Jump to content
  • Max Aquila
    Max Aquila

    Io Sono Nikon !!!

    Nikon ha festeggiato il suo Centenario nel 2017, ma la sua storia che ci interessa, l'ho già ampiamente descritta qua e prende le mosse dalla riconversione industriale post bellica del 1946-48 che culmina nell'apoteosi della sua produzione fotografica a telemetro, rappresentata dalla RangeFinder SP del 1957

    rfsp.jpg.300337f0a420546943dbe63106ffc00c.jpg 

    alla quale seguirono un paio di altri modelli a completamento della serie ed a consolazione degli appassionati, ma sulla base della quale, nel 1959
    avvenne il secondo deciso strappo con il recente passato, nel quale la casa di Tokyo, presentando la nuovissima capostipite di sistema:  la Nikon F
     ccs-1544-0-81015600-1384327837.jpg.a4cee84f19aae8b242fae3311f805c84.jpg

    per convincere anche i più affezionati ad un modo antico di fotografare, come era diventato il sistema a telemetro, rispetto il maggiore dinamismo consentito dalla visione reflex a mirino, procurò di presentare insieme al corpo macchina standard col mirino semplice a prisma (privo di esposimetro) anche una serie di obiettivi che, non solamente dovevano consentire l'ordinaria gestione di una ripresa fotografica, ma straordinariamente innovatori (alcuni di essi) rispetto quanto visto fino a quel momento sul mercato internazionale !

    195464542_2.1f-4.jpg.73fae38c5b2fe3048e030d591f9bab8b.jpg
    E' appunto il caso del Nikkor 2,1/4 (21mm f/4) a otto lenti e periscopio + mirino (in assenza ancora di schemi ottici retrofocus grandangolari) già ottica in uso alle RF
    385651942_01703092018-_D5K2163MaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.c1e3170215653e9147bf016576fb293f.jpg.a20665cc517a1671bb2703dd350f8f2f.jpg

    o dello straordinario PRIMO telezoom come il Nikkor 8,5-25,0/4-4,5 a 15 lenti, luminosissimo tanto quanto elegantissimo

    85250mm2nda.jpg.6ebbc9d3ecf166ea477dc6d9e89ccbd4.jpg

    unitamente agli obiettivi fissi da sempre necessarii, come il 5cm f/2 standard5.0-f-2.thumb.jpg.dc3dafe3163c1b6d73c58646376aab3b.jpg

    i due wide leggeri, il 2,8/3,528mmf35nonai.jpg.5af757e1d1a8eed99167c17534a46f2e.jpg                                     ed il 3,5/2,8 

    288277992_3.5-2.8.jpg.f092346b9fb7d244289328200b9c7c2d.jpg

    105mmnonai.jpg.52046bd0ab5f677764118ea8ca7dad57.jpg gli immancabili mediotele 10,5/2,5 e 13,5/3,5135mmf35nonAI.jpg.c9c91f58a0eaf56df81a34fb9e3ed735.jpg

    insieme all'interessante e luminoso  5,8/1,458-1-4.thumb.jpg.d9559505b0043392c365ca86a0022b6c.jpg

    Tutto ciò nei primissimi mesi dopo la presentazione della prima reflex del sistema F, che inaugurava anche la relativa baionetta, differente ovviamente da quella a telemetro.

    Si era tra 1959 e 1960 e le esigenze interpretativo/tecniche dei fotografi dell'epoca si andavano evolvendo, avendo pertanto bisogno di strumenti che dessero un taglio netto col passato, quando determinate focali e distanze minime di messa a fuoco venivano limitate dalla base telemetrica delle RangeFinder:
    Nikon (Nippon Kogaku/Nikkor) si pone sul mercato come il sistema dalle potenzialità più interessanti in termini di integrazione tra corpi macchina/pentaprismi esposimetrici, ottiche ed accessorii, che nel breve volgere di un decennio avrebbero collocato il marchio di Tokyo ai vertici indiscussi tra i produttori di materiale ottico fotografico

