Jump to content
  • Nikonland Admin
    Nikonland Admin

    Perché dovreste comprare una Nikon Z8 (dedicato a chi ha reflex oppure Z6/Z7/Z5/Zdx)

    ZFC_6475.thumb.jpg.437bd76b4008db952107e8797ae4f12b.jpg

    per le specifiche della Nikon Z8 rimandiamo alla prova completa pubblicata su Nikonland.it la settimana scorsa (qui) mentre per le peculiarità delle sue caratteristiche abbiamo un approfondimento pubblicato al suo annuncio (qui).

    Qui vogliamo sintetizzare le sue specifiche come sostanzialmente identiche a quelle dell'ammiraglia Nikon Z9, in un corpo più compatto ma comunque di taglio professionale, basato per la parte di alimentazione sulla nota batteria EN-EL15C e su un misto di schede di memoria CFExpress/XQD ed SD.

    Ma questo articolo vuole più che altro evidenziare le motivazioni di passaggio alla Nikon Z8 a seconda della base di partenza.

    Ovviamente nessuno è obbligato ad acquistare una nuova macchina, meno che meno una fotocamera il cui costo di acquisizione sfiora i 5.000 euro.
    Prezzo molto elevato sebbene purtroppo allineato a quello della Nikon D850 - ultima reflex di grande successo Nikon - rivalutato per l'inflazione.
    Oppure a quello della mitica Nikon D700 del 2008, riportato ai prezzi attuali ...
    Non è obbligato perché nella realtà le sue caratteristiche sono per la gran parte dei fotografi sovrabbondanti.
    Questo non significa che siano superflue ma che probabilmente non saranno sfruttate a pieno.
    Sprecate ? No, perché ogni fotografo deve sentirsi libero di intraprendere ogni genere di fotografia con la sua fotocamera.
    Ma è indubbio che la gran parte delle specificità della Z8 siano meglio esplicitate nella fotografia d'azione, dove è necessario avere il controllo della scena in tempo reale scattando rapidamente, e nel video, specialmente quello ad alta risoluzione ed elevato numero di frame al secondo.

    Insomma, le qualità della Nikon Z8 sono onestamente superiori a quelle necessarie per ogni singolo fotografo per la sua fotografia di tutti i giorni. Ma è bello pensare di avere una fotocamera capace di accompagnarci - per molti anni - in qualsiasi tipo di avventura fotografica vorremo affrontare al presente e in futuro.

    ***

    Bene, con queste premesse addentriamoci meglio nel discorso.

    Immaginiamo di essere in possesso di una bellissima reflex come la Nikon D850 o una delle sue sorelle, D800/D810. Persino di una vecchia D700, ce ne sono ancora molte in attività nonostante i 15 anni trascorsi dal suo lancio. Ma anche una D500, ultima "ammiraglia" in formato DX, in servizio dal 2016.

    La Z8 offrirà tutte le potenzialità delle mirrorless Nikon Z. Il sistema di obiettivi Nikkor Z (i cui componenti sinora si sono tutti dimostrati superiori ai corrispondenti per reflex), un corpo più compatto e più leggero (almeno pensando alle full-frame).
    Lo stabilizzatore sul sensore, una cosa che sin che non l'hai provata non ti rendi conto di quanto sia preziosa, la mancanza di specchio con tutte le vibrazioni indotte dal suo meccanismo. 
    Ma soprattutto, un autofocus preciso e con la disposizione dei punti di messa a fuoco praticamente su tutto il frame e che non necessita di essere registrato, obiettivo per obiettivo, focale per focale, distanza per distanza, per essere sempre affidabile. Senza scordare che ogni sistema meccanico nel tempo perde di precisione con scadimento delle prestazioni.
    L'autofocus in una reflex dipende dall'immagine riflessa su un sensore separato da quello di immagine. Con ovvie conseguenze in termini di differenza di precisione, oltre che per l'impossibilità per le reflex di allargare la matrice dei punti di messa a fuoco.

