Jump to content

Lasciate un commento

Commenti e feedback sono fondamentali per indirizzare la redazione nella stesura degli articoli.
Lasciare un commento significa lasciare un segno del vostro passaggio, è un gesto nei confronti dell'autore, un segnale utile per gli articoli successivi.
Noi decidiamo le linee editoriali di Nikonland anche in base ai vostri commenti e feedback.
Non fate mancare il vostro apporto !

M&M M&M
  • Silvio Renesto
    Silvio Renesto

    [test] Nikon Z6, fotografia ravvicinata con il 300mm Pf e accessori.

    Nell'agosto dello scorso anno avevo pubblicato un test sulla fotografia ravvicinata con la Nikon Z6 il 300mm f4 Pf accoppiato a dei tubi di prolunga per Nikon F, confrontando i risultati con quelli ottenibili con il TC 14 E III. 

    Perchè quindi ripetere un test molto simile?

    Per due motivi:

    Il primo è che ho usato un tubo Fotodiox per Nikon Z, montato tra il corpo macchina e l'adattatore FTZ, anzichè un tubo per nikon F montato subito dietro l'obiettivo. Vedremo la differenza.

    Il secondo è che stavolta il test è un po' più completo, in quanto ho confrontato fra loro i rapporti di riproduzione ottenibili con il tubo di prolunga , con il Tc 14 ed anche con una lente addizionale acromatica di qualità, la SIGMA 0.72, da 1.8 diottrie, quindi molto vicina alla Canon 500D come potenza e posso assicurare, come qualità.

    Un terzo motivo è  che c'è  stato interesse perchè riprendessi  questo argomento, per cui ecco qua.

    E siccome so che vi piace,  ho messo anche le foto dell'attrezzatura, per essere più chiaro :P .

    NOTA: Nelle foto non ho curato la postproduzione perchè il mio unico  interesse è mostrare come variano i rapporti di ingrandimento  e le distanze.

    Cominciamo con il 30mm f4 Pf da solo 

    300ftz.thumb.jpg.489845fd08450078fa29f03f25545ab8.jpg

     

    Il rapporto di riproduzione massimo è di 1:4.1 a 1,4m,e la Distanza di Lavoro (distanza fra soggetto e lente frontale, quello che conta veramente) è di circa 1,2m, il risultato è una cosa così:

    300mm.thumb.jpg.32f31bb9f08ce0cbc07039ff3dc96235.jpg

    Il varano di Komodo di solito è lungo tre metri ma questo è tascabile. Abbiate pazienza, è un test, fa freddo è non c'è granchè in giro.

     

    Adesso montiamo il TC 14 EIII

    300TCftz.thumb.jpg.8f235ee4f6f2a0d7896de71e64810953.jpg

     La distanza di messa fuoco non cambia, mentre la distanza di lavoro si riduce di circa 2cm per via dello spessore del TC, circa 118 cm. Variazione da poco.

    Il risultato è questo:

    300mmTC.thumb.jpg.a5ebb719ec088cc2f1d0cc9b53fc6cfb.jpg

    Notevole e senza apprezzabili perdite di qualità.

     

    Ora invece montiamo il tubo di prolunga Fotodiox da 35mm

    300ftztu.thumb.jpg.958dce31b8a50872be4c100ee826d1f3.jpg

     

    Fotografando SENZA SPOSTARCI, ossia sfruttando solo il recupero di focale effettiva (sul focus breathing ho già scritto diverse volte ;) ) si ha questo rapporto di riproduzione:

    300mmtubo.thumb.jpg.820413bdfd9d7b869da25578b9cb1cbf.jpg

    La distanza di lavoro è  117cm (il tubo è circa 1cm più lungo del TC 14), un bel risultato anche questo, anche se leggermente inferiore all'accoppiata 300mm + TC14.

    Ma con il tubo di prolunga è possibile avvicinarsi di più (a quello servono!) e quindi ingrandire di più:

    300mmtubomin.thumb.jpg.1b7eb51d1dfffccb886faf43beac03d7.jpg

    La distanza di lavoro minima è 98 cm circa, con un ingrandimento molto interessante e buona qualità di immagine.