    ccs-1544-0-79436700-1384327847_thumb.jpg.beb928cb56dbd257cb16aa5751a99828.jpg

    Il terzo strappo deciso rispetto il "kaizen" Nikon, nel 1977

    con l'avvicendamento della baionetta Ai nonai.jpg.90b48dcceccaeba9cae1ec5e348d278a.jpgai.jpg.d91d65b292e695cd5eeb7df971b0c4fb.jpg
    L'attacco viene modificato per permettere l' "Automatic maximum aperture Indexing" (AI) tramite quello che, nella documentazione Nikon,é definito "meter coupling ridge", ovvero un bordino di metallo che permette alla fotocamera di conoscere la massima apertura focale ed un dentino, fissato alla ghiera esposimetrica, che indica l'apertura correntemente selezionata.
    La forchettina soprastante resta per compatibilità con il passato, ma non é più necessaria nei corpi macchina che leggono la codifica degli obiettivi AI.

    sulle nuove fotocamere del sistema F-mount, a partire dalle mirabili F2A
    ccs-2-0-27976900-1394676880_thumb.jpg.3dfeadad5361b6d5b1fb5ee2066aa4fc.jpg           
    ed F2AS
    f2as.thumb.jpg.dd71b64d25d8c2df2a404a731b4cd6f7.jpg

    (insieme alla indimenticabile FM)fm.thumb.jpg.99beafde3970a7305671fe563d317cc7.jpg

    ccs-1544-0-76856000-1390211515.jpg.dbefb7bbaf2180f5da8ffd84596aac7c.jpg ed il loro sistema di accessorii ai quali Nikon,
    per recuperare il patrimonio di ottiche prodotte in baionetta F negli ultimi 18 anni, si determinò a modificare la baionetta a quelli più meritevoli, presentandone al contempo una pletora di altri, ancora una volta (ed è la terza) per consentire a chi volesse mantenere le vecchie abitudini, la libertà di farlo, ma al contempo, dare facoltà di scelta agli acquirenti della nuova baionetta tra le ottiche "datate" nonAi e quelle appena presentate, sfolgoranti di ingegneria ottica applicata.
    In ogni caso, ciascuna lente che veniva rinnovata in Ai, veniva arricchita di contenuti tecnologici che spaziavano dai nuovi ed efficaci trattamenti antiriflesso, ai frequentissimi aggiornamenti dello schema ottico, riprogettato alla luce della nuova disponibilità ingegneristica.

    Bene...ho dovuto aiutarmi con...Wikipedia per raggruppare tutte le ottiche messe a disposizione nel solo 1977 per consentire questo passaggio:  sono più di 50, alcune delle quali riporto qui di seguito

    k13-5.6.jpg  ai8-28_7.jpg

    ais58-12.jpg

    ai284pc.jpg

    lens_85mm_f2_176017.jpg

    ai80200.4.5.jpg

    lens_28mm_f2_450679.jpg

     

    ai180-28a.jpg

    ai135-35p.jpg      ai55-12a.jpg

    ai105-25.jpg

    ai50-300ed.jpg

     

    ai50-14a.jpg

    ai35-1.4_2.jpg           ai35-28a.jpg

    ai35-2_1.jpg

     

    ai28-2.8a.jpg  ai24-2a.jpg

    ai20-4_1.jpg      
    ai18-4_3.jpgai20-3.5.jpg

     

      ai13528a.jpg

     

     

    ai5535.jpg

    ai4386a.jpg      ai3528pc.jpg

    ai3570-3.5_2.jpg

     

    ai1352.jpg        ai2428.jpg

     

    ai600-56.jpg

    ai400-35.jpg

    ai300-28.jpg       ai300-4.5a.jpg

     

    ai200-4.jpg

    ai200600.jpg

    ais3601200.jpg

     

    Lo ripeto: mezzo centinaio di obiettivi di tutti i generi, dal rinnovo dei progetti ottici, quanto alle mere sostituzioni della baionetta, quando non di nuovissima presentazione...
    il tutto nei 12 mesi del 1977

    Capite adesso il titolo di questo articolo? 