    Ecco, a questo aggiungiamo le specifiche della Nikon Z8 che grazie al suo sensore velocissimo di tipo stacked e al suo doppio canale di lettura permette :

    • visione in tempo reale senza ritardo tra la scena e la visione a mirino
    • visione senza oscuramenti dovuti all'alzarsi e all'abbassarsi dello specchio
    • visione senza oscuramenti dovuti alla ... chiusura dell'otturatore : perché la Z8 l'otturatore meccanico non ce l'ha
    • assenza di vibrazioni totale per assenza di componenti meccaniche in movimento
    • assenza di usura meccanica (per l'assenza di componenti soggette ad usura)
    • capacità di raffica ben superiori alle necessità ordinarie (fino a 120 scatti al secondo)
    • virtuale assenza di fenomeni di artefatto dovuto alla lettura del sensore in scatto silenzioso
    • con la conseguenza che si può scattare in silenzioso praticamente sempre ed in ogni circostanza senza essere notati e sentiti (immaginiamo situazioni in cui i fotografi sono mal sopportati, tipo le cerimonie, le conferenze stampa, i riti religiosi, la fotografia wildlife alla macchia etc.)

    E oltre a questo, una capacità di gestire tutti i parametri di scatto in tempo reale anche a velocità molto elevate.

    Uno su tutti, il riconoscimento del soggetto, con autofocus che si adatta seguendo - nel caso di persone o animali - torso, viso oppure occhi, fino a 120 scatti al secondo.

    Nel caso in cui la vostra reflex fosse di fascia inferiore, tipo una D750/D600/D610, il passaggio alla Z8 vi sarebbe anche un corpo di qualità superiore per costruzione ed ergonomia (l'impugnatura della Z8 è pari a quella della Z9 e discende dalle ammiraglie Nikon D3->D6).
    Ogni caratteristica della Z8 sarebbe nettamente superiore a quella a cui siete abituati con un passaggio ancora più sconcertante rispetto a quello di chi invece è abituato ad una reflex superiore.

    Sottolineiamo come la visione al mirino elettronico della Z8 sia luminosa, chiara e precisa, offrendo al contempo anche molte informazioni in più rispetto al mirino reflex, specie delle macchina di fascia media e bassa ma anche nel caso di reflex di classe elevata come una D5. Dopo un breve periodo di acclimatamento si è portati ad apprezzare il mirino di una Z, specialmente se è una Z8/Z9.
    Che riporta in visione quello che verrà effettivamente ripreso, consentendo di variare i parametri di esposizione e di bilanciamento del bianco avendo direttamente a mirino la prova reale mentre una reflex vi farà sempre vedere quello che arriva al mirino, non sul sensore di immagine.

    ***

    Andiamo invece a chi si è già avventurato nel mondo Nikon Z con una delle altre macchine sul mercato.

    Rispetto a quanto già evidenziato sopra, vorremmo sottolineare in particolare l'assenza dell'otturatore meccanico con tutti i vantaggi pratici che ciò comporta (assenza di vibrazioni, assenza di oscuramento, assenza di usura meccanica) con la possibilità di ridurre al minimo gli effetti della lettura del sensore per via esclusivamente elettronica.
    Il sensore della Z8 viene letto in circa 3.7 millisecondi, quasi 10 volte più rapidamente di quello della Z6 e oltre 20 volte più velocemente di quello della Z7.
    Questo consente di ridurre al minimo, rendendolo quasi ininfluente, l'effetto del rolling shutter (letteralmente otturatore a tapparella) che invece nello scatto seguente è chiaramente evidenziato :

    DSC_6026rid.thumb.jpg.35e88c63523353868aad380b4cc25006.jpg.1b73166615a417ef82ede8eaca0d0ef1.jpg

    qui sopra abbiamo un caso di artefatto dovuto alla differenza di velocità di movimento del soggetto (o almeno, le sue ali) e quella di lettura del sensore in otturatore elettronico/scatto silenzioso. Evitabile solo utilizzando una Nikon Z8 (o una Nikon Z9) mentre sono presenti usando una mirrorless Nikon come Z6/Z7/Z5/Z50 etc.

