    l'uso delle varie regolazioni è "parlante", nel senso che compaiono le istruzioni a display.

    Z7X_3556.jpg

    il trigger è aggiornabile via firmware per il tramite di una presina USB. Non manca - mai usata - una presa syncro piccola)

    Z7X_3559.jpg

    il vano batterie sulla pancia lascia libero l'emettitore ad infrarossi.

    Z7X_3561.jpg

    la slitta è standard secondo i contatti delle nostre Nikon (il marchio N nel rettangolo qualifica questo trigger come compatibile con Nikon).

    Sinceramente non trovo nessun difetto in questo flash che ha anche il vantaggio di avere un costo che resta frazionale rispetto agli "accrocchi" cervellotici ideati da Nikon per il suo unico flash radio SB5000.

    Questi trigger entrano in sincronia con i flash automaticamente senza alcuna impostazione.

    Basta - eventualmente - selezionare il gruppo e il canale sul flash, tramite la sua pulsantiera - perchè questo segua le impostazioni relative inserite nel flash.
    Cambiando l'impostazione, si vedrà il display del flash corrispondente adeguarsi in tempo reale.

    E' anche divertente vedere come un gruppo complesso quanto si vuole di flash sia facilissimo da regolare " a vista" e senza fare un passo direttamente dal trigger (NON E' NECESSARIO IMPOSTARE ALCUNCHE' NEL MENU' DELLA FOTOCAMERA) perchè il sistema reagisca alle nostre esigenze.

    Nel caso ideale di un gruppo di flash tutti TTL, il sistema li regolerà automaticamente per noi.
    In base al risultato noi potremo "starare" intenzionalmente le singole emissioni per modificare la risposta del sistema.

    Ma che bella cosa !

    Resterò utente soddisfatto di questo trasmettitore, anche perchè il modello II che ho visto in anteprima, è certamente più sofisticato ma a prima vista al costo di una operatività decisamente meno intuitiva di questo.
    E siccome quando sono in studio io mi curo della luce e della scena, non voglio dovermi perdere a cercare di interpretare le funzioni dei miei apparecchi che, per quanto possibile, vorrei che intercettarsero autonomamente i miei pensieri, senza che io me ne debba preoccupare.

    In estrema sintesi, caldamente consigliato a chiunque utilizzi sistemi flash GODOX un attimino più complessi del singolo punto luce "a slitta" (tipo AD200 o AD400/AD600 e specialmente gruppi di flash misti).

    Edited by Mauro Maratta



    User Feedback

    Recommended Comments



    7 minuti fa, Sakurambo dice:

    Domanda veloce sull'aggiornamento firmware del Trigger in oggetto ma anche dei miei TT350 e T685 che compongono il mio sistema flash.

    Ho scaricato i files per gli aggiornamenti e sul manuale dice di utilizzare una cavo micro USB standard.
    Io ne ho uno in dotazione con il battery bank, giusto per evitare problemi di compatibilità elettrica, sapete dirmi se devo verificare qualche caratteristica prima di usarlo?
    E' un cavo flessibile con USB da un lato e USB-C con adattatore micro USB dall'altro.
    Grazie

    Ci sono cavi solo per ricarica ed altri che trasmettono dati, suppongo che quello in dotazione ai power bank sia solo di carica

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    10 ore fa, Sakurambo dice:

    Domanda veloce sull'aggiornamento firmware del Trigger in oggetto ma anche dei miei TT350 e T685 che compongono il mio sistema flash.

    Ho scaricato i files per gli aggiornamenti e sul manuale dice di utilizzare una cavo micro USB standard.
    Io ne ho uno in dotazione con il battery bank, giusto per evitare problemi di compatibilità elettrica, sapete dirmi se devo verificare qualche caratteristica prima di usarlo?
    E' un cavo flessibile con USB da un lato e USB-C con adattatore micro USB dall'altro.
    Grazie

    Deve portare sia dati che corrente, altrimenti non funziona. Quindi credo che vada benissimo quello del power-bank.
    Io ne ho sempre usato uguale al tuo.
    Stai attento che la procedura è abbastanza "stupida" e sulle prime non capisci bene cosa stia succedendo.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Il trigger in questione può essere utilizzato "per gruppi di flash misti”: vuol dire che se uno ha un godox e un flash nikon SB 900 li può comandare entrambi…  o fanno a pugni? (perchè l’SB 900 si attiva via Ir e non via segnale radio)

    Edited by nikolas

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    10 minuti fa, nikolas dice:

    Il trigger in questione può essere utilizzato "per gruppi di flash misti”: vuol dire che se uno ha un godox e un flash nikon SB 900 li può comandare entrambi…  o fanno a pugni? 

    i flash godox colloquiano attraverso un protocollo radio, mentre i flash Nikon SB6/8/9xx attraverso segnali all'infrarosso, per cui o decidi di far colloquiare attraverso il trigger (radio) solo flash Godox oppure, attraverso determinati flash Godox, come i 685, 860, ad180/360 utilizzati come Master, puoi utilizzare i tuoi SB Nikon come slave, o viceversa (Nikon master e Godox slave) ma utilizzando su quei Godox la sezione dedicata a Nikon-infrarosso.