    1161644940_89-899942_i-am-nikon-logo-www-am-nikon(1).png.405d31c7ee839a69a60e332b4e5310c1.png

     

    E poi fu AiS e poi AF, poi AF-D, G ed ancora, in tutte queste svolte, il Cliente Nikon si riconosceva in quel banner qui sopra, perchè libero di scegliere, libero di restare a coltivare il piacere della tradizione, libero di sfidare il presente ed il futuro con l'innovazione proposta dal marchio.
    Alterne vicende, ritardi già a partire dalla metà degli anni'80 producono arretramenti rispetto il principale concorrente di Nikon, ma in ogni caso il gap rimane umano e colmabile: non si tratta del fattore umano: gli obiettivi di classe continuano ad essere presentati anche se a volte senza il supporto di corpi macchina aggiornati alle ultime innovazioni dell'unico concorrente di Nikon.

    57010806_00106092018-_D5K2166-ModificaMaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.72ee6b92ffd26395e9f5eb167c8675a5.jpg.0108b019d87a2f563ded7322390d4ae9.jpg

    Si arriva al fatidico e decisivo strappo nel 1999: il Digitale !

    con la presentazione della Nikon D1, la prima DSLR a corpo totalmente mutuato dall'eccezionale F5,
    201598094_00706092018-_D5K2192-ModificaMaxAquilaphoto(C).thumb.jpg.3f45fa180ba8429a26e37327d54722a3.jpg.cb39a5448ff71ba72dd86b64b8ffc680.jpg

    ultima SLR regina, seguita da una F6 uscita solo nel 2004, un lasso di tempo troppo lungo per diventare anch'essa riferimento come le F che l'avevano preceduta.

    Il problema delle prime DSLR si chiama formato: si riesce ad arrivare solo ai sensori DX,  ossia un fotogramma 1,5 volte più piccolo del 24x36 delle reflex a pellicola.

    Questo aiuta in termini di parco ottiche da mediotele in su, mentre è deleterio per ogni ottica più larga dei 46° di angolo di campo.

    Nikon ha in catalogo però una serie di wide medi e uno super nel 17-35/2,8 dedicato alla F5: che diventa su D1 un 25-50...guarda caso misura cara agli sviluppatori ottici Nikkor, pari all'escursione focale di uno dei primi zoom wide Nikkor in montatura Ai.

    Vengono fuori a corredo di queste reflex digitali i primi superwide da 14mm, sia Nikko, sia, incredibilmente più veloci, quelli universali di Sigma, Tamron e Tokina: segno che anche i piccoli credono nello strappo del 1999, nel millennial Nikon !

    Il Sistema Nikon è ancora un sistema completo, di macchine, lenti ed accessori, e se l'AF delle prime DSLR non è ancora all'altezza di quello della F5/100 il problema viene mitigato dalla possibilità di utilizzo di ottiche MF oltre che delle AF ed AF-D in essere: le capacità di maf automatica attuali sono ancora da venire e Nikon usa ancora il motore AF integrato nel corpo macchina e collegato meccanicamente all'ottica, nella maggior parte dei casi, salvo le eccezioni costituite da telezoom e lunghi tele: fiore all'occhiello già in era pellicola per Nikon.

    Tra obiettivi Nikkor e universali la scelta è vastissima, impossibile da documentare e se nei primi cinque anni in molti restiamo a gestire contemporaneamente pellicola e digitale (prevalentemente per la questione dei costi spesso insostenibili di DSLR e schede memoria), a partire dalle prime digitali popolari (= a portata di tasca)

    come la D70 del 2004, la Storia cambia 356352-2371806_01.jpg.26e9017b74db194a1a5b16dc585350f5.jpg

    Contemporaneamente comincia una fase per Nikon di rallentamento della fin qui più che prolifica produzione ottica.