    Andando alle altre caratteristiche salienti, la Z8 porta in dote il riconoscimento del soggetto, con inseguimento automatico in tempo reale (che per persone e animali punta al torso, viso e occhio se questi sono visibili o riconoscibili) e questo alla velocità massima di 120 scatti al secondo, sia in fotografia che in video.

    Se questo vi da una idea solo vaga di cosa significhi, proviamo ad esplicitarlo con un esempio. Un caso tutt'altro che esotico, semplicemente una persona che cammina per strada, il fotografo ad alcune decine di metri di distanza che la inquadra con un 600mm e scatta a 30 scatti al secondo.

    A 30 fps la Nikon Z8 utilizza tutte le sue capacità di messa a fuoco e di inseguimento del soggetto, applicando ogni parametro di scatto del fotografo.
    Il fotografo deve limitarsi a seguire l'azione durante il movimento, tenendo premuto il pulsante di scatto.
    La macchina continuerà a registrare ininterrottamente finché il pulsante resta premuto o finché si esauriscono batteria o spazio su scheda.

    Z8X_1214.thumb.JPG.fdd47cc37a78a103d07fa415bc9dfa4a.JPG

    questo è uno scatto scelto a caso da una sequenza di 133 scatti tutti a fuoco. Sono scatti fotografici da 8256x5504 pixel, in formato jpg da circa 10-15 megabyte l'uno, perfettamente editabili, stampabili, etc.

    Qui, solo ai fini di fare dimostrazione delle funzionalità di inseguimento e di scatto, li abbiamo montati in time-lapse rallentando la visione.
    Ma, lo ribadiamo, non si tratta di un video, sono foto singole ad alta risoluzione, tutte accuratamente salvate singolarmente sulla scheda di memoria.

    l'azione nella realtà è durata circa 4 secondi e mezzo mentre qui al rallenty impiega per svilupparsi, 15 secondi.
    Abbiamo scelto i 30 fps per non appesantire la visione ma a 60 o a 120 fps non sarebbe cambiato nulla per la Z8, tranne il formato del file in uscita.
    E nel video ? Praticamente uguale, anche a 8K !

    La Nikon Z8 è più veloce del fotografo nel riconoscere un soggetto e nel metterlo a fuoco appena viene inquadrato. Il fotografo dovrà solo abituarsi a fidarsi e troverà i suoi scatti perfettamente a fuoco anche quando, mentre li scattava, non riusciva a rendersene conto.

    E se sopra abbiamo una discreta profondità di campo permessa da un diaframma di f/6.3 ad alcune decine di metri, anche con il meraviglioso Nikkor Z 85/1.2 S e un soggetto che vi si muove di fronte, la sua iride sarà per lo più a fuoco anche se scattate a raffica da un metro di distanza.
    Magari non pretendete che la Z8 faccia le foto per voi ma per il resto, dopo i primi giorni capirete che vi potete fidare e consentirle di esprimere il suo pieno potenziale.

    Vi ricordiamo inoltre che le altre Z (esclusa la Z9) non hanno una visione in tempo reale (c'è un ritardo tra ciò che succede al vero e ciò che passa sul mirino), specie alle alte velocità di raffica (che a mirino vengono presentate in ritardo, in una sorta di moviola), un effetto che impedisce a chi fotografa azione di seguire effettivamente ciò che sta succedendo, piuttosto di sperare di aver inquadrato correttamente il soggetto che intanto si è mosso.

    ***

    In conclusione, pensiamo che la Nikon Z8 offra un complesso di prestazioni elevate per ogni fotografo Nikon e che valga la pena di considerarne l'acquisizione, qualunque sia la macchina attuale, salvo che non si abbia già la Z9 ... discorso più sottile e che sarà oggetto di ulteriore approfondimento.
    Si otterrà una fotocamera già matura, con caratteristiche sovrabbondanti per ogni necessità, anche estrema (ci sono già fotografi che sono andati nell'Artico o in Amazzonia con la Z8), capace di assecondare il fotografo in tutti i generi e in tutte le circostanze.

