Jump to content
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    Zfc vs Z50 nel close-up in natura

    Una  attenta più alla sostanza che all'apparenza, l'altra più chic. Nella fotografia close-up in natura quale preferire? 

    ZF2_0154.thumb.jpg.aef7906ecd6e7b2e5dcedae3d030967c.jpg.c9426b47b16f8b7368df54485676ba83.jpg

    Foto (c) Mauro Maratta.

    Come qualità di immagine non ho visto differenze, entrambe producono immagini di ottima qualità:

    bombogianni.thumb.jpg.1cbfc98abebaa44f5dbb7642b771380a.jpg

    Bombo, Nikon Z50, zoom 50-250mm, con lente addizionale Nikon 5T

    _DSC1198.thumb.JPG.446008620d7f5e5a096b9116d8d5fac3.JPG

    Mantide asiatica, Nikon Z Fc, zoom 24-200mm Z, con lente addizionale Olympus.

     

    quello che perdono per via del sensore Dx (gestione dello sfuocato più complessa, minore resa ad alti ISO) è compensato dalla possibilità di ottenere la stessa copertura di immagine a maggiori distanze quindi, maggiore "distanza di sicurezza", nel caso di soggetti mobili o inavvicinabili per qualche motivo.


    damigellegianni.thumb.jpg.1b8d86ee86f9dc543fd047ac9ccf7158.jpg

    Damigelle, Nikon Z50, zoom 50-250 Z, lente 5T

    lycendipnord.thumb.jpg.fd2bf816778203ef9e8092df7111c1b6.jpg

    Nikon Z fc, 300mm f4 pf .

    depressanordlo.thumb.jpg.2629771be64e4bd87b51bdab1501fa73.jpg

    Estremizzando il concetto, così  per gioco, ho potuto fotografare questa Libellula depressa  posata sulla sponda opposta del canale, usando la Nikon Zfc con il SIGMA 150-600mm a 600mm (=900mm equivalenti). 

     

    Quindi su questo aspetto siamo alla pari.

    Come operatività ed ergonomia ci sono invece molte differenze. 

    Per l'ergonomia, lo sanno tutti, la Z50 è vincente, non occorre addentrarsi nei dettagli generali, ne hanno già scritto Max Aquila  e Mauro Maratta (e tanti altri in  altri siti): l'abbigliamento sportivo è più pratico del tailleur. 

     

    outfit.thumb.jpg.52aa95f8398d6b94c8069ca0f25af2ce.jpg

      

    Riferendomi solo alla macro naturalistica, trovo anch'io che l'assenza di un grip nella Zfc sia uno svantaggio, ma per come fotografo io è  piuttosto secondario,  usando la fotocamera su treppiede/monopiede  oppure a mano libera, ma sempre con focali sui 200-300mm, il maggior lavoro lo fa la mano sinistra che regge gli obiettivi, per cui in queste circostanze la superiorità della Z50 rispetto alla Zfc non la vedo tanto nel grip, ma nel display posteriore della Z50, ribaltabile in modo da rendere molto comodo inquadrare anche con la fotocamera rasoterra, il display rotante ed angolato nella Zfc, comodo forse per fare vlog o no  so bene cosa d'altro, anche qui concordo con Max Aquila, è distraente, quasi "irritante".

    Un  "vantaggione" della Nikon Z Fc rispetto alla Z50 è invece la presenza del focus stacking "in camera".  Ne scrive ampiamente qui Max Aquila:

    https://www.nikonland.it/index.php?/articoli/nikon-z/nikon-z-test-e-prove-sul-campo/nikon-z-fc-focus-stacking-vs-diaframmare-1-0-r647/

    Questo, è innegabile, è un plus notevole offerto dalla ZFc, anche tenendo conto che il campo di applicazione è limitato a soggetti immobili in assenza di vento che sia possibile riprendere usando un treppiede. Su soggetti svegli ed attivi o in presenza di brezza, è impossibile o quasi fare focus stacking.

    Il flash? La Z50 ha un flash incorporato, la Z fc no. Il piccolo flash della Z50 può essere gestito ad esempio sottoesposto, ma è inamovibile per cui l'illuminazione, a meno di accrogimenti può appiattire l'immagine. Non si può comunque negareche il flashettino  può salvare la situazione in qualche caso.

    vespagianni..thumb.jpg.d0b53458f9396096a68d53295e27d1b9.jpg

    Scolia hirta, Nikon Z50, zoom 50-250mm, con lente addizionale Nikon 5T flash incorporato.

    Usando flash separati per gestire meglio la luce si torna al pareggio.

    In conclusione, per il mio modo di vedere (che può essere diverso dal vostro!) I vantaggi della  Z 50 sulla Z fc, relativamente a questo genere fotografico; stanno:

    Nel monitor, molto più pratico.
    In misura minore, ma per qualcuno può essere importante più che per me,  nel grip e nell'ergonomia generale.
    In qualche caso il flash incorporato può servire.

    Il vantaggio della Zfc principalmente sta  nella possibilità del focus stacking in camera, che può essere  utile anche sul campo. 

    Le foto scattate con la Z50 sono di Gianni Ragno, le foto scattate con la Z fc sono mie.

    Silvio Renesto

    User Feedback

    Recommended Comments

    • Administrator

    ZFC_2205.thumb.jpg.3577cfa070b597ee64cd6fd94c3bfd75.jpg

    Nikon Zfc, Nikkor Z 105/2.8 S, f/13, limitatore 29-50cm. Mano libera, luce naturale.

    Link to comment
    Share on other sites


×
×
  • Create New...