     

    C'è un'altra possibilità di utilizzare gli SB Nikon insieme ai Godox, pilotati da un trigger radio (come questo Xpro o gli altri), ma nella modalità a servocellula SU-4 nella quale il flash Nikon sarà per forza slave di un altro flash dal quale lampo riceve l'impulso a scattare.

    Con in Nikon SB più datati, come i 600-800-900-910 nel modo SU-4 si può scegliere che il Nikon scatti in potenza regolata in manuale oppure anche in modo A, dove sarà la servocellula del Nikon a interrompere il fascio di luce una volta di ritorno dalla parte dell'inquadratura verso cui è indirizzato

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    33 minuti fa, nikolas dice:

    Il trigger in questione può essere utilizzato "per gruppi di flash misti”: vuol dire che se uno ha un godox e un flash nikon SB 900 li può comandare entrambi…  o fanno a pugni? (perchè l’SB 900 si attiva via Ir e non via segnale radio)

    Se si vogliono usare in TTL o con controllo manuale da remoto, è necessario un ricevitore per ogni flash, che funziona alla perfezione anche sul controllo automatico della parabola.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    11 minuti fa, Dario Fava dice:

    Se si vogliono usare in TTL o con controllo manuale da remoto, è necessario un ricevitore per ogni flash, che funziona alla perfezione anche sul controllo automatico della parabola.

    certamente, mi ero dimenticato di questa eventualità, dell'acquisto di un receiver X1R N per ogni Nikon SB

    Godox X1R-N Ricevitore Wireless TTL per Nikon

    da utilizzare a questo punto in wireless radio insieme agli altri flash Godox, tutti pilotabili dal trigger di questo articolo (e da ogni altro Godox che operi con identico protocollo radio)

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Max Aquila dice:

    i flash godox colloquiano attraverso un protocollo radio, mentre i flash Nikon SB6/8/9xx attraverso segnali all'infrarosso, per cui o decidi di far colloquiare attraverso il trigger (radio) solo flash Godox oppure, attraverso determinati flash Godox, come i 685, 860, ad180/360 utilizzati come Master, puoi utilizzare i tuoi SB Nikon come slave, o viceversa (Nikon master e Godox slave) ma utilizzando su quei Godox la sezione dedicata a Nikon-infrarosso.

     

    C'è un'altra possibilità di utilizzare gli SB Nikon insieme ai Godox, pilotati da un trigger radio (come questo Xpro o gli altri), ma nella modalità a servocellula SU-4 nella quale il flash Nikon sarà per forza slave di un altro flash dal quale lampo riceve l'impulso a scattare.

    Con in Nikon SB più datati, come i 600-800-900-910 nel modo SU-4 si può scegliere che il Nikon scatti in potenza regolata in manuale oppure anche in modo A, dove sarà la servocellula del Nikon a interrompere il fascio di luce una volta di ritorno dalla parte dell'inquadratura verso cui è indirizzato

    Grazie, chiarissimo.

    3 ore fa, Dario Fava dice:

    Se si vogliono usare in TTL o con controllo manuale da remoto, è necessario un ricevitore per ogni flash, che funziona alla perfezione anche sul controllo automatico della parabola.

     

    2 ore fa, Max Aquila dice:

    certamente, mi ero dimenticato di questa eventualità, dell'acquisto di un receiver X1R N per ogni Nikon SB

    (cioè colleghi il ricevitore X1R N all’SB Nikon? Ho capito giusto?)

    da utilizzare a questo punto in wireless radio insieme agli altri flash Godox, tutti pilotabili dal trigger di questo articolo (e da ogni altro Godox che operi con identico protocollo radio)

     

    Grazie molte per le risposte.

    Edited by nikolas

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, nikolas dice:

    Grazie, chiarissimo.

    (cioè colleghi il ricevitore X1R N all’SB Nikon? Ho capito giusto?)

    Assolutamente si: colleghi il tuo Nikon SB sulla staffa del receiver, che è anche dotato di cavetti per connettersi a flash a torcia o da studio

    A6NF_131112141796442683o2zvy9cOgp.jpg.c259b81a903e6a1ce17996297815dcb9.jpg

    x1-setti-canon-orig1_orig.png.cfe905bbc177de03e510f912da3cc12c.png

     

    oppure direttamente a un secondo corpo macchina per farlo scattare in sincrono al primo

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    a proposito di Godox, 

    non so se avete letto questo annuncio

    di un lettore di Nikonland dal quale io comprerei tutto il lotto se non avessi già tutto quello che ha messo in vendita: bellissimi oggetti !

    • Like 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...