    Anche il fotografo più stanziale, avrà nella Nikon Z8 una compagna di livello inappuntabile e longeva, seppure nella vita raramente sfrutterà tutte le sue capacità.

    Nel valutarne il costo di acquisto, considerate nella vostra mente che - certo Nikon farà ulteriori aggiornamenti, magari anche molto performanti - ma che il salto prestazionale che vi offre oggi la Z8 difficilmente potrà essere replicato in questi termini. E quindi un suo avvicendamento non sarà raccomandabile per molti, molti anni a venire.
    E l'assenza di parti meccaniche insieme alla sua caratteristica di elevata riparabilità, ne dovrebbero consentire una vita utile mediamente molto lunga.

    Da non sottovalutare anche come, nel recente passato, molti di noi possedessero più di una fotocamera specializzata per fotografare nelle varie circostanze.
    Una full-frame, una APS-C, e magari anche una D500. Oggi tutti quei compiti possono essere assolti con efficacia da una singola macchina : la Nikon Z8.

    Quanti soldi abbiamo speso negli ultimi 10 anni comperando tante macchine, nessuna delle quali così polivalente ?

    Bene, questo è tutto ma vi ricordiamo che nelle pagine interne del sito, abbiamo messo a disposizione di tutti un Club dedicato alla Nikon Z8 (qui)

    ***

    Se questo articolo vi è sembrato utile mettete un like. A voi non costa nulla ma per noi fa una grande differenza per capire quali siano gli argomenti che i lettori trovano più interessanti.
    Non abbiate timore ad aggiungere i vostri commenti o a fare domande.

    User Feedback

    Recommended Comments



    • Nikonlander

    E' più che utile perché ogni nuovo articolo pubblicato sulla Z8 (così come per qualsiasi altra materia o materiale) aggiunge sempre un pezzo in più, un'informazione nuova o anche le stesse ma articolate meglio per renderle più chiare.

    La tua passione è spesso coinvolgente e del resto che passione sarebbe se così non fosse? 

    :36_1_11:

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    domanda retorica: ovviamente anche il sistema di Focus Stacking nella Z8 è rimasto invariato?

    Nel senso...: non è che hanno approfittato del nuovo modello per implementarvi una organizzazione meno random del punto iniziale e del punto finale di maf?

     

    No, eh?....:x3x:

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    e ne approfitto ancora: non è che nei menù della Z8, versante comandi, sia comparsa una possibilità di regolazione del timeout dei monitor degli obiettivi S che ne siano muniti ?

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    35 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    domanda retorica: ovviamente anche il sistema di Focus Stacking nella Z8 è rimasto invariato?

    Nel senso...: non è che hanno approfittato del nuovo modello per implementarvi una organizzazione meno random del punto iniziale e del punto finale di maf?

     

    No, eh?....:x3x:

     

    20 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    e ne approfitto ancora: non è che nei menù della Z8, versante comandi, sia comparsa una possibilità di regolazione del timeout dei monitor degli obiettivi S che ne siano muniti ?

    Buongiorno,

    no, possiamo confermare che le cose non sono cambiate rispetto alla Z9.
    Ma sarebbero due componenti su cui è possibile lavorare per implementazioni via firmware.
    Supponiamo che, al netto delle piccole differenze di hardware (USB-C doppia, slot di memoria, LAN, GPS), le due piattaforme software per Z8/Z9 siano condivise.

    Cordialmente.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    56 minuti fa, Max Aquila ha scritto:

    Bene, allora speriamo nell'aggiornamento fw 4.0 per la Z9 che sicuramente coinvolgerà poi anche la Z8...

    Io ho più la sensazione che il firmware 4.0 sia l'allineamento alla versione 1.0 della Z8... e che quindi la grande novità sia più che altro il formato HEIC.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 ore fa, Leo ha scritto:

    Io ho più la sensazione che il firmware 4.0 sia l'allineamento alla versione 1.0 della Z8... e che quindi la grande novità sia più che altro il formato HEIC.

    Non credo e per due buoni motivi.

