Jump to content
  • Bilbo
    Bilbo

    Godox SL-200W : luce led da 12.000 Lumen (test/prova)

    Sign in to follow this  

    Alla ricerca di una luce fissa continua efficiente in grado di lavorare a lungo mi sono rivolto ai LED.
    In passato ho usato sia le normali luci ad incandescenza che quella a fluorescenza e basso consumo.
    Se le prime consentivano scatti adeguati, il carico elettrico per avere adeguata luminosità e il conseguente calore dissipato erano un ostacolo ad un loro utilizzo frequente. Senza trascurare la necessità di utilizzare modificatori di luce (softbox o ombrelli) resistenti al calore generato.
    Immaginatevi poi un soggetto - sia animato che inanimato - sottoposto a 2-3-5 kilowatt di potenza per periodi più lunghi di qualche minuto ...
     
    Peggio ancora con le luci a fluorescenza che, pur promettendo bassi consumi e produzione di calore sostanzialmente trascurabile, hanno il difetto di produrre luce con indice colorimetrico scadente, spesso con una modulazione della luce discontinua, quasi sempre con tempi di carica e scarica iniziale che non ne consentono una rimozione e una riattivazione tranquilla.
    E poi, sempre con attacchi fuori standard, rendendo inutilizzabili i normali modificatori di luce.
     
    I LED hanno cambiato la sistuazione. Basso consumo, luce intensa e ben dosata, indice colorimetrico adeguato - almeno nelle ultime generazioni - e utilizzo immediato e amichevole.
    Ma io non cercavo una di quelle "padelle" con 100-500-1000 leddoni a vista e con le "imposte" metalliche per modulare la luce.
    Volevo una cosa che somigliasse in tutto e per tutto nell'uso ad una normale torcia flash, solo a luce continua.
     
    La ricerca si è conclusa - non senza frustranti e costose tappe intermedie - con l'ennesima proposta del ricchissimo catalogo Godox.
     
    Si tratta del Godox SL-200, disponibile nelle due versioni W (luce bianca) e Y (luce calda).
     
    Immagine Allegata: $_12.JPG 
    dettaglio della luce vista di 3/4 con in primo piano il LED circolare giallo
     
    Praticamente è un mono-LED da 200 W installato nella cassa di un flash monotorcia, dotato di ventilazione e constrolli di temperatura. Unica regolazione un dimmer posteriore ma comandabile anche con telecomando, peraltro in grado di guidare più d'una di queste luci, divise anche per canali separati.
    La luce prodotta, secondo le specifiche della casa, è pari a 12000 Lumen.
     
    Equivalenti ad occhio a 1 Kw di luce tradizionale ad incandescenza.
     
    Immagine Allegata: A7R08959.jpg 
    il Godox SL-200W
     
    Immagine Allegata: A7R08963.jpg 
    il pannello di controllo posteriore : interruttore, antenna per il telecomando, fusibile, cambio canale, display LCD che riporta percentuale di potenza, canale, temperatura di esercizio in gradi Celsius.
    L'alimentatore è auto-switching ed è integrato.
     
     
    Sul frontale c'è il bulbo di protezione del LED circolare (che dispone di un proprio dissipatore solidale con il sistema di ventilazione).
    Attorno al LED c'è un attacco per accessori S Bowens compatibile, cosa che lo rende adatto ad utilizzare tutti i softbox dello studio.
     
    Immagine Allegata: A7R08965.jpg 
     
    anche se molto spesso, per rendere la luce morbidissima come quella naturale, io lo sfrutto con un ombrellone Quantuum da 185cm riflettente, bianco.
     
    Perchè nella realtà, a luce diretta con la semplice parabola o anche senza, è in grado di illuminare a giorno una stanza. Ma così forte che vi faranno male gli occhi. E figuriamoci i poveri soggetti illuminati ...
     
     
    Nell'uso questo apparecchio si è sinora dimostrato molto pratico ed affidabile.
    Anche dopo una giornata di utilizzo continuo la temperatura sta entro i 50 °C, più spesso verso i 40.
     
    La luce è costante, misurata con il mio Sekonic è di 4630 K con -2 di tint (cioé sostanzialmente bianca e senza dominanti).
    E permette di lavorare molto bene e in modo naturale.
     
    Nelle foto che seguono alcuni scatti di un workshop in studio fatto oggi.
     
    Immagine Allegata: A7R09119.jpg 
    sotto l'ombrellone
     
    Immagine Allegata: A7R09125.jpg 
    backstage, la luce è a sinistra del fotografo e si somma alla luce naturale dell'ambiente (misurato essere anche essa intorno ai 4.600 K) in modo ... naturale.
    Tanto che le foto vengono piuttosto bene.
     
    Alcuni scatti in quella situazione. A diaframma F2 e tempo ampiamente di sicurezza (1/320'') ISO non superiore ai 250-400, quindi di tutta sicurezza.
    Normalmente, per avere gli stessi tempi di scatto in luce ambiente, in quello studio si può dover arrivare anche a 2500-3200 ISO.
     
    Le foto qui presentate a colori sono proposte con la temperatura colore misurata a mano (le fotocamere l'hanno leggermente sottostimata, intorno ai 4150 K).
     
    Immagine Allegata: D5D_9158.jpg 
     
    Immagine Allegata: D5D_9189.jpg 
     
    Immagine Allegata: D5D_9253.jpg 
     
    Immagine Allegata: D5D_9267.jpg 
     
    Immagine Allegata: A7R09010.jpg 
     
    Immagine Allegata: A7R09030.jpg 
     
    Immaginatevi comunque 5 fotografi che si alternavano ad intervalli di 15 minuti ciascuno, in una giornata in cui temperatura ambiente ed esterna coincidevano a circa 30 °C.
    La lampada dopo 2 ore segnava 44 °C.
     
    Foto in tutti i casi perfette.
     

    In queste foto invece vi mostro un caso diverso.
     
    Sulla luce ho montato un softbox rettangolare con nido d'ape. Uno di quelli normali, non dedicata alle alte temperature.
     
    Scatti con macchina su treppiedi, 100 ISO, F7.1, tempi di 1/6''.
     
    Risultati esemplari e con una luce bella chiara del tutto coincidente con quella dei miei flash (sempre Godox).
     
    Immagine Allegata: A7R08891.jpg 
     
    Immagine Allegata: A7R08944.jpg 
     
    Immagine Allegata: D8X_2342.jpg 
     
    Immagine Allegata: A7R08905.jpg 
     
    Immagine Allegata: A7R08875.jpg 
     
    scatti fatti con Sony A7R II e con Nikon D810.
     
    In conclusione l'esperienza è positiva. La luce di qualità. L'affidabilità (sinora) adeguata alle aspettative.
    La possibilità di utilizzare softbox e accessori Bowens, impagabile.
     
    Il costo più che accettabile (intorno ai 320 euro, su Ebay).
     
    Un bell'apparecchio;)

    Edited by Mauro Maratta

    Sign in to follow this  


    User Feedback

    Recommended Comments

    There are no comments to display.



    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...