    Fase che conosciamo un pò tutti ormai, nelle sue articolazioni che hanno portato all'ultimo strappo, quello del passaggio a mirrorless, nel 2018

    D5X_3774.jpg.9380429e55687feb85b446ab1ff23379.thumb.jpg.b6f29d79b282cbaee52a5b8fd407da2e.jpg Z6 e Z7

    quando D5/500/850/7500 all'apice delle rispettive potenzialità per i destinatari elettivi, avrebbero dovuto inchinarsi al doppio avvento:

    1. di un sistema di mira diverso (non più asservito a visione reflex ma elettronica)
    2. ad una nuova e del tutto incompatibile con le precedenti, baionetta Z

    Ad un anno e qualche mese da questo appuntamento non pensavamo di essere seppelliti certo come nel 1977 da decine e decine di nuovi obiettivi, ma certamente siamo rimasti attoniti rispetto al cambio di direzione Nikon, partita con i migliori propositi ed una roadmap se non ricca, almeno popolata, da alcuni di quelli che non possono che essere considerati come ferri del mestiere di un corredo, ma inspiegabilmente priva di altri (tra i quali gli zoom 70-xxx) e approdante al 2020 con una tirata di remi in barca, avendo eliminato alcuni dei progetti ottici promessi ma sopratutto i riferimenti temporali di realizzazione.

    Lasciando NOI NIKONISTI in balia delle onde: ccs-2-0-62620900-1378247552.thumb.jpg.6b043e6697c6eb5125d4910372273aa9.jpg

    • non più sviluppo del sistema F (già penosamente impoverito di ottiche adeguate ai corpi macchina menzionati)
    • nessuna notizia delle nuove realizzazioni in baionetta Z , annunciate solamente, senza data di commercializzazione.

    Nikon-Nikkor-Z-mirrorless-lenses.jpg.768d54be3cef203c42bf5eccce33f4a5.jpg.12556ae8851a9f51229877db211d164a.thumb.jpg.32be75ef7c5aa9f9792aa0b331e13024.jpg

    per carità: non pochi obiettivi, ma solo quelli relativi ad un corredo da diporto: ne per esordienti (costi elevati) nè per professionisti/amatori evoluti (inconsistenza tecnologica in relazione al mercato attuale/mancanza di ottiche adeguate, da lavoro)

    Uno strappo in piena regola... come-cucire-strappo-jeans.jpg.3bad94a61e52662f026ad327dea27938.jpg

    forse alla moda... ma non da Nikon ...!

     

    Max Aquila per Nikonland 2019 (C)

     

     

     

    User Feedback

    Recommended Comments



    • Nikonlander Veterano

    Anch'io vorrei che Nikon fosse sempre pronta a sorprenderci con prodotti all'avanguardia ed a saziare le nostre voglie o necessità a seconda dei casi, ma al momento la storia racconta un'altra situazione. Comunque, siamo sicuri che gli orti dei vicini abbiano l'erba più verde ed un offerta di prodotti completa e più efficiente?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 ore fa, Gianni54 dice:

    Anch'io vorrei che Nikon fosse sempre pronta a sorprenderci con prodotti all'avanguardia ed a saziare le nostre voglie o necessità a seconda dei casi, ma al momento la storia racconta un'altra situazione. Comunque, siamo sicuri che gli orti dei vicini abbiano l'erba più verde ed un offerta di prodotti completa e più efficiente?

    La risposta alla tua domanda è...si! Oggi nel 2019 sia le carenze ottiche di fissi per Sonny e di corpi per Fiuggi e panasonic e Olympus...(in relazione alle rispettive categorie di utenti) sono pienamente soddisfatte.