    La versione 4.0.0 di un software si distacca dalle 3.x per l'aggiunta di funzionalità prima non previste.
    Ci è stato anticipato informalmente che ci saranno interessanti novità.
    I file HEIF francamente mi lasciano del tutto indifferente.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Argomentazioni lucide e razionali, ma, tra le righe, dai anche sostegno allrmie scelte: per il mio livello e per le mie foto non è un investimento giustificato o giustificabile

     

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    5 minuti fa, Delfo ha scritto:

    Argomentazioni lucide e razionali, ma, tra le righe, dai anche sostegno allrmie scelte: per il mio livello e per le mie foto non è un investimento giustificato o giustificabile

    Il livello può crescere nel tempo. Ma le necessità fotografiche sono quelle che sono.

    Un paesaggista potrebbe ambire alla Nikon Z8 ma facilmente non avrebbe alcun vantaggio nell'averla, rispetto a qualsiasi altra fotocamera capace della stessa gamma dinamica, a costi frazionali rispetto alla Z8.
    E a che scopo avere un inseguimento del soggetto con riconoscimento in tempo reale da 120 scatti al secondo, quando si fa solo still-life e magari si focheggia a mano ?

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    35 minuti fa, Delfo ha scritto:

    Infatti. Essere o avere?:leo:

    Ah beh...

    Come per Z9 valeva questo sacro pensiero, non vale ugualmente per la Z8....

    Che è invece il ponte sul fiume Kway tra gli ultimi entusiasti del meglio delle Nikon F ed il mondo Z... 

    Da Jurassic Park all' I.A....

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    18 ore fa, Max Aquila ha scritto:

    Ah beh...

    Come per Z9 valeva questo sacro pensiero, non vale ugualmente per la Z8....

    Che è invece il ponte sul fiume Kway tra gli ultimi entusiasti del meglio delle Nikon F ed il mondo Z... 

    Da Jurassic Park all' I.A....

    per chi suonasse ermetico il mio pensiero:

    la Nikon Z8 è la macchina fotografica del 2023 e degli anni a venire per tutti i fotografi amatori evoluti  Nikoniani/nisti/lander

    Perchè se è pacifico che un buon 80% degli acquirenti della Z9 dell'anno scorso, se avessero potuto scegliere allora, avrebbero preso la Z8 e non solamente per i 1600 euro di differenza di prezzo al lancio (adesso molto meno, alla pari addirittura sul passaggio Z9usata/Z8nuova),

    adesso le vendite della Z9 si ristabilizzeranno e la Z8 diventerà il best buy e la porta d'ingresso di chi strenuamente dal 2017 continuava a detenere una D850 / 8xx, considerandole a ragione il picco massimo di qualità Nikon F...ma purtroppo non assistite da ottiche alla loro altezza, se non sfogliando cataloghi di marchi concorrenti.

    Il peso della Z8...?  Per chi ho letto lamentarsene, tra i quali un NPS...:o, ricordo che la Z8 pesa 100 grammi meno di una D850, quindi una scusa, più che un problema.

    I vantaggi?  Incommensurabili rispetto ad F-mount:

    • tiraggio obiettivi
    • ottiche nuove
    • numero e disposizione FF dei sensori AF
    • efficienza sensori AF
    • velocità operativa fino a 1/32k di secondo !!! ed in basso tempi lunghi fino a 900"
    • otturatore elettronico compatibile con flash ed immune da rolling shutter
    • silenziosità operativa
    • frequenza di scatto
    • operatività video 2/4/8k
    • abbondanza di pulsanti fn pur in presenza di strutturazione comandi classica
    • qualità cromatica e dinamica del sensore, superiore alla serie 8xx
    • compatibilità con ogni obiettivo costruito sulla Terra

    ...e ancora...

    • VR sul sensore
    • eyeAF in quasi tutte le modalità Af e con soggetti dedicati
    • impostazioni HLG nei picture control
    • mirino elettronico realtime
    • starlight view
    • touch screen realtime
    • monitor articolato 
    • intercambiabilità col modello di punta 
    • personalizzazione funzioni
    • compensazione automatica per distorsione e vignettatura
    • scatti in pre/post rilascio
    • aggiornamenti fw frequenti

     

    continuo...?

