Vai al contenuto
  • Godox AD-B2 per Godox Witstro AD200


    Rudolf

    Profoto sta investendo letteralmente "un casino di soldi" nella promozione del suo cosiddetto "flash da studio portatile" A1 da 1000 euro.
    Ma se lo si guarda da vicino, quel flash resta quello che è : un flash elettronico " a cobra " per ricchi.

    Ho parlato invece di recente, perchè l'ho comprato a scatola chiusa, di questa vera genialata che è il Godox Witstro AD200 (vedere il mio test qui).
    L'AD200 non è solo geniale per la sua forma, lo è per la sua flessibilità - visto che consente di cambiare il tipo di luce tra tre teste differenti - lo è nella potenza (ben 200 W/s mica i numeri guida di un flash da taschino !), lo è per il sistema in cui è inserito, per le sue possibilità di pilotaggio.
    Per il prezzo (uno costa un terzo di una Profoto A1 !).

    Ma soprattutto perchè Godox lo sviluppa continuamente e lo rende ancora più flessibile.
    Dopo la bella testa LED che lo trasforma facilmente in una luce fissa ben modulabile (ad un prezzo che è quello di una pizza e una birra in due), arriva questo oggetto che ho ordinato appena disponibile.

    L'ho testato domenica ed è stato un successo.

    La staffa Godox AD-B2 per Godox Witstro AD200

    Che cos'è ?

    Apparentemente un semplice accessorio che viene fornito in una bella scatola ben imbottita.

     

    D5X_1327.jpg

     

    la sigla non dice nulla e il sotto-testo lascia spazio all'immaginazione (AD200 dual-power hood : letteralmente scudo per doppia potenza).

    Ma basta guardare le figure, perbacco ! :marameo:

     

    D5X_1328.jpg

    D5X_1329.jpg

    e le istruzioni di montaggio che sono riportate sulla confezione.

    In pratica il coso si presenta così :

    D5X_1330.jpg

    D5X_1331.jpg

    una staffa circolare (lo scudo) per attacco standard per treppiedi, vite di bloccaggio, leva di regolazione dell'inclinazione, foro per il montaggio di un ombrello con la vite di blocco.

    D5X_1332.jpg

    ma di fronte presenta un alloggiamento forato e due bei led circolari.

    D5H_6641.jpg

    D5H_6642.jpg

    D5H_6643.jpg

    i due incastri per il montaggio nelle due posizioni posteriori, marchiate 1 e 2 in cui

    D5H_6645.jpg

    montare altrettanti Godox AD-200 privati della testa e/o della lampada

    D5H_6646.jpg

    sul davanti invece si inseriranno altrettanti bulbi flash, quelli in dotazione standard al Godox AD200

    D5H_6647.jpg

    i due corpi flash montati nella staffa che fungono da accumulatore e da carica

    D5H_6650.jpg

    per le due lampade anteriori.

    In pratica abbiamo un sistema portatile e molto compatto (il Godox AD200 da 200 W/s) che, per il tramite di un accessorio che si può permettere chiunque, diventa un sistema di illuminazione di doppia potenza (400 W/s), TTL dedicato ai sistemi principali per il tramite dei vari trasmettitori personalizzati Godox (per Nikon, Canon, Sony, Fujifilm, Olympus) e, bonus ulteriore, l'aggancio standard Bowens che consente di modificare ogni modificatore di luce disponibile comunemente nella maggior parte degli studi fotografici (o nelle case degli appassionati fotografi come me).

    Ecco qui un octobox da 95 cm con nido d'ape della Quadralite (ma potrebbe benissimo essere un Godox o un qualsiasi altro softbox, snoot o altro purchè con attacco Bowens) con il flash attivato dalla mia Nikon D5 per il tramite del Godox X-PRON.

    D5H_6652.jpg

    D5H_6654.jpg

    D5H_6672.jpg

    In studio lo abbiamo provato per un set professionale.

    Ho voluto impiegare a pieno il trasmettitore XPRO-N utilizzando anche un Godox QT 600 II come flash secondario (a sinistra, non inquadrato in questa foto di backstage), impostato di schiarita in Manuale ad 1/16 di potenza

    D5H_6678.jpg

    e dopo qualche scatto di prova (TTL, F2.8, Nikon D850 con Nikon 70-200/2.8E)

    D5X_0728.jpg

    via con il servizio fashion programmato

    D5X_0771.jpg

    D5X_0899.jpg

    D5X_0903.jpg

    messa a punto degli accessori della modella

    D5X_0921.jpg

    scatto finale con il solo complesso costituito dai due Godox AD200, ad F8.

    D5X_0930.jpg

    sugli occhi della modella vediamo il bel punto luce creato da questo flash "composito".

    Complessivamente abbiamo scattato in due circa 400 foto. Alla fine le due batterie erano ancora cariche per due terzi, usando diaframmi tipo F8 ed F5.6.

    Ho visto nelle mie prove che questo "400 W/s" regge bene fino ad F11 con quel softbox. Ad F16 sottoespone per mancanza di potenza.
    Ma per quel tipo di esigenze ci sono altri flash in catalogo, come il più potente Godox AD600 !

    Comunque, la luce è ottima, è bianca, non ci sono problemi di surriscaldamento e nemmeno di interferenza tra le due lampade che funzionano in parallelo e in sincrono.
    Sottolineo anche la buona qualità dei due LED bianchi che si incaricano di fare da luce pilota senza appesantire i consumi delle batterie.
    Naturalmente io ho impostato i due flash sullo stesso gruppo e in TTL in modo che scattassero con le stesse impostazioni.
    Non escludo differenti modalità di funzionamento "creativo" che al momento però non riesco ad immaginare, avendo in mente l'uso di questo accessorio semplicemente come opportunità "easy" di raddoppiare la potenza del AD200 ed utilizzarlo con accessori a standard Bowens.

    Premesso che qui lo abbiamo usato come un qualsiasi flash di studio ... in studio. Ma lo stesso risultato lo avremmo avuto anche in una location senza possibilità di collegamento alla rete elettrica.

    Avendo - softbox escluso ma in caso avremmo potuto usare un ombrello o un softbox ripiegabile - comunque un sistema molto portatile, poco ingombrante ed economico, potendo portare ovunque fino a 400 W/s.

    Nessuno vi vieta di utilizzarlo anche se avete un solo AD200, ma dipende da quali modificatori di luce andrete ad utilizzare.

    Ricordando che per esigenze di maggiore potenza, il Godox AD600 consente 600 W/s con una batteria che è complessivamente del doppio più capiente di quelle combinate di due AD200

    Ma, ancora, nessuno vi vieta di utilizzare sistemi misti, AD600 e AD200, pilotati in TTL su gruppi differenti con infinite possibilità creative con uno dei trigger intelligenti Godox.

    Il tutto a prezzi paragonabili a quelli di un solo flash di potenza inferiore delle grandi case.

    Grande Godox !

    Modificato da Mauro Maratta



    Feedback utente

    Recommended Comments

    Non ci sono commenti da visualizzare.



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    You need to be a member in order to leave a comment

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×