    Idem per gli utenti mirrorless Canon.

    Restiamo solo noi con la lingua felpata e il fiato corto.

    E perché?

     

    Perché la Nikon-Tokyo dell'autunno 2019 tratta il catalogo dei SUOI prodotti come potrebbe fare Amazon che sotto la categoria "elettronica" mette i rasoi le radiosveglie e le macchine fotografiche...

    Senza riuscire a distinguere il particolare comparto che rappresenta il nostro hhhobbbyyyeee...

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    12 minuti fa, Tokyo dice:

    La risposta alla tua domanda è...si! Oggi nel 2019 sia le carenze ottiche di fissi per Sonny e di corpi per Fiuggi e panasonic e Olympus...(in relazione alle rispettive categorie di utenti) sono pienamente soddisfatte.

    Idem per gli utenti mirrorless Canon.

    Restiamo solo noi con la lingua felpata e il fiato corto.

    E perché?

     

    Perché la Nikon-Tokyo dell'autunno 2019 tratta il catalogo dei SUOI prodotti come potrebbe fare Amazon che sotto la categoria "elettronica" mette i rasoi le radiosveglie e le macchine fotografiche...

    Senza riuscire a distinguere il particolare comparto che rappresenta il nostro hhhobbbyyyeee...

    Per Canon mancano le macchine, ne laR né la RP valgono una Z delle Fugj e delle Olympus non parlo perché non sono FX, solo Sonny adesso è al Top, anche se non mi entusiasmano le modalità di controllo. Io comunque non ho fretta e restò convinto che piano, piano Nikon arriva.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    1 ora fa, Gianni54 dice:

    Per Canon mancano le macchine, ne laR né la RP valgono una Z delle Fugj e delle Olympus non parlo perché non sono FX, solo Sonny adesso è al Top, anche se non mi entusiasmano le modalità di controllo. Io comunque non ho fretta e restò convinto che piano, piano Nikon arriva.

    Ma Canon ha in catalogo per le sue reflex copertura completa e aggiornata. Ti risulta lo stesso per nikon? Adesso comunque è dissennato completare quei vuoti ultra ventennali, si attivasse sulle Z. Ed allora: dov'è un ob equivalente all'ottimo 16-35/2.8 g-master-Sonny???? manco nella road map!  Solo un bisbiglio da NikonRumors. Ma scherziamo???

    Resto qui con le mie nikon per due ragioni

    -1- i soldi

    -2- il sistema Sonny non mi convince, impostazioni dei corpi macchina che  non fanno per me e set di obiettivi ancora incompleto.

    Aspettare per aspettare sto qui a vedere come evolve, difficile che possa accadere qualcosa di peggio di quel che ho visto nell'ultimo anno e mezzo e non parlo, mi ripeto, di prodotti ignobili no no, non ne ho visti. Parlo di una politica commerciale da "tremacoda", da Don Abbondio, da prete di campagna ottuso e molesto. Una politica che ci lascia sospesi nel mezzo tra una F senza futuro che chiede (a noi) esborsi faraonici ed una Z ne carne ne pesce buona per la festa dei nipotini e le foto delle vacanze. Hoi bella gente, il set completo dei supertele a listino ci porta una somma intorno ai 60mila euro (800/5.6 da solo segna 18. DICIOTTO), ma con che criterio si chiedono 14 mila euro per un 600/4 FL se dietro ci posso montare una D5 "morente" o prossimamente una D6 zombie??!!???

    Resto qui a osservare quale altro scempio sarà capace il menagement di Nikon. 

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    3 minuti fa, Valerio Brustia dice:

    Ma Canon ha in catalogo per le sue reflex copertura completa e aggiornata. Ti risulta lo stesso per nikon? Adesso comunque è dissennato completare quei vuoti ultra ventennali, si attivasse sulle Z. Ed allora: dov'è un ob equivalente all'ottimo 16-35/2.8 g-master-Sonny???? manco nella road map!  Solo un bisbiglio da NikonRumors. Ma scherziamo???