    • Thanks 4
    • Haha 6
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Beh, beh... mi state facendo venire il pensiero che potrebbe essere l'ultima macchina fotografica che potrei comprare.

    Considerato che ho tenuto la D700 per 13 anni, e probabilmente userei ancora quella se non fosse per Nikonland... :x4x:

    E' ora di preparare un salvadanaio ^^

    A proposito... quanto grande? :ph34r:

    • Like 2
    • Haha 4
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano

    Mi sono preso qualche giorno prima di commentare.

    Da (in)felice possessore e utilizzatore di DX ho sempre avuto una forte attrazione per le fotocamere full frame ma, forse per il tipo di fotografia che pratico, ho sempre privilegiato l'unico punto di forza dei sistemi DX, il rapporto d'ingrandimento. Ma alla stessa maniera sono sempre rimasto colpito dalla perfezione dei files prodotti con le FF pur non sentendo l'impellente necessità di transitare verso quel sistema. Devo essere sincero, questa Z8 ha fatto cadere anche l'ultimo paletto. E' una fotocamera assoluta e non esiste proprio un confronto con la Z9 benchè abbiano identiche prestazioni. Dei dispositivi in più e dei vantaggi offerti dalla batteria e dall'impugnatura più bilanciata non saprei che farmene, non ci devo lavorare otto ore al giorno, non devo spedire foto col satellitare a nessuno e non ho bisogno di una batteria che in un utilizzo continuo mantenga la carica per due giorni. Insomma, nei momenti di maggior lavoro sarò riuscito forse a scattare 1000-1500 foto in un paio d'ore. Non può essere che in quei trenta secondi nei quali mi fermo per cambiare la batteria io mi perda la foto della vita.

    Quindi, la comprerei senza remore. Lo faro?  L'intenzione sarebbe questa.9_9

    • Like 4
    • Thanks 5
    • Haha 3
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander

    Siete dei diavoli tentatori, non era mia intenzione prendere la Z8, ma questa mattina ho chiesto a RCE di La Spezia informazioni su tempistiche e valutazione della mia Z6II. Mi sono preso un paio di giorni per riflettere. 

    • Haha 2
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    1 ora fa, Ennio Franzi ha scritto:

    Siete dei diavoli tentatori, non era mia intenzione prendere la Z8, ma questa mattina ho chiesto a RCE di La Spezia informazioni su tempistiche e valutazione della mia Z6II. Mi sono preso un paio di giorni per riflettere. 

    Troppo tempo. 

    E si vive una volta volta.

    Prendila che non te ne pentirai

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites

    “Perché dovreste comprare una Nikon Z8 (dedicato a chi ha reflex oppure Z6/Z7/Z5/Zdx)”
     

    Si, si bella macchina per carità, ma chi ha Z5 come me dovrebbe anche mettere in cantiere la spesa per un computer più performante e magari aggiungiamo uno schermo adeguato…….. 🫣🤔😬 

    Passo…..

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    3 minuti fa, Roberto23 ha scritto:

    [...] ma chi ha Z5 come me dovrebbe anche mettere in cantiere la spesa per un computer più performante e magari aggiungiamo uno schermo adeguato…….. 🫣🤔😬 

    Questo a prescindere. Specie se quello come te, non stampa !
    Alla fine, la richiesta di potenza di calcolo per un file da 45 megapixel non è sto granché superiore a quella di uno da 24 megapixel.
    Salvo che il computer in questione non risalga alla Prima Guerra del Golfo ...
    Mentre se il monitor fa schifo, anche le foto elaborate con quel monitor, faranno schifo.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    27 minuti fa, Roberto23 ha scritto:

    Vero…. Ma quanti sono in percentuale oggi quelli che stampano?

    opinione mia è che la stampa delle foto sia una “razza” in via di estinzione…. 