    E se montassimo una lente addizionale

    300lente.thumb.jpg.479ed78ed8f9fb44722e3ee8ae1fc48a.jpg

     

    Se la lente addizionale è buona (doppietto acromatico) i risultati non sono male. Il problema è che il range di messa a fuoco è molto limitato.

    Con obiettivo focheggiato ad infinito:

    300mmlentemax.thumb.jpg.421e2d8736cf97c89bfc57f8397d4c5a.jpg

    Buona qualità, distanza di lavoro circa 56cm.

    Con l'obiettivo focheggiato alla minima distanza:

    300mmlentemin.thumb.jpg.e7aaa94a44560c8db3c06555a25cb96f.jpg

    Ulteriore ingrandimento, distanza di lavoro 38cm,  immagine un po' più morbida, ma ancora buona.

    Se volessimo esagerare...

    tutto.thumb.jpg.e6c7544acfaae9cf4f474cdd8ba6324d.jpg

    ed ecco cosa si ottiene al massimo ingrandimento:

    300tubolente.thumb.jpg.35d40d0935b83612216051a2972c15a5.jpg

    Immagine un po' morbida, distanza di lavoro 33 cm.

    Questo accrocchio di tubo più lente è tanto per giocare, se volete questo rapporto di riproduzione, siate seri e  procuratevi un vero macro. 

    Conclusioni.

    Dal punto di vista dei vantaggi e degli svantaggi le conclusioni non sono troppo diverse rispetto all'articolo precedente, con una differenza, inoltre in questo articolo cercherò di essere più esaustivo:

    Il 300mm usato da solo sulla Z 6 (o su qualsiasi fotocamera FX) a mio parere a volte potrebbe risultare un po' "corto" per la fotografia ravvicinata, conviene avere al possibilità se serve di accoppiarlo ad un accessorio (oppure ad una fotocamera Dx xD). 

    Con il Tc14 EIII si ha il vantaggio di non perdere la possibilità di mettere a fuoco ad infinito, che non è poca cosa.

    Sorpresa! Il tubo di prolunga  Fotodiox, mantiene non solo l'autofocus, ma anche la stabilizzazione,  cosa che i tubi per nikon F nel test precedente  non facevano. 
    Questo cambia in positivo  il mio giudizio sui tubi di prolunga rispetto all'articolo precedente, il Fotodiox è abbastanza corto da rendere l'insieme compatto e gestibile anche a mano libera (naturalmente  dipende sempre dalle situazioni). Va tenuto conto che con  i tubi di prolunga si perde luminosità, tanto di più quanto sono lunghi, ma il tubo da 35mm  sul 300mm  "mangia" poca luce e non da' problemi su una fotocamera come la Z 6.

    La Lente addizionale, a mio parere è un po' ostica (poco versatile)  su focali fisse così lunghe per via dell'elevato ingrandimento a  distanze di non molto lunghe. Come ho già scritto più volte la vedo meglio su uno zoom XX-200 o XX-300 dove diventa possibile avere un range di rapporti di riproduzione molto ampio grazie alla possibilità di cambiare focale.

    Quindi per me o converter o tubo, secondo preferenza o necessità, la lente la userei su qualcos'altro. Per le libellule in volo ... la soluzione con l'af più veloce ;) !

     

    Ultima nota. Nelle foto più ravvicinate, con tubo e con la  lente ho usato il ... cosino a led che ha descritto  Dario Fava:

    moman2.thumb.jpg.c571bf775b231341d03c505e685bbe29.jpg

    Alle distanze brevi funziona davvero bene e non mi ha creato problemi di ombra col 300 Pf (merito anche delle ridotte dimensioni dello stesso).

     

     

     

     

     

     

     

    • Like 5


    User Feedback

    Recommended Comments

    Silvio, innanzitutto grazie!

    sono molto stupito: l’ingrandimento tra 300+tc14 e 300+35mm (soli) di allungamento è lo stesso? E quanta luce perdi?

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Silvio, innanzitutto grazie!

    sono molto stupito: l’ingrandimento tra 300+tc14 e 300+35mm (soli) di allungamento è lo stesso? E quanta luce perdi?