    Stavo parlando di mirrorless e non di reflex. Mi trovo d'accordo per le ottiche ma non per i corpi macchina, una D5 e una D850 ancora le invidiano. Per quanto riguarda Sonny, è partita diversi anni prima con le alfa e solo da un anno hanno un parco ottiche discreto, Canon per le mirrorless è uscita quasi in contemporanea con Nikon ed ha a listino otto obiettivi, per cui siamo quasi in linea.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Canon ci invidia i corpi macchina dai tempi della d700, non è mai riuscita a creare un sensore in grado di recuperare le ombre senza tirar su quintali di rumore.

    Conosco diversi utilizzatori di canon imbestialiti dalle prestazioni dei loro sensori.

    Le macchine perfette non esistono, esistono quelle che si adattano ai nostri usi, ma bisogna sempre metterci del proprio, se no saremmo tutti fotografi.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Francamente non mi interessano i sentimenti di chi acquista prodotti di un marchio e passa il tempo a...invidiare quelli che producono gli altri.

     

    Infatti questo articolo denuncia la differenza epocale di comportamento commerciale di NIKON rispetto il supporto ad un sistema sul quale avrebbero deciso di... investire le proprie pensioni
    (a proposito...ma in Giappone lavorano fino alla morte oppure anche a loro ad un certo punto pagano una pensione?)

    Io la guardo da utente ed acquirente: mi pare che manchi decisamente coerenza tra le uscite delle ottiche fin qui sul mercato e le recenti (si può ancora dire dopo 15 mesi?) promesse...

    E i remi in barca questa volta sono stati tirati prima del tifone: avessero aspettato una settimana avrebbero avuto una motivazione da spendere.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Max qui non è questione di invidiare alcunché ma di ribadire per la millesima volta l'assurda situazione corrente. 

    Certo che, come detto, se chi dirige Nikon non coglie le differenze e fa di tutte le erbe lo stesso mazzo allora stiamo freschi.

    Quella NIKON che hai ricordato è e rimarrà per sempre un riferimento ineguagliato e direi, a questo punto della vicenda, ineguagliabile.

     

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Panta rei...

    Ma ciò non toglie che chi si senta impoverito da questa politica commerciale ondivaga, abbia modo e spazio per protestare.

    Poi ognuno adotterà il comportamento più consono:

    1161644940_89-899942_i-am-nikon-logo-www-am-nikon(1).png.405d31c7ee839a69a60e332b4e5310c1.png.fb78673e82334e6d3c8ea3209fc92a1c.png

    ...e quindi pretendo !

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 ore fa, Dario Fava dice:

    ...

    Le macchine perfette non esistono, esistono quelle che si adattano ai nostri usi, ma bisogna sempre metterci del proprio, se no saremmo tutti fotografi.

    e... qui nessuno sta parlando di ricerca della perfezione.

    Ma di inutili promesse, ancora una volta rimandate a data da destinarsi.

    A casa posseggo tutto ciò che mi serva per metterci...del mio.

    Ma Nikon-Tokyo non si era mai comportata così come adesso nelle più delicate fasi di transizione:

    Questo è il titolo e l'argomento di questo articolo: not for dreamers!

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    A riguardo mi piace ricordare anche il momento (secondo me) molto significativo  dell'avvento dell'AF nell'ormai lontano 1988. Un passaggio di transizione che segnò la fine di importanti linee di prodotto ed il tracollo di marchi prestigiosi. Nikon allora offrì completa compatibilità con le ottiche precedenti e si presentò in griglia con: F4 (modulare come la F2), F801 (il più bel pentaprisma della storia delle reflex) e obiettivi già AF dal 20/2.8 all'85/1.8 fino al 300/2.8 AF. Certo, con tutti i limiti del caso, ma c'erano e hanno "lavorato" assai. Rammento a tutti il successo del 80-200/2.8 a pompa che allora segnò il riferimento di segmento per qualunque costruttore di ottiche.