    Intendevo dire che se uno non stampa e possiede un monitor de_m...rda, che fotografa a fare ? Come le vede le fotografie, sul televisore_cellulare_tablet ?

    • Like 2
    • Thanks 2
    • Haha 4
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    21 minuti fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Bravo Enrico, si vive una volta sola e quella macchina è così speciale da meritare il sacrificio.
    Ma se posso, non pensare che le 1000-1500 foto restino tali. Io pure con le reflex ne facevo al massimo tante così. Pure con le Z6. La Z9, e quindi anche sua sorella Z8, te ne faranno fare molte di più. Non lo so perché, penso che sia perché l’esperienza è così fluida che finisci per portarti a casa, per ogni uscita, 2-3 volte le foto.

    Purtroppo hai ragione.

    Purtroppo nel senso che non smetteresti mai di scattare di quanto è bella l'esperienza sul campo. Aggiungiamoci pure che è molto facile farsi prendere la mano a 20 fps e la frittata è fatta.

    Cambia poi necessariamente tutto il "lavoro" in fase di scarto degli scatti rivisti al computer dal momento che ora preferisco incominciare da una prima scremata già in macchina nei tempi morti

    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander
    55 minuti fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Quello che ho cambiato è che, al computer, scelgo i file da tenere e non quelli da cancellare. Esercizio che consiglio a tutti, perché educativo.
    Questo mi aiuta a lavorare sostanzialmente meno di prima e a non avere il minimo problema di dimensione dello storage. E a cancellare, senza pietà, tutto il resto.

    Non è affatto semplice ... Io ci provo ma alla fine, questa è bella, questa anche e gli scatti da scartare perché fuori fuoco sono sempre meno.
    Comunque non butto proprio tutto, qualche raw, oltre quelli lavorati lo tengo.
    E non ho neppure una Z8!!! :x3x:

    • Haha 1
    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator

    Ma io mi diverto così tanto di più a fotografare con Z9 e Z8 che ne faccio tante di più per il puro piacere di farle. E tanto oramai uso hard disk da 18 tb.

    Ah … ho il riscontro dell’effetto Z8.
    Ieri mattina l’ho portata in studio ed é venuto anche Rossano per provarla.

    Risultato : se l’è portata via … ed ha intenzione di tenersela.

    Link to comment
    Share on other sites

    • Administrator
    2 ore fa, M&M ha scritto:

    Ma io mi diverto così tanto di più a fotografare con Z9 e Z8 che ne faccio tante di più per il puro piacere di farle. E tanto oramai uso hard disk da 18 tb.

    Ah … ho il riscontro dell’effetto Z8.
    Ieri mattina l’ho portata in studio ed é venuto anche Rossano per provarla.

    Risultato : se l’è portata via … ed ha intenzione di tenersela.

    Quello di Rossano è il miglior sistema di acquisto Nikon.

     

    • Like 3
    Link to comment
    Share on other sites

    • Nikonlander Veterano
    11 ore fa, Massimo Vignoli ha scritto:

    Ma se posso, non pensare che le 1000-1500 foto restino tali. Io pure con le reflex ne facevo al massimo tante così. Pure con le Z6. La Z9, e quindi anche sua sorella Z8, te ne faranno fare molte di più. Non lo so perché, penso che sia perché l’esperienza è così fluida che finisci per portarti a casa, per ogni uscita, 2-3 volte le foto.

    Guarda Massimo, certe volte esco e torno a casa con 10 scatti e magari li cestino tutti. Certe altre volte capita che in un'ora faccio 6-700 scatti. Dipende da cosa vedo. Ma comprendo il concetto, avere tra le mani una Z8 invita a tenere il dito pigiato sul pulsante di scatto. Per trovare una similitudine sarebbe come mettere uno Stradivari nelle mani di un violinista che pur di continuare a suonarlo si dimenticherebbe di mangiare e dormire...

    ... ma davvero così male sono messo? :rotfl:

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites




    Join the conversation

    You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

    Guest
    Add a comment...

    ×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

      Only 75 emoji are allowed.

    ×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

    ×   Your previous content has been restored.   Clear editor

    ×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...