     

    Restando a 1,4m, cioè senza spostarsi, il TC ingrandisce leggermente di più (ho corretto le foto, prima avevo messo due volte la stessa foto, quella col TC). Avvicinandosi a 1m- 98cm, il tubo ingrandisce molto di più

    Data la lunghezza focale notevole rispetto a quella del tubo, la perdita di luminosità è quasi  paragonabile a quella provocata dal TC.
    Formula empirica: perdita di luminosità in fstop=(allungamento + focale obiettivo)/focale obiettivo. Se alla distanza minima fosse davvero un 300mm avresti 1,1 stop appena. Siccome è invece intorno a 220mm hai (35+220)/220= 1,15 stop in meno, se non ho sbagliato i conti. Poca roba.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

    Silvio, pare anche a me che la soluzione più interessante sia quella più semplice,

    con il tubo solamente, senza lente addizionale.

    Non ho capito a che diaframma abbia scattato le foto: forse sempre a tutta apertura, in funzione dello scopo proposto (quello della fotografia alle libellule?)

    Ho impressione che l'interazione tra i due tubi (Fotodiox e FTZ) + lente abbassi molto la resa complessiva, ad ogni modo, puoi cortesemente fare anche qualche prova con luce flash? (o luce continua di forte intensità... non hai il Godox SL60?)

    A me pare che il sistema di illuminazione a led che hai usato, nelle foto a distanza ravvicinata, abbia impastato un pò il contrasto dell'insieme.

     

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    9 ore fa, Max Aquila ha scritto:

    Silvio, pare anche a me che la soluzione più interessante sia quella più semplice,

    con il tubo solamente, senza lente addizionale.

    Non ho capito a che diaframma abbia scattato le foto: forse sempre a tutta apertura, in funzione dello scopo proposto (quello della fotografia alle libellule?)

    Ho impressione che l'interazione tra i due tubi (Fotodiox e FTZ) + lente abbassi molto la resa complessiva, ad ogni modo, puoi cortesemente fare anche qualche prova con luce flash? (o luce continua di forte intensità... non hai il Godox SL60?)

    A me pare che il sistema di illuminazione a led che hai usato, nelle foto a distanza ravvicinata, abbia impastato un pò il contrasto dell'insieme.

     

    Sono d'accordo con te, meglio soluzione semplice: TC se non hai necessità di ingrandire troppo o non ti puoi avvicinare, tubo se invece vuoi ingrandire un po' di più e puoi arrivare un po' più vicino.

    Ho scattato tra f7 e f8, come ho scritto mi interessava mostrare principalmente i rapporti di riproduzione.

    Senza dubbio tubo più lente impasta l'immagine infatti ho scritto che era per gioco.

    Sarebbe da  provare invece, in una macro statica ed  avendo un corredo tutto Z, a mettere un TC per Z prima del tubo e poi un'ottica Z (se fattibile meccanicamente ed elettronicamente), quello darebbe un notevole ingrandimento.

    Sì, il contrasto non era gran che. Posso certamente fare qualche prova con le luci.

    • Haha 1

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    22 ore fa, Silvio Renesto ha scritto:

    Sarebbe da  provare invece, in una macro statica ed  avendo un corredo tutto Z, a mettere un TC per Z prima del tubo e poi un'ottica Z (se fattibile meccanicamente ed elettronicamente), quello darebbe un notevole ingrandimento.

    Non si può. I TC Z e i loro obiettivi compatibili hanno la baionetta parzialmente accecata per impedire meccanicamente il montaggio di apparecchi non ammessi da Nikon.

    Ho provato invece mettendo il tubo prima del TC 2x Z davanti allo Z 70-200/2.8 S e l'ingrandimento mi pare marginale. Credo che dovremo aspettare lo Z 105/2.8 Micro-Nikkor per parlare di queste cose sul tutto Z.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites
    1 ora fa, M&M ha scritto:

    Ho provato invece mettendo il tubo prima del TC 2x Z davanti allo Z 70-200/2.8 S e l'ingrandimento mi pare marginale. 

    Certamente, se crei un 400mm, poi un tubo relativamente corto ingrandirà poco.
    Peccato per  l'incompatibilità.

    Share this comment


    Link to comment
    Share on other sites

×
×
  • Create New...