    Questo modo di operare consentì a Nikon di restare solidamente nel settore nonostante fosse frenata, rispetto al concorrente, da un gap tecnologico importante . Gli aneddoti di allora li risparmio, sono tanti, ma tutti nel segno di un marchio che comunque offriva soluzioni alternative (AF-I) e mostrava di "sbattersi" nella direzione giusta (F90).

    Ricordi ...

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    1 ora fa, Valerio Brustia dice:

    A riguardo mi piace ricordare anche il momento (secondo me) molto significativo  dell'avvento dell'AF nell'ormai lontano 1988. Un passaggio di transizione che segnò la fine di importanti linee di prodotto ed il tracollo di marchi prestigiosi. Nikon allora offrì completa compatibilità con le ottiche precedenti e si presentò in griglia con: F4 (modulare come la F2), F801 (il più bel pentaprisma della storia delle reflex) e obiettivi già AF dal 20/2.8 all'85/1.8 fino al 300/2.8 AF. Certo, con tutti i limiti del caso, ma c'erano e hanno "lavorato" assai. Rammento a tutti il successo del 80-200/2.8 a pompa che allora segnò il riferimento di segmento per qualunque costruttore di ottiche.

    Apppunto. Di questo stiamo parlando.
    Adesso chi ha abbandonato le F deve andare di FTZ con i robivecchi perchè un 70-200/2.8 (ad esempio) non l'hanno ancora presentato ... quindici mesi dopo il lancio del sistema ! :(

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    1 ora fa, Valerio Brustia dice:

    A riguardo mi piace ricordare anche il momento (secondo me) molto significativo  dell'avvento dell'AF nell'ormai lontano 1988. Un passaggio di transizione che segnò la fine di importanti linee di prodotto ed il tracollo di marchi prestigiosi. Nikon allora offrì completa compatibilità con le ottiche precedenti e si presentò in griglia con: F4 (modulare come la F2), F801 (il più bel pentaprisma della storia delle reflex) e obiettivi già AF dal 20/2.8 all'85/1.8 fino al 300/2.8 AF. Certo, con tutti i limiti del caso, ma c'erano e hanno "lavorato" assai. Rammento a tutti il successo del 80-200/2.8 a pompa che allora segnò il riferimento di segmento per qualunque costruttore di ottiche.

    Questo modo di operare consentì a Nikon di restare solidamente nel settore nonostante fosse frenata, rispetto al concorrente, da un gap tecnologico importante . Gli aneddoti di allora li risparmio, sono tanti, ma tutti nel segno di un marchio che comunque offriva soluzioni alternative (AF-I) e mostrava di "sbattersi" nella direzione giusta (F90).

    Ricordi ...

     

    Peraltro parli di af con le F4 ed F801 del 1988.  Ma le prime AF Nikon furono, tre anni prima, le entry level F501af ed F401, seguite dalle pro che hai menzionato, affiancate da F601af sempre nello stesso anno: tre anni di Purgatorio di ottiche AF prima serie per le reflex economiche...per arrivare alla F4.

    Spero non ci vogluano far ripetere quel percorso.... E i segnali in senso opposto sono le due Z assolutamente non entry level e le prime ottiche costruite, di livello medioalto.

    Nulla a che vedere con il 1985...

    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    F301 e F501 (la 401 con flash popup viene dopo): effettivamente mi rimandi a due cifoni che ho rimosso...effettivamente...

    Le Z non sono entry level ma sono stupidamente limitate come se fossero delle entry level, come dire: ai miei clienti va bene questo. Decido io (Nikon) che a loro non serve il doppio slot ed un grip come quelli degli ultimi 15 anni.

    E comunque un cribbio di 400/4 fresnel baionetta Z adesso farebbe la differenza

     

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    1 ora fa, Valerio Brustia dice:

    F301 ...

     

    compà !  La F301 era MF: la mia prima Nikon, nata nell 1985: funziona ancora oggi perfettamente e se la chiami cifone vengo a spaccare personalmente le tue due fuggifuggi

    La sua versione AF era la F501 del 1986 e la prima F401 esce nel 1987...: pensa che excursus prima di arrivare alla prima Nikon AF "per tutti", ossia la F801 del 1988 coetanea della F4 (che però costava attorno a 4 Milioni di lire italiane)

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    8 ore fa, Tokyo dice:

    compà !  La F301 era MF: la mia prima Nikon, nata nell 1985: funziona ancora oggi perfettamente e se la chiami cifone vengo a spaccare personalmente le tue due fuggifuggi

    La sua versione AF era la F501 del 1986 e la prima F401 esce nel 1987...: pensa che excursus prima di arrivare alla prima Nikon AF "per tutti", ossia la F801 del 1988 coetanea della F4 (che però costava attorno a 4 Milioni di lire italiane)

     

    E' veroooooo, chiedo perdono (che gaffe) ma vado a memoria, son passati trenta anni. 

    Però dai ammettilo, piazza una F301 vicino alla FE2 o alla bellissima FA, ma pure alla economica FG, e dimmi chi assomiglia di più ad un water

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Ieri siamo stati con Mauro a far visita a NewOldCamera e a R. Watanabe:

    il quale, avendo da poco incontrato il VicePresidente di Nikon Europe, in cinque minuti, battute incluse, ci ha saputo illustrare la situazione Nikon-Tokyo molto meglio di quanto, in un paio d'ore tra conferenze e colloqui personali, anche confidenziali, non avessero saputo fare gli uomini dell'establishment italiano.

    Ebbene...a Tokyo sono consapevoli di cosa voglia dire essere Nikon ed altrettanto del fatto di essere rimasti al palo per troppo tempo.

    Promettono novità sorprendenti, ma, messi alle strette da Watanabe sulla comparabilità a quelle degli avversari, la loro risposta è molto orientale: ...sperano di raggiungere il posto della collocazione ideale per Nikon.

    E noi per loro...

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    56 minuti fa, Tokyo dice:

    […]

    Promettono novità sorprendenti, ma, messi alle strette da Watanabe sulla comparabilità a quelle degli avversari, la loro risposta è molto orientale: ...sperano di raggiungere il posto della collocazione ideale per Nikon.

    E noi per loro...

    Ecco, sarà che io non conosco il significato delle risposte “orientali” ma non mi è ben chiaro cosa significhi “raggiungere il posto della collocazione ideale per Nikon”: è un augurio, una speranza, una meta? Perché io come altri siamo piuttosto disorientati, è l’unica cosa è che  più di qalcuno non acquista più F ma nemmeno Z, proprio perché ci sono risposte nebulose/ incomplete, road map inclusa. 

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Una meta da raggiungere con ogni sforzo. Secondo quanto abbiamo capito noi (del resto le cose ce le ha raccontate un ... giapponese ;) )

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 ore fa, nikolas dice:

    Attendiamo fiduciosi…. (Sperando  abbiamo capito che devono sbrigarsi)

    E qui sta il punto dolente...

    In lingua orientale attendiamo ha valenze differenti da quelle italiano-settentrionali...

    Per questo ne sono sensibile interprete col mio cambio di avatar...e la mia provenienza territoriale🤣

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    1 ora fa, Pedrito dice:

    Mah.... o.O

    A proposito: come si dice supercazzola in giapponese? :marameo:

    Comincia con un ideogramma semplicissimo... 

    1574706504_rabarbaro-zucca-pubblicitc3a0-22.jpg.9eb73bc6a6d65b36493e5f621bf08378.jpg

    simile a  che...?

    Link to comment
    Share on other sites



×
×
